Molière in bicicletta

Acquista su Ibs.it   Dvd Molière in bicicletta   Blu-Ray Molière in bicicletta  
Un film di Philippe Le Guay. Con Fabrice Luchini, Lambert Wilson, Maya Sansa, Laurie Bordesoules, Camille Japy.
continua»
Titolo originale Alceste à bicyclette. Commedia, durata 104 min. - Francia 2013. - Teodora Film uscita giovedì 12 dicembre 2013. MYMONETRO Molière in bicicletta * * * - - valutazione media: 3,41 su 34 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,41/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Serge, un tempo grande attore, si è ritirato da tempo a vita privata. Finchè non gli viene offerta una parte interessante, quella del Misantropo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Commedia in versi e in cinque atti, un omaggio al mondo del teatro e alla fragilità dei suoi protagonisti
Marzia Gandolfi     * * * - -

Gauthier Valence è un attore celebre e amato dal pubblico, che lo segue appassionato in un medical drama francese. Stufo di interpretare eroi buoni di fiction televisive decide di mettere in scena Molière e di chiedere aiuto a Serge Tanneur, grande talento del teatro ritiratosi tre anni prima al culmine della sua carriera. Raggiunto Serge a l'Île de Ré, Gauthier prova a convincerlo a tornare a recitare, proponendogli "Il Misantropo", che Serge ha sempre sognato di interpretare. Adulato e lusingato, Serge fa resistenza e chiede a Gauthier qualche giorno di prova. Narcisi ed egoisti, decidono di fare a turno la parte di Alceste, il protagonista innamorato di Celimene e amico di vecchia data di Filinte. Alternando il ruolo di Alceste con quello di Filinte e ripetendo fino allo sfinimento la scena uno dell'atto primo, Serge e Gauthier arrivano al termine della 'recita' e a un passo dal capirsi. Ma l'incontro con Francesca, una bella italiana divorziata, sconvolgerà il loro equilibrio, scompaginando testo e vita.
Commedia in versi e in cinque atti, "Il Misantropo" è la storia di un uomo intransigente, che rifiuta l'ipocrisia ed esibisce una rigida rettitudine che si ripete 'per principio', allontanandolo dal mondo e dalle relazioni umane. E come l'Alceste di Molière, Serge Tanneur si è congedato dalla mondanità e dai riflettori, ripiegando nella solitudine e nella lagnanza, da cui lo stana Gauthier Valence. Scorbutico, geloso e crudelmente sincero, il personaggio di Fabrice Luchini trova in Lambert Wilson un'antagonista all'altezza, con cui provare e (ri)provare a se stesso di essere il migliore. Portatori di una comicità corrosiva, Luchini, saturo di bile nera, e Wilson, pieno di vanagloria, interpretano a turno l'Alceste molièriano, esibendo la dimensione atemporale del suo carattere e la modernità dei suoi difetti. Nato dall'ossessione di Fabrice Luchini per il commediografo francese, Molière in bicicletta è una commedia che mette in crisi, ridicolizzandoli, gli automatismi su cui la società (dello spettacolo) si fonda.
Confrontando due attori diversi per fama e formazione, uno si è ritirato dal mondo e non scende mai a compromessi, l'altro vive nel mondo a cui si adatta attraverso il compromesso, Philippe Le Guay realizza un omaggio al mondo del teatro e alla fragilità dei suoi protagonisti, battuti dal vento dell'Atlantico e trionfanti sulla metrica francese. Lo schema ritmico della commedia è alessandrino e fedele alla musicalità del poeta, al cui servizio si mettono Luchini e Wilson, entrando in comunicazione col movimento creativo del testo originale. Sul divano o in sella alla bicicletta del titolo, Serge e Gauthier declamano versi e incarnano la 'cattiva piega' dell'anima, infilando curve senza freni e specchiando l'uno nell'altro la propria crisi e i propri fallimenti. Alla ricerca di una felicità che si allontana, si spingono a largo fino a un irrecuperabile distacco, che arena Serge sulla spiaggia e 'inciampa' Gauthier sul palcoscenico. Le parole, quelle in versi e quelle in prosa, servono da travestimento della realtà e da segno di riconoscimento ma pongono continuamente a rischio il suo disvelamento.
La pièce ripetuta e ridetta non è altro che il riflesso di un'altra messa in scena, fatta degli scambi interminabili e delle piccole ipocrisie dei protagonisti, scambi che tradiscono un presente cupo e cercano una rivalsa nella creazione artistica, che al contrario non salva nessuno e dice a ciascuno il fatto suo. Nella forma cortese di Molière o in quella leggera di Jimmy Fontana, che mette in guardia sulla volubilità dell'uomo e la mobilità del mondo.

Incassi Molière in bicicletta
Primo Weekend Italia: € 53.000
Incasso Totale* Italia: € 747.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 12 gennaio 2014
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
73%
No
27%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Molière in bicicletta

premi
nomination
Cesar
0
3
* * * * -

Tra finzione e realt ecco il ritratto di un vero

martedì 17 dicembre 2013 di Flyanto

 Film in cui si narra di un ex-grande attore, ormai ritiratosi dalle scene e dalla vita pubblica nell' Isola del Re in Bretagna, il quale viene contattato da un suo ex collega, più giovane ed interprete per lo più di fiction televisive, con la proposta di partecipare alla rappresentazione teatrale de "Il Misantropo" di Molière. Sebbene all'inizio sia alquanto riluttante l' ex grande attore, interpretato da Fabrice Luchini, pian piano accarezza l'idea continua »

* * * * -

Alceste o filinte?

venerdì 27 dicembre 2013 di vanessa zarastro

Una deliziosa commedia francese – che consiglierei di vedere in originale – sull’amicizia maschile filmata da Philippe Le Guay. Un attore di successo di nome Gauthier Valence (Lambert Wilson) va a trovare un amico ex-attore ritiratosi a Saint-Martin-de-Ré, un’isola un pò “modaiola” nell’oceano atlantico, unita da un lungo ponte a La Rochelle. Gli propone di recitare nel Misantropo di Molière e per una settimana provano insieme incessantemente continua »

* * * - -

Una versione inedita del misantropo

venerdì 20 dicembre 2013 di Eugenio

Cinema un po’ d’essay la nuova “avventura filmica” del regista francese Le Guay dopo l’acclamato successo de “Le donne del sesto piano”. Siamo lontani da quel filone ma la strada dell’originalità -in questo caso definita dalla contaminazione teatro-cinema- è ben percorsa e procede senza intoppi. Certo, adattare Moliere ed in particolare “Il misantropo” fino a renderlo protagonista di una pellicola, è scelta coraggiosa in un cinema che fa sempre più abuso di effetti digitali di massa ma Le Guay continua »

* * * - -

Homo homini lupus

lunedì 23 dicembre 2013 di FabioFeli

Serge (Fabrice Luchini) è un attore di teatro che si è ritirato dalle scene, eleggendo a suo rifugio solitario un casale sull’Ile de Rè, davanti a La Rochelle, sulla costa atlantica della Francia tra Nantes e Bordeaux; il suo carattere alieno dall’ipocrisia rende difficili i rapporti con il prossimo. Gauthier (Lambert Wilson) è un attore reso ricco e noto da una stucchevole serie televisiva imperniata sugli zuccherosi drammi di “medici senza macchia continua »

Luchini
"Sono ateo come vero Iddio!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Molière in bicicletta

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 20 maggio 2014

Cover Dvd Molière in bicicletta A partire da martedì 20 maggio 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Molière in bicicletta di Philippe Le Guay con Fabrice Luchini, Lambert Wilson, Maya Sansa, Camille Japy. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Molière in bicicletta (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 14,99 €
Aquista on line il dvd del film Molière in bicicletta

Due eccellenti attori per la morale di Molière

di Alessandra Levantesi La Stampa

Nel delizioso Molière in bicicletta, Philippe Le Guay (l'autore di Le donne del sesto piano) si rifà a Il misantropo, giocandone il testo fra vita e teatro nella ventosa cornice fuori stagione della bretone località di Ile de Ré, dove si è ritirato a vivere in solitudine il talentoso teatrante Fabrice Luchini. Quando il collega Lambert Wilson, divo televisivo di successo, viene a proporgli di tornare a recitare nel Misantropo, alternandosi con lui nelle parti di Alceste e Filinte, il suo interesse è solleticato e i due iniziano tentativamente a provare. »

di Adriano De Grandis Il Gazzettino

Due amici attori si scambiano la parte provando "Il misantropo" di Molière, ma i caratteri delle persone escono allo scoperto. E in mezzo ci finisce un'italiana un po' spaesata. A tratti, fatte le proporzioni e la diversità dello scritto, sembra di rivedere Amalric e Seigner in "Venere in pelliccia", con quell'entrare e uscire tra i personaggi della pièce e quelli del film. Qui Luchini sovrasta Lambert Wilson e anche Maya Sansa. Entusiasmo in Francia per una bella commedia garbata. Da Il Gazzet »

Luchini, virtuosismi verbali in punta di cienpresa

di Valerio Caprara Il Mattino

Se un film modesto come «Blue Jasmine» passerà alla storia per la superprotagonista Cate Blanchett, un altro - molto migliore, ma di nicchia - lo farà grazie a Fabrice Luchini. «Molière in bicicletta» è una minimale quanto perfetta trappola drammaturgica che intarsia in punta di cinepresa le scaramucce da applausi a scena aperta tra due attori impegnati a mettere (forse) in scena una versione del classico «Il misantropo». Serge, interpretato con evidenti citazioni autobiografiche dall'incomparabile Luchini, ha abbandonato le scene e si è ritirato nel buen retiro dell'atlantica Ile de Ré; Gauthier (un Wilson all'altezza), divo tv col complesso d'inferiorità nei confronti dei big del teatro, è andato a trovarlo per coinvolgerlo in un allestimento che potrebbe valorizzarlo. »

Quei versi pericolosi di Molière

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Due attori, un'isola, una commedia immortale. E una bella italiana arenata lì quasi per caso che i due istrioni finiranno per disputarsi. Senza smettere di duellare a colpi di alessandrini. Anche se non siamo nel Seicento e a recitare Célimène, per un attimo, sarà un quarto personaggio: una giovanissima pornoattrice che si rivela a sorpresa candida e emozionante (commento geniale di Luchini: «Viviamo in un'epoca straordinaria!»). Se anziché in bici i protagonisti andassero a cavallo, Molière in bicicletta potrebbe essere un western, con i due eroi che si contendono i favori della bella del posto dando il meglio e soprattutto il peggio di sé. »

Molière in bicicletta | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | flyanto
  2° | vanessa zarastro
  3° | erlebnis
  4° | fabiofeli
  5° | eugenio
  6° | ennas
  7° | linus2k
  8° | catcarlo
  9° | sirio
10° | pincenzo
11° | noillusions
12° | alexander 1986
13° | ernesto94
14° | roncola
15° | marilena
16° | xoting
17° | francesca meneghetti
18° | pascale marie
19° | gerardo monizza
Cesar (3)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 12 dicembre 2013
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità