Di nuovo in gioco

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Di nuovo in gioco   Dvd Di nuovo in gioco   Blu-Ray Di nuovo in gioco  
Un film di Robert Lorenz. Con Clint Eastwood, Chelcie Ross, Ed Lauter, Amy Adams, Raymond Anthony Thomas.
continua»
Titolo originale Trouble With the Curve. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 111 min. - USA 2012. - Warner Bros Italia uscita giovedì 29 novembre 2012. MYMONETRO Di nuovo in gioco * * 1/2 - - valutazione media: 2,88 su 40 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,88/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * - - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
Dopo Million Dollar Baby l'attore e regista Clint Eastwood ritorna a recitare la parte di un talent scout sportivo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Film sul baseball dalla traiettoria troppo dritta e prevedibile. Con Eastwood impiegato per rifare se stesso
Marianna Cappi     * * - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Gus è uno dei migliori scout nel mondo del baseball, da decenni. Con l'avanzare dell'età, però, sta perdendo la vista e facilitando il compito di chi, sul lavoro, vorrebbe fargli le scarpe. Sua figlia Mickey, convinta da un amico di famiglia, si offre di accompagnarlo nel Nord Carolina, per aiutarlo a decidere se un giovane battitore è davvero la promessa che sembra. Da parte sua, però, Gus non ha mai fatto altrettanto per stare vicino alla figlia e la trasferta si rivela per la ragazza l'occasione di mettere il padre alle strette ed esigere una spiegazione.
C'era una volta, circa un anno fa, un bel film sul baseball intitolato Moneyball, e c'è ora un altro film sullo stesso sport per il quale però si fatica ad esprimere lo stesso entusiasmo. C'era una volta un grandissimo Clint Eastwood in Million dollar baby, alle prese con un rapporto coach-allieva che diventava un legame vitale come quello tra un padre e una figlia, e c'è ora un Clint Eastwood che fa tristemente il verso a se stesso in Gran Torino, impegnato in un rapporto biologico padre-figlia che compie però esattamente il percorso inverso.
Non si può non pensare che l'attore stia facendo una sorta di favore a Lorenz, anche se non ne conosciamo i termini, per ricompensare anni di sodalizio professionale, con il primo in veste di regista e il secondo di produttore o assistente. Ma non si può nemmeno non avvertire una sorta di beffa nel vedere l'uomo che ha riportato ai massimi livelli il cinema classico americano dentro un copione che si spaccia per classico ma è semplicemente prevedibile e vetusto.
Le belle scene che costruiscono il rapporto tra Eastwood e Amy Adams - perché ce ne sono - vengono compensate dalla banalità di molte altre (più o meno tutte quelle che hanno a che fare con il telefonino di Mickey), piazzando il risultato su un deludente zero a zero. E risulta inutile anche appellarsi ai messaggi nella bottiglia lanciati nel flusso del film, come quello che vorrebbe ridimensionare il ruolo della vista nel giudizio e invitarci a far uso degli altri sensi, l'udito per primo, perché non solo Di nuovo in gioco non ha particolari idee visive, se non quella di rifarsi allo stile asciutto di Eastwood stesso, ma non ha nemmeno dialoghi degni di nota.
S'imprime soltanto, ma con potente evidenza, l'alchimia tra i due protagonisti, congegnata in sceneggiatura secondo un parallelismo fin troppo perfetto, ma soprattutto innalzata dal lavoro degli attori fino a rendere la relazione di parentela più che credibile, quasi naturale.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
DI NUOVO IN GIOCO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
Wuaki.tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
* * * - -

Come il protagonista,clint può ancora stupire...

sabato 1 dicembre 2012 di tony.stark

Un osservatore di baseball, continuamente in cerca di nuovi talenti, sente il peso degli anni sempre più minaccioso per la sua professione, nonostante le sue grandissime capacità che neanche gli avversari mettono in dubbio. Le nuove tecnologie ed una affamata generazione incombente complicano ulteriormente la sua posizione, la cui precarietà è simboleggiata dai problemi alla vista (e meno male che stavolta non guida una Gran Torino, vista la sua ormai nulla continua »

* * * * -

L'istinto e l'intuizione contro il computer

sabato 1 dicembre 2012 di renato volpone

Clint Estwood torna davanti alla cinepresa come attore in un film girato da Robert Lorenz. Bravo come sempre Clint ci racconta la vita di un vecchio e lo fa con bravura e amor del vero. É la storia di un talentscout del baseball che ormai vecchio vuole essere messo da parte dalla società per far spazio a giovani rampanti informatizzati. Lui, invece, dimostrerà come non sempre il mondo dell'informatica può sostituire l'istinto e l'intuizione. Il film non é continua »

* * - - -

Clint sotto la media

lunedì 3 dicembre 2012 di Filippo Catani

Un vecchio scout di giocatori di baseball concentra la sua esistenza nel selezionare giocatori guardandoli dal vivo e facendo le proprie personali statistiche senza usare il computer. L'uomo ha una figlia con cui ha un rapporto burrascoso e che sta cercando di diventare socia dello studio di avvocati dove lavora. Quando l'anziano padre comincerà ad avere problemi di vista, la giovane tornerà ad accompagnarlo come faceva da piccola. Diciamolo subito; per come ci ha abituato continua »

* * * - -

La semplicità può avere valore non banale

mercoledì 5 dicembre 2012 di Zoom e Controzoom

Inutile risottolineare quanto sia grande anche come attore Clint Eastwood che qui interpreta la difficile parte di un ipotetico se stesso, con una cosa certa in comune: la vecchiaia. I malanni son sempre difficili da accettare nonostante si cerchi di affrontarli con la forza di un caratteraccio che non si piega a nulla e un fisico e un morale che incassano ogni sorta di dolori che la vita dispensa gratuitamente a tutti. A confrontarsi in questo momento della vita, Gus/Clint, si trova esposto su continua »

Clint Eastwood
"Perchè mi fissate? Non sono una spogliarellista!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Di nuovo in gioco

Uscita in DVD

Disponibile on line da sabato 2 marzo 2013

Cover Dvd Di nuovo in gioco A partire da sabato 2 marzo 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Di nuovo in gioco di Robert Lorenz con Clint Eastwood, Chelcie Ross, Raymond Anthony Thomas, Ed Lauter. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Di nuovo in gioco (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,74 €
Prezzo di listino: 12,99 €
Risparmio: 3,25 €
Aquista on line il dvd del film Di nuovo in gioco

SOUNDTRACK | Di nuovo in gioco

La colonna sonora del film

Disponibile on line da lunedì 10 dicembre 2012

Cover CD Di nuovo in gioco A partire da lunedì 10 dicembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Di nuovo in gioco del regista. Robert Lorenz Distribuita da Colosseum.

GALLERY | La locandina esclusiva del prossimo film con Clint Eastwood.

Il baseball come campo di prova della vita

martedì 2 ottobre 2012 - Nicoletta Dose

Di nuovo in gioco, il baseball come campo di prova della vita Il premio Oscar Clint Eastwood, Amy Adams e Justin Timberlake sono i protagonisti di Di nuovo in gioco, la seconda prova alla regia per Robert Lorenz. La storia del film è incentrata su un bravo scout del baseball (Eastwood) che cerca nuovi talenti sportivi da una vita; quando sopraggiunge il momento di andare in pensione, cerca in tutti i modi di rimanere a fare il suo lavoro. L'unica che può aiutarlo nella causa è la figlia (Amy Adams), un avvocato di Atlanta, con la quale non parla da anni. Sarà l'occasione per rimettersi in gioco, ognuno sul suo campo d'azione, entrambi pronti a difendere la propria identità.

   

Clint, icona di una magnifica vecchiaia

di Valerio Caprara Il Mattino

Caso più unico che raro, Eastwood non è stato messo all'indice dalla Hollywood ultra-obamiana dopo la nota performance elettorale pro-Romney. Sarebbe grottesco che lo fosse a casa nostra, dove le categorie ideologiche sono notevolmente differenti da quelle americane: l'orientamento dell'ottantaduenne Clint, in effetti, si riconosce da sempre nel pragmatismo dei padri fondatori basato sull'autonomia dell'individuo e il diritto al benessere e alla libertà contro l'invadenza e la burocrazia dello stato che lo mettono spesso in rotta di collisione con il culto della democrazia (magari "esportabile") caro ai liberal. »

L'allenatore Clint "sente" la battuta ma senza fuori campo

di Roberto Nepoti La Repubblica

Forse bisognerebbe farlo vedere in tutte le scuole di cinema questo Di nuovo in gioco. Aiuterebbe i futuri cineasti a capire il ruolo e l'importanza della regia. Che qui manca totalmente ma che, proprio come esempio «negativo», potrebbe forse favorire - per contrasto - una positiva presa di coscienza. Perché è vero che il film è opera collettiva, dove tutti, dall'autore del soggetto all'ultimo degli elettricisti, svolgono un ruolo fondamentale. Ma (...) se manca il «direttore» il risultato è sempre deludente. »

Eastwood, il cuore ambiguo dell'America

di Alessandra Levantesi La Stampa

Era da Nel centro del mirino (1993) che Clint Eastwood non recitava in un film a firma altrui ma, pur non personalmente diretto, Di nuovo in gioco è a ogni effetto un prodotto di scuderia. Ne è regista Robert Lorenz, che lo affianca in veste di produttore da quasi trent'anni; nel cast artistico figurano il direttore di fotografia Tom Stern, i montatori Joel Cox e Gary Roach, lo scenografo James Murakami, la costumista Deborah Hopper, che con Eastwood lavorano da una vita. E infatti ritroviamo i tratti tipici del suo stile: taglio asciutto ed elegante, fotografia intonata al registro della storia (niente atmosfere plumbee, stavolta si tratta di una commedia, seppur agra), ambientazione in Georgia e Carolina che fra anonimi motel e stadi provinciali suggerisce la solitudine dell'esistenza randagia del protagonista, abile scopritore di talenti per gli «Atlanta Braves», squadra di baseball di seconda serie. »

Eastwood va a caccia di talenti del baseball

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Il baseball, tanto caro alle platee ainencane. Il protagonista, Gus Lobel, è uno "scout" cioè uno di quegli esperti scopritori di talenti destinati, soprattutto se "battitori", a vincere presto sul campo. Però è anziano, quasi cieco (anche se lo nasconde) e gli ottimi risultati che ancora ottiene sono solo il frutto dell'udito molto fine con cui, senza mai sbagliarsi, capisce come il giocatore batte la palla. Ha una figlia, Mickey, esperta di baseball quasi come lui, ma ora è diventata avvocato perchè il padre ha deciso di tenerla lontana da quel gioco e, perciò, anche da se stesso, visto che vi ha dedicato l'intera vita. »

Di nuovo in gioco | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità