La verità negata

Un film di Mick Jackson. Con Rachel Weisz, Tom Wilkinson, Timothy Spall, Andrew Scott, Jack Lowden.
continua»
Titolo originale Denial. Biografico, Ratings: Kids+13, durata 110 min. - USA, Gran Bretagna 2016. - Cinema uscita giovedì 17 novembre 2016. MYMONETRO La verità negata * * * - - valutazione media: 3,05 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,05/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
La storia di Deborah Lipstadt, una professoressa che ha intrapreso una battaglia legale contro il negazionista David Irving.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un legal drama per eccellenza che è più opera filosofica che storica
Anna Maria Pasetti     * * * - -

Nel 1996 il saggista britannico negazionista ed esperto di Adolf Hitler David Irving intentò una causa di diffamazione contro l'editore Penguin Books e l'accademica americana ebrea Deborah Lipstadt. Ne seguì una lunga istruttoria che culminò nel 2000 in un processo di 4 mesi tenuto a Londra. Coinvolti furono i migliori avvocati del Regno Unito a difesa della donna, mentre Irving decise di rappresentarsi da solo. Dalle vicende processuali, la Lipstadt scrisse un libro nel 2005 intitolato "Denial: Holocaust History on Trial" a cui si ispira il film di Mick Jackson.
Contrariamente a quanto si possa pensare, La verità negata non è un film sull'Olocausto. O meglio, lo è solo nella misura in cui esso costituisce l'oggetto della negazione che rimanda al processo di cui argomenta il film. Di fatto, come viene più volte riferito nel testo, "è come affermare che Elvis è vivo". Pesi diversi ma concetti identici: al centro vi è la rimozione forzata dell'evidenza, della Verità. Perfetta (per una volta) è quindi la traduzione italiana dell'originale Denial in quanto contiene le parole chiave d'apertura alla comprensione di un'opera più filosofica che storica.
Legal drama per eccellenza, il film del britannico Mick Jackson naviga felicemente su due binari: da una parte aderisce egregiamente alla materia d'ispirazione, dall'altra utilizza tale materia per innalzarla a un livello simbolico. Il merito va al talentuoso sceneggiatore David Hare, capace di restituire alla parola tutti i sensi che il semplice significato spesso trascura, pur attingendo termini e frasi direttamente dagli atti processuali. La Parola è infatti la grande protagonista di questa solida pellicola, ingigantita da interpreti di incontestabile perfezione tra cui spicca la performance sensibile eppure potente di Tom Wilkinson. Il suo avvocato Richard Rampton costituisce l'emblema fra il professionista che cerca le prove persino ad Auschwitz (misurando distanze fra oggetti che dovevano esserci e non ci sono più) e l'uomo che tenta di trattenere una causa ad alto tasso emotivo dentro ai ranghi razionali di una corte. Se il sistema giudiziario britannico fa il suo (pare che, dopo questo processo, sia persino cambiato) nella impostazione del dispositivo dialettico, il vero nucleo semantico del testo risiede in ciò che non è detto e non è esibito. Tutto è confutabile fino a prova contraria e non cè sterminio che tenga: basta mettere in discussione 4 fori nel tetto di una camera a gas per negare l'Olocausto. Allora - come saggiamente accetta di fare Deborah Lipstadt - vale la pena delegare altrove la propria coscienza, per il bene di una causa che non può riguardare il proprio ego.
Se lo stile registico del film non presenta scossoni da nessun punto di vista tanto da poterlo definire classico, è la profondità della sceneggiatura a fornire il valore più pregiato. Perché difendere la libertà di parola non significa difendere le menzogne.

Stampa in PDF

Premi e nomination La verità negata MYmovies
Premi e nomination La verità negata

premi
nomination
BAFTA
0
1
* * * - -

Documento-verità

venerdì 25 novembre 2016 di loland10

La verità negata” (Denial, 2016) è il sesto film del regista inglese Mick Jackson. Un film documento molto ben impaginato senza una inquadratura in più, essenziale, schematico e lineare. Tutto in un ‘aplomb’ arcaicamente classico e mai vetusto per un salotto da cerimonia teatrale mentre si sorseggia un te pomeridiano. Un liquido con una sola zolletta di zucchero mentre il resto è algido, tetro, soffuso e alquanto parsimonioso nell'eccedere oltre. Un linguaggio candidamente salubre e freddamente continua »

* * * * -

Perfezione tecnica e valore etico

domenica 20 novembre 2016 di LBavassano

E' indubbia l'eccellenza dell'industria cinematografica statunitense, anglo-statunitense per essere precisi, in determinati generi, il legal movie in questo caso, ed anche quella di mettere al servizio di un cinema civilmente impegnato talenti tecnici e artistici, professionalità, di valore assoluto. La capacità di creare prodotti impeccabili ma anche in grado di emozionarci. Questo è uno di quei casi, un film da cui sicuramente non si esce delusi, ma il suo valore va al di là di ciò perché il problema continua »

* * * - -

Libertad de expresión sin mentiras!!!

sabato 19 novembre 2016 di Miguel Angel Tarditti

“LA VERDAD NEGADA” (“Denial”) Film del británico Mick Jackson Usa, Gran Bretaña, 2016 La libertad de expresión es innegable. Pero usar esa libertad, ese derecho, para decir una mentira, no es aceptable en cambio. Es más, es repudiable y punible. El historiador, negacionista del Holocausto, experto en Adolf Hitler, David Irving, enfrentó en el 2000, frente a los estrados Británicos, a la americana hebrea Debora Lipstadt, por difamación. La académica judía, defendía en sus lecciones y continua »

* * * - -

Il lungo processo lipstadt vs irving

mercoledì 23 novembre 2016 di Flyanto

 "La Verità Negata" porta sullo schermo la lunga e difficile battaglia legale che mise a confronto la professoressa dell' Alabama Deborah Lipstadt e la casa editrice Penguin Books con il saggista negazionista David Irving. Nel corso di una conferenza da lei tenuta al fine di promuovere il suo libro sull'esistenza dei campi di concentramento e di tutte le orribili torture perpetuate all'interno di essi dai tedeschi contro gli ebrei nel corso della Seconda Guerra continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film La verità negata adesso. »

POSTER | A volte è necessario rimanere in silenzio per far sentire la propria voce. Con il premio Oscar Rachel Weisz. Dal 17 novembre al cinema.

Il poster

lunedì 17 ottobre 2016 - a cura della redazione

La verità negata, il poster Il film racconta la battaglia legale di Deborah E. Lipstadt contro David Irving. L'uomo l'ha accusata di diffamazione quando lei lo ha definito un negazionista dell'Olocausto. La Lipstadt e la sua squadra legale sono stati costretti a provare che l'Olocausto è accaduto e che Irving ha manipolato i dati per far scomparire la storia. Basato sul famoso libro "Denial: Holocaust History on Trial" di Deborah E. Lipstadt, il film si concentra sulla vita pubblica dell'autrice, interpretata dal premio Oscar® Rachel Weisz.

Un grande Wilkinson avvocato contro il negazionismo

di Paolo D'Agostini La Repubblica

La storia del "negazionismo" del saggista inglese David Irving inizia molto prima-nel 1977 la prima edizione del suo La guerra di Hitler-che, nel '96, la sua accusa di diffamazione contro la storica ebrea statunitense Deborah Lipstadt conducesse al processo che si sarebbe concluso screditandolo. il film si fonda sul libro che la Lipstadt avrebbe pubblicato all'indomani, Denial: Holocaust history on trial. La donna fu messa nella paradossale condizione di dover dimostrare che l'Olocausto fosse davvero accaduto: Irving aveva sostenuto che Hitler non sapesse nulla del destino degli ebrei, e anche l'inesistenza delle camere a gas. »

Il duello legale che fece storia

di Alessandra Levantesi La Stampa

Delle manifestazioni di antisemitismo, il negazionismo è la più abominevole perché si maschera dietro le presunte ragioni di una rilettura della Storia, che senza scrupoli distorce la verità sostenendo che le camere a gas non sarebbero mai esistite. Sceneggiato dal drammaturgo David Hare sulla base del libro, dove la storica americana Deborah Lipstadt racconta della battaglia giudiziaria sostenuta fra il 1993 e il 2000 contro il negazionista britannico David Irving che l'aveva accusata di diffamazione, La verità negata è un film importante per la serietà del tema; e per la qualità con cui è realizzato. »

L'Olocausto ha bisogno di prove

di Silvio Danese Quotidiano Nazionale

Ne abbiamo sentito parlare forse distrattamente, ma fu un processo importante, nel 2000: David Irving contro Deborah Lipstad, lo studioso britannico negazionista e l'accademica ebrea, lo sterminio hitleriano e la memoria da tramandare. Su sceneggiatura di un asso della drammaturgia inglese, David Hare, il meno asso Mick Jackson ("Guardia del corpo") ricostruisce con qualche enfasi l'inchiesta e i quattro mesi del dibattimento, che escluse le testimonianze dei superstiti per non esporre alle strette regole legali il dolore delle vittime, puntando sull'assurda, ma inevitabile esibizione di prove, a partire da dettagli logistici e strutturali dei campi. »

Un legal-drama sull'Olocausto

di Valerio Caprara Il Mattino

Accolto con discreto favore al recente festival di Roma, «La verità negata» («Denial») è un legal-drama o film processuale che più classico, collaudato e prevedibile di così non è possiblle immaginare. Il nodo tematico su cui ha lavorato con certosina, matematica efficacia il drammaturgo David Hare, verte sulle clamorose convinzioni del negazionista inglese David Irving e sulla battaglia giudiziaria che lo vide nella realtà protagonista in accanita opposizione alla storica Deborah Lipstadt. Il regista Mick Jackson, per la verità, non è all'altezza dell'illustre sceneggiatore e il film sconta per gran parte del suo, peraltro scorrevole, percorso una certa mancanza di grinta e un'impaginazione teatrale claustrofobica, facendo sì che i meriti finali si concentrino quasi esclusivamente sulle prestazioni offerte da un cast d'eccellenza. »

La verità negata | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
BAFTA (1)


Articoli & News
Poster
il poster
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedì 17 novembre 2016
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 3 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Liguria
  1 | Piemonte
  1 | Veneto
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità