MYmovies.it
Advertisement
Cinema Troisi di Roma, iniziano i lavori per una sala da 300 posti

Dopo le opere di demolizione, prenderà il via la realizzazione del nuovo progetto in apertura nell'autunno 2020.

mercoledì 20 novembre 2019 - News

Dopo lo sgombero dell'agosto 2015 e anni di scogli giudiziari e burocratici, lo storico cinema Troisi di Roma sta per avere una nuova vita. Sbloccato infatti il progetto presentato dai ragazzi dell'associazione "Piccolo America", già beneficiari di un finanziamento da parte del bando pubblico del MIBACT per il piano di potenziamento del circuito delle sale cinematografiche.
Lunedì 25 novembre inizieranno così le opere di demolizione interne che daranno il via al progetto, curato dagli architetti Claudia Tombini e Raffaella Moscaggiuri. La sala sarà completamente rinnovata: un unico e grande schermo da 13 metri, digitalizzazione 4K di ultima generazione e 300 poltrone. A incorniciarla, un foyer bar e un'aula studio-biblioteca da 40 postazioni aperta 24 ore su 24, con area esterna negli spazi della terrazza. Servizi diversi e complementari affiancheranno l'attività cinematografica, permettendo a una cittadinanza eterogenea di attraversare e vivere lo spazio, con l'obiettivo di coinvolgere nuovi potenziali spettatori tra coloro che non frequentano più il grande schermo o forse, nel caso dei più giovani, che non lo hanno mai frequentato.

Con grande emozione possiamo finalmente annunciare che il progetto di riapertura del Cinema Troisi di Trastevere è stato definitivamente sbloccato. Da oggi sono nuovamente in corso le attività volte al restauro e al risanamento edilizio della struttura, abbandonata dal 2012 e di proprietà di Roma Capitale. L'apertura al pubblico è prevista per l'autunno 2020.
Valerio Carocci, Presidente dell'associazione "Piccolo America"

"Per quanto concerne la gestione del cinema - continua Valerio Carocci, Presidente del "Piccolo America" - ci lasceremo ispirare dalla multiprogrammazione e dalle iniziative proposte dai cinema Beltrade e Mexico di Milano, dallo Stensen di Firenze, dal Visionario di Udine, dal CinemaZero di Pordenone e dal PostModernissimo di Perugia: tutte sale indipendenti che, diventate reali catalizzatori di nuovi spettatori, riescono a dare visibilità e voce anche alle opere più piccole e meno conosciute. È dai loro progetti di gestione, infatti, che abbiamo trovato spunto per dare spazio sia alla prima e alla seconda visione, sia alla retrospettiva. Come avviene in queste realtà, del resto, l'obiettivo è quello di creare pubblico non solo attraverso la selezione dei film, ma anche e soprattutto grazie al lavoro quotidiano svolto nel territorio. Caratteristica del Cinema Troisi sarà la sua identità sociale, il suo umanizzarsi nelle vesti di un operatore culturale: una sala che costruirà vere e proprie comunità temporanee nell'occasione delle proiezioni cinematografiche. Proprio come testimoniano le realtà sopracitate - conclude Carocci - che abbiamo visitato, conosciuto e seguito da vicino: ognuna di loro ci ha regalato un pezzetto di ispirazione per ideare la gestione del Cinema Troisi".


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati