Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Miscellanea (5)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
gioved 22 febbraio 2018

Articoli e news Steven Spielberg

Nome: Steven Allan Spielberg
71 anni, 18 Dicembre 1946 (Sagittario), Cincinnati (Ohio - USA)

Il film di Spielberg, oltre che resoconto della svolta di un grande giornale, uno studio sulle componenti della simbologia giornalistica. Al cinema.

L'immagine e il suono: come The Post racconta il (suo) mondo

luned 5 febbraio 2018 - Leonardo Strano, vincitore del Premio Scrivere di Cinema da SCRIVERE DI CINEMA

L'immagine e il suono: come The Post racconta il (suo) mondo Sembrer una piccolezza o un dato simpaticamente ininfluente e invece c' qualcosa di fondamentale nel sapere che Tutti gli Uomini del Presidente, oltre ai tre Oscar per Miglior Sceneggiatura non originale, Miglior Attore non protagonista e Miglior Scenografia, vinse anche il premio per il Miglior Sonoro. un dato di storia cinematografica che riemerge dalla memoria con logica prepotenza quando ci si accorge dell'attenzione maniacale che Steven Spielberg e il sound designer Gary Rydstrom hanno dedicato al nascondimento dei microfoni su tutte le macchine tipografiche presenti in The Post (guarda la video recensione), ottenendo un risultato non solo chirurgico e documentale ma anche complesso e intricato a livello concettuale. Quest'ultimo di Spielberg d'altronde un film che si colloca nella tradizione dei "film sul giornalismo" come un unicum in grado di raggiungere profondi livelli meta riflessivi e di portare freschezza al genere ergendosi ad analisi dello stesso, grazie ad una fluvialit concettuale capace di corazzare e raffinare le sue illustri tematiche di base. Il film eccelle per la capacit di mettere in scena un'idea e una storia attraverso una coralit espressiva composta da dettagli tecnici che funzionano come "fonti non accreditate", pennellate invisibili dentro alla tela, stimoli tanto inconsci e subliminali da far annegare lo spettatore nella realt raccontata ancor prima che questo si accorga di esserne stato immerso.

Non sarebbe strano considerare The Post come il film sul giornalismo pi "giornalistico" mai realizzato nella storia del genere: non il migliore o il pi appassionante e nemmeno il pi profetico o il pi disilluso. Semplicemente il pi giornalistico e quindi il pi immersivo. Perch se, nell'ordine corrispondente, Quarto Potere, Tutti gli uomini del presidente, L'asso nella manica e Insider hanno detto moltissimo attraverso questo genere, The Post dice moltissimo sia attraverso che riguardo il genere, raccontando una storia e auto analizzando le modalit con cui la racconta.
Il film, oltre che essere il resoconto della svolta di un grande giornale, uno studio sulle componenti della simbologia giornalistica e lo dimostra la tensione affettiva con cui Spielberg riprende i passaggi di formazione della notizia: le rotative, il percorso che intraprende la stampa prima di vedere la luce e il suono delle macchine da scrivere, il tremore eccitato degli edifici quando la verit va in stampa e l'enorme scompostezza dei fogli di giornale mentre si leggono. una presa di consapevolezza (a dir poco politica) dei significati e dei significanti che compongono l'idea della stampa.

Risulta allora comprensibile l'importanza implicita di quel sonoro, sia per Pakula che per Spielberg: il suono una delle tracce fisiche pi importanti del giornalismo, la conseguenza dell'atto fisico dello scrivere. La sua cattura la prova di fedelt alla storia raccontata e la lavorazione plastica di una traccia audio parallela a quella visiva non solo il racconto sensoriale del ritmo lavorativo di una redazione giornalistica ma anche il modo in cui il film si apre allo spettatore, testimoniando che un certo tipo di cinema riesce ancora a riflettere su se stesso e a prendere al volo il reale.


La tempistica il tema portante del film che Spielberg ha pensato e diretto come una sorta di instant movie all'indomani delle elezioni USA. Dal 1 febbraio al cinema.

Il tempismo di The Post, qual il momento giusto per agire?

luned 15 gennaio 2018 - Paola Casella da FOCUS

Il tempismo di The Post, qual  il momento giusto per agire? Caratteristica precipua di The Post la tempistica, circostanza e tema portante del film diretto da Steven Spielberg. The Post infatti una sorta di instant movie, deciso e diretto in velocit da Spielberg all'indomani delle elezioni che hanno portato alla presidenza degli Stati Uniti quel Donald Trump che, nelle parole di Meryl Streep, "mostra ogni giorno ostilit nei confronti della stampa e delle donne". Streep e Tom Hanks sono saltati su quel treno in corsa, accantonando ogni impegno precedente per prestare il volto rispettivamente a Katharine Graham, editrice del Washington Post, e Ben Bradlee, direttore del quotidiano. Time's Up, ovvero "il tempo scaduto" (che sottintende " ora di cambiare"), anche il nome del fondo legale istituito, fra gli altri, da Meryl Streep e Steven Spielberg per finanziare le cause intentate da donne che denunciano molestie sessuali sul lavoro e non possono permettersi un costoso avvocato in un Paese in cui la giustizia spesso subordinata alle possibilit economiche e al potere personale di chi vi si rivolge. dunque perfettamente coerente che The Post racconti un momento cruciale destinato a fare epoca, momento in cui la domanda pi appropriata, nella celebre lista delle Five W, stata "when", quando. Quando il momento di far sentire la propria voce? Quando bisogna tirare la linea, e tenere la schiena dritta? Quando l'ora di rischiare tutto, affinch non si perda del tutto il diritto di rischiare?

L'America ha paura, non si sente pi al sicuro. Ne Il ponte delle spie il regista racconta il passato prossimo come presente. Di Pino Farinotti.
Vai all'articolo

Il nuovo Spielberg supera se stesso

domenica 27 dicembre 2015 - Pino Farinotti da FOCUS

Il nuovo Spielberg supera se stesso Il ponte delle spie, di Steven Spielberg. Il contesto: 1957, storia vera; il momento in cui gli americani si accreditano ancora come garanti e protettori del mondo libero, minacciato dal comunismo. Fedele al suo destino di nazione che non riesce a stare senza guerre, l'America, uscita da non molto dal secondo conflitto mondiale dove aveva combattuto, e debellato, tre totalitarismi, due in Europa e uno in Giappone, ha identificato la Russia come nemico assoluto e combatte la cosiddetta guerra fredda. Che non fatta si eserciti in divisa, di portaerei e di sbarchi, ma soprattutto una guerra di spie, sotterranea.

Il regista americano alla 66a edizione del Festival.

Steven Spielberg presidente di giuria a Cannes

gioved 28 febbraio 2013 - Chiara Renda da NEWS

Steven Spielberg presidente di giuria a Cannes l regista americano Steven Spielberg, reduce dalla delusione degli Oscar (solo due ottenuti, miglior attore protagonista e miglior scenografia, su ben 12 nomination) per Lincoln, ha accettato di presiedere la giuria al prossimo Festival di Cannes, in programma dal 15 al 26 maggio.
L'annuncio arriva da Thierry Fremaux, delegato generale del Festival, che in una nota motiva cos la scelta: "Per i suoi suoi film e le molte cause per cui si battuto, che di anno in anno lo hanno reso uno dei pi grandi filmmakers hollywoodiani. Siamo molto orgogliosi di averlo con noi". Il regista ha risposto ricordando i suoi esordi: "Il ricordo del mio primo Festival di Cannes, quasi 31 anni fa, per il debutto di E.T., ancora uno dei ricordi pi vividi della mia carriera. Per oltre sei decenni, Cannes servito da piattaforma per film straordinari da scoprire e presentare al mondo per la prima volta. un onore e un privilegio presiedere la giuria di un festival che dimostra, ancora una volta che il cinema il linguaggio del mondo".

Super 8 e Tintin: il regista ha iniziato a giocare, da adulto.

La politica degli autori: Steven Spielberg

mercoled 26 ottobre 2011 - Mauro Gervasini da APPROFONDIMENTI

La politica degli autori: Steven Spielberg Narra la leggenda o una delle leggende che anni fa, mentre volava su un Air France, Steven Spielberg ascolt di soppiatto il curioso dialogo tra due ragazzini, seduti accanto. Hai visto il film di Indiana Jones? Bellissimo!. L'ho visto, s, mi piaciuto ma sembra troppo un'avventura di Tintin!. Ohib, pens tra s e s l'allora enfant prodige di Hollywood, chi diavolo sar mai questo Tintin? A trent'anni esatti da I predatori dell'Arca perduta (1981), primo titolo del ciclo dedicato allo spericolato archeologo con frusta, Spielberg ha finalmente scoperto di cosa si tratta. Anche grazie al sodale Peter Jackson, che al contrario sapeva tutto da tempo essendo buon lettore di fumetti. Tintin, protagonista di una bande dessine belga, un giovane reporter giramondo, secondo la definizione ufficiale che ne d il suo creatore Georges Prosper Remi, in arte semplicemente Herg. L'uscita in sala di Le avventure di Tintin - Il segreto dell'unicorno diretto da Spielberg e prodotto da Jackson (si parla gi di un sequel a parti invertite) pareggia i conti con un immaginario che non ha influenzato il regista di E.T. l'extraterrestre ma potrebbe essere stato tra le fonti dello sceneggiatore originale della serie di Indiana Jones, quel Lawrence Kasdan fresco di studi universitari, apprendistato chez George Lucas e buone letture che poi regaler, di suo pugno, gioielli del cinema americano come Brivido caldo (1982), Il grande freddo (1983) e Silverado (1985). Continua

Il libro uscir in America per la festa del ringraziamento.

Steven Spielberg produrr il film di Pirate Latitudes di Michael Crichton

gioved 27 agosto 2009 - Marlen Vazzoler da NEWS

Steven Spielberg produrr il film di Pirate Latitudes di Michael Crichton Il regista Steven Spielberg produrr l'adattamento cinematografico dell'ultimo romanzo scritto da Michael Crichtonrate Latitudes un libro di 320 pagine che verr pubblicato postumo e che sar distribuito nelle librerie americane dal 24 novembre.
Pirate Latitudes e Next sono i due romanzi trovati nel computer di Crichton dopo la sua morte avvenuta lo scorso novembre causata da un tumore. La storia ambientata sulle coste Giamaicane nel 1665 e si centra su un'audace piano per infiltrarsi a Port Royal, una delle citt pi note e ricche del mondo, per fare un'incursione in un galleone spagnolo colmo di tesori.
La sceneggiatura sar scritta da David Koepp che aveva precedentemente adattato i romanzi di Jurassic Park e Il mondo perduto. Spielberg sta anche considerando la possibilit di dirigere il film ma aspetter di vedere lo script prima di fare qualsiasi decisione.
In un'intervista ad USA Today Spielberg ha dichiarato Michael ha scritto una storia che sembra adatta per il grande schermo. Michael ed io abbiamo avuto quasi due decenni di solide collaborazioni. Ogni volta che ho fatto un film tratto da un libro o una sceneggiatura di Michael Crichton, sapevo di essere in buone mani. Michael pensava lo stesso e ci piace pensare che ancora lo faccia.



Ready Player One

Dall'omonimo bestseller di Ernest Cline
Data uscita: 28/03/2018
Regia di Steven Spielberg. Genere Azione, produzione USA, 2018.

Il film, ambientato nel 2045, racconta di un pianeta Terra ormai in declino dove l'unico svago per la popolazione si trova in un universo virtuale chiamato OASIS.
Ready Player One

Jurassic World - Il regno distrutto

Il sequel di Jurassic World
Data uscita: 07/06/2018
Regia di J.A. Bayona. Genere Azione, produzione USA, Spagna, 2018.

Tornano i principali personaggi del film Jurassic World in una nuova avventura 'giurassica'.
Jurassic World - Il regno distrutto

Daughters of the Resistance

Tratto dall'omonimo libro
Regia di . Genere Drammatico, produzione USA, 2018.

Tratto dal libro "Daughters of the Resistance: Valor, Fury, and the Untold Story of Women Resistance Fighters in Hitler's Ghettos" di Judy Batalion.

The Turning

Tratto dal racconto di Henry James
Regia di Floria Sigismondi. Genere Drammatico, produzione USA, 2018.

La trasposizione cinematografica di "The Turn of the Screw", famoso racconto scritto da Henry James.

Bumblebee

Lo spin-off di Transformers
Data uscita: 20/12/2018
Regia di Travis Knight. Genere Azione, produzione USA, 2018.
Bumblebee

Indiana Jones 5

Harrison Ford e Steven Spielberg ancora una volta insieme
Regia di Steven Spielberg. Genere Avventura, produzione USA, 2020.

Il quinto capitolo della saga di Indiana Jones ancora una volta interpretato da Harrison Ford e diretto da Steven Spielberg.

Halo

Regia di . Genere Fantascienza, produzione USA, 2018.

West Side Story

Il remake dell'omonimo film del 1961
Regia di Steven Spielberg. Genere Drammatico, produzione USA, 2020.

Il regista Steven Spielberg dirige l'adattamento del celebre musical di Broadway.

Untitled 'Men in Black' Spin-off

Il reboot di Men in Black
Regia di . Genere Azione, produzione USA, 2019.

Il film, al contrario dei capitoli precedenti, vedr come protagonista una donna.

Untitled Jurassic World 3 Sequel

Il terzo capitolo della saga
Regia di . Genere Azione, produzione USA, 2021.

prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità