Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 19 agosto 2017

Articoli e news Yasujirô Ozu

Nome: Yasujiro Ozu
Data nascita: 12 Dicembre 1903 (Sagittario), Tokyo (Giappone)

Data morte: 12 Dicembre 1963 (60 anni), Tokyo (Giappone)

Il regista costruisce il più coraggiosamente anti-narrativo dei suoi lavori sulla famiglia giapponese. Al cinema.

Ritratto di famiglia con tempesta, evoluzione della ricerca di Kore'eda

sabato 27 maggio 2017 - Emanuele Sacchi da FOCUS

Ritratto di famiglia con tempesta, evoluzione della ricerca di Kore'eda Per un anatomopatologo delle dinamiche familiari come Kore'eda Hirokazu è forse normale che subentri un coinvolgimento personale, un'influenza del proprio vissuto che dia forma alla materia narrativa. Quasi ad accomunarlo ulteriormente a Ozu Yasujiro, gratificando così lo stuolo di critici poco fantasiosi che citano, in ogni occasione, il regista di Viaggio a Tokyo come influenza dominante per il cinquantacinquenne regista di Tokyo. Ma se la solitudine autoimposta di Ozu gli ha permesso di mantenere il distacco e il rigore di uno sguardo esterno rispetto allo studio delle relazioni familiari, la recente paternità di Kore'eda lo ha spinto a concentrare la propria osservazione su genitori e figli, adottando di volta in volta il punto di vista degli uni e degli altri. Ryota, personaggio che in apparenza sembra sussumere ogni stereotipo del loser - scrittore fallito, giocatore d'azzardo, detective da strapazzo perennemente indebitato - rappresenta invece un animo duplice, di un non-uomo e di un non-più-bambino: l'ideale per alternare i punti di osservazione all'interno del medesimo personaggio. Il dialogo e il confronto tra padre e figlio si svolge soprattutto interiormente per il protagonista, incompiuto e fallato in ambedue i ruoli: come padre non può rappresentare un esempio, come figlio fatica ad accettare la somiglianza con il proprio genitore. Kore'eda modella così anche il nostro punto di vista, ora tendente alla compassione e alla simpatia verso il più debole degli uomini, ora alla rabbia verso un dissoluto e triste figuro, intento a rovistare tra gli oggetti paterni in cerca di qualcosa di monetizzabile.

Sei capolavori in streaming su MYMOVIESLIVE - Nuovo Cinema Repubblica.

La lezione immortale di Ozu Yasujiro

lunedì 5 ottobre 2015 - Emanuele Sacchi da APPROFONDIMENTI

La lezione immortale di Ozu Yasujiro Parlare di Ozu Yasujiro significa fatalmente ripetersi: ogni film o quasi è un capolavoro, i temi ricorrono tra un'opera e l'altra, la tecnica si attiene a un rigore immutabile. Ma guardare i film di Ozu Yasujiro, e poi guardarli di nuovo fino ad assaporarne ogni dettaglio, significa una continua scoperta, un continuo rimettersi in gioco; una lezione di filosofia e uno sguardo su un mondo che non c'è più, ma è che bello sapere che sia esistito, anche nelle sue storture. Il cinema di Ozu è il cinema della sobrietà, dell'essenzialità; quello a cui i maestri di oggi e di ieri - Wim Wenders, Paul Schrader, Martin Scorsese, ma l'elenco degli autori che lo hanno omaggiato è chilometrico - guardano quando hanno bisogno di certezze.

   

Quest'estate in sala sei film di un'artista gigantesco.

La politica degli autori: Yasujiro Ozu

mercoledì 1 luglio 2015 - Mauro Gervasini da APPROFONDIMENTI

La politica degli autori: Yasujiro Ozu Benedetta Tucker Film che distribuisce quest'estate in sala ben sei film di Yasujiro Ozu: Tarda primavera (1949), Viaggio a Tokyo (1953), Fiori d'equinozio (1958), Buon giorno (1959), Tardo autunno (1960), Il gusto del saké (1962). Nonostante siano i primi tre i più celebri (Buon giorno, anche per chi scrive, è una splendida sorpresa), si tratta di sei capolavori, esempi di un cinema di cui si è perso lo stampo.

   

Al cinema dal 22 giugno.

Ozu Yasujiro, per la prima volta in Italia sei capolavori restaurati

giovedì 4 giugno 2015 - a cura della redazione da NEWS

Ozu Yasujiro, per la prima volta in Italia sei capolavori restaurati Wim Wenders non ha dubbi: «Mai prima di lui e mai dopo di lui il cinema è stato così prossimo alla sua essenza e al suo scopo ultimo». Parole categoriche, sì, ma ampiamente condivise da tanti altri giganti della scena contemporanea. Parole che restituiscono, tra entusiasmo e venerazione, un mito con la emme maiuscola: Ozu Yasujiro.

E proprio al leggendario maestro giapponese, indimenticato autore di Viaggio a Tokyo (per 350 registi di tutto il mondo, ricordiamo, il più bel film della storia del cinema), è dedicato il nuovo progetto della Tucker Film: la casa di distribuzione friulana, in collaborazione con la storica Shochiku di Tokyo e con FICE - Federazione italiana dei cinema d'essai, riporterà sul grande schermo sei memorabili capolavori! Si comincia all'Apollo e all'Anteo di Milano, in doppia programmazione dal 22 giugno al 22 luglio, poi la rassegna si sposterà a Roma e toccherà nel corso delle settimane vari capoluoghi italiani, da Nord a Sud.

   

   
   
   


Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità