MYmovies.it
Advertisement
La realtà che non esiste, il contest che premia la crossmedialità

One More Pictures e Rai Cinema Channel presentano la seconda edizione del contest che premia la miglior sceneggiatura per lo sviluppo di un progetto crossmediale.
di Claudia Catalli

mercoledì 20 novembre 2019 - News

C’è una realtà che esiste, ed è il talento di chi sa raccontare storie in grado di emozionare. E poi c’è La realtà che non esiste, titolo del contest lanciato oggi da One More Pictures e Rai Cinema Channel per la miglior sceneggiatura per lo sviluppo di un progetto crossmediale.
 

Giunto alla seconda edizione, dopo il successo del corto vincitore dello scorso anno Happy Birthday sul tema degli Hikkikomori (con partecipazione straordinaria di Terry Gilliam e Achille Lauro), il contest si pone nuovamente l’obiettivo di far esprimere il suddetto talento, attraverso l’innovazione del racconto cinematografico in VR. Il corto vincitore parteciperà, tra le altre iniziative, a Dubai Expo 2020.
MYmovies.it

“Il cinema contemporaneo è costantemente sfidato dal digitale, ma lo sta padroneggiando. Se ieri il digitale era complementare asservito alle tecniche del cinema, oggi ne è diventato un fattore trasformativo”, dichiara Francesco Rutelli, Presidente Anica, sottolineando l’importanza di iniziative ed esperimenti atti a “costringere gli attori tradizionali dell'industria audivisiva a misurarsi con l'innovazione, per aprire nuovi orizzonti di lavoro e creatività”.

Concorda e rilancia Manuela Cacciamani, Produttrice Cinematografica & Multimedia, promotrice del contest in prima persona, che ne illustra le linee guida con le parole - chiave di ogni iniziativa di successo, ovvero “studio, talento, qualità”. Parole riprese nel discorso di Monica Maggioni, Amministratore Delegato Rai Com, nel sottolineare come la realtà virtuale sia “una chance gigantesca per far acquisire un nuovo quanto inedito punto di vista a chi guarda". Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato Rai Cinema, aggiunge ed evidenzia come il contest risponda anche a “un più ampio progetto di alfabetizzazione digitale, per accostare al VR anche quel pubblico che ancora non lo conosce a fondo”.

Secondo Carlo Rodomonti, Responsabile Marketing Strategico e Digital di Rai Cinema, quello che offre il VR è “un mondo immaginifico, una grande occasione di immergersi in un contesto unico in un momento storico in cui siamo abituati a fare mille cose mentre fruiamo di un contenuto audiovisivo”. Dal videogaming alle sperimentazione di terapie del dolore negli ospedali, il VR si sta espandendo, ma, prosegue Rodomonti, adesso mira ad un'attenzione industriale più ampia. Rai Cinema è stata pioniera, da questo punto di vista: “Operiamo a tutto tondo in ambito VR, si va dalla ripresa di un red carpet fino al diario VR di Chiara Ferragni a Venezia 76, dai contributi VR dal set del nuovo film di Gabriele Muccino alla library dei cortometraggi acquistati e prodotti da Rai Cinema”. 

Conclude Gennaro Coppola, CEO & Innovation Strategy di Axed Group, per cui la realtà virtuale “può spostare i sensi, per questo è più coinvolgente rispetto alla tradizionale visione bidimensionale. L’importante, per chi parteciperà al contest è non porsi assolutamente limiti o preconcetti: conta sempre e solo avere qualcosa da raccontare”. 


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati