6 giorni sulla terra su MYmoviesLIVE

Venerdì 17 giugno in ANTEPRIMA WEB il primo film di real-scienza, ispirato a una rivoluzionaria teoria sulla vita degli alieni: gli E.T. non arriveranno dal cielo, sono già dentro di noi. Da venerdì 17 giugno al cinema.

6 giorni sulla terra, su MYmovies LIVE! venerdì 17 giugno ore 21:30

Venerdì 17 alle ore 21.30 MYmovies LIVE! ha presentato una nuova opportunità di grande cinema online con l'anteprima web di 6 giorni sulla terra. Scritto e diretto da Varo Venturi, il film racconta la storia del dottor Piso, un coraggioso scienziato specializzato sul fenomeno dei rapimenti alieni. L'incontro con la giovane Saturnia lo porterà a scoperte ancora più sconvolgenti, conducendolo in una realtà mai esplorata.

Il film è vietato ai minori di 14 anni.

Distribuito da Bolero Film, al cinema da venerdì 17 giugno, il film è stato mostrato online su MYmovies LIVE!Theatre a un pubblico esclusivo di 500 invitati che ha potuto vivere e condividere l'esperienza della visione collettiva del film. Grazie all'integrazione tra le piattaforme MYmovies LIVE! e Facebook, tutti gli invitati con account attivo al più noto dei social network hanno potuto lasciare commenti sia sul forum di MYmovies LIVE!, al quale ha partecipato il regista Varo Venturi, che direttamente sulla propria bacheca condividendoli con i propri amici.

In controtendenza alla fruizione classica dei film in rete caratterizzata da servizi "on-demand" (l'utente sceglie cosa vedere e quando) le anteprime web di MYmovies LIVE! utilizzano una "trasmissione multicast" (più utenti assistono allo stesso film nello stesso momento) rendendo l'evento unico, simulando fedelmente la visione in sala.

Per ragioni di sicurezza sul diritto d'autore e tutela dell'opera trasmessa in anteprima, sarà necessario rilevare la tua posizione geografica per conoscere in quale punto esatto sarà trasmesso il film. Per questo motivo durante la fase di registrazione ti sarà richiesto di autorizzarci ad acquisire la tua posizione geografica (latitudine e longitudine). Senza la corretta rilevazione di queste informazioni non sarà possibile concludere la fase di accredito.





Per dettagli e informazioni sulle iniziative MYmovies LIVE! scrivere a live@mymovies.it
Per accrediti stampa contattare l'ufficio stampa: daniela.ravanetti@mymovies.it


IL FILM
Il dottor Piso, coraggioso scienziato, studia da anni centinaia di casi di persone che ritengono di essere state rapite dagli alieni (alien abductions) scavando nel loro inconscio, attraverso una temeraria tecnica ipnotica, attraverso la quale è in grado di far rivivere ai suoi pazienti le loro drammatiche esperienze di rapimento, ma anche a comunicare con le personalità “aliene” nascoste nella loro mente. Mosso dal candido ideale di liberare l’umanità, Davide decide di rendere pubblica la terribile conclusione a cui è giunto sfidando lo scetticismo del mondo scientifico ufficiale: alcune razze extraterrestri, da sempre, impiantano le proprie personalità nel cervello dei rapiti (addotti) considerandoli “contenitori” di una preziosa energia che solo gli esseri umani sembrano possedere: l’anima. Nonostante le reazioni ufficiali alle sue dichiarazioni mettano subito a repentaglio la sua carriera di docente universitario, Davide decide di occuparsi anche del caso di Saturnia, una seducente diciottenne convinta di essere un’addotta, che gli chiede aiuto attraverso un’ambigua seduzione rivelatoria di una doppia personalità. Ma una volta messa sotto ipnosi, la ragazza non uscirà più dallo stato di trance, lasciando il posto ad una “entità” proveniente da antichissime dinastie, che afferma di possedere ormai completamente quel “contenitore”, dimostrazione dell’imminente “incarnazione” definitiva che la sua specie sta progettando da millenni. Questo costringerà Davide, assieme ad Elena e Leo, i suoi due fedeli assistenti, a trattenere e sedare la ragazza per guadagnare tempo nella speranza di trovare una soluzione per liberare Saturnia dal suo ospite alieno. Ma i suoi genitori, una potente famiglia aristocratica, cominciano a preoccuparsi per la sorte della figlia.

IL REGISTA
Nato a Roma da padre pittore e scultore e madre pianista classica, Varo Venturi si dimostra subito interessato alle arti figurative, alla musica, alla comunicazione. Durante gli studi universitari comincia a lavorare come fotografo. Interessato al teatro e alla poesia contemporanea, inizia una collaborazione con il “Living Theatre” di Julian Beck, anche in veste di musicista e attore, fino alla messa in scena della performance teatrale “Prometeo”. Con alcuni di loro realizza un film sperimentale in super8 e frequenta i protagonisti della “beat generation” tra cui Corso, Ginsberg, Borroughs, realizzando un diario fotografico della nuova poesia americana. Negli anni successivi, come artista, compositore e/o produttore, collabora con Nada, crea i gruppi Richter, Venturi & Murru, con i quali partecipa al Festival di Sanremo con grande successo di critica, i Mondorhama, i Guernica, in collaborazione con Vasco Rossi, e i Blossom Child. Dopo essersi cimentato come “video maker” realizzando alcuni apprezzati videoclip, nel ‘97 dà ufficialmente inizio alla sua attività di autore e film-maker, da sempre in cantiere. Nello stesso anno dirige e produce il cortometraggio Cosmos Hotel. Successivamente, dopo aver partecipato come attore e compositore al film di Franco Bernini, Sotto la luna, realizza sempre in digitale il cortometraggio Don Giovanni e partecipa come attore al film di Peter del Monte Controvento accanto a Valeria Golino. Parallelamente co-scrive con la sua collaboratrice Luisa Maria Fusconi la sceneggiatura del film L’italiano (di Ennio De Dominicis) in cui è anche uno degli attori principali. Nel 2003 inizia l’avventura di Nazareno - primo lungometraggio prodotto e distribuito dalla sua neonata Deusfilm, in totale indipendenza, senza l’intervento del MIBAC – dove dirige un nutrito cast di attori non professionisti presi dalla strada e dalla vita. Distribuito nel 2007 il film ottiene 25.000 presenze in sala, ed oltre ad eccellenti feedback critici e vari premi, vince a Parigi lo Special Jury Award al Festival Europeo del Cinema Indipendente. Oltre all’imminente 6 giorni sulla terra (selezionato al 33° Festival Internazionale del Cinema di Mosca), tra i prossimi progetti sta sviluppando una co-produzione internazionale per un film ambientato nel XV sec., dove tra i personaggi principali verrà trattata la figura di Papa Pio II (Enea Piccolomini) illustre antenato di famiglia.

NOTE DI REGIA
Alcuni scienziati, tra cui l'italiano Corrado Malanga, dopo aver elaborato per anni analisi e dati - basati sulle reali testimonianze di moltissime persone in tutto il mondo, di ogni età, sesso e ceto sociale, che sotto ipnosi hanno rivissuto l’indelebile esperienza del rapimento - sono giunti ad una sconcertante conclusione: alcune razze aliene, in un programma che dura da millenni, impiantano le proprie “memorie attive” nel cervello dei rapiti, usandoli come contenitori, per poter “operare” in questa dimensione, con l’obiettivo finale di modificare geneticamente l’umanità e adattarla al proprio DNA, onde sfruttarne completamente l’indistruttibile energia (Anima) e rendere così le proprie specie “immortali”. Questa teoria sembra finalmente chiarire tutto: il problema non verrebbe solo, fisicamente, dal lontano spazio; semmai risiede nei confini della nostra mente, dove quelli che la mitologia chiama “Dei”, e le chiese “Angeli o Demoni” (o "Voladores" come descritti dallo sciamano Don Juan a Carlos Castaneda) forse sono esseri di altre dimensioni, che possono sopravvivere al di qua (e al di là dello spazio e forse del tempo) “possedendo” la psiche umana, addormentandone la coscienza per poter “vampirizzare” quell’energia (l'Anima?) che solo l’uomo sembrerebbe possedere in questa parte di universo.

LA TEORIA
Il fondamento scientifico del film risiede nella collaborazione diretta tra il regista e Corrado Malanga, ricercatore in Chimica Organica presso l’Università di Pisa. Malanga è noto per i suoi studi relativi al fenomeno dell’ “abduction”, cioè di rapimenti temporanei di umani da parte di alieni. L’ufologia classica studia supporti fotografici, impronte e strutture molecolari nel terreno. L’innovazione da parte di Malanga è stata quella di sottoporre in maniera sistematica a tecniche d’ipnosi regressiva, ideata in questa forma dallo psichiatra americano Milton Erickson, i soggetti che lamentavano l’esperienza di un rapimento alieno. A detta di Malanga la ragione per la quale si può avanzare un riconoscimento scientifico dei risultati da lui ottenuti attraverso lo studio di 400 casi, risiederebbe nella mole di letteratura che certifica la veridicità delle affermazioni riportate durante la tecnica dell’ipnosi regressiva. Questo perché è possibile paragonare l’inconscio umano a una sorta di hard disk a una sola scrittura, in altre parole le esperienze vissute lasciano una traccia indelebile, l’ipnosi le riporta alla luce.
A questa tecnica si somma quella della programmazione neurolinguistica che legge i movimenti del corpo come rappresentazione cinematica della volontà dell’inconscio. In accordo con questa metodologia l’analisi dei movimenti dei bulbi oculari rende possibile distinguere tra ricordi realmente vissuti e falsi ricordi.
Un altro aspetto probante per Malanga nel sostenere la concreta possibilità dell’esistenza di alieni e di rapimenti perpetrati da questi viene dagli studi svolti negli Stati Uniti da Darrel Sims il quale, dopo aver sottoposto pazienti a risonanze magnetiche e tomografia assiale computerizzata, ha rilevato microscopici impianti, sorta di microchip di controllo, che una volta estratti e analizzati avrebbero presentato percentuali isotopiche che differiscono da quella terrestre. Essendo gli isotopi degli atomi di uno stesso elemento, con uguale numero atomico ma con differente numero di massa, questo rende possibile verificare che il differente numero di neutroni nel nucleo varia a seconda delle zone e delle parti del cosmo e proverebbe dunque l’origine extra terrestre, appunto, degli impianti.
L’anima, platonicamente intesa, cioè come entità immortale (che dopo la morte del corpo prima di procedere alla reincarnazione accede, in accordo con la teoria della metempsicosi, all’iperuranio, perfetto mondo delle idee) sarebbe ciò che spinge gli alieni al fenomeno dell’ “abduction”. I risultati ottenuti da Malanga sono contenuti nel volume Alieni o demoni. La battaglia per la vita eterna, edito da Terresommerse nel 2007 e recentemente ristampato.


     


prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità