Advertisement
Fuorinorma#4 arriva in streaming su MYmovies

Tutti i film dell'edizione 2020 saranno disponibili online dal 20 Novembre al 7 dicembre e in replica dall’8 al 29 dicembre 2020.
PRENOTA E ACCEDI GRATUITAMENTE AD OGNI FILM

venerdì 20 novembre 2020 - Festival

Fuorinorma#4 è lieta di presentare la selezione del cinema italiano neosperimentale 2020. Lungometraggi, mediometraggi e cortometraggi sperimentali, per un totale di 40 titoli tra documentario, finzione, videoarte, animazione e video-performance. 

Le proiezioni saranno disponibili gratuitamente dal 20 Novembre al 7 dicembre e in replica dall’8 al 29 dicembre 2020. Ogni film è disponibile per 24h a partire dalle ore 20.00 del giorno in cui è stato programmato. Ci sono due date per ogni film: se perdi la prima proiezione, puoi prenotarti per la seconda.

Tutte le opere sono visibili sia in Italia che all’estero. Per i film parlati in lingua straniera sono disponibili i sottotitoli in italiano, mentre solo in alcuni casi sono disponibili i sottotitoli in inglese per i film in italiano.

Proiezioni multiple: Il programma “Extra” è dedicato ai corti. Sulla piattaforma sono presenti i gruppi Extra#1-4, ognuno dei quali consiste in un’unica proiezione di più titoli associati in un flusso sperimentale di circa un’ora. Un’altra proiezione multipla è stata riservata ai due mediometraggi presenti nella quarta edizione del festival.

SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO


Che cosa è Fuorinorma?

Negli ultimi anni il cinema italiano ha accentuato in maniera sostanziale una tendenza che si era profilata ancora in maniera sotterranea all'inizio del nuovo secolo. Autori giovani e meno giovani hanno sentito il bisogno di uscire dalle regole produttive ed estetiche imposte dal mercato sia nel campo della finzione sia in quello della nonfiction. Sono state realizzate moltissime opere di lungo, medio e cortometraggio che rispondono a una scelta che definiamo neosperimentale.

È il segno di una insofferenza diffusa nei confronti di ciò che i mass media proclamano essere il nostro cinema. Esso non è quello dei premi nazionali e internazionali, non è quello dei tappeti rossi. È invece quello che cerca forme e contenuti nuovi, quello che – grazie anche al digitale – vuole sperimentare. Questo comporta una sua relativa invisibilità che vogliamo correggere.

Assieme alla produzione di tanti film controcorrente assistiamo all'emergere di nuovi canali di distribuzione: sale indipendenti rispetto al circuito commerciale ufficiale, i dvd, il web, i musei e le gallerie d'arte. Vedere film oggi è molto diverso dal tradizionale "andare al cinema". Di tutto questo le istituzioni sembrano non essersi rese conto. Domina la nostalgia del bel tempo che fu, si guarda indietro invece che avanti, dove si profila un nuovo tipo di società circolare alla quale questi film rispondono pienamente. Il segnale del cambiamento va colto e sostenuto. Questa è la nostra intenzione.

Sono sperimentali i film da noi proposti? Lo sono in quanto ricercano nuove strategie espressive diverse da e opposte a quelle istituzionalizzate dal cinema di finzione, da quello documentario e dalla televisione. Lo sono perché saggiano, e molti proprio nella forma del film saggio. Lo sono perché scoprono nuove ipotesi narrative, nuove strutture drammaturgiche, nuove opzioni di montaggio, di musica, di suono. Lo sono perché il digitale non è più un sostituto della pellicola ma uno strumento di cui esplorano le potenzialità. Lo sono perché vibra in ognuno di essi la tensione verso uno stile personale, perché hanno un progetto estetico e non solo la voglia di raccontare una storia o di descrivere una realtà. Lo sono perché non gridano i loro budget ma sussurrano dialogicamente per chi ancora vuole ascoltare. Lo sono perché si rivolgono non a un pubblico massificato ma allo spettatore individuale considerato come un partner, che si emoziona, pensa ed elabora.

La loro quantità e qualità indica anche che stiamo uscendo dalla fase puramente sperimentale ed entrando in una non più marginale ma costruttiva, addirittura centrale: un cinema che si impone e non più semplicemente che si oppone.
Un altro cinema italiano è possibile, ed esiste. 

- Adriano Aprà


PRENOTA E GUARDA I FILM
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati