La notte del giudizio

Acquista su Ibs.it   Dvd La notte del giudizio   Blu-Ray La notte del giudizio  
Un film di James DeMonaco. Con Lena Headey, Ethan Hawke, Edwin Hodge, Max Burkholder, Tony Oller.
continua»
Titolo originale The Purge. Horror, Ratings: Kids+16, durata 85 min. - USA, Francia 2013. - Universal Pictures uscita giovedì 1 agosto 2013. - VM 14 - MYMONETRO La notte del giudizio * * 1/2 - - valutazione media: 2,68 su 35 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,68/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * - - -
   
   
   
Se per una notte, ogni anno, si potesse commettere qualsiasi crimine senza dover affrontare le conseguenze, cosa faresti?
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
DeMonaco crea un buon meccanismo di tensione permettendo, nella seconda parte del film, che un certo conformismo morale prenda il sopravvento
Rudy Salvagnini     * * * - -

Stati Uniti, 2022. La situazione socio-economica è ottimale, con un indice di disoccupazione ai minimi storici e una criminalità quasi azzerata. C'è però un prezzo da pagare per questa pace sociale: una notte all'anno è lasciato libero sfogo agli istinti violenti e tutto è permesso, qualunque crimine. Perciò, quelli che possono si asserragliano dentro case perfettamente protette ed equipaggiate, aspettando che passi. James Sandin si occupa di sistemi di sicurezza ed è al top di una categoria molto richiesta, in particolare in previsione di quella notte. Come gli altri anni, intende passare al sicuro la nottata con la famiglia, dopo aver messo in sicurezza i suoi clienti. Tutto è perfetto come al solito, ma Henry, il fidanzato della figlia diciottenne Zoey, resta di nascosto nella casa per incontrarsi con lei e parlare con James, che non vede di buon occhio la loro relazione. Inoltre, Charlie, il figlio piccolo, vede, dai monitor di controllo, un uomo di colore che chiede disperatamente aiuto poco fuori casa. È braccato e vuole un posto in cui nascondersi. Senza pensarci due volte, Charlie disattiva il sistema d'allarme e lo fa entrare. Due elementi di disturbo che sconvolgono la sicurezza del fortino della famiglia Sandin. Una delle conseguenze è che un gruppo di persone armate di tutto punto chiede la restituzione della sua vittima sacrificale altrimenti sarà la guerra. È solo l'inizio dei guai e la notte è ancora lunga.
La situazione di partenza è di quelle forti, azzeccate, semplici da capire e perciò maggiormente efficaci: il potere catartico della violenza usato per sanificare una nazione dai suoi istinti bestiali. Da un punto di vista sociologico è un punto di vista estremo e poco dimostrabile, ma narrativamente funziona alla perfezione, come funzionava la fredda furia vendicatrice di Charles Bronson in Il giustiziere della notte, di cui questo film è un'evoluzione fantahorror. Non casualmente, a creare problemi è il senso umanitario che improvvisamente emerge nella persona più giovane, quella con la coscienza meno anestetizzata.
Come nei vecchi cartoni animati di Ralph il lupo (parente stretto di Willy il coyote) con il cagnone da pastore, la violenza è strettamente legata a un'ideale timbratura del cartellino - dal tramonto all'alba - e perciò, in questo contesto realistico, ancora più disumana. Forse è eccessivo cercare significati socio-politici in un film di consumo come questo, ma l'horror è sempre stato un formidabile terreno per le metafore: il ritratto di una società paranoica, violenta, senza alcun ideale che possa redimerla, appare molto rispondente alla crisi che stiamo vivendo. DeMonaco riesce a far percolare nella storia quel tanto di allegoria che basta a darle un senso, ma punta soprattutto a creare un buon meccanismo di tensione, lasciando al minimo necessario la caratterizzazione psicologica e permettendo, nella seconda parte del film, che un certo conformismo morale prenda il sopravvento, forse per creare un meccanismo di identificazione e di riscatto morale. Il percorso motivazionale dei protagonisti è infatti dato per scontato, non è giustificato se non da generici giochi di sguardi e sensi di colpa. Mancano il coraggio di una maggiore cattiveria e la volontà di una denuncia più credibile e sferzante. E manca soprattutto il colpo d'ala che riscatti la storia dalla sua prevedibilità, anche se la conclusione non è peregrina e lascia intatto il carico di tensione. L'adrenalina comunque scorre a fiumi e lo spettacolo non manca, catarsi compresa. Come i morti viventi di George A. Romero, le persone comuni diventano il "mostro", in rivolta contro i loro simili. Ma il fatto che le vittime predilette siano i senzatetto, i poveracci di colore, evidenzia come la lotta di classe, nella società odierna, sia soprattutto tra ricchi e poveri. Il film non se ne fa carico se non in termini sfumati e poco impegnativi, ma anche solo esponendo la situazione determina una significativa presa di coscienza.
Il vero tema è l'assedio, con la conseguente difesa della casa, della famiglia, in qualche modo della giustizia, come in certi classici del western e dell'horror, da Un dollaro d'onore a Cane di paglia, o, appunto, La notte dei morti viventi. Non a caso DeMonaco (oltre al modesto horror Skinwalkers - La notte della luna rossa) ha scritto Assault on Precinct 13, il remake di Distretto 13 - Le brigate della morte, uno dei capolavori di questo sottogenere (l'originale, non il remake). Nel cast spiccano per competenza e dedizione Ethan Hawke e Lena Headey.

Stampa in PDF

Incassi La notte del giudizio
Primo Weekend Italia: € 325.000
Incasso Totale* Italia: € 1.068.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 25 agosto 2013
Primo Weekend Usa: $ 36.379.000
Incasso Totale* Usa: $ 64.421.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 4 agosto 2013
Sei d'accordo con la recensione di Rudy Salvagnini?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
67%
No
33%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

C'eravamo quasi

venerdì 2 agosto 2013 di AmyBlue

Una succulenta e promettente ricetta, data in mano al primo che passava di lì, preparata al microonde. Questo è The Purge (per una volta il titolo italiano non deturpa totalmente), un mix d'idee tutto sommato riciclate ma efficaci che poteva davvero assurgere a pietra miliare del genere distopico e, in una certa misura, può ancora generare un fenomeno di costume. In un futuro prossimo venturo gli states dei 'nuovi padri fondatori' hanno legalizzato il crimine per una notte all'anno, espediente continua »

* * - - -

Idea originale, realizzazione mediocre

martedì 6 agosto 2013 di ombri

Gli Stati Uniti d'America in un futuro non troppo lontano hanno trovato la soluzione per sconfiggere la criminalità e la disoccupazione: ogni anno per una notte tutto è permesso, ogni crimine rimane impunito, le strade sono nelle mani dei cittadini che, in assenza di servizi di emergenza fino all'alba, possono sfogare i loro peggiori istinti così da indossare i panni del cittadino modello per i 364 giorni seguenti. Non da ultimo, questo sistema permette di decimare in modo legalizzato i poveri e continua »

* * * - -

Un bel thriller che apre profonde riflessioni

sabato 3 agosto 2013 di Angelo Bottiroli - Giornalista

Che cosa succederebbe se per una notte all’anno nessun crimine viene punito e tutti sono,liberi di fare qualsiasi cosa, rubare, rapinare e persino uccidere? Come reagirebbero gli uomini senza più alcun deterrente? Funzionerebbero i loro freni inibitori? Sono alcune delle domande che inevitabilmente ci si pone dopo aver visto “La notte del giudizio”, un film realizzato con un piccolo budget e con attori poco conosciuti, ma sicuramente un bel thriller. Le domande potrebbero continua »

* * - - -

Tante buone intenzioni, ma...

mercoledì 7 agosto 2013 di derriev

Il voto che dò, 2 stellette, è forse anche un po' abbondante, per un film che parte da un'idea di fondo originale, ma che poi si disperde in rivoli di situazioni trite e ritrite. Trama: in un futuro imminente, in America è concessa una notte all'anno ai cittadini per sfogare la loro violenza, senza conseguenze legali.  Una famiglia si rintana in casa, come solito, per aspettare l'alba e il ritorno alla normalità; ma un imprevisto sconvolge la loro continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film La notte del giudizio adesso. »
Shop

DVD | La notte del giudizio

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 4 dicembre 2013

Cover Dvd La notte del giudizio A partire da mercoledì 4 dicembre 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd La notte del giudizio di James DeMonaco con Lena Headey, Ethan Hawke, Edwin Hodge, Max Burkholder. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1 - francese, Dolby Digital 5.1 - spagnolo, Dolby Digital 5.1 - hindi, Dolby Digital 5.1. Su internet notte del giudizio (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film La notte del giudizio

Per una notte sono tutti killer

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Futuro distopico. In America, disoccupazione e povertà sono ai minimi storici. Merito della scelta di legalizzare la violenza, anche se solo per una notte all'anno. Per dodici ore, ognuno può commettere ogni tipo di crimine senza essere perseguito, sfogo necessario per purificare gli Usa e i suoi cittadini. Chi non ha una dimora sicura, rischia più degli altri anche se nessuna casa è al sicuro. Tanti gli spunti di riflessione per un film sorprendente anche se pieno di falle. Da Il Giornale, 25 »

Dodici ore di liberazione

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

I1 mondo perfetto esiste. Si trova negli Stati Unitid'America, basta avere la pazienza di aspettare fino al 2022.. Città sicure, disoccupazione zero, economia a mille: ma come è stato possibile raggiungere risultati così sbalorditivi? La ricetta è semplice, ci dice James DeMonaco in La notte del giudizio: una volta all'anno, dal tramonto all'alba, è sufficiente lasciare libero sfogo alle pulsioni più profonde e violente della collettività. Tutti possono fare tutto, ma proprio tutto, per dodici ore, senza correre il rischio di essere perseguiti dalla legge. »

La notte del giudizio | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Rudy Salvagnini
Pubblico (per gradimento)
  1° | amyblue
  2° | ombri
  3° | derriev
  4° | angelo bottiroli - giornalista
  5° | filippo catani
  6° | miroforti
  7° | noonename
  8° | alessio c.
  9° | mirrina
10° | mickey97
11° | enlightenment
12° | the thin red line
13° | diomede917
14° | madmax86
Rassegna stampa
Maurizio Acerbi
Luigi Paini
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Sito italiano
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 1 agosto 2013
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità