Advertisement
Sguardi altrove, torna su MYmovies il festival che dà voce alle donne

In streaming dal 22 al 30 ottobre un programma ricchissimo (circa 80 film) per riflettere insieme sui temi della nostra attualità, e in particolare sul mondo femminile, indagato attraverso lo sguardo delle donne. ACCEDI | SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO »
di Raffaella Giancristofaro

giovedì 21 ottobre 2021 - mymovieslive

Il dialogo tra culture, l’interazione con l’universo maschile, l’impegno per l’eliminazione delle disuguaglianze. Il festival Sguardi Altrove, dedicato alle opere dirette da donne, per la sua edizione numero 28 prosegue con tenacia la riflessione su questi temi.

Con un atto di fiducia, nel 2021, si rivolge anche alle generazioni del futuro e al loro attivismo civico, con particolare sensibilità per l’ambiente. Come nel 2020, propone il suo programma sia in streaming on demand su MYmovies che in sala, anzi, in due sale milanesi: l’Anteo Spazio Cinema di Milano (via Milazzo 9) e il Wanted Clan, quartier generale della Wanted distribuzione (via Atto Vannucci 13). 

ACCEDI | SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO
Da venerdì 22 a sabato 30 ottobre sfilano circa ottanta titoli, in diverse sezioni, competitive e non. Tra le prime, Nuovi sguardi – il concorso internazionale – accorpa lungometraggi di finzione e documentari a regia femminile, ed è inaugurato da Souad di Ayten Amin, coproduzione tra Egitto, Tunisia e Germania su due sorelle egiziane adolescenti tra il tradizionalismo della società e gli incontri sui social della maggiore. Il film sarà preceduto, in presenza, dal cortometraggio Scandali segreti, omaggio a Monica Vitti di Cecilia Foti.

La protesta delle madri israeliane per i figli impegnati nella guerra in Libano è il tema di Four Mothers di Rephael Levin e Dana Levin. In anteprima italiana, il documentario belga Asbestos: Chronicle of an Announced Disaster di Marie-Anne Mengeot e Nina Toussaint indaga l’uso dell’amianto in Europa dagli anni’70 per i tre decenni successivi, mentre The Face of Violence di Kenan Özer ed Ezra Açikgöz registra l’orribile uso dell’acido come metodo di annullamento dell’identità femminile in Turchia.

Non mancano le indagini su sessualità e affettività, a tutte le latitudini: Always Amber di Lia Hietala e Hanna Reinikanen testimonia la transizione di genere di un minorenne svedese, All Eyes Off Me di Hadas Ben Aroya registra le fluidità e fantasie sessuali di un gruppo di Tel Aviv, il brasiliano The First Death of Joana di Cristiane Oliveira ruota attorno a un filo rosso sentimentale che accomuna le donne di una stessa famiglia, e Letters of Happiness di Svetlana Sukhanova racconta tre storie d’amore e d’amicizia. 

#FRAMEITALIA, sezione che accorpa opere dedicate al nostro Paese, in una libertà totale di formati, generi e temi, propone in anteprima italiana Fearless - The Story of the Girl Who Is Afraid of Nothing di Giampiero Torello, fiction che si trasforma in racconto surreale, e l’omaggio alla bellezza Ho bisogno di me di Stefano Filippi, esperto di linguaggio del corpo. In Where Have All Our Dreams Gone? di Patrizia Fregonese de Filippo si interroga sull’evoluzione dei sogni, a partire dallo storico discorso del 1963 di Martin Luther King, mentre Gli anni folli della velocità di Federica Biondi e Gabriele Ogiva si cala nel mondo delle corse automobilistiche degli anni ’50 e Bianca Rondolino nel suo In the Image of God intercetta il percorso a dir poco atipico di un rabbino intersessuale. 

Una festa per gli amanti dei cortometraggi (ventuno), esclusivamente realizzati da registe, è la sezione SGUARDI (S)CONFINATI, territorio di ricerca di nuovi talenti da scoprire e promuovere. In aggiunta al già ricco menu di voci e punti di vista, il festival diretto da Patrizia Rappazzo nel 2021 si apre ad alcuni nuovi spazi non competitivi, che promettono curiose intersezioni con altre discipline e culture: AZZURRO PALLIDO. SINGOLARE MASCHILE, fatto di film diretti da uomini, i focus su CINEMA E PSICHIATRIA e FINESTRA SULLE TURCHIE (più un talk sul boom delle serie tv turche, in presenza), CINEMA DEI RAGAZZI, in collaborazione con Giffoni Film Festival, CORRISPONDENZE, selezione di titoli da altri festival “amici”, DONNE IN CODICE, SOSTENIBILITÅ E CITTADINANZA – che raccoglie storie di donne protagoniste di imprese personali di lavoro, cambiamento, rispetto ambientale – e un FUORI CONCORSO in cui si segnalano Red Shoes - The Mobster’s Son di Isabella Weiss, su una donna trans già figlio di un boss della camorra, A Way Home di Karima Saidi, dialogo tra la regista e la madre malata di Alzheimer, e Fuorimano di Marta Dell’Angelo, pedinamento della comunità satellitare all’ex conceria Sabatia a Milano. 

Per accedere a tutti i film in streaming su MYmovies basta acquistare un abbonamento al costo di €12,99.
 


ACCEDI | SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati