Crash - Contatto fisico

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Crash - Contatto fisico   Dvd Crash - Contatto fisico   Blu-Ray Crash - Contatto fisico  
Un film di Paul Haggis. Con Sandra Bullock, Don Cheadle, Matt Dillon, Jennifer Esposito, William Fichtner.
continua»
Titolo originale Crash. Drammatico, durata 113 min. - USA, Germania 2004. uscita venerdì 11 novembre 2005. MYMONETRO Crash - Contatto fisico * * * 1/2 - valutazione media: 3,80 su recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
maurizio martedì 15 novembre 2005
da vedere Valutazione 4 stelle su cinque
77%
No
23%

Molto bello, purtroppo anche molto triste. A mio parere vince a mani basse il confronto con gli altri film "corali" usciti di recente, e mi viene in mente su tutti il celebratissimo Magnolia, semplicemente perche' non sceglie casi umani al limite della credibilita' ma mette in scena una "fauna" meno estrema, con le cui sensazioni e' decisamente piu' facile identificarsi. Ecco, il punto di forza e' proprio riuscire a far provare delle emozioni - e' un film che fa riflettere, a tratti addirittura mettersi in discussione. Occhio alla scena della bambina - vi verra' un groppone in gola tanto grande da farvi promettere di essere piu' buoni per i prossimi 10 anni! Bravissimi in generale tutti gli attori, mi ha colpito soprattutto Dillon, anche se ha un ruolo che sembra cucito addosso alla sua faccia. [+]

[+] molto triste, sì... (di lassalle)
[+] magnolia (di felix)
[+] spledida recensione (di maio)
[+] lascia un commento a maurizio »
d'accordo?
lucio carion mercoledì 18 luglio 2007
un film da capolavoro Valutazione 5 stelle su cinque
76%
No
24%

Sono sempre stato dell'idea che l'arte e cio fa ridere e piangere l'uomo allo stesso tempo. e così questo magnifico film, che oltre ad avere un cast stellare (l'interpretazione che tuttavia preferisco non e degli arcinoti Matt Dillon,Sandra Bullock o Don Cheadle bensì dell'emergente e talentuoso Terrence Howard), ci offre piu punti di vista di una citta "Fast Food", nella quale le persone non le si conosce, ma le si guarda e li si giudica, come LA.Il film alterna momenti di tragicita a momenti che fanno tuttosommato sorridere tenendo lo spettatore sempre e comunque in leggera rensione, poiche la gran parte del film e una sorta di prologo all'omicidio di un uomo che non si sa chi sia dei personaggi. [+]

[+] lascia un commento a lucio carion »
d'accordo?
memole lunedì 5 dicembre 2005
film d'impatto... Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

Crash è un film sul razzismo subito, presunto, strumentalizzato...in una società difficile , raccontata attraverso l'intrecciarsi di storie nelle quali l'angoscia del pregiudizio, la rabbia dell'impotenza, la voglia di normalità...trasformano gli incontri in scontri, la fiducia in diffidenza, l'amore in rabbia!Diretto, forte, emozionante, un film d'impatto...da vedere!

[+] waw! (di arya)
[+] azzeccato (di arya)
[+] molto più di un film (di sunbeam)
[+] lascia un commento a memole »
d'accordo?
loraxy martedì 9 maggio 2006
un film per riflettere Valutazione 3 stelle su cinque
86%
No
14%

Attraverso la trama del film si intrecciano le vicende dei protagonisti, cittadini di Los Angeles diversi per nazionalità, ceto e status sociale, e le loro storie sono per qualche verso collegate da un filo conduttore, rappresentato dai pregiudizi che opprimono e limitano la convivenza sociale, la diffusa tendenza a ragionare per stereotipi e a giungere a soluzioni affrettate, convenienti perché esonerano da un’analisi logica più attenta, che dovrebbe riguardare ogni singolo caso concreto. Ed eccovi una drammatica dimostrazione di come è semplice smontare questo castello di false convinzioni. Il film ci pone subito di fronte alla problematica del razzismo, della triste realtà con cui alcuni onesti lavoratori vengono visti di cattivo occhio, senza una valida ragione, e solo in virtù della loro nazionalità o di qualche vistoso tatuaggio. [+]

[+] lascia un commento a loraxy »
d'accordo?
ashtray_bliss sabato 29 settembre 2012
ritratto dell'america oggi: razzista e ostile. Valutazione 5 stelle su cinque
82%
No
18%

Un film che magnetizza, un film duro e di forte impatto emotivo. Un affresco sull' America odierna. Una America che si regge su pregiudizi e discriminazioni raziali onnipresenti. Stereotipi che si alimentano continuamente e provocano soltanto scontri (crashes) tra le persone. Intolleranza, odio, misantropia e cinismo che regna in ogni angolo della citta' degli angeli. Persone comuni, normali, alle quali basta un evento singolo e minimo per scatenare tutto il proprio rancore e la propria rabbia contro gli altri. E cosi che avviene col negoziante persiano che crede perennemente di essere preso in giro e viene scambiato per un Arabo (presunto fondamentalista) e la scusa della vandalizzazione del suo negozio lo portera' a sfiorare una strage. [+]

[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
d'accordo?
alberto 86 martedì 7 marzo 2006
crudo e amaro affresco metropolitano Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

Sorpresa!!Secondo l'Academy Awards è"Crash"il miglior film della 78esima edizione degli Oscar,che inaspettatamente riesce a soffiare l'ambita statuetta al superfavorito"Brokeback mountain" di Ang Lee.Che l'Academy non sia riuscita a digerire l'omo-western sul delicato amore di due cowboy preferendo una vicenda meno"compromettente"?Evitiamo ulteriori critiche sul suo comportamento visto che con la vittoria di Crash se ne è già aggiudicata molte e basiamoci invece su questo variegato e circolare affresco sul razzismo metropolitano diretto dallo sceneggiatore del bellissimo"Million dollar baby"."Crash"è di sicuro un film di forte impatto,come dice il titolo stesso,duro e amaro,attuale e indipendente. [+]

[+] concordo! (di grammy boy)
[+] lascia un commento a alberto 86 »
d'accordo?
stefano martedì 29 novembre 2005
l'anello si chiude... Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Lasciando da parte richiami ad altri film, altri autori, altre sceneggiature, si può affermare con sicurezza che questo film è riuscito a sviluppare un argomento di per sè forse ovvio ed abusato, in modo nuovo e per certi versi addirittura sorprendente. Infatti sfruttando uno sviluppo ciclico dove la fine si riaggancia all'inizio, il regista riesce in maniera abile ed accattivante a fornire allo spettatore importanti spunti di riflessione suul'attuale equilibrio sociale, profondamente labile ed evidentemente instabile. Prababilmente si poteva approfondire un pò di più l'aspetto psicologico ed il background dei personaggi di questa ragnatela. La nevicata su L.A. iniziale, e quindi finale, è sicuramente d'impatto. [+]

[+] lascia un commento a stefano »
d'accordo?
kondor17 martedì 5 febbraio 2013
un noir da vedere Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Ho rivisto questo film ieri, dopo molto tempo. L'ho voluto rivedere perchè merita. Merita la superba recitazione di tutti gli attori, la regia, il montaggio, ma soprattutto la splendida sceneggiatura. Film che travolge, sconvolge e trascina, affascinante nell'ambientazione e nelle riprese, un noir con le cadenze del thriller; non sai mai cosa ti apetta la scena successiva, non sai più chi è il buono e chi il cattivo. La pistola caricata a salve che salva la bambina, il molestatore che si erge ad eroe, il novellino che non sopporta la violenza e che uccide per sbaglio... un film che mette a nudo l'intolleranza, la stupidità, il razzismo, di e da qualunque razza e colore provenga, in quel crogiolo multiecnico e violento che è da sempre la città degli angeli. [+]

[+] lascia un commento a kondor17 »
d'accordo?
a.l. lunedì 31 luglio 2006
il mantello trasparente Valutazione 4 stelle su cinque
62%
No
38%

Nelle città gli autobus hanno i finestrini grandi, per umiliare, facendone vedere dall’esterno i volti, gli emarginati costretti ad utilizzare il mezzo pubblico. La frase di un giovane teppista al compare coglie il vero nell’esprimere lo stato d’animo di chi percepisce sulla propria pelle la coabitazione forzata nei centri urbani innaturalmente dilatati. Lo spazio urbano ha i suoi effetti psico-somatici collaterali e tale patologia è il propulsore, attorno a cui, convergendo da punti distanziati, si aggrovigliano i microdrammi sintetizzati in Crash, il lungometraggio del maturo esordiente Haggis: superstrade, traffico caotico ed opprimente, sanità e servizi sociali inefficienti, razzismo e sperequazioni sociali, hanno come risultato diffuso la creazione di una tipologia di individuo, di razza e classe indifferenziate, con caratteristiche comportamentali e caratteriali comuni determinate da paura, diffidenza, senso di panico, odio e ignoranza dell’altro ed incapacità di pervenire nel rapporto con il prossimo alla conoscenza di sé stesso. [+]

[+] lascia un commento a a.l. »
d'accordo?
marta scattoni martedì 23 aprile 2013
un inedito sguardo sulla paura dell' "altro" Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un inedito e lucidissimo sguardo sulla paura, l'ignoranza, il pregiudizio che esplodono in una realtà dove quasi nessuno riesce a preservare la propria innocenza. Un originale affresco della difficile convivenza razziale negli U.S.A. dei giorni nostri, attualissimo anche per qualsiasi altro paese moderno aperto, volente o nolente, alla globalizzazione.
"Crash, contatto fisico" è un film del 2004, diretto da Paul Haggis, che ha meritatamente vinto tre Premi Oscar nel 2006 (film, sceneggiatura originale, montaggio) insieme ad altri prestigiosi riconoscimenti; la vicenda è l'incontro – scontro tra una pluralità di vite in un arco limitato di tempo (non più di un paio di giorni). [+]

[+] lascia un commento a marta scattoni »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Crash - Contatto fisico | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (11)
Golden Globes (3)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità