Bronson su MYmoviesLIVE

Giovedì 9 giugno in ANTEPRIMA WEB il bio-pic sul feroce criminale Charles Bronson. Diretto da Nicolas Winding Refn, miglior regista a Cannes 2011. Da venerdì 10 giugno al cinema.

Bronson, su MYmovies LIVE! giovedì 9 giugno ore 21:30

Giovedì 9 giugno MYmovies LIVE! ha presentato una nuova opportunità di grande cinema online con l'anteprima web di Bronson. Scritto e diretto da Nicolas Winding Refn, miglior regista a Cannes 2011, il film racconta la vita violenta di Michael Gordon Peterson, meglio conosciuto come Charles Bronson, un feroce criminale che ha trascorso gran parte della sua vita in carcere, passando oltre trent'anni in isolamento.
Il film è stato preceduto dall'anteprima assoluta del videoclip "E non passi", il nuovo singolo di Povia, pubblicato dalla Fog Records con la collaborazione di Rock Concerti.

Distribuito da One Movie, al cinema da venerdì 10 giugno, il film è stato mostrato online su MYmovies LIVE!Theatre a un pubblico esclusivo di 500 invitati che ha potuto vivere e condividere l'esperienza della visione collettiva del film. Grazie all'integrazione tra le piattaforme MYmovies LIVE! e Facebook, tutti gli invitati con account attivo al più noto dei social network hanno potuto lasciare commenti sia sul forum di MYmovies LIVE! che direttamente sulla propria bacheca condividendoli con i propri amici.

In controtendenza alla fruizione classica dei film in rete caratterizzata da servizi "on-demand" (l'utente sceglie cosa vedere e quando) le anteprime web di MYmovies LIVE! utilizzano una "trasmissione multicast" (più utenti assistono allo stesso film nello stesso momento) rendendo l'evento unico, simulando fedelmente la visione in sala.

Per ragioni di sicurezza sul diritto d'autore e tutela dell'opera trasmessa in anteprima, sarà necessario rilevare la tua posizione geografica per conoscere in quale punto esatto sarà trasmesso il film. Per questo motivo durante la fase di registrazione ti sarà richiesto di autorizzarci ad acquisire la tua posizione geografica (latitudine e longitudine). Senza la corretta rilevazione di queste informazioni non sarà possibile concludere la fase di accredito.





Per dettagli e informazioni sulle iniziative MYmovies LIVE! scrivere a live@mymovies.it
Per accrediti stampa contattare l'ufficio stampa: daniela.ravanetti@mymovies.it


IL FILM
Gran Bretagna. Michael Gordon Peterson nasce e cresce nei quartieri operai delle città britanniche dove negli anni Cinquanta tutto sembra seguire un ordinato e regolare piano di sviluppo. Ma il suo destino è ben lontano dalla quieta routine della gente che lo circonda: dopo prime malefatte adolescenziali, come l'aggressione all'insegnante e ai compagni del liceo, Michael si prepara a colpi più grossi e, costruitosi un fucile a canne mozze, si presenta all'ufficio postale per rubare. Per il furto Michael è condannato a sette anni di carcere durante i quali manifesta la sua indole irrequieta con ripetute aggressioni e provocazioni alle guardie carcerarie che non gli lesinano repliche a tono. La natura del personaggio non è affatto repressa dall'esperienza di reclusione ed anzi esploderà in un crescendo di violenza che lo pseudonimo Charles Bronson, affibbiatogli dall'impresario dei suoi primi incontri di boxe, stigmatizza perfettamente: dal 1987 Michael sarà conosciuto con il nome dell'attore americano diventato archetipo del duro e famoso protagonista di film western e bellici degli anni Sessanta e Settanta. La storia biografica di Peterson prosegue con salti cronologici fino ai giorni nostri: Michael alias Bronson è tutt'oggi in carcere, dove sconta la condanna all'ergastolo e dunque il resto della sua vita.

IL REGISTA
Nicolas Winding Refn, nato a Copenaghen, figlio del regista Anders Refn e della fotografa Vibeke Winding, all'eta di otto anni con la famiglia si trasferisce a New York, dove trascorre gran parte dell'infanzia e dell'adolescenza. Nel 1993 frequenta l'American Academy of Dramatic Arts, ma torna presto in Danimarca. Dopo aver realizzato un cortometraggio, attira l'attenzione di un produttore, che gli offre 32 milioni di corone per farlo diventare in un film. Così a soli 25 anni, senza una formazione adeguata, realizza il suo primo film, Pusher - L'inizio, che diventa il primo capitolo di una trilogia nota come la "Trilogia del Pusher", che termina nel 2005. Nel 1999 realizza il suo secondo lungometraggio, Bleeder, seguito da Fear X, del 2003, suo primo film in lingua inglese che vede la collaborazione dello scrittore beat Hubert Selby Jr. Nel 2008 realizza il film biografico Bronson, che racconta la storia del criminale inglese Michael Gordon Peterson, meglio conosciuto come Charles Bronson, famoso per aver trascorso gran parte della sua vita in cella d'isolamento. Nel 2009 dirige l'attore danese Mads Mikkelsen nella saga vichinga Valhalla Rising, presentata nella selezione ufficiale del Toronto International Film Festival e fuori concorso alla 66ª Mostra del Cinema di Venezia. Nel maggio 2011 presenta in concorso al Festival di Cannes il film d'azione Drive, con protagonista Ryan Gosling. Alla fine della manifestazione Winding Refn vince il premio come miglior regista Prix de la mise en scène.

NOTE DI REGIA
Non ho mai incontrato il vero 'Charles Bronson'. Non ho mai incontrato nemmeno un membro della sua famiglia perché non volevo fare una biografia. Volevo reinterpretare la sua trasformazione perché questa è la parte interessante. Bronson è probabilmente ciò che abbia mai fatto di più simile ad una biografia ma strutturalmente è diviso in tre sezioni. La prima sezione coincide con la sua presenza sul palco per parlarci della sua vita, come fosse la sua vita percepita da noi spettatori. Nella seconda parte, durante il suo rilascio per 69 giorni, potete vedere le sue difficoltà a relazionarsi con il mondo esterno. È un po’ come un personaggio delle fiabe di Andersen, un piccolo soldatino di stagno che girovaga per il mondo senza riuscire a relazionarsi con chi gli sta attorno. Incontra una donna e si innamora ma non riesce a capire la gradualità e la manifestazione del sentimento. La terza parte è su come Charlie viene visto dagli altri. Ecco perché alla fine trasforma se stesso in un vero e proprio brand.

RED CARPET
povia
Povia, cantautore pop-rock, vincitore del Festival di Sanremo 2006 con il brano "Vorrei avere il becco", nel nuovo video dimostra di aver fatto tesoro degli insegnamenti ricevuti durante la sua partecipazione come concorrente nel programma “Ballando con le stelle”. Rimasto incantato dalla poesia del tango, ha reclutato una coppia di giovani allievi dell’Opus Ballet di Firenze, Gabriella Andriani e Giuseppe Insalacco, per portare in scena il suo nuovo videoclip. I ballerini danzano questo struggente, romantico e passionale ballo, muovendosi tra le note di un brano che apre le porte dell’anima e racconta un amore infinito e incantevole. Girato in una location suggestiva della Liguria, il video è carico di atmosfere d'impatto, così come la canzone stessa punta in alto.


     


prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità