Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
marted 18 settembre 2018

Interviste a Nathalie Rapti Gomez

33 anni, 21 Dicembre 1984 (Sagittario), Barranquilla (Colombia)
   

Debutta domani sera la versione italiana di una famosa fiction colombiana.

Le due facce dell'amore: Noir d'importazione

marted 5 ottobre 2010 - Edoardo Becattini da TELEVISIONE

Le due facce dell'amore: Noir d'importazione In spagnolo il titolo originale suona "Senza seno non c' paradiso". In italiano diventato Le due facce dell'amore. Ma la verit che nessuno di questi titoli, ognuno dei quali evoca pi un'atmosfera da commedia romantica o battaglia dei sessi, lascia trapelare l'anima noir e la componente melodrammatica della sua storia. Una storia che dalle sue origini letterarie (un romanzo best seller scritto da Gustavo Bolivar) si trasformata in una delle serie televisive pi seguite degli ultimi anni prima in Colombia, poi in Spagna, e che adesso viene proposta anche nella versione italiana da Mediaset. La trama, di passaggio in passaggio, si distacca sempre pi dal realismo sociale del narcotraffico e della prostituzione del Sud America per concentrarsi sulla tradizione europea del romanticismo tormentato. Nella versione ambientata a Roma (anche se girata in larga parte in Argentina), la protagonista Caterina, una giovane studentessa di legge che sogna di diventare magistrato, i cui ideali vengono messi a dura prova dal ritorno nella capitale del proprio amore giovanile Alessandro, diventato nel frattempo un pericoloso quanto affascinante trafficante di droga noto come "il Duca".
Nella conferenza stampa di presentazione di questo nuovo serial che andr in onda da mercoled 6 ottobre in sei episodi da un'ora, il direttore di Mediaset Fiction, Giancarlo Scheri, definisce l'adattamento "un grande remake della storia di Giulietta e Romeo, un mlo costruito in un ambiente malavitoso, vicino a molte storie della letteratura universale che ci sono state raccontate". Ma non l'unico presente a sottolineare il lato romantico delle torbide vicende che si trover a vivere Caterina. Oltre a lui, i due registi Monica Vullo e Maurizio Simonetti, e il cast al completo: dalla protagonista Nathalie Rapti Gomez all'affascinante spacciatore Daniele Liotti, dal meticoloso ispettore Lorenzo Flaherty alla femme fatale Lola Ponce.
Cosa potete dirci dei vostri personaggi?
Daniele Liotti: Sono soddisfatto di aver interpretato finalmente un personaggio cattivo. Nella mia vita ho fatto tantissimi buoni, preti, santi, potenti, e finalmente mi si presentata la possibilit di interpretare un vero criminale. Il mio rapporto con il personaggio del Duca piuttosto curioso: nella seconda serie spagnola il Duca esce di scena e, dal momento che parlo discretamente spagnolo e ho lavorato spesso in Spagna, mi era stato chiesto dalla produzione di rimpiazzarlo. Tuttavia, proprio nello stesso momento, mi arrivata da Roberto Sessa l'offerta di realizzare la versione italiana e ho deciso di lavorare in patria. Il Duca un personaggio incredibilmente affascinante: un cattivo con delle qualit positive. Un criminale con un passato difficile alla ricerca di un viatico per uscire dalla sua situazione, che trover nella purezza e nei valori di Caterina. Questa doppia anima di criminale innamorato lo porter a scelte sempre pi difficili e dure per cercare di proteggere se stesso e la sua storia d'amore. stato un lavoro bellissimo e molto intenso, tanto che ho cercato di intervenire quando possibile sia durante la fase di scrittura sia durante quella di produzione per dare dei contributi all'evoluzione del mio personaggio.
Nathalie Rapti Gomez: Caterina un personaggio che credo mi abbia fatto soffrire pi di qualunque uomo abbia incontrato nella mia vita. una ragazza che lotta contro la sua natura per cercare di cambiare l'uomo che ama. Vorrebbe salvarlo tirandolo fuori dalla criminalit, ma nel farlo arriva a contaminare sempre di pi la sua purezza e la sua ingenuit. stata davvero un'esperienza importante confrontarmi con un personaggio senza sovrastrutture e senza maschere: una ragazza che non ha paura di mostrare i suoi sentimenti e di lottare fino in fondo per essi, anche a costo di autodistruggersi.
Lola Ponce: Quella che vedrete "l'altra faccia di Lola". Jessica una donna spericolata, ambiziosa, un po' arrivista ma anche molto divertente e intelligente. Dopo aver interpretato tutte le possibili principesse della Disney, mi sono divertita a essere un personaggio molto diverso dal mio. Anche nella vita sono una persona a cui piace molto osservare la gente, e in questo caso mi sono ispirata a quel tipo di donne molto spregiudicate che si pu incontrare tutti i giorni per strada. La storia de Le due facce dell'amore ha davvero tutto: c' la passione, il dramma e quegli incontri che nella vita ti cambiano tutto.
Lorenzo Flaherty: Il mio personaggio un ispettore di polizia atipico che vive delle proprie ossessioni, la prima delle quali quella di voler catturare il Duca. Le due facce dell'amore un tipo di serie molto difficile da girare: una storia davvero complessa che si per rivelata anche un'esperienza particolarmente positiva per la grande complicit che si creata all'interno del gruppo, pur trovandoci in un paese lontano come l'Argentina.
In cosa si discosta questa versione dalla serie originale?
Francesca Galiani (delegata di produzione): Fare un adattamento non significa cambiare semplicemente indirizzo ai personaggi e farli parlare un'altra lingua. stato un lavoro di trasposizione di una storia in umori e sapori che fossero pi vicini allo spirito e alla cultura italiani. Le cose che i vari personaggi si dicono sono imbevute della storia del nostro paese e del clima politico ed economico che stiamo attualmente vivendo.
Lola Ponce: Rispetto alla serie spagnola e colombiana la storia d'amore fra un cattivo dal cuore tenero e una ragazza assolutamente perbene ad aver preso il sopravvento. Soprattutto nella versione colombiana questi aspetti erano quasi latenti e l'adattamento italiano ha voluto normalizzare il pathos romantico della storia.
Daniele Liotti: Nel libro originario di Gustavo Bolivar la protagonista era una ragazzina di 14 anni che si prostituisce assieme alle amiche per entrare nel mondo dei narcos. Fortunatamente questo tipo di realt in Italia non ce l'abbiamo, cos abbiamo affrontato il complesso del seno di Caterina solo come un'insicurezza dettata dalla sua giovinezza e dall'amore che prova per il Duca.
Nathalie Rapti Gomez: Nella versione colombiana Caterina non ha l'amore come obiettivo, ma solo rifarsi il seno per prestigio sociale e sopravvivenza. In questo caso, invece, il punto di vista cambia completamente e anche il desiderio di chirurgia di Caterina serve a far emergere le insicurezze di una qualunque storia d'amore.

   


Ride

Due praticanti di sport estremi in una corsa dove si giocano tutto
Data uscita: 06/09/2018
Regia di Jacopo Rondinelli. Genere Azione, produzione Italia, 2018.

Un'adrenalinica sfida per la sopravvivenza. Un gioco dark e letale per cuori forti in grado di resistere ad emozioni estreme.
Ride

prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità