Gli ultimi saranno ultimi

Un film di Massimiliano Bruno. Con Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann, Fabrizio Bentivoglio, Stefano Fresi, Ilaria Spada.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, durata 103 min. - Italia 2015. - 01 Distribution uscita giovedì 12 novembre 2015. MYMONETRO Gli ultimi saranno ultimi * * 1/2 - - valutazione media: 2,93 su 38 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,93/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Tratto dall'omonimo fortunato spettacolo teatrale andato in scena nei teatri di tutta Italia dal 2005 al 2007, in cui la protagonista era Paola Cortellesi.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer Cinema
primo piano
Massimiliano Bruno racconta con umorismo e partecipazione le vicende di un gruppo di italiani stretti fra la crisi e la necessità di negarla
Paola Casella     * * * 1/2 -

Luciana vive ad Anguillara, lavora in fabbrica ed è sposata con Stefano, disoccupato cronico pieno di idee multimilionarie ma refrattario all'idea di "stare sotto padrone". Da tempo desiderano un figlio che non arriva, ma quando il loro sogno si avvera il datore di lavoro di Luciana si rifiuta di rinnovarle il contratto "a tempo determinato", vista la gravidanza in corso. Antonio è un poliziotto veneto trasferito ad Anguillara con disonore e accolto con scherno dai colleghi. Appena arrivato si confronta con le peculiarità del paese, a cominciare dai ripetitori che trasmettono la messa dai citofoni e dai lavandini di casa (insieme a una serie di radiazioni pericolose). Il suo è un percorso di espiazione costellato dalle punizioni del capo e le mortificazioni dei compagni di pattuglia.
Fin dalla descrizione dei due protagonisti paralleli, Gli ultimi saranno ultimi mostra come la sua storia potrebbe sconfinare ogni momento in farsa o in tragedia, e infatti la narrazione cammina in bilico su questo crinale, in quella tradizione del cinema italiano che attinge alla realtà e al carattere nazionale per declinarsi in tutte le sue sfumature tragicomiche. Scritto e diretto da Massimiliano Bruno, Gli ultimi saranno ultimi nasce come pièce teatrale ma nella trasposizione cinematografica attinge alla luminosità morbida e clemente della provincia laziale, allargando lo spazio a molti caratteri riconoscibili: gli amici, i vicini, la single "collezionista", la poliziotta goffa e sfortunata, la guardia giurata affettuosa (e quella letargica), l'apprendista ambiziosa (più per disperazione che per vocazione). Ognuno brilla grazie a una scrittura precisa e credibile, e all'interpretazione esatta ed empatica di un cast di ottimi caratteristi: la deliziosa poliziotta Maria Di Biase, gli amici Silvia Salvatori, Emanuela Fanelli, Giorgio Caputo e Marco Giuliani. Bravissimi anche Diego Ribon nei panni di un sindacalista da prendere a ceffoni, Duccio Camerini padrone di casa e Francesco Acquaroli padrone delle ferriere, Ariella Reggio mamma di Antonio.
Ovviamente la parte del leone va a Paola Cortellesi (Luciana), perfetta come sempre: tenera, stressata, commovente, buffa, patetica. Le tiene testa uno straordinario Alessandro Gassmann (il marito Stefano) che dà prova inconfutabile, con apparente leggerezza, della sua raggiunta maturità d'attore, e della sua capacità tutta italica (parliamo di commedia all'italiana) di essere insieme gaglioffo e gagliardo. Fabrizio Bentivoglio fa più fatica a risultare credibile nella sua volontà programmatica di calarsi nei gesti e nell'accento del poliziotto Antonio, ma rende bene la gravità del personaggio. Accanto a loro Stefano Fresi e Ilaria Spada lasciano come al solito il segno, e Irma Carolina di Monte interpreta con precisione forse il personaggio più originale del film. Vale la pena dettagliare il lavoro degli attori perché la regia è completamente al loro servizio, ne segue i movimenti interiori ed esteriori, resta loro addosso: nella scena della conversazione al ristorante la cinepresa pare un bambino che cerca di non perdersi neppure una parola, neppure una smorfia di quello che dicono i grandi.
Gli ultimi saranno ultimi racconta con strazio e partecipazione, ma anche con umorismo e levità, le vicende di un gruppo di italiani del presente stretti fra la crisi e la necessità di negarla, strozzati dalla paura e la vergogna, sempre più limitati nelle loro possibilità e nei loro margini di scelta. Persone che non riescono più a vedere ciò che sta davanti ai loro occhi, che prendono derive deleterie senza nemmeno rendersene conto, che vedono la loro dignità costantemente sotto attacco e tentano di difenderla come possono. Persone stanche, che smettono di essere ragionevoli e sbroccano o, peggio ancora, vanno lentamente alla deriva. Bruni le racconta con una delicatezza che si tiene al di qua della melensaggine e del melodramma (anche se alcune sottolineature musicali sono davvero esagerate) e gradualmente ci leva la pelle, lasciandoci scoperti, nudi davanti a ciò che siamo diventati, ognuno macchiandosi di piccole e grandi nefandezze. E racconta senza peli sulla lingua alcune grandi verità contemporanee, prima fra tutte quella che "senza il lavoro si puzza", e che homo sine pecunia est imago mortis: laddove homo sta per "essere umano", maschio e femmina.

Incassi Gli ultimi saranno ultimi
Primo Weekend Italia: € 985.000
Incasso Totale* Italia: € 2.453.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 6 dicembre 2015
Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
68%
No
32%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Gli ultimi saranno ultimi

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
1
David di Donatello
0
2
* - - - -

Indigesto

sabato 14 novembre 2015 di Eusebio Abbondanza

La filosofia bulimica del regista Massimiliano Bruno si può riassumere così: “se una cosa è buona, perché non metterne dieci?” Ma la riuscita di ogni prodotto, sia esso un'opera cinematografica come un buon piatto di alta cucina, è nella capacità di dosare al punto giusto soltanto gli ingredienti necessari.  Bruno invece ha paura che la storia che ci vuole raccontare, quella di una donna incinta che perde il lavoro, non sia mai continua »

* * * * -

Cortellesi contro tutti.

giovedì 5 novembre 2015 di bericopredieri

Ho visto una anteprima di questo film qualche giorno fa. Bene, devo dire che ultimamente anche il cinema italiano comincia ad trasporre sul grande schermo le tematiche sociali che più ci affliggono in questo critico periodo della nostra storia. Ancora troppo poco a dire il vero, troppi film cinepattoni buoni per tutte le stagioni ancora circolano. Questo film le tematiche più scottanti le affronta tutte, la mancanza di lavoro in primis, la mancanza di casa, la mancanza di un sostegno economico che continua »

* - - - -

Il minestrone di bruno

lunedì 16 novembre 2015 di MauriBianu

Gli ultimi saranno gli ultimi è un film destinato al solo pubblico affezionato di Bruno, il quale non riesce con questa pellicola, sempre che ne avesse avuto voglia, a conquistarsi nuovo pubblico. Del resto il film è un minestrone surgelato dal finto sapore drammatico dove, per strappare una lacrimuccia ma pure un sorrisetto, il regista ci mette tuttl gli ingredienti possibili. Il licenziamento, la maternità con aborti pregressi, il vivere di espedienti pur di non andare a lavorare, continua »

* * * - -

Paola delle meraviglie e dei diritti della donna

mercoledì 4 novembre 2015 di casomai21

La cosceneggiatrice e attrice protagonista Paola Cortellesi non smette di sorprendere per bravura in questa versione cinematografica di un testo presentato per due anni a teatro e che la vede come attrice protagonista.Un' interpretazione drammatica della storia di Luciana che nel momento in cui corona il suo desiderio di maternità perde un umile e mal retribuito lavoro dipendente in una picola azienda della provincia laziale. Quello che rende inaccettabile oltre la causa del licenziamento continua »

Luciana ( Paola Cortellesi)
"Nostro Signore ha detto " Gli ultimi saranno i primi ". Non ha detto di preciso… quando."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Paola Cortellesi
Mio figlio lo chiamano er figlio de Lucialo
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

FOCUS | Con Gli ultimi saranno ultimi, Massimiliano Bruno cerca un dialogo più fitto con la commedia all'italiana. Dal 12 novembre al cinema.

La ragazza con la pistola nell'italia che cambia

domenica 15 novembre 2015 - Roy Menarini

La ragazza con la pistola nell'Italia che cambia Una delle verità di questi anni è che non è chiaro cosa il nostro pubblico si aspetti dal cinema italiano. Il motivo per il quale la nostra produzione ha insistito tanto sulla commedia, nel nuovo secolo, non è solo un fatto di eredità storiche o di mera obbedienza al botteghino (che ovviamente pesa parecchio), ma anche di incertezza nel target da parte di sceneggiatori e registi. Di recente, la commedia - e con lei tutta la quota del cinema italiano al box office - ha subito un ridimensionamento.

   

CELEBRITIES | L'attrice protagonista di Gli ultimi saranno ultimi, dal 12 novembre al cinema, e stasera in Nessuno mi può giudicare, in streaming su MYMOVIESLIVE Nuovo Cinema Repubblica.

Artista completa

lunedì 9 novembre 2015 - Paola Casella

Paola Cortellesi, artista completa Paola Cortellesi è un'artista completa: recita in maniera sublime, canta come Ella Fitzgerald, scrive benissimo, è bella e spiritosa, insomma, è quasi insopportabile". A dirlo è Alessandro Gassmann, coprotagonista di Gli ultimi saranno ultimi, la commedia scritta e diretta da Massimiliano Bruno interpretata dalla Cortellesi prima a teatro e ora al cinema. Paola Cortellesi sa fare tutto, e bene. Ciò che la salva dall'essere un classico caso di "brava ma basta", e dunque dal diventare insopportabile, è che è umile e simpatica: non c'è un attore o regista che abbia lavorato con lei che non ne decanti la generosità, la gentilezza, lo stile.

   

Il dramma dell' "ultima" Paola Cortellesi

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Massimiliano Bruno ha im presso una virata drammatica al suo cinema (tre film da regista e molti da sceneggiatore) di commedia. Al centro il tema dell'essere padroni della propria vita e delle proprie scelte; riuscire, nel bene e nel male, a non subire passivamente e inconsapevolmente il corso delle cose. In un paese della provincia laziale Alessandro Gassmann e Paola Cortellesi sono una coppia piena di amici, economicamente precaria perché, la carretta la tira solo lei, e finalmente in attesa di un figlio che non arrivava mai. »

Gli ultimi rimangono ultimi

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Una donna come tante, Luciana (Cortellesi), vuole una vita senza pretese, al fianco del marito Stefano (Gassmann) da cui aspetta finalmente un figlio. Ma quando viene subdolamente licenziata l'effetto domino travolge la sua esistenza, quella dei suoi cari e pure degli estranei, quale il carabiniere Antonio Zanzotto (Fabrizio Bentivoglio)... Trasposizione del suo omonimo spettacolo teatrale, Gli ultimi saranno ultimi è il progetto più ambizioso di Max Bruno e insieme il meno riuscito: la riflessione sulla precarietà e la disparità di genere (c'è pure un trans risparmiabilissimo) tiene in ostaggio il racconto, incapace di far fronte a questi temi seri e pe(n)santi senza cadere nell'enfasi, nei didascalismi e nella mera inverosimiglianza (il gran finale in fabbrica dove tutti piombano non si sa come). »

Quei tre sono troppo ingenui

di Massimo Bertarelli Il Giornale

S'incrociano a fatica le due storie di Massimiliano Bruno, incautamente passato dalla commedia al dramma. Ad Anguillara, nel Lazio, l'operaia Paola Cortellesi viene licenziata dalla fabbrica di parrucche perché è incinta. Inutile chiedere aiuto al marito Alessandro Gassman, impegnato in folli progetti. È qui entra in scena il poliziotto Fabrizio Bentivoglio, inseguito da una cattiva fama. Tre sfigati che hanno la comprensione del pubblico, ma di un'ingenuità davvero esagerata. Da Il Giornale, 1 »

La Cortellesi, un'antieroina nei siparietti della commedia

di Valerio Caprara Il Mattino

In «Gli ultimi saranno ultimi» la Cortellesi lavora in fabbrica ed è sposata con Gassmann nelle vesti di fannullone fedifrago ancorché di buoncuore: nel paesino laziale dove vivono, la schietta e malmessa umanità dei nostri giorni sembra tenerli in un sorridente bagnomaria delle emozioni. Seguendo il canovaccio dell'omonimo monologo teatrale scritto espressamente per l'attrice, il Massimiliano Bruno ridanciano di «Nessuno mi può giudicare» e «Viva l'Italia» piazza nel quadretto un detonatore narrativo da cinema politico (tendenza, per così dire, Diecistelle) e, partendo dall'epilogo in stile cronaca nera, cerca di coinvolgere progressivamente il pubblico nella via crucis di una donna forte - non a caso il papà era sindacalista - colpita a tradimento dall'ingiustizia padronale e accomunata a sorpresa alle sorti parallele del poliziotto nordico Bentivoglio, spedito ad Anguillara Sabazia per indegnità professionale e sottoposto a una crudele forma di stalking. »

Gli ultimi saranno ultimi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | bericopredieri
  2° | zarar
  3° | eusebio abbondanza
  4° | casomai21
  5° | mauribianu
  6° | enzo70
  7° | antonietta dambrosio
  8° | tim_darkshadows
  9° | shaque
10° | vincenzo
11° | albydrummer
12° | emanuela-74
13° | gloriana83
14° | flaw54
15° | maynardi araldi
16° | nino pell.
17° | flyanto
18° | tristanodetrabail
19° | giorgio47
20° | maurizio meres
Rassegna stampa
Claudio Trionfera
Nastri d'Argento (1)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Facebook
Uscita nelle sale
giovedì 12 novembre 2015
Showtime
  1 | Liguria
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità