Advertisement
Tardo autunno chiude con delicatezza un meraviglioso viaggio nel cinema di Ozu

L’appuntamento serale di MYMOVIESLIVE con il maestro giapponese è arrivato ieri sera all’ultima tappa. #iorestoacasa. Ecco i commenti più belli

mercoledì 1 aprile 2020 - mymovieslive

La rassegna organizzata da MYMOVIESLIVE attorno al cinema di Ozu, all’interno dell’iniziativa #iorestoacasa, è arrivata ieri sera all’ultima tappa con la proiezione del film Tardo autunno. Con malinconia si chiude un viaggio alla (ri)scoperta di uno dei più grandi nomi del cinema internazionale di cui gli utenti sentono già la mancanza: “La dolcissima malinconia a cui Ozu ci ha abituati in questi giorni di mymovieslive crea dipendenza. Mi mancherà parecchio” (Christian - Platea 2 - Settore 8 - Posto 27); “Al quinto film di Ozu, mi confesso Ozu-dipendente” (GIULIANA - Platea 3 - Settore 5 - Posto 30). 

Tanti spettatori hanno notato molte similitudini tra Tardo autunno e altri film di Ozu ma questo non li ha scoraggiati nel riflettere, ancora una volta, sul percorso artistico del grande regista e dei suoi attori, ormai diventati famigliari per il pubblico di MYmovies: “Serate indimenticabili ...visi familiari e dolcezza infinita di questo meraviglioso popolo!” (Daniela - Platea 2 - Settore 5 - Posto 13). 

Queste sono state le reazioni del pubblico di MYmovies che ha potuto condividere il piacere della visione di Tardo autunno martedì 31 marzo alle ore 21.00 all’interno della Sala Web nell'ambito della campagna di sensibilizzazione #iorestoacasa, in collaborazione con FEFF e CG Entertainment.

Questo mercoledì #iorestoacasa con MYmovies propone altri due grandi appuntamenti: Blue My Mind - Il segreto dei miei anni (21.00), la storia di una ragazza in lotta con il proprio corpo in un piccolo film proveniente dalla Svizzera e proposto all’interno della rassegna Donne Wanted in collaborazione con Wanted Cinema; Aftershock (22.00), un film dalla Cina sulle tragedie naturali che va dritto al cuore dello spettatore. 

Ecco intanto i commenti più belli che hanno accompagnato la visione di Tardo autunno
 

Film bellissimo, come tutti quelli di Ozu. Elegante, delicato, lieve pur parlando in profondità della vita.
 lale4u - P4 S6 N9
Un film centrato sul bisogno costante di "documentare": gli ambienti, gli interni delle abitazioni, i paesaggi e la costante ricerca di combinare matrimoni per combattere la solitudine. Vien fuori un avanzato rapporto tra uomini e donne sia sul lavoro che in famiglia. Tutto con una fotografia ed un montaggio pensati solo alla "documentazione" come se la l'unico scopo sia quello di permettere una fedele ricostruzione storica di un Paese e del suo vivere quotidiano. Grazie MyMovie.
 Giuseppe - P2 S8 N19
L'arte di Ozu è fondante nella storia del Giappone del XX secolo!
 Valter - P4 S1 N34
Lo sguardo finale della madre, un pò malinconico per l'assenza della figlia e per la nuova vita in solitudine e, nel contempo, felice , racchiude tutta l'amorevolezza dell'amore filiale che Ozu esprime, in tutte le sue opere, con grazia sublime. La gentilezza nelle relazioni , l'amicizia, oltre al rapporto genitori - figli , sono perle che si incastonano perfettamente in mosaici di umanità.
 Chiara Lostaglio - P6 S5 N17
Ozu è come uno chef che con gli stessi ingredienti crea sempre ottime pietanze diverse fra loro.
 Luca Cipriani - P2 S1 N59
La conclusione di un meraviglioso viaggio, un viaggio iniziato con Tarda Primavera che ha percorso ogni fase della vita. Bello, malinconico, dolce e delicato.
 Silvia - P5 S3 N21
Profondo. Armonioso. Essenziale. Un haiku impresso sulla pellicola.
Giovanni - P2 S3 N48
Uomini infantili e pasticcioni, dipinti con ironica leggerezza; caratteri femminili brillanti e determinati, tratteggiati con leggera ironia. Poesia pura.
 gabriella - P3 S8 N60
Il sole tramonta su un mondo che si appresta a cambiare. Come le foglie che si tingono di rosso e oro e tremolanti increspano la superficie dell'acqua. La giovinezza è sfrontata nell'affermare ciò che pensa sia giusto e nel dare voce alle proprie opinioni. Immagino Ozu e il suo cast come una compagnia di giro che ogni volta si scambia i ruoli e ci regala questi momenti di intimità e riflessione. Anche le insegne, a loro modo, si danno da fare e creano luoghi ormai familiari di una città fantastica. Lì c'è il Luna Bar, ma di fronte quest'altro in cui ancora non siamo entrati e che per oggi sarà una dei luoghi di incontro dei personaggi.
 Michela Iorio - P4 S3 N11
Profondità e leggerezza, pudore dei sentimenti e umorismo impertinente. Inquadrature e colori che incantano, come nei film precedenti. L'autunno può essere dolce, quando hai amato e non hai tradito i tuoi sogni. Ai figli la loro primavera. ora. Una carezza di Ozu, anche stasera.
Patrizia Vachino - P1 S2 N30
Un'altra deliziosa commedia di Ozu, che affronta con grazia e levità i temi che più gli sono a cuore: l'amore filiale, la necessità di sposarsi per trovare la felicità nella dimensione del matrimonio, il saper lasciare andare i figli che crescono senza legarli egoisticamente al destino dei genitori. Mi è piaciuta la prospettiva della storia, filtrata attraverso lo sguardo sornione degli anziani, che sognano di sposare la bella vedova e assaporano - almeno nell'immaginazione - dolci fantasie che li riporta alla gioventù e a quelle sensazioni che forse ormai non si addicono più a chi ha già varcato le soglie del tardo autunno. Ne è consapevole la bella vedova, che decide di mettere da parte qualsiasi velleità di tornare indietro nel tempo, per far sì che sia la figlia a godere di quelle emozioni amorose di cui lei ha goduto già da giovane. E il sogno d'amore per i tre anziani svanisce come bolla evanescente, rimanendo unicamente come dimensione consolatoria in cui cullarsi nelle notti solitarie di un autunno già inoltrato...
 Valentina S. - P2 S1 N45
Ennesimo bel film. Molto bello sempre il confronto fra il vecchio "mondo" e quello post bellico con i giovani ormai americanizzati , piu' o meno un po' la situazione dei ns anni 60 . il film mi è piaciuto molto come trama e come argomento su cui meditare. Come al solito splendida la fotografia.
grazia - P6 S1 N45
Film divertente spessissimo, ma alla fine mostra il volto tragico dell'ineluttabile, le convenzioni sociali che travolgono gli equilibri, le persone più fragili che sono alla fine ridotte a marionette nelle mani di persone ciniche e disinteressate in realtà al prossimo, la modernità che si infrange su una tradizione ancora troppo radicata..
 Cammy79 - P5 S2 N47
Bellissimo! Toccante la maniera in cui viene descritto il rapporto tra madre e figlia . Ambientazioni e inquadrature straordinarie che raccontano il confronto tra due generazioni in un Giappone attaccato alle tradizioni ma proiettato al futuro.
 Chiara - P6 S1 N29
In parallelo con "Tarda Primavera", un altro film in cui i rapporti umani sono trattati con una dolcezza, una delicatezza e una cura veramente ammirevoli. Bellissime le figure femminili. Mi mancheranno i film di Ozu e il suo stile così educato e in grado di far riflettere con le cose più semplici. Grazie MyMovies per la splendida iniziativa.
 Riccardo Yuri - P1 S1 N36
Grazie per aver rasserenato le serate di questo periodo così particolare e preoccupante con questa bellissma rassegna! Ozu mi mancherà.
 annamaria sciortino - P3 S5 N2
Un classico che non sente lo scorrere del tempo. Ozu si conferma un autore raffinato, in grado di raccontare con delicatezza i cambiamenti talvolta appena percepibili che si determinano nella famiglia tradizionale giapponese.
 Mauro - P6 S1 N5
Stessa delicatezza e malinconia degli altri film, e anche un senso di familiarità nei confronti dei protagonisti che ormai mi sembra di conoscere e di poter andare a bere sakè e mangiare sushi con loro. Solidità dei rapporti, una sottesa tristezza nel recidere i rapporti con i genitori, il tutto condito da quel senso dell'umorismo tipico giapponese, dalla semplicità dei gesti e dalla saggezza delle loro parole. Grazie di nuovo per questo gioiellino di Ozu
 Raffaella - P2 S5 N15
Splendido. Abbiamo fatto il pieno di Ozu in 5 giorni. Inquadrature originali. Fotografia splendida. Sembra di aver assistito ad una serie tv con gli stessi attori che ruotano in ruoli diversi e che il compito principale dei dirigenti d'azienda giapponesi sia trovare marito alle figlie degli amici. Un ritmo del racconto placido, ma che alla fine diventa incalzante. Mi ricorda le commedie americane degli anni '30.
Fabrizio - P2 S6 N2
Ho scoperto Ozu grazie a questi appuntamenti serali. Un poeta del cinema capace di narrare il Giappone con le sue tradizioni secolari e nello stesso tempo arricchirlo con personaggi di una squisitezza divina. Mi mancherete
 Massi - P3 S4 N22
Una rappresentazione minuziosa e delicata, una filigrana, degli stati d'animo dei personaggi che acquistano uno spessore raro. Un maestro, Ozu! I suoi film lasciano il segno.
 Lucia - P4 S2 N57
La delicatezza e potenza insieme di una storia non solo di affetti familiari, ma che abbraccia un'epoca, e una cultura come quella del Sol Levante. Ogni dettaglio - i colori, la fotografia, la costruzione delle immagini, una cantilena da bambini, persino lo sguardo in camera di campo/controcampo.. - contribuisce a rendere pieno e appieno l'affresco, e a rimandare anche con i silenzi, o su una lingua non così percettibile a chi non conosce, una recitazione fatta di toni non così immediata, rimandare e restituire dicevo sfumature, emozioni, conflitti dei personaggi.
 Eleluna - P5 S2 N52


LEGGI TUTTI I COMMENTI
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati