Camerieri

Acquista su Ibs.it   Dvd Camerieri   Blu-Ray Camerieri  
Un film di Leone Pompucci. Con Marco Messeri, Paolo Villaggio, Diego Abatantuono, Regina Bianchi, Carlo Croccolo.
continua»
Commedia, durata 100 min. - Italia 1995. MYMONETRO Camerieri * * 1/2 - - valutazione media: 2,93 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
acereoli lunedì 20 agosto 2007
mostruoso Valutazione 4 stelle su cinque
96%
No
4%

Bellissimo film, da sempre sottovalutato se non scansato per la sua opprimente malinconia. Il suo problema sta forse nel lieto fine, eccesivamente liberatorio e per nulla realistico. Dopo aver raccontato le miserie di una galleria di personaggi orrendi, averne mostrato la bassezza morale e l'intima sofferenza, la redenzione offerta dal colpaccio di un 13 al totocalcio toglie il gusto della morale vera, che con dei personaggi così non può che essere nera. Pompucci gira come un Fellini perfido e corrotto, la sua cinematografia miscela poetico e grottesco alla perfezione, giocando proprio sul contrasto di tinte l'efficacia di questo film.

[+] lascia un commento a acereoli »
d'accordo?
milomar domenica 19 agosto 2007
tra avati, fellini e olmi Valutazione 3 stelle su cinque
94%
No
6%

E' davvero un bel film del periodo post-"commedia all'italiana". A vederlo, senza conoscere il regista, si direbbe dapprima che sia di Avati, poi di Fellini o, addirittura, di Olmi. Infatti, le tematiche ed i personaggi sembrano usciti dai grandi maestri citati e, persino, la regia (grandangolari e primi piani) ne ricalca gli stili. In realta, Leone Pampucci omaggia un pò tutti i grandi della commedia all'italiana servendosi di grandissimi attori, ultimi rimasti del "genere". Un film da vedere e da rivedere, parabola di un'italietta, ostaggio di cafoni arricchiti ai quali solo i proletari che fanno "13" possono opprsi. milomar

[+] lascia un commento a milomar »
d'accordo?
lofamo venerdì 18 aprile 2014
grazie pompucci Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un grazie di esistere a Pompucci e il rammarico che il pubblico italiano (perso dietro cinepanettoni, grandi bellezze e colpe di Freud), non sia capace di apprezzare un regista di questo calibro.
Ha saputo trarre l’essenza umana profonda da comici di secondo piano, talora guitti, senza farli recitare, ma mettendo a nudo la loro anima.
E’ un’antologia di recitazioni, manuale da studiare per entrare nella natura di tutti i protagonisti nessuno escluso, la trama è aspetto secondario.
Pompucci non ha  bisogno di essere paragonato ad altri registi (e specialmente ad Avati che, sbrodolato com’è dai sentimentalismi, è la negazione della sintesi, della capacità espressiva). [+]

[+] lascia un commento a lofamo »
d'accordo?
parsifal lunedì 15 maggio 2017
cinico e beffardo Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Leone Pompucci, irriverente e sarcastico, dà vita ad una vera e propria commedia amara , fondata sull' illustrazione di uno spaccato di vita ambientato nel mondo della ristorazione. In una cittadina sul litorale romano, il vecchio titolare di un ristorante Il sig. Loppi, interpretato da un anziano e malinconico Ingrassia, decide di vendere l'attività ad una famiglia di ricchi mobilieri, volgari e grossolani, dei veri parvenue, rispettivamente Carlo Croccolo, impeccabile nel ruolo del patriarca ignorante ed autoritario ed Antonello Fassari, giovane rampollo di cotanto padre, viziato in quanto figlio unico e oltremodo arrogante, in ogni circostanza. Lo staff  capitanato da Loris Bianchi,(un ineguagliabile Villaggio , all'apice delle sue capacità espressive), maitre che vanta esperienze da sogno nel campo della ristorazione e  del settore alberghiero durante gli anni d' oro dellla Dolce Vita, tenterà il tutto per tutto al fine di restare e di fare in modo che il ristorante non venga trasformato in mobilificio. [+]

[+] lascia un commento a parsifal »
d'accordo?
fabio57 mercoledì 16 settembre 2015
acuto Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Bella e amara riflessione sui costumi degli italiani cafoni e arricchiti,si dice dalle nostre parti"zingari sagliute'"senza offesa ovviamente per gli zingari veri.Il matrimonio o per meglio dire il ricevimento, è un'ottima e ghiotta occasione per mettere alla berlina, descrivere, sottolineare e denunciare gli atteggiamenti e i comportamenti di questa classe di pseudobottegai,  che con spregio delle buone maniere, trattano con supponenza , arroganza e disprezzo, un sottoproletariato succubo,confuso e afflitto da problemi di sopravvivenza ,che dipende dalle loro bizze e dai loro capricci,.Il ritratto che ne viene fuori è spietato e non salva nessuno. [+]

[+] lascia un commento a fabio57 »
d'accordo?
Camerieri | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | acereoli
  2° | milomar
  3° | lofamo
  4° | parsifal
  5° | fabio57
Nastri d'Argento (6)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità