Advertisement
Film in Tv: A perenne memoria

Grandi omaggi al cinema di Vittorio De Sica, ai muri e ai generi della Storia.
di Edoardo Becattini

Sulle orme di De Sica
Arnold Schwarzenegger (Arnold Alois Schwarzenegger) (73 anni) 30 luglio 1947, Thal (Austria) - Leone. Interpreta Harry Tasker nel film di James Cameron True Lies.

giovedì 5 novembre 2009 - Televisione

Sulle orme di De Sica
A trentacinque anni dalla sua scomparsa, il sempre interessante palinsesto cinefilo di La7 inaugura la nuova settimana televisiva con una serie di film dedicata al grande attore e regista Vittorio De Sica. L'omaggio-retrospettiva ha inizio questa domenica con il suo primo capolavoro baciato dall'Oscar, il film sui giovani ciabattini del tempo di guerra: Sciuscià (La7, 13.00). Segue una grande interpretazione per la regia di Rossellini su sceneggiatura scritta da Indro Montanelli: Il generale Della Rovere (La7, 16.40), storia di un ufficiale collaborazionista e donnaiolo che, sotto mentite spoglie, finisce in carcere e scopre il valore della resistenza. L'inizio settimana non poteva farsi mancare però qualche elemento iperbolico e distruttivo, e così schiera due datati blockbuster come Twister (Italia 1, 16.00), impegnato a mostrare la potenza della natura e degli effetti speciali prima delle tempeste perfette o delle annunciate fini del mondo, e True Lies (La7, 21.35), parodia-omaggio agli action movie piena di ritmo e dinamismo, firmata da James Cameron e interpretata da Arnold Schwarzenegger. Il cinema torna a scoprire gli autori solo in piena notte con la composizione in stile jazz di volti e di storie firmate da John Cassavetes con Ombre (RaiTre, 1.50), e con la violenza delle strade di Chinatown de L'anno del dragone (Canale 5, 3.05).
Si rischia un collasso adrenalinico con la serata di lunedì, a causa dei due fratelli Scott: Ridley e Tony. Il primo, più raffinato e poliedrico, ci porta nelle profondità dello spazio e regala un gioiello di suspense fantascientifica come il primo Alien (Rete 4, 23.20), il secondo, da sempre più dedito ad un cinema spettacolare e fracassone, consegna in sequenza due fra gli ultimi lavori: il thriller in lotta coi paradossi del tempo Déjà Vu (Italia 1, 21.10) e la storia della fotomodella-killer Domino (Italia 1, 23.40), cui presta il corpo la bella Keira Knightley. Ma nel giorno in cui ricorrono i vent'anni dalla caduta del Muro di Berlino, la programmazione via satellite ricorda anche quel momento con una bella commedia datata diretta da Billy Wilder. Uno, due, tre! (Mgm, 21.00) è una commedia ambientata nella Berlino dell'anno dell'edificazione del muro, che vede James Cagney come manager della Coca Cola intento ad iniziare il futuro genero, berlinese della DDR, alle gioie del consumismo.

Fra cinema di genere e alta letteratura
Mentre la retrospettiva su De Sica va avanti, proponendo di martedì la storia del misero pensionato Umberto D (La7, 14.00), il resto della serata si dedica ai moderni autori del cinema americano. Dapprima i Coen, con una di quelle opere ingiustamente liquidate come "minori" della loro filmografia, ovvero l'omaggio alla screwball comedy Prima ti sposo, poi ti rovino (Rete 4, 21.10), con l'"idiota" George Clooney e la "mantide" Catherine Zeta-Jones come protagonisti, e a seguire con l'ottima trasposizione da parte di Steven Spielberg del racconto di Philip Dick sui crimini precognitivi: Minority Report (Rete 4, 23.30). Sul fronte europeo si schierano invece grandi come Nanni Moretti, che si misura con la terribile tragedia della morte del primogenito in La stanza del figlio (Sky Italia, 21.00), e con Francis Veber, brillante autore francese (autore, fra l'altro, de La cena dei cretini) che ha esordito nel 1981 con la commedia gialla La capra (Sky Classics, 21.00).
Mercoledì De Sica porta in scena il romanzo sulla persecuzione di un'agiata famiglia di ebrei scritto da Giorgio Bassani, Il giardino dei Finzi-Contini (La7, 14.00), e vince il suo ultimo Oscar come film straniero, mentre nella notte il regista inglese Stephen Daldry (Billy Elliott) si misura con il noto romanzo di Michael Cunningham The Hours (RaiUno, 3.05), mettendo in parallelo le vite di tre figure femminili attraverso il XX secolo e contribuendo a far vincere il primo Oscar a Nicole Kidman. Tre come gli uomini che si ritrovano a ballare al ritmo delle canzoni degli ABBA su un'isola delle Cicladi per decidere chi sia il padre della promessa sposa di Mamma Mia! (Premium Cinema, 21.00).
Giovedì invece il grande vecchio del cinema Clint Eastwood sale sul ring per istruire la giovane boxeur Hilary Swank e dare a tutti noi una lezione di grande umanità con Million Dollar Baby (RaiTre, 21.10). Più scanzonato l'ennesimo ritorno su grande schermo dell'orco più amato del mondo dell'animazione, che in Shrek Terzo (Canale 5, 21.10) se ne va alla ricerca del futuro erede al trono del mondo delle fiabe. In seconda serata, Richard Gere impersona uno dei falsari più famosi della storia (citato anche da Orson Welles nel celebre F for fake), ovvero Clifford Irving, l'uomo che inventò i diari segreti del famoso produttore e magnate Howard Hughes e del quale si racconta le gesta in The Hoax – L'imbroglio (Rete 4, 23.40). Chiude la serata la soap opera nella quale vive rinchiusa la disadattata Betty Love (Iris, 21.00), ovvero Renée Zellweger, incapace di distinguere la realtà dalla finzione dopo aver visto il marito freddato davanti ai suoi occhi.

Rifacimenti e trasposizioni d'autore
Remake anomali e sequel spersonalizzati segnano la giornata di venerdì, inaugurata nel primo pomeriggio dal grandioso film di Alfred Hitchcock L'uomo che sapeva troppo (Rete 4, 16.05), nella seconda e più sontuosa versione da lui stesso elaborata con James Stewart, Doris Day e un gran finale al Royal Albert Music Hall. Jonathan Demme reinterpreta un famoso film di John Frankenheimer, inscenando complotti paramilitari e lavaggi del cervello nel periodo della prima guerra in Iraq con The Manchurian Candidate (RaiDue, 21.05). In serata Brad Pitt e Casey Affleck rileggono il mito del fuorilegge più famoso del West con L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford (Rete 4, 21.10), mentre a tarda notte torna in scena, prima del reboot sancito da Rob Zombie, l'implacabile serial killer Michael Myers, che in Halloween – La resurrezione (Rete 4, 0.20) viene perfino coinvolto in un reality show!
E a proposito di reboot, in attesa di vederne il futuro remake, sabato ritroviamo nel primissimo pomeriggio l'originale Karate Kid - Per vincere domani (Italia 1, 14.05), che segna la prima collaborazione fra l'orfano Daniel e il mitico maestro Miyagi. Segue una programmazione sostanzialmente dedicata all'infanzia con il seguito della versione cinematografica delle indagini della banda di Scooby Doo: Scooby Doo 2 – Mostri scatenati (Italia 1, 19.20) e con il cartoon sugli animali del bosco Boog & Elliot – A caccia di amici (Italia 1, 21.10). La sera il cinema dialoga invece con le altre arti: la letteratura di Stephen King con la versione filmica del suo romanzo "Dolores Claiborne" intitolata L'ultima eclissi (Rete 4, 21.30), con il teatro moderno grazie al genio di Alain Resnais che con Cuori (RaiTre, 1.45) rilegge una pièce inglese in una Parigi coperta di neve, e ancora con la poesia, grazie al biopic dedicato alla poetessa Iris Murdoch e al suo tormentato rapporto con il critico John Bayley: Iris – Un amore vero (RaiUno, 2.25).

Gallery


Hilary Swank (Hilary Ann Swank) (46 anni) 30 luglio 1974, Bellingham (Washington - USA) - Leone. Interpreta Maggie Fitzgerald nel film di Clint Eastwood Million Dollar Baby.
Fra cinema di genere e alta letteratura
Denzel Washington (Denzel Hayes Washington Jr.) (65 anni) 28 dicembre 1954, Mount Vernon (New York - USA) - Capricorno. Interpreta Bennett Marco nel film di Jonathan Demme The Manchurian Candidate.
Rifacimenti e trasposizioni d'autore
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati