Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Periodici (1)
Miscellanea (3)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 23 gennaio 2019

Articoli e news Russell Crowe

Nome: Russell Ira Crowe
54 anni, 7 Aprile 1964 (Ariete), Wellington (Nuova Zelanda)

Esce in sala il nuovo film di Ridley Scott, "impegnato" in Medio Oriente contro il terrorismo.

Nessuna verità: American Spies

venerdì 21 novembre 2008 - Marzia Gandolfi da APPROFONDIMENTI

Nessuna verità: American Spies Dopo la luce noir di New York e dei sui american gangsters, che l’eroina se l’andavano a prendere direttamente nel Sud-Est asiatico, dopo i poliziotti corrotti e quelli integerrimi, dopo l’affresco iperreale e il documento antropologico della faccia buia del sogno americano, Ridley Scott sposta i suoi (ennesimi) duellanti nell’assolato e luminoso Medio Oriente. Gli “americani” questa volta sono agenti della CIA, uomo in action Roger Ferris e stratega perennemente al telefono Ed Hoffman, che devono fare fronte a una lunga serie di attentati terroristici e stanare Al-Saleem, cuore e motore di una letale cellula islamica. Ispirato al romanzo omonimo di David Ignatius, in Nessuna verità c’è qualcosa che non va, qualcosa che non funziona. Se nella New York nera e noir di Frank Lucas e Richie Roberts, personaggi speculari eppure necessariamente complici, l’osservazione e gli appostamenti diventavano illuminazione e messa a fuoco e il soggetto sfuggente finiva per cadere nella trappola della luce, in Nessuna verità non c’è corpo da riportare alla luce. Dietro al cinema di patina e di solleticamento del nervo ottico non c’è niente (di nuovo). Da vero (ex) pubblicitario, Ridley Scott si illude che si possa vedere meglio e sempre di più ma da molto tempo ad Hollywood girare bene non è più un merito. Nessuna verità è un ottimo blockbuster che si regge su temi e strutture visive tipiche del regista inglese e su due attori, anzi tre, incomparabili ma che riprende, senza reinventare, situazioni stereotipate del genere. Niente di nuovo sul fronte orientale, insomma: l’agente della CIA Di Caprio ha un problema da risolvere in un contesto spaziale, la Giordania, sterminato e disseminato di amici, nemici e antagonisti. Se l’imbolsito Hoffman di Russell Crowe ordisce le sue strategie al computer, il più giovane Di Caprio sviluppa il suo personaggio attraverso l’azione. Scott dimostra in questo senso di aver imparato la grande lezione della serialità televisiva, capace di costruire personaggi tanto profondi quanto costantemente calati nell’azione. Nonostante ciò in Nessuna verità non c’è nulla che non sia già stato visto, non c’è storia che non sia già stata raccontata, non c’è personaggio che non abbiamo già incontrato, senza (però) l’eroismo del gladiatore, senza l’aura epica di Frank Lucas.

Che sia un gladiatore o uno scienziato, l'attore australiano vince sempre le sue sfide.

5x1: la fisicità camaleontica di Russell Crowe

5x1: la fisicità camaleontica di Russell Crowe Un attore capace di tutto. Noto per la sua refrattarietà alle "pubbliche relazioni" e all'insofferenza verso quel ruolo da star che la fama sembra avergli adagiato sulle spalle come la porpora su un imperatore, Russell Crowe mostra veramente il meglio di se stesso davanti alla macchina da presa. Probabilmente in pochi, forse solo Sharon Stone che lo volle per Pronti a morire, intuirono che quell'attore proveniente dall'Australia (ma nato in Nuova Zelanda) sarebbe diventato una delle stelle di Hollywood, apprezzato e amato perché capace di stupire grazie alle sue doti camaleontiche. A guardarlo bene, con quella faccia da buttafuori, un po' ingrugnita per le sue lontane origini maori, molti accreditavano Crowe per una carriera da "duro", un Jack Palance un po' ingentilito. Invece oggi, guardando al suo corposo curriculum, comprendiamo come sia un attore capace di tutto: imbolsito ha interpretato un ricercatore che porta su di sé il peso dei segreti delle grandi multinazionali del fumo in Insider; in gonnellino da legionario ha vinto l'Oscar per Massimo, Il Gladiatore che mise in ginocchio l'Impero romano; indossata di nuovo la giacca e inforcati gli occhiali è uno scienziato premio Nobel roso dalla pazzia in A beautiful mind.
Oggi torna al western, come in occasione del suo esordio hollywoodiano, in Quel treno per Yuma, dove incontra sullo schermo un altro degli attori più interessanti della sua generazione, Christian Bale; lo aspettiamo presto, a novembre per l'esattezza, con un nuovo capitolo della collaborazione con Ridley Scott in American gangster, al fianco di un altro grandissimo, Denzel Washington.

Cate Blanchett e Russell Crowe sulla Croisette.

Robin Hood: il photocall

mercoledì 12 maggio 2010 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Robin Hood: il photocall Il primo giorno della 63° edizione del Festival di Cannes comincia con un po' di glamour con il photocall di Robin Hood, il film di Ridley Scott presentato fuori concorso che aprirà questa nuova edizione del Festival francese.
L'attrice australiana Cate Blanchett era presente assieme all'attore protagonista Russell Crowe al photocall. Crowe ha dichiarato alla stampa: “Questo è il genere di film per cui si spera e aspetta perché ti fa entrare in un mondo completamente diverso. Riesci effettivamente a viaggiare nel tempo. Sono stato su una spiaggia e ho caricato con una cavalleria di 130 cavalli e 500 uomini. Ci sono stato. Non è stata la mia immaginazione. Questo è vero. Sono a tutta velocità con quel cavallo, sdraiato sul suo collo. Se faccio un errore, sarà una carneficina”.

Una versione epica della storia del leggendario Robin Hood.

Robin Hood: nuove foto dal set

mercoledì 28 ottobre 2009 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Robin Hood: nuove foto dal set In un'intervista ad Empire lo scrittore Brian Helgeland (Green Zone, L.A. Confidential) ha parlato del suo lavoro in Robin Hood, la nuova pellicola cinematografica sul famoso ladro delle foreste di Sherwood: “Sono stato assunto da Ridley e gli ordini che ho ricevuto da lui sono stati – Voglio fare Robin Hood. Voglio fare in modo che sia reale, come avrebbe potuto essere, non il mito -”.
Helgeland è l'ultimo di una lunga lista di sceneggiatori (Ethan Reiff, Cyrus Voris, Tom Stoppard) a cui è stato accreditato lo script e apparentemente Scott ha girato proprio la sua versione. “L'azione sarà molto più viscerale rispetto a quella che è stata vista precedentemente. Non penso che una singola persona dondoli su una corda in questo film”.
Recentemente Oscar Isaac che interpreta Re John ha detto di Scott “Sono rimasto sorpreso e non avrei dovuto esserlo su come è orientato sul processo di lavoro. Sapete le persone possono offendersi sulle sue tattiche su come tirar fuori il meglio dagli attori ma si è trattato di far uscire il meglio di tutti.
Un'affermazione che rimane in linea con quanto detto da Crowe in un'intervista sul set ad una televisione australiana a cui ha dichiarato “Bé qual'è il migliore? Quello di Mel Brooks non vale niente. Nessuna mancanza di rispetto a quelli che hanno fatto la pellicola di Kevin [Costner], ma quando guardi il film, quando guardi il Principe dei ladri, è come guardare ad una versione estesa di un video clip di Jon Bon Jovi”. Crowe ha aggiunto “Ci sono 130 cavalli che caricano a piena velocità 600 uomini a piedi, ed ogni uomo a cavallo deve fare una mezza dozzina di combattimenti. È stato violento, anarchico e assolutamente una pazzia”. Durante le riprese molte comparse si sono fatte male a causa delle scene molto violente. Anche Crowe condivide l'opinione che la pellicola sarà certamente comparata a Il Gladiatore, come si può già dedurre dalle immagini dal set.
Il film uscirà nei cinema italiani il 14 maggio.

Le immagini della battaglia a Freshwater West Beach.

Robin Hood: Danny Huston sarà Re Riccardo

martedì 14 luglio 2009 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Robin Hood: Danny Huston sarà Re Riccardo L'attore Danny Huston, che ha da poco finito di girare il film Clash of the Titans, in cui ha interpretato il dio greco Poseidone, è entrato a far parte del cast del film diretto da Ridley Scott, Robin Hood, di cui si stanno svolgendo al momento le riprese in Inghilterra.
Protagonista della pellicola l'attore Russel Crowe, che interpreta l'eroe leggendario in un'avventura scritta da Ethan Reiff, Cyrus Voris e Brian Helgeland. Huston, che molti ricorderanno come interprete di William Stryker in X-Men le Origini: Wolverine, interpreta Re Riccardo, la figura storica meglio conosciuta col nome di Riccardo Cuor di Leone dopo le sue imprese durante la Terza Crociata.

Nuove foto dal set del nuovo film diretto da Ridley Scott.

Robin Hood: le foto di Russell Crowe in Wales

mercoledì 17 giugno 2009 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Robin Hood: le foto di Russell Crowe in Wales Previsto per il 14 maggio del 2010, il nuovo film prodotto dalla Universal e diretto da Ridley Scott, Robin Hood, sta al momento continuando le riprese nel sud del Wales.
Russell Crowe di cui si possono vedere alcune immagini, interpreta Robin di Loxley, in una storia sulle origini del personaggio di Robin Hood molto vicina ai fatti storici in cui si svolge la storia.



Boy Erased - Vite Cancellate

Cattolici vs gay
Data uscita: 14/03/2019
Regia di Joel Edgerton. Genere Biografico, produzione USA, 2018.

Un ragazzo è costretto a partecipare ad un programma per convertire gli omosessuali.
Boy Erased - Vite Cancellate

prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità