Advertisement
Una poesia che scalda il cuore. La tartaruga rossa commuove il giovanissimo pubblico di MYmovies

Tantissimi gli studenti emozionati da questo film consigliato dai loro docenti. Grazie Prof! #iorestoacasa. Ecco i commenti più belli.

lunedì 23 marzo 2020 - mymovieslive

Il cinema d’animazione ha saputo regalare negli ultimi anni perle di rara sensibilità e saggezza. Eppure il pubblico rimane ancora sorpreso dalle grandi riflessioni che possono nascere dietro la semplicità di colori e immagini. È il caso de La tartaruga rossa (guarda la video recensione), film del 2017 realizzato dall’olandese Michael Dudok de Wit che si lascia liberamente ispirare dalla grafica e dalla carica emotiva dello Studio Ghibli di Isao Takahata e Hayao Miyazaki. Senza dialoghi, passa sullo schermo la storia di un uomo che deve sopravvivere su un’isola deserta in cui l’unico antidoto alla sua solitudine è un tartaruga rossa. 

“Incredibile e dolcissimo. Pieno di speranza. Così comunicativo nonostante i lunghi silenzi.” scrive vickyconrad, trovando immediatamente il consenso degli altri spettatori con cui ha condiviso la visione: “Visionario, ci fa sognare ad occhi aperti”, “Poesia pura che scalda il cuore”, “Quando ci sono i sentimenti le parole non servono”. 

A questo entusiasmo unanime hanno aderito anche tanti studenti che, in questo periodo di stop forzato della didattica, hanno accolto con piacere l'invito dei loro docenti a prendere parte alla visione condivisa di un film che riflette su tematiche estremamente attuali. C'è infatti chi ringrazia personalmente la propria maestra per averne consentito la visione: sarà fonte di ispirazione per aprire una lezione su uomo e natura?

La tartaruga rossa (guarda la video recensione) è stato presentato nella Sala Web di MYmovies domenica 22 marzo alle ore 15.30, nell'ambito della campagna di sensibilizzazione #iorestoacasa, in collaborazione con BIM.

Questo lunedì #iorestoacasa con MYmovies propone due grandi appuntamenti: Il prigioniero coreano (guarda la video recensione) di Kim Ki-duk (ore 21.00), regista coreano che ritorna alle sue origini con film fortemente politico, e Olma Djon (ore 22.00), viaggio di un padre all’interno del proprio inconscio promosso da il Torino Underground Cinefest.

Ecco intanto i commenti più belli che hanno accompagnato la poetica visione de La tartaruga rossa (guarda la video recensione): 
 

Profondo, dolce, poetico, emozionante e una gioia per gli occhi! Il film racchiude tutto questo in zero parole! Ogni altro commento sarebbe superfluo. Un vero capolavoro! Grazie a MyMovies per aver condiviso quest’opera d’arte! Grazie infinitamente!
Francesco - P6 S3 N16
a proposito di suoni, mi ha colpito l’autenticità e la concordanza con le immagini. Quando raccoglie i bambù è esattamente il suono cavo del legno sbatte, e la risacca del mare è di una dolcezza immensa.
loretta.marchi53@gmail.com - P3 S8 N5
Colori e immagini che trasudano vita ed emozioni pure. Le parole non servono in quella dimensione in bilico tra la vita e quel che c’è di diverso che l’uomo non conosce. La semplicità di una comunicazione naturale e originaria che tralascia molto lontano gli agi a cui siamo abituati spingendo verso la ricerca del nostro legame primordiale con ciò che ci circonda.
marta 8 55 n2
Una cosa. La parte “sociologica”. Trovo che il fatto che ognuno fosse potenzialmente ad un punto diverso sia molto negativo. I commenti generavano confusione e inducevano alla superficialitá. La possibilitá di commentare lo stesso punto potrebbe viceversa essere un grande valore aggiunto di questa modalitá relativamente nuova.
DaniloDara - P7 S6 N4
Film d’animazione molto bello e delicato. Colpisce la quasi assenza di movimenti di “telecamera” lo scenario è costituito da fondali fissi, molto belli disegnati splendidamente, nei quali si muovono i personaggi. Sembra quasi che si muovano all’interno di quadri. L’unica variazione agli scenari sono le tracce lasciate dal movimento, di tanto in tanto quasi fossero dei pennelli. Film dai toni malinconici anche per via delle splendida colonna sonora e forse quest’isola, nonostante l’evoluzione del film, assimiglia un po’ a una splendida trappola.
Diego - P1 S4 N47
Immagini di un bellezza struggente. Non servono parole per raccontare emozioni.
patrizio - P1 S6 N60
Una metafora della vita...senza parole. Come si resta alla fine di questa poesia…
Luca - P9 S5 N39
Straordinario e intenso con un messaggio profondo che la natura ci regala come sempre. Meraviglioso!
 Valeria Boffi - P4 S5 N14
Onirico e commovente. Sentimenti semplici e profondi raccontati meravigliosamente. Emozionante.
Lucia - P1 S3 N49
Storia sull'esistenza umana e sul ciclo della natura. Poetico e ben disegnato. Musiche raffinate e rumori della natura sono i dialoghi perfetti di un film che seppur nella sua cruda realtà dona un senso di pace e armonia cosmica.
 DomeGarga - P3 S4 N
Film delicato e originalissimo, una metafora del rapporto tra l'uomo e la natura non banale nè retorica. Disegno pulito e essenziale, ma con immagini della natura emozionanti. Azzeccata anche la colonna sonora, non invasiva.
 Patrizia - P1 S6 N38
Il mare come spazio infinito, come tempo futuro, sconosciuto ma capace di alimentare la speranza del genere umano... un immenso grazie a mymovies per questa preziosissima iniziativa!
 Liz - P1 S5 N50
Incredibile e dolcissimo. Pieno di speranza. Così comunicativo nonostante i lunghi silenzi. Credo che ognuno di noi, a modo suo, possa trovarci un proprio messaggio. Grazie dell’opportunità.
 vickyconrad - P5 S5 N2


LEGGI TUTTI I COMMENTI
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati