La scuola è finita: anteprima web martedì 9 novembre ore 21:30

In anteprima su MYmovies LIVE! il film di Valerio Jalongo in Concorso al V Festival del Film di Roma con Valeria Golino e Vincenzo Amato. Da venerdì 12 novembre al cinema.

Martedì 9 novembre 2010 alle ore 21.30 è stato trasmesso in anteprima web il film La scuola è finita di Valerio Jalongo, con Valeria Golino, Vincenzo Amato, Fulvio Forti, Antonella Ponziani, Marcello Mazzarella.

Distribuito da Bolero Film e da venerdì 12 novembre al cinema, La scuola è finita è stato mostrato online a un pubblico esclusivo di 300 invitati che hanno avuto la possibilità, "all'uscita" del film, di confrontarsi sul film e le sue delicate tematiche.

Al termine dell'anteprima il regista Valerio Jalongo ha incontrato in chat il pubblico di MYmovies LIVE! per un confronto sul film.

In controtendenza alla fruizione classica dei film in rete caratterizzata da servizi "on-demand" (l'utente sceglie cosa vedere e quando) le anteprime web su MYmovies LIVE! utilizzano una "trasmissione multicast" (più utenti assistono allo stesso film nello stesso momento) rendendo l'evento unico, simulando fedelmente la visione in sala.

Fai clic qui e vai ai commenti lasciati durante e dopo la proiezione del film
Fai clic qui e scopri il prossimo appuntamento LIVE! di MYmovies

MYmovies LIVE! scrivere a live@mymovies.it
Per dettagli e informazioni sulle iniziative MYmovies LIVE! scrivere a live@mymovies.it


Il FILM
Roma, Istituto Pestalozzi. Nella porta dell'aula c'è un buco dove si possono scrutare alunni che bivaccano invece di studiare, che spacciano invece di ascoltare. Uno di loro, Alex Donadei, arriva al quinto piano e sotto l'effetto delle "paste" si getta giù, ma è illeso. A combattere questo declino, nella selva di insegnanti burocrati e annoiati, ci sono anche la professoressa Quarenghi e il professor Talarico supereroi imperfetti per i loro problemi personali ma che vedono la bellezza anche in mezzo ai mostri e cercheranno di salvare Alex da genitori irresponsabili, da un vita fallita.


Valerio Jalongo
Valerio Jalongo è nato a Roma. Laureato in filosofia, dopo aver partecipato all'esperienza della scuola di cinema della Gaumont si è trasferito a Los Angeles dove ha studiato Cinema alla University of Southern California.
Premio De Sica per il documentario Dream City girato a Los Angeles, con Messaggi quasi segreti realizza il suo primo lungometraggio, miglior film al Festival Internazionale Scrittura e Immagine 1997, presentato ai festival di Montreal, Mar del Plata, Mosca, Dublino.
Negli anni seguenti realizza documentari di interesse sociale e film per la televisione. Nel 2001 comincia a condurre un gruppo di scrittura creativa con i detenuti del carcere romano di Rebibbia, e nel 2003 realizza Sulla Mia Pelle. Il film, interpretato da Ivan Franek e Donatella Finocchiaro, racconta la storia di un detenuto semilibero che lavora in una zona della Campania dominata dalla camorra. Presentato in concorso al Festival Internazionale di Torino e al Festival Internazionale di Bangkok, ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti in Italia e all'estero. Dal 2005 partecipa prima all'esperienza di Ring poi a quella dei Centoautori, e realizza il documentario Di me cosa ne sai?, un'inchiesta sulla storia del cinema italiano e sulle trasformazioni culturali del nostro paese negli ultimi trent'anni. Presentato nel 2009 alle Giornate degli Autori a Venezia, e ai Festival di Londra e Amsterdam, ha ricevuto il premio della Federazione Italiana dei Circoli del Cinema. Del 2010 è invece La scuola è finita, film drammatico incentrato sulle difficoltà della scuola nel tentativo di recupero di un adolescente difficile.

Valeria Golino
Secondogenita di un germanista italiano e di una pittrice greca, Valeria nasce e cresce a Napoli, all'interno dell'hotel "Bella Napoli", gestito dal nonno e all'interno del quale viveva tutta la sua famiglia, compreso il fratello musicista. Quando però i suoi genitori si separarono, la Golino fu costretta a vivere la sua adolescenza facendo la spola fra Napoli e Atene, a questo si erano aggiunti anche i viaggi che faceva per lavoro, dato che svolgeva fin dall'età di 15 anni il mestiere di fotomodella. Proprio a causa di questo lavoro, si trasferisce a vivere a Roma, dallo zio giornalista Enzo Golino che la inserirà nel belmondo cinematografico. Ed è proprio durante un party che conosce la regista Lina Wertmüller, la quale rimarrà profondamente colpita dalla bellezza mediterranea di Valeria, proponendole di partecipare a un film.
Il suo primo ruolo è quello della figlia di Ugo Tognazzi in Scherzo del destino in agguato dietro l'angolo come un brigante da strada (1983). In quel preciso momento, balza nella mente della Golino la possibilità per quanto remota che quello dell'attrice possa essere non solo un'esperienza, ma un lavoro. E così lascia il liceo (nonché il sogno di diventare cardiologa) e comincia a buttarsi anima e corpo nella recitazione. Un'altra occasione gliela darà la Wertmüller con il film Sotto... sotto... strapazzato da anomala passione (1984), ma la vera consacrazione avverrà con la Coppa Volpi come miglior attrice al Festival di Venezia per Storia d'amore (1986).
Dopo Gli occhiali d'oro (1987), parte per l'America in cerca di più fortuna e pare proprio che la trovi quando i produttori, alla ricerca di un'attrice sconosciuta che non costasse molto e che non fosse molto alta, la scelgono per il ruolo della fidanzata di Tom Cruise e cognata dell'autistico Dustin Hoffman in Rain Man – L'uomo della pioggia (1988) con Bonnie Hunt. È la sua strada, così prende un appartamento a Los Angeles (che divide con l'attrice e grande amica del cuore Greta Scacchi) e comincia a proporsi alle Majors. A suo agio anche nel mostrare le sue nudità, viene paradossalmente scelta per un ruolo legato al mondo infantile nel film La mia vita picchiatella (1988) con Kris Kristofferson, in virtù del quale prima si legherà all'attore protagonista Paul Reubens per un anno (prima che la sua carriera fosse stroncata da un arresto per atti osceni in luogo pubblico) e poi con un attore di secondo piano dello stesso film, Benicio Del Toro, con il quale rimarrà legata fino al 1992. Ancora con la Sandrelli in Tracce di vita amorosa (1990), si lega sentimentalmente anche al regista del film: Peter Del Monte. Nel 1991, sbaraglia una Sharon Stone ne L'anno del terrore, poi è scelta dall'amico Penn per recitare con Dennis Hopper in Lupo solitario. L'anno seguente, è tutta per Gabriele Salvatores che la dirige ne Puerto Escondido, per il grande Robert Altman che la inserisce in I protagonisti (1992) con Tim Robbins, Sydney Pollack, Julia Roberts e Rod Steiger e per i due film della serie demenziale Hot Shots! di Jim Abrahams che le daranno un'estrema popolarità fra i giovani, per quanto idioti siano!
Fidanzata con Fabrizio Bentivoglio per una decina d'anni, recita per Robert Rodriguez, Allison Anders, Quentin Tarantino e Alexandre Rockwell nel film corale Four Rooms (1995) che annovera nel cast anche Bruce Willis e Antonio Banderas, poi è diretta da Mike Figgis nel meraviglioso Via da Las Vegas (1995) – anche se si tratta di una minuscola parte – e da Gillo Pontecorvo nel cortometraggio Danza della fata confetto (1996). Lavora solo con i migliori, sia negli Stati Uniti che in Italia: John Carpenter (Fuga da Los Angeles, 1996), Silvio Soldini (Le acrobate, 1997) e Francesca Archibugi (L'albero delle pere, 1998). È ancora con Rod Steiger ne Alexandria Hotel (1998), poi recita nella miniserie La vita che verrà (1997) . Torna al cinema con Le cose che so di lei (2000) con Cameron Diaz e Glenn Close, Hotel (2001) con John Malkovich e Burt Reynolds. Bellissima accanto a Christopher Walken nel film tv Giulio Cesare (2002), si lega prima all'attore Andrea Di Stefano e poi a Riccardo Scamarcio (conosciuto sul set di Texas), nonostante la grande differenza d'età. Ancora con Banderas ne Frida (2002), aggiunge la Francia alle nazioni nelle quali recita. Infatti, spesso divide il set con Gérard Depardieu: San-Antonio (2004), il poliziesco 36 Quai des Orfèvres (2004) e Olé! (2005). Ma è sempre l'Italia quella che rimane nel suo cuore, vista la scelta di recitare accanto a Nanni Moretti in Caos calmo (2007).
Nominata più volte ai David di Donatello (nel 2002 con Respiro e nel 2008 con Caos calmo), vincerà la statuetta di miglior attrice protagonista solo con la pellicola La guerra di Mario (2005). Similmente andrà con i Nastri d'Argento dove trionferà per Storia d'amore e Respiro, e lo sfiorerà appena per Prendimi e portami via(2003) e per Texas (2005).


     

Scarica l'ultima versione di Flash per vedere questo video.


prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità