MYmovies.it
Advertisement
Film in Tv: Fra traumi e memoria

La nuova settimana di cinema sul piccolo schermo si concentra soprattutto sui drammi della Storia recente.
di Edoardo Becattini

Nel ricordo di grandi registi e di presidenti uscenti
Josh Brolin (51 anni) 12 febbraio 1968, Los Angeles (California - USA) - Acquario. Interpreta George W. Bush nel film di Oliver Stone W..

giovedì 15 gennaio 2009 - Televisione

Nel ricordo dei grandi registi e dei presidenti uscenti
In questa domenica di mezzo inverno si affaccia nel primo pomeriggio il corpulento profilo di Alfred Hitchcock, intento a presentare uno dei suoi film più conosciuti eppure, ai tempi, sorprendentemente meno apprezzati. La storia di Marnie (Rete 4, 15.55), giovane donna cleptomane, piena di traumi emotivi, è l'enigma che attrae il riccone Sean Connery, protagonista maschile di questa opera che somma thriller e psicanalisi. Il tardo pomeriggio ripropone una delle prove senza dubbio più note ed apprezzate della carriera di Eddie Murphy, ovvero l'agente Axel Foley della action-comedy Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills (Italia 1, 19.00). Per reintraprendere la strada battuta dal cinema dei grandi registi, bisogna aspettare la notte. Una notte che rende omaggio a due grandi registi scomparsi in questi ultimi anni. Il grido (La7, 1.25) è il sesto lungometraggio con cui Michelangelo Antonioni racconta per immagini il senso di vuoto e di solitudine di un uomo tormentato dall'abbandono della compagna. Il cineasta egiziano Youssef Chahine, morto l'estate scorsa, viene invece ricordato dalla programmazione di Fuori Orario attraverso la messa in onda del suo ultimissimo film: Chaos (RaiTre, 1.50), rappresentazione fra farsa e dramma musicale di un amore contrastato da un laido e corrotto agente di polizia.
Grande evento in vista per la prima serata di lunedì sera. Alla vigilia dell'insediamento del neo-Presidente eletto Barack Obama, il palinsesto della tv in chiaro ha in serbo per il pubblico italiano la speciale visione di uno dei film più discussi dell'anno appena concluso. W. (La7, 21.10), biografia non autorizzata del presidente uscente George W. Bush, giunge così in maniera anomala nei nostri salotti, dopo la distribuzione semi-galeotta in qualche sala di queste ultimissime settimane. In alternativa, la paura ad alta quota garantita dal maestro del brivido Wes Craven che, con il film Red Eye (Italia 1, 21.10), si concede una parentesi dalle profondità del regno degli incubi, in favore di un thriller ambientato su un aereo tipicamente di genere. Per la vera e maiuscola Paura, basta aspettare la prima notte con Il seme del male (RaiTre, 1.15), secondo episodio della serie Masters of Horror realizzato da un altro maestro del genere: John Carpenter.

Il meglio dei divi di Hollywood
Nell'infrasettimana il cinema langue sui canali in chiaro, con solo qualche titolo in apparizione su Rete 4 a fungere da salvagente. Martedì sera, al dramma sentimentale con Richard Gere e Winona Ryder velato dalle foglie ingiallite di Central Park, Autumn in New York (Rete 4, 21.10), segue la biografia del grande musicista Ray Charles, resa indimenticabile dalla straordinaria prova di immedesimazione di Jamie Foxx in Ray (Rete 4, 23.25). Chiude la giornata l'ultraviolenza suburbana fra il giustiziere Mickey Rourke e la comunità mafiosa di Chinatown de L'anno del dragone (Rete 4, 2.45). Il giorno successivo, mercoledì, al mito storico del bandito ribelle Rob Roy (La7, 21.10), riscoperto fra le verdi alture scozzesi da Liam Neeson e Jessica Lange, probabilmente la maggior parte preferirà rifugiarsi sul satellite e dar libero sfogo a reminescenze dell'infanzia grazie al super-kolossal di Michael Bay sui robottoni venuti dallo spazio: Transformers (Sky Max, 21.00).
Il giovedì risolleva il prestigio della fascia di prima serata dal leggero declino dei giorni precedenti con un'interessante sfida filmica fra mostri sacri e giovani attori. Le aspirazioni letterarie della dolce Anne Hathaway si scontrano con la superba disumanità di una "Crudelia" Meryl Streep in Il diavolo veste Prada (Canale 5, 21.10), trionfo della moderna commedia americana femminile che mescola lusso e cinismo (come dimostrano anche il film di Sex and the City o l'imminente I Love Shopping). Di genere maschile è invece lo scontro fra il comandante dell'artiglieria Harvey Keitel ed il giovane tenente Matthew McConaughey per il comando del sommergibile U-571 (Rete 4, 21.10), rappresentazione hollywoodiana dell'impresa delle forze alleate per la conquista del codice Enigma durante il secondo conflitto mondiale.

Lussuria e memoria
Il Leone d'Oro di Venezia 2007 apre un fine settimana sospeso fra memoria storica e conflitti interiori. Lussuria – Seduzione e tradimento (Sky Mania, 21.00), film di punta di venerdì sera, è il sontuoso racconto di una lacerante passione fra una giovane attrice al servizio della resistenza cinese e del funzionario politico che è incaricata di uccidere, un gerarca che collabora con le forze occupanti giapponesi nella Shanghai degli anni della Seconda guerra mondiale. Di una lacerazione mnemonica si parla invece nel thriller The Forgotten (Rete 4, 23.25), in cui Julianne Moore viene tormentata dal ricordo della morte di un figlio che parenti e amici dichiarano non essere mai esistito. Come anticipazione al Giorno della Memoria del 27 gennaio, sabato sera Rete 4 ripropone l'ormai classico ed immancabile appuntamento con Schindler's List (Rete 4, 20.30), senza dubbio il più noto fra i film girati da Steven Spielberg, ed anche il più sentito dallo stesso regista ebreo. RaiUno ricorda invece gli anni della "soluzione finale" con il più recente Rosenstrasse (RaiUno, 1.15), racconto di un episodio poco conosciuto delle cronache degli anni di guerra: quello che vide coinvolte centinaia di donne ebree che protestarono in piazza contro i gendarmi nazisti e contro la deportazione nei campi dei propri mariti. Non certo con l'intoccabile ricordo dei campi di sterminio nazista, ma comunque con la memoria e la riconoscenza ha a che fare l'ultimo ritorno al cinema del superuomo per eccellenza della letteratura a fumetti. In Superman Returns (Italia 1, 20.30) anche il più virtuoso e meno complesso dei superuomini di carta rivela qualche debolezza ed una certa predisposizione al dubbio e all'incertezza, che lo rendono più vicino ai più terreni supereroi della tarda modernità.

Gallery


Jamie Foxx (Eric Morlon Bishop) (51 anni) 13 dicembre 1967, Terrell (Texas - USA) - Sagittario. Interpreta Ray Charles nel film di Taylor Hackford Ray.
Il meglio dei divi di Hollywood
Lussuria e memoria
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati