Dizionari del cinema
Quotidiani (3)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 16 dicembre 2017

Articoli e news Tim Burton

Nome: Timothy William Burton
59 anni, 25 Agosto 1958 (Vergine), Burbank (California - USA)

Il regista col debole per i mostri dal cuore tenero.

La politica degli autori: Tim Burton

mercoledì 9 maggio 2012 - Mauro Gervasini da APPROFONDIMENTI

La politica degli autori: Tim Burton Suona strano anche a noi, ma Tim Burton è dopo James Cameron il cineasta americano più amato dagli italiani. Suona strano non perché sembra si parli di una cucina, ma perché è bizzarro che il terzo maggiore incasso statunitense di sempre nel nostro paese sia Alice in Wonderland (2010). Vero è che lo si è visto in 3D, quindi il box office si gonfia perché il biglietto costa di più, ma è comunque una sorpresa. Anche per la non eccelsa qualità del film, diciamolo, un'accozzaglia di effetti speciali senza magia. Il cruccio è amplificato dallo scarso seguito di altri titoli del Nostro: per dire, il delizioso Tim Burton's Nightmare Before Christmas fu un flop. La nuova versione delle avventure sempiterne di Alice ha però conquistato il pubblico di tutto il mondo facendo un sacco di soldi, ecco perché Dark Shadows (nelle sale dall'11 maggio) si permette di rifiutare l'invito dell'anteprima mondiale a Cannes ed esce una settimana prima dell'inizio del festival. Come dire: non ho bisogno di nessuno. Continua »

Alice riporta in auge uno dei binomi più importanti del nostro tempo.

5x1: Tim Burton, il diabolico artista

5x1: Tim Burton, il diabolico artista C'è qualcosa di rassicurante in Tim Burton. Forse per il fatto che, a un uomo del suo talento ma anche con il suo senso dell'umorismo, sia consentito di girare dei film a Hollywood. Basti pensare a Mars attacks, parodia dei film di fantascienza degli anni Cinquanta con le teste dei marziani che esplodono quando attaccati al suono della musica country di Slim Whitman o all'apoteosi del "peggior regista del mondo" Ed Wood. Ma è altrettanto vero che è difficile, oggi, trovare un altro regista con una visione e una cifra stilistica così definita.
Poeta dell'inconsueto e dell'emarginazione contro la società di plastica americana, Burton ha portato avanti il proprio progetto artistico con la collaborazione di uno stretto e fidato gruppo di collaboratori. Dal compositore Danny Elfman (il cantante degli Oingo Boingo che ha composto la sigla dei Simpsons) alla compagna Helena Bohnam Carter fino al suo attore feticcio, Johnny Depp. I due dopo una già intensa attività negli anni Novanta, hanno ingranato la quinta nell'ultimo decennio. Così, dopo La sposa cadavere (2005), La fabbrica di cioccolato (2005) e Sweeney Todd (2007), tornano anche nel 2010, con Alice in wonderland, il sequel voluto da Burton di "Alice nel Paese delle Meraviglie", in attesa di Dark shadows, il loro prossimo progetto, tratto da una serie horror degli anni Sessanta.

L'esibizione si terrà al Museum of Modern Art di New York dal 22 novembre.

Tim Burton: alcune immagini della retrospettiva al MOMA

venerdì 12 giugno 2009 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Tim Burton: alcune immagini della retrospettiva al MOMA Questo autunno dal 22 novembre al 26 aprile 2010 si terrà una mostra dei disegni realizzati dal regista Tim Burton al Museum of Modern Art di New York che includerà oltre settecento opere realizzate dal regista che non sono mai state viste, ovvero disegni, dipinti, storyboards, pupazzi, costumi, maquettes e molto altro materiale che è stato creato in ventisette anni di carriera. L'evento coinciderà con l'uscita del The Art of Tim Burton book.

Con Sweeney Todd il cineasta americano porta sugli schermi il musical-horror vincitore di otto Tony Award.

Tim Burton: musical maestro!

venerdì 22 febbraio 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi da NEWS

Tim Burton: musical maestro! Il diabolico cineasta di Burbank, California, torna al cinema a colpi di rasoi lucenti e affilatissimi adattando per il grande schermo un musical di successo degli anni '70, vincitore di otto Tony Award, scritto da Hugh Callingham Wheeler e musicato da Stephen Sondheim. Nel tradurre audio-visivamente la grottesca storia di un serial killer che uccide per vendetta, Tim Burton ha affidato il libretto di Hugh Wheeler alle ugole dell'amico Johnny Depp e della consorte Helena Bonham Carter. "Quello che mi piace di Johnny" afferma Burton, "è che non ha mai paura di mettersi alla prova. È un attore tremendamente versatile. In Edward mani di forbice non parlava, in Ed Wood non smetteva di parlare e in Sweeney Todd canta. Penso che, se volesse, potrebbe interpretare veramente qualsiasi ruolo. Forse si tirerebbe indietro solo di fronte a un balletto, ma non ne sono poi tanto sicuro". Se Depp è stata la prima scelta del regista, per trovare un'attrice che potesse interpretare la sua complice c'è voluto molto più tempo. "Helena ha fatto un'audizione proprio come una qualunque altra attrice e non l'ho scritturata immediatamente anche se può sembrare strano, visto che si tratta della mia compagna. Volevo essere sicuro che fosse assolutamente giusta per la parte. Probabilmente sono stato più duro del solito con lei, perché si trattava di un ruolo estremamente difficile e non è che non fossi sicuro delle sue capacità, ma volevo esserlo al 100%".

Accanto a Bardem e Inarritu le dive Watts, Campbell e la mitica Ursula Andress.

Biutiful: il red carpet

martedì 18 maggio 2010 - Valeria Filippi da GALLERY

Biutiful: il red carpet Ieri sera uno dei film più attesi di Cannes 2010, Biutiful del messicano Inarritu, ha fatto la sua apparizione nella gremita Grand Theatre Lumiere e a giudicare dai lunghi applausi e dalla commozione sui volti di spettatori e protagonisti potrebbe essere uno dei candidati all'ambita Palma d'Oro. La spagnola Penelope Cruz era in sala ad attendere il suo Javier Bardem (i due si amano da tre anni), protagonista assoluto a cui la diva ha giustamente lasciato tutti i flash durante la Montee des Marches. Il red carpet che ha preceduto la première ha visto molti volti internazionali sfoggiare abiti sontuosi e stravaganti (piuttosto appariscente quello all gold della Venere nera Naomi): si sono prestati ai flash impazziti di fotografi da ogni parte del globo, oltre al regista e gli interpreti di Biutiful, l'elegante Naomi Watts in total black (che ha lavorato con Inarritu in 21 grammi), una Kate Beckinsale con spacco (e tacchi) vertiginosi, la regista franco-belga Agnès Varda, Valeria Bruni Tedeschi, Tim Burton (che ha percorso la passerella tenendo per mano Isabelle Huppert) e molti altri volti più o meno noti.

Le foto dei giurati dei film in concorso.

Cannes 2010: il photocall della Giuria di Burton

mercoledì 12 maggio 2010 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Cannes 2010: il photocall della Giuria di Burton Mercoledì mattina si è tenuto il photocall della giuria dei film in concorso per la Palma D'oro al Festival di Cannes presieduta dal regista, illustratore, pittore e fotografo Tim Burton.
Assieme a lui erano presenti il direttore del Museo del Cinema Alberto Barbera, l'attrice Kate Beckinsale, lo scrittore Emmanuel Carrere, l'attore Benicio Del Toro, il compositore Alexandre Desplat, i registi Victor Erice e Shekhar Kapur e l'attrice italiana Giovanna Mezzogiorno.



Dumbo

Torna l'elefantino più amato di sempre
Regia di Tim Burton. Genere Fantastico, produzione USA, 2019.

La storia dell'elefantino Dumbo, preso in giro per le sue grandi orecchie, che troverà il modo per riscattarsi e trovare la sua felicità.

Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità