Lo chiamavano Jeeg Robot

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Lo chiamavano Jeeg Robot   Dvd Lo chiamavano Jeeg Robot   Blu-Ray Lo chiamavano Jeeg Robot  
Un film di Gabriele Mainetti. Con Claudio Santamaria, Luca Marinelli, Ilenia Pastorelli, Stefano Ambrogi, Maurizio Tesei.
continua»
Azione, Ratings: Kids+13, durata 112 min. - Italia 2015. - Lucky Red uscita giovedì 25 febbraio 2016. MYMONETRO Lo chiamavano Jeeg Robot * * * 1/2 - valutazione media: 3,62 su 159 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
gaiart sabato 17 ottobre 2015
una tragicomica realtà eroica: un capolavoro Valutazione 4 stelle su cinque
85%
No
15%

LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

 

 

     Nel suo frigo ci sono solo budini alla crema. E per terra solo Dvd Porno.

Eppure agli occhi della sua innamorata (Ilenia Pastorelli), nel ruolo di Alessia, una squilibrata, problematica, semi fumetto lei stessa oltre che fanatica del cartone Jeeg Robot d’acciaio, Enzo Il protagonista, chiamato Hiroshi Shiba (anzi, “Hirò”, in romanesco) diviene un supereroe.

     Così Roberto Mainetti ambienta nel degrado totale della periferia di Roma, a Tor Bella Monaca, la parabola vuota di Enzo Ceccotti, (Santamaria), un eroe del male, introverso e triste, un ladruncolo qualsiasi, la cui vita viene rischiarata solo da Alessia; un arcobaleno che entra nella suo universo buio e ne tira fuori l’amore. [+]

[+] lascia un commento a gaiart »
d'accordo?
michele martedì 9 febbraio 2016
il film italiano dell'anno Valutazione 4 stelle su cinque
79%
No
21%

Potrebbe essere e mi auguro che lo sia, il film italiano dell’anno. “Lo chiamavano Jeeg Robot” deve essere un successo e in parte già lo è stato quando è stato presentato lo scorso Ottobre al Festival del Cinema di Roma, per due motivi essenziali. Uno riguarda il coraggio di Mainetti. Si, il coraggio perché non è vero che il pubblico italiano ama vedere solo commedie sentimentali, il pubblico va a vedere sempre commedie sentimentali perché oggi in Italia si producono solo film di quel tipo. E allora ben venga una storia di supereroi all’italiana, caciaroni e grotteschi che si danno battaglia in mezza Roma per difendere il bene e il male. [+]

[+] lascia un commento a michele »
d'accordo?
lorenzo perrucci lunedì 25 aprile 2016
lo chiamavano jeeg robot: fantastico. Valutazione 5 stelle su cinque
91%
No
9%

Lo Chiamavano Jeeg Robot è un film del 2015 diretto e prodotto da Gabriele Mainetti (autore anche dei cortometraggi Basette e Tiger Boy) e scritto da Nicola Guaglianone e Menotti. Il film è un omaggio al cartone animato (e manga) giapponese "Jeeg Robot" di  Gō Nagai: il riferimento a Jeeg Robot è il fatto che uno dei personaggi del film, crede che il protagonista , Enzo Ceccotti, sia Hiroshi Shiba (l'eroe del cartone animato Jeeg Robot).
Parliamo della trama in generale: Enzo Ceccotti (Claudio Santamaria) vive a Tor Bella Monaca (Roma)..è un uomo senza amici, vive in una casa deprimente, misera. [+]

[+] lascia un commento a lorenzo perrucci »
d'accordo?
sergio dal maso domenica 30 ottobre 2016
lo chiameremo jeeg robot Valutazione 5 stelle su cinque
67%
No
33%

Enzo Ceccotti è un balordo, un ladruncolo schivo e taciturno. Vive in uno squallido appartamento a Tor Bella Monaca, un quartiere periferico di Roma. Ossessionato dai dvd porno, si nutre avidamente di dessert alla vaniglia.
Dopo essersi buttato nel Tevere per sfuggire alla polizia finisce dentro un fusto abbandonato e si sporca con un misterioso fluido tossico radioattivo. Sopravvissuto alla febbre altissima scoprirà di aver ricevuto una forza sovrumana, in grado di fargli piegare i termosifoni e sradicare un bancomat. Finirebbe sicuramente col diventare un super-delinquente se il destino non gli facesse incontrare Alessia, una ragazza orfana con problemi psichiatrici convinta di vivere nel mondo di Jeeg Robot. [+]

[+] lascia un commento a sergio dal maso »
d'accordo?
maurizio meres venerdì 12 febbraio 2016
bravi Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Film più che riuscito,con una storia semplice di un ragazzo di borgata alla ricerca del lunario con furti per sopravvivere,abita in una casa squallida sporca,senza amici ma solo gente losca utile solo per vendergli ciò che ruba,quando all'improvviso per nascondersi dalla polizia si deve gettare nel Tevere e qui nel fiume più bello del mondo (scusate l'esagerazione) la fantasia,i sogni, tutto ciò che un regista per essere chiamato regista deve essere lo fa diventare un super eroe. Nel racconto non manca nulla,la violenza malavitosa più che attuale,l'amore per una ragazza problematica ma sognatrice rimasta mentalmente nella sua purezza di bambina,lo spirito altruistico. Sicuramente un film che sfida le leggi del mercato non eccessivamente scenografico,girato tutto a Roma,in presa diretta,in un neorealismo reale autentico i set sono tutti veri,italiano al cento per cento sicuramente costato pochissimo,una sceneggiatura semplice così come un bambino che leggendo un super eroe di un fumetto,sognando crede di esserlo. [+]

[+] lascia un commento a maurizio meres »
d'accordo?
catcarlo venerdì 29 aprile 2016
(super-)eroe per caso Valutazione 4 stelle su cinque
99%
No
1%

Come molti esordi, non solo sul grande schermo, il primo lungometraggio di Gabriele Mainetti – quarantenne romano con un passato d’interprete in prodotti televisivi – saccheggia a piene mani l’immaginario infantile e adolescenziale del regista, ma la rielaborazione degli spunti che ne derivano è tutto meno che banale tanto da sfociare in un curioso film d’azione che mischia Gomorra e Gotham City mantenendosi in brillante equilibrio anche là dove parrebbe impossibile. Enzo è un delinquente di mezza tacca con una predilezione per il porno: un bagno radioattivo lo dota di superpoteri, ma non lo smuove da una certa misantropia. La scossa arriva dal doversi in qualche modo occupare della bambina non cresciuta Alessia che ha la fissa dei cartoni animati giapponesi e dal contrasto con la banda dello Zingaro che vuole prendere il controllo di Tor Bella Monaca sfidando i rischi di uno scontro con le propaggini della camorra. [+]

[+] lascia un commento a catcarlo »
d'accordo?
89abeseag martedì 26 aprile 2016
il film di cui avevamo bisogno... Valutazione 4 stelle su cinque
96%
No
4%

"Lo chiamavamo jeeg robot" è il film che ci risolleva, dal punto di vista morale e dal punto di vista "patriottico" (nel senso di ridare vigore al cinema italiano). Una sceneggiatura ottima che coinvolge lo spettatore dall'inizio alla fine, cercando di dare un quadro completo a tutta la storia (riuscendoci pienamente). Nonostante la storia sia la stereotipata trama supereroistica, anche se quasi prevedibile viene accompagnata da una caratterizzazione innovativa dei personaggi, insieme a momenti di ironia che non sporcano la trama.Tutto ciò coronato da una regia impeccabile che raggiunge l'eccellenza nella scena a casa di Nunzia (solo chi ha visto il film potrà capire). Mainetti fa un ottimo lavoro dietro la cinepresa, catturando momenti pieni di tensione e di emozione, facendoci pensare che non stiamo vedendo un film soltanto supereroistico ma anche thriller e/o drammatico. [+]

[+] film che affonda l'italia (di flavia)
[+] è gia stato venduto all'estero (di gybbyr)
[+] lascia un commento a 89abeseag »
d'accordo?
francy99 martedì 26 aprile 2016
mai farsi influenzare dal pregiudizio! Valutazione 4 stelle su cinque
98%
No
2%

Mi rivolgo in particolare a quelli come me  che prima di vedere il film si sono fatti un giro fra le recensioni, bhe, vi dico che merita davvero. Ero partito molto scettico quando è uscito (25/02), non lo presi minimamente in considerazione, ma poi, tutte le persone che lo hanno visto lo hanno reputato un ottimo film, così, a due mesi esatti dall'uscita, sono andato a vederlo (ieri). Potete immaginare la mia reazione: sono rimasto sbalordito. Un film davvero ben costruito, non a caso è stato nominato a 16 David di Donatello tra cui 7 sono stati vinti . Complimenti a tutti gli attori! Claudio Santamaria, una performance davvero ottima; Luca Marinelli, un 'villan' davvero esuberante; Ilenia Pastorelli, è il tuo primo film, e lasciatemi dire chesi è fatta davvero una bella pubblicità, ottimo lavoro. [+]

[+] lascia un commento a francy99 »
d'accordo?
pier delmonte giovedì 28 aprile 2016
complimenti Valutazione 4 stelle su cinque
98%
No
3%

Bravo Gabriele Mainetti (regista) movimento macchina e inquadrature e locations inappuntabili, bravo Claudio Santamaria (attore principale) supereroe per caso, abbastanza stralunato ma adorabile, la storia e’ giusta, che un supereroe vada in soccorso di una periferia e’ meraviglioso, diciamo troppo lungo e il finale poteva essere studiato in maniera diversa, ultima mezzora discutibile

[+] lascia un commento a pier delmonte »
d'accordo?
bizantino73 mercoledì 27 aprile 2016
un noir? un fantasy?un manga? no un grande film. Valutazione 4 stelle su cinque
93%
No
7%

Ma chi è questo Gabriele Mainetti, che mescola con bravura tanti generi diversi, che riesce a farmi ridere, commuovere, inorridire, sorprendere ed a farmi sperare che non finisca mai ,il tutto nello spazio di due ore? Ma chi sono quei tre protagonisti così bravi  che non li puoi levare gli occhi di dosso e che riescono a rendermi simpatico lo stretto romanesco adoperato? Mi ricorda i fratelli Coen (Fargo) ma non sono loro; mi ricorda Tarantino ma non è lui.E' più di una sorpresa positiva. E' la consapevolezza che non c'è alcun bisogno di questi mostri sacri (l'ultimo Tarantino fra l'altro era una grande bufala) perchè gli autori (Autori) li abbiamo qui. [+]

[+] lascia un commento a bizantino73 »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 »
Lo chiamavano Jeeg Robot | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | gaiart
  2° | michele
  3° | lorenzo perrucci
  4° | sergio dal maso
  5° | maurizio meres
  6° | catcarlo
  7° | 89abeseag
  8° | francy99
  9° | pier delmonte
10° | bizantino73
11° | parieaa
12° | khaleb83
13° | enrico danelli
14° | willywillywilly
15° | max.dana
16° | dave san
17° | luca cinemaniacs
18° | mauro2067
19° | shagrath
20° | cpettine
21° | jackiechan90
22° | biso 93
23° | nino pell.
24° | vincemovies
25° | iuriv
26° | fabiofeli
27° | muttley72
28° | valerio
29° | carlosantoni
30° | vicio1974
31° | mauridal
32° | flyanto
33° | giomer
34° | eden artemisio
35° | vanessa zarastro
36° | robert1948
37° | giorgiolaporta
38° | riccardo tavani
39° | phoenix000
40° | shingo tamai
41° | antimorly
42° | fabius
43° | fabius
44° | estasimistica
45° | vepra81
46° | robbyreggy
47° | tot�96
48° | raffiraffi
49° | gabrykeegan
50° | no_data
51° | filippo catani
52° | andrea1974
53° | enzo70
54° | dandy
55° | orione95
56° | giacomino
57° | pallina58
58° | slevinkanevra
59° | ralphscott
60° | great steven
61° | luca1968
62° | mavez
63° | poldino
64° | ddeno
65° | aranceblu
66° | no_data
67° | beppelegro
68° | robroma66
69° | andrea battantier
70° | vincenzo ambriola
71° | la fabbrica dei sogni
72° | alexmitchell
73° | maumauroma
74° | scordo.giancarlo
75° | zarar
76° | riccardog
77° | flavia
78° | shura
Nastri d'Argento (11)
David di Donatello (23)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Facebook
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità