Noi eravamo

Film 2017 | Drammatico +13 90 min.

Anno2017
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Durata90 minuti
Regia diLeonardo Tiberi
AttoriAlessandro Tersigni, Yari Gagliucci, Davide Giordano, Beatrice Arnera, Eliana Miglio Emanuela Grimalda, Roberto Citran.
Uscitalunedì 22 maggio 2017
DistribuzioneCinecittà Luce
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Leonardo Tiberi. Un film con Alessandro Tersigni, Yari Gagliucci, Davide Giordano, Beatrice Arnera, Eliana Miglio. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2017, durata 90 minuti. Uscita cinema lunedì 22 maggio 2017 distribuito da Cinecittà Luce. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi
Noi eravamo
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Storia di emigrati argentini, gente umile e di origine povera, che hanno partecipato alla Grande Guerra, tra il 1914 e il 1915.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Interessante esperimento di attualizzazione dei materiali d'archivio dell'Istituto Luce attraverso un paziente lavoro di restauro e di colorizzazione.
Recensione di Paola Casella
venerdì 19 maggio 2017
Recensione di Paola Casella
venerdì 19 maggio 2017

Veneto, 1918. Un membro del Congresso italoamericano si reca presso il centro piloti italiano per combattere a fianco degli aviatori a bordo dei nuovi caccia Caproni. Il suo nome resterà nella storia: si tratta di Fiorello La Guardia, futuro sindaco di New York. Ma La Guardia non è l'unico immigrato di origine italiana a servire al fronte: accanto a lui ci sono volontari arrivati da ogni parte del mondo per rendere omaggio alle proprie radici, fra cui i fratelli Guglielmo e Luciano Cusin, argentini figli di immigrati veneti, l'uno meccanico esperto in motori d'aeroplano, l'altro aspirante scrittore. Intorno a loro si muovono i volontari italiani della Croce Rossa, fra cui il dottor Bassani, ginecologo diventato per cause di forza maggiore chirurgo d'urgenza ("come tutti in guerra"), Adelaide, una suora veneta, e Agnese, una studentessa di medicina al lavoro nell'ospedale da campo come infermiera.

Dopo Fango e gloria Leonardo Tiberi continua il suo interessante esperimento di attualizzazione dei materiali d'archivio dell'Istituto Luce attraverso un paziente lavoro di restauro e di colorizzazione (non quello brutale di certi corti comici dell'epoca del muto, ma quello rispettoso e fortemente evocativo delle bicromie di inizio secolo).

Tiberi e la sua squadra intervengono anche sulla velocità dei filmati, eliminando quegli scatti da burattino che rendono involontariamente risibili anche le scene più drammatiche, e aggiungendo un sonoro d'ambiente discreto che sottrae le scene d'archivio al silenzio in cui sono sempre state confinate. Il risultato è interessante, e questa volta il mix con la narrazione fictional è più riuscito che in Fango e gloria. Noi eravamo ha almeno due precedenti: uno, a cominciare dal titolo, è Noi credevamo di Mario Martone; l'altro è il documentario narrato in voce fuori campo, e da una prospettiva "terza", Naples '44 di Francesco Patierno. Tiberi e il suo cosceneggiatore, Salvatore De Mola, hanno infatti ricostruito l'esperienza (reale) di La Guardia in Italia affidando a lui il compito di raccontare, da straniero, il veneto di quegli anni, e accompagnando i suoi ricordi con le immagini (reali) dell'epoca.
Certo, la cifra del film è ancora quella della ricostruzione televisiva più che quella del prodotto filmico da grande schermo. Ma una buona scrittura e il lavoro degli attori, soprattutto Roberto Citran ed Emanuela Grimalda nei panni del dottor Bassani e di Sorella Adelaide, rendono Noi eravamo un curioso esperimento di docufiction con una sua grazia nostalgica. A dare al film un valore prezioso sono però i filmati del Luce che mostrano Italo Balbo, i bombardieri in volo, la ritirata di Caporetto e l'armistizio finale, e la squadra tecnica di Tiberi si distingue per il progetto, la direzione del restauro e la colorizzazione di Marco Kuveiller e per gli effetti visivi digitali e le riprese dei modellini d'aereo di FXLab. Così come Noi credevamo è servito a ricordare che sono stati in tanti, molti dei quali giovani, a sacrificare la propria vita per l'ideale di un'Italia unita oggi vilipeso da molti, rendendo immediata e attuale la passione che li animava, Noi eravamo ci ricorda quanti, soprattutto giovani, si sono arruolati volontari durante la Prima Guerra Mondiale affinché il loro Paese restasse libero, e che fra loro erano numerosi gli emigrati: ergo ci fa ripensare a quando i migranti eravamo noi, e a come non abbiamo smesso di sentirci italiani anche all'estero, senza per questo diventare nemici dei Paesi che ci hanno accolto. E a qualcuno forse scapperà una lacrima sulle scene finali color nostalgia, accompagnate da La leggenda del Piave reinterpretata da Renzo Arbore e il Motus Mandolin Quartet.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati