Advertisement
Film nelle sale: Qui e ora, la poesia che rende liberi

Kick-Ass, Boris e le altre uscite del weekend.
di Nicoletta Dose

Mija (Ju Yunghee) in una scena del film Poetry di Lee Chang-dong. Da oggi al cinema.

venerdì 1 aprile 2011 - News

Chi ha provato, almeno una volta, la forza esaltante della felicità, non smette più di cercarla altrove. Disperatamente, con entusiasmo o dedizione monacale non importa: ciò che di bello incontriamo nella nostra vita ci rimane impresso nella memoria e ogni volta che scorgiamo la possibilità di un suo gradito ritorno, razionalità e moralità se ne vanno per lasciare spazio all'emozione di un sospirato appagamento. Il cinema di Lee Chang-dong costringe lo spettatore a riflettere su se stesso, a cercare di comprendere se la bellezza venduta da pubblicità, media e televisione, non sia altro che un fuorviante specchietto lucente per addormentati della mente. Con Poetry la bellezza invisibile, quella silenziosa che sta oltre il tangibile, si esprime attraverso parole e suoni dal tocco magico e illuminante. Mija, la dolce protagonista del film, è la nonna di un ragazzo colpevole di aver violentato, con la complicità di alcuni amici, una coetanea innocente, che ha poi trovato nel suicidio la via di fuga dal dolore. Mentre tenta di comprendere il misfatto e cerca una soluzione per fare giustizia, prova in tutti i modi a scrivere una poesia, un compito arduo che la renderà vulnerabile ai sobbalzi più inquietanti della natura umana. La poetica sensibile ai dettagli ingombra la fluidità del commercio ma questo weekend cinematografico predilige i toni sommessi e propone un altro film introspettivo, La fine è il mio inizio di Jo Baier. Anche qui, in mezzo alla natura, si affronta il dolore e la morte come parte fondamentale della vita: le parole di Tiziano Terzani, interpretato da Bruno Ganz e quelle arrabbiate del figlio Folco (Elio Germano) sono un bellissimo omaggio ai piaceri e alle sofferenze della vita, alla possibilità di affrontare la fine con una serenità pacificatoria.

Nuovi eroi senza poteri straordinari
L'eroe con il mantello, quello che salva vite umane, difende i buoni ed elimina i cattivi, non va più di moda. Lo statuto di modello irraggiungibile di Superman viene sbancato da quello accessibilissimo di Kick-Ass, un tipo 'normale' che non ha poteri ma un solo segno particolare, un danno fisico che non gli fa sentire il dolore. Il film di Matthew Vaughn smonta la tradizione per mettere in piazza un gruppetto irresistibile di giustizieri che fanno del coraggio il caposaldo di una filosofia indirizzata a salvaguardare il bene della comunità e a mettere in cassaforte la propria eccentrica quotidianità. Nel cast spicca Nicolas Cage (Big Daddy), ennesima prova per l'attore, dopo le magie da apprendista stregone nel film di Jon Turteltaub, in un ruolo eccentrico. Se i nuovi supereroi di Mark Millar (l'autore dei fumetti da cui è tratto il film) reinventano vecchi schemi narrativi, i protagonisti della commedia Hop di Tim Hill accolgono con un sorriso i passi rassicuranti di un personaggio che si ribella, tenta la strada del successo, ma poi si pente e fa i conti con se stesso. Non è il genere umano a rappresentare la corsa all'affermazione sociale ma un coniglietto pasquale che vive sull'isola di Pasqua ma si trasferisce ad Hollywood, dove incontra un ragazzone senza ambizione né lavoro. I due, diventati amici/nemici per la pelle, cercheranno di comprendere che cosa desiderano veramente.

Il cinema italiano secondo Boris
Il coniglio pasquale è dolce, morbido e rassicurante. Ma tra i film in sala c'è anche un altro animaletto curioso a fargli compagnia, anche se è molto meno invadente, richiede poche attenzioni e praticamente non 'biascica' una parola: il pesciolino rosso, protagonista di Boris – Il film, è il portafortuna che tutti vorrebbero avere. Il regista Renè Ferretti (Francesco Pannofino in un ruolo che sembra appositamente scritto per lui) lo sa bene e non se ne separa neanche un attimo, nemmeno ora che, dopo anni di brutta televisione, ha l'occasione di dirigere un film per il cinema, un progetto che ha alla base la trasposizione sul grande schermo del libro-saggio "La casta" di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella. Cambia troupe e mestiere ma i vecchi amici, dalla 'cagna' Corinna all'ubriacona Itala, sono difficili da dimenticare e in breve ritornano insuperabili protagonisti del set. Precari loro, precari anche i personaggi dell'altro film italiano della settimana, Questo mondo è per te di Francesco Falaschi, dove un aspirante scrittore si mette alla ricerca di un lavoro per poter accedere ad una scuola per formarsi come autore e tentare la via del successo letterario. Innamorato della vita e di una ragazza dai sacri valori di 'altroconsumo biologico', sottomesso agli ordini invasivi del padre, il giovane si affiderà al destino con la spavalderia di chi crede che la creatività (e la cultura) abbia ancora senso di esistere.

Meglio un fantasma vero o quello di una moglie finta?
Piccole donne – pazze – crescono. The Ward – Il reparto, il nuovo film di John Carpenter, da molti anni assente dalle sale cinematografiche, mette insieme un gruppetto di 'ragazze interrotte' e le inserisce in un contesto drammatico, un temibile ospedale psichiatrico, dove un fantasma si ostina a tormentarle. Cosa vorrà comunicare a queste giovani impaurite? Di tutto altro genere è invece la commedia Mia moglie per finta di Dennis Dugan, dove la paura più terribile è quella di Adam Sandler, innamoratissimo di una ragazza meravigliosa che crede però che lui sia sposato. E allora come evitare di dire la scomoda verità che in realtà sono anni che sfrutta la lucentezza di una fede nuziale per impietosire improvvisate amanti e fatue fidanzate? La soluzione la offre la sua migliore amica, una splendida Jennifer Aniston, che decide di spacciarsi per la sua ex moglie con due figli a carico. Il gioco è fatto, gli equivoci si sprecano e la commedia sentimentale americana è servita.

news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati