L'innocente

Acquista su Ibs.it   Dvd L'innocente   Blu-Ray L'innocente  
   
   
   
alice1992 martedì 11 dicembre 2012
l'egoismo Valutazione 4 stelle su cinque
78%
No
22%

Questo mal capito capolavoro di Visconti è un' ottima rappresentazione dell'egoismo e dell'insoddisfazione che accompagna la vita dell'uomo. Tullio, uomo pieno di sé alla continua ricerca di nuovi stimoli, non si vergogna dei continui tradimenti ne tanto meno si interessa della sofferenza della fragile moglie Giuliana. Per accontentare le sciocche pretese di una sua amante arriva addirittura ad abbandonare Giuliana giustificando, con naturalezza, la sua decisione di amare e condividere la quotidianità con un altra donna. Il sospetto della relazione tra la moglie ed un giovane poeta, confermata dalla gravidanza di Giuliana, porta Tullio alla follia. Il suo unico obbiettivo diviene quello di riconquistare la moglie, obbligarla ad abortire nel totale silenzio così da poter instaurare una tranquilla vita matrimoniale, quel tipo di vita che avrebbe potuto/dovuto condurre da molto tempo, ma a cui si era sempre opposto. [+]

[+] lascia un commento a alice1992 »
d'accordo?
luca scial� sabato 4 agosto 2012
conteso tra due amori Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Tullio Hermil è un aristocratico sposato con Giuliana, per una relazione solo formale nella quale si concede tutte le scappatelle che vuole. Ma Giuliana comincia a sentirsi troppo sola e frequenta un giovane scrittore, al punto da averci un figlio. Tullio sembra non accettare questo discostamento della moglie e vuole riaverla fino all'ossessione.
Ultimo film di Luchino Visconti, trasposizione di un romanzo di Gabriele D'Annunzio. Storia di amori tortuosi, dannati, difficili. A farne le spese un'anima innocente, che proprio come Gesù si troverà al freddo e al gelo in una notte di Natale. [+]

[+] lascia un commento a luca scial� »
d'accordo?
alessandro lunedì 9 febbraio 2009
l'innocente: un film superbamente magnifico Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

A MIO PARERE IL FILM E' DI UNA BELLEZZA FOLGORANTE, FOTOGRAFIA, ATTORI, COSTUMI PIU' CHE SUPERBI. INOLTRE IL GRANDISSIMO FILM FATTI DI GENTE PERBENE NON HA AVUTO SOLO SUCCESSO PER GIANNINI MA PER LA NARRAZIONE DI UNA STORIA REALMENTE ACCADUTA A BOLOGNA E DI CUI ,TUTT'OGGI SE NE PARLA; OLTRE NATURALMENTE ALLA BRAVURA DI BOLOGNINI. A BOLOGNA NEL 1974 RESTO' NELLE SALE DI PRIMA VISIONE BEN QUATTRO MESI CON UN RECORD D'AFFLUENZA DI PUBBLICO . OGGI I FILM FANNO FATICA A SOSTENERE LE TRE SETTIMANE. CE NE FOSSERO REGISTI COME VISCONTI O BOLOGNINI...

[+] lascia un commento a alessandro »
d'accordo?
paride86 sabato 3 gennaio 2009
buono Valutazione 3 stelle su cinque
60%
No
40%

Non ho letto il libro di D'Annunzio, ma ho trovato il film molto interessante e coinvolgente. Tullio è uno dei personaggi più spregevoli che io abbia mai visto, e Giannini lo interpreta piuttosto bene. Debole, invece, l'interpretazione di Laura Antonelli, che però riesce almeno a restituire a Giuliana la fragilità che la contraddistingue.

[+] lascia un commento a paride86 »
d'accordo?
giorgio mercoledì 19 marzo 2008
nudità, morbosità, alta sartoria Valutazione 2 stelle su cinque
12%
No
88%

E' triste e forse ingiusto parlare male di questo film (girato in condizioni sicuramente eroiche da un regista allo stadio terminale della propria vita). Si è anche detto (e il Morandini ne parla) che il film sarebbe sostanzialmente incompiuto, perchè circolò nel "montaggio provvisorio" che Visconti aveva approntato (e che diventò definitivo, solo per la sopravvenuta morte del regista e per il rifiuto dei collaboratori di por mano al film). Personalmente, non credo che, se avesse potuto apportare ritocchi al montaggio, Visconti non avrebbe potuto cambiare molto il film. Il film non cattura, è francamente mediocre, perchè mediocre è la statura dell'intreccio: lo svolgimento della vicenda, incentrato su un delitto efferrato, ma giustificato da un supposto eccezionalismo è argomento da rotocalchi d'annata (d'annunziani, ma anche oltre) incentrati su becero scandalismo a base di mondanità, corna, sesso più o meno deviato (o contorto!) e violenza. [+]

[+] lascia un commento a giorgio »
d'accordo?
cosini domenica 1 luglio 2007
lo specchio decadente Valutazione 0 stelle su cinque
43%
No
57%

Potrei sbagliarmi, ma credo che Tullio ed il poeta siano la medesima persona, o meglio il doppio che si dà allo specchio (mi balena nella mente, chissà perché, il monologo finale di Riccardo III): l'uno eroe e creativo, creativo perché poeta, perché padre; l'altro vile e distruttivo, perché assassimo, incapace di amare. Tanto che l'uccisione finale, un po' sorprendente, è l'unico momento di eroismo che rinfranca Tullio. Una noterella solo sulla scelta degli attori: disastrosa. Giannini, sia pure un ottimo attore, non ha tuttavia un corpo adatto alla parte di Tullio. Le espressioni più truci sono sempre artificiose, costruite. Sulla bellissima Antonelli cerco di trattenermi, e dico solo che il genere non le si addice. [+]

[+] lascia un commento a cosini »
d'accordo?
L'innocente | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | alice1992
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Rassegna stampa
Richard Brody
David di Donatello (2)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità