Come pietra paziente

Acquista su Ibs.it   Dvd Come pietra paziente   Blu-Ray Come pietra paziente  
Un film di Atiq Rahimi. Con Golshifteh Farahani, Hamid Djavadan, Massi Mrowat, Hassina Burgan Titolo originale Syngué Sabour. Drammatico, durata 103 min. - Francia, Germania, Afghanistan 2012. - Parthenos uscita giovedì 28 marzo 2013. MYMONETRO Come pietra paziente * * * 1/2 - valutazione media: 3,58 su 23 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,58/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Il film è tratto dall'omonimo libro firmato dallo stesso regista, Atiq Rahimi, il primo scrittore afgano ad essersi aggiudicato il più prestigioso premio letterario francese.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film sulla femminilità negata interpretato straordinariamente
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Afghanistan. Una giovane donna con due figlie in tenera età assiste in una misera abitazione il marito mujaeddhin, in coma in seguito a uno scontro con un compagno d'armi. La donna deve combattere con la mancanza di denaro e per questo allontana da casa le bambine affidandole a una zia che gestisce una casa di piacere. Da quel momento si sente ancora più libera di confidare al coniuge segreti inconfessabili in precedenza. Quando poi una novità irromperà nella sua vita finirà con il trovare tutto il coraggio.
La 'syngué sabour' nella tradizione popolare afghana è la 'pietra paziente' cioè una pietra magica alla quale è possibile raccontare tutti i segreti, le sofferenze, le difficoltà. La pietra si carica di queste rivelazioni fino a quando si frantuma. Atiq Rahimi nasce come documentarista per poi passare alla scrittura che si trasforma rapidamente in cinema da lui diretto. Se Terre et cendres, dal suo romanzo omonimo, presentato nel 2004 a Cannes ottiene un'ottima accoglienza in Francia, questo Come pietra paziente è destinato a ripercorrerne le orme.
Letto il libro il famoso sceneggiatore Jean-Claude Carrière ha proposto subito la sua trasformazione in sceneggiatura. La sua lunga frequentazione con il cinema d'autore (da Buñuel a Trueba passando per Louis Malle) gli ha permesso di cogliere il potenziale cinematografico della pagina scritta. Rahimi afferma "L'Afghanistan cristallizza tutte le contraddizioni umane possibili. Per me, oggi è come Star Wars di George Lucas: da un lato, la vita assomiglia a quello del Medioevo (il modo di vestire, le relazioni sociali, i valori religiosi...) e dall'altro dispone degli armamenti più sofisticati del mondo."
Sono però proprio le vibrazioni prodotte dalle esplosioni che sembrano scuotere irreversibilmente questo mondo, in cui il tempo sembra essersi fermato, a risultare inferiori alla potenza deflagrante del vissuto forzosamente occultato della giovane protagonista. Sostenuto dalla straordinaria interpretazione di Golshifteh Farahani (About Elly) questo personaggio è destinato a rimanere a lungo nella memoria degli spettatori. Perché si tratta di un duello tra due corpi. Uno, quello del marito, immobilizzato nel coma e alimentato in modo rudimentale da una flebo artigianale ma ancora capace di provocare sofferenza nell'altro. Una sofferenza che si fa ricordo di umiliazioni subite in quanto donna, essere inferiore a cui non concedere né ascolto né, tantomeno, affetto.
Un corpo costantemente coperto che però progressivamente acquista luminosità a partire dal volto grazie a un processo di autoanalisi liberatoria. Un processo che verrà accelerato da un incontro capace di mostrare alla protagonista un aspetto diverso della realtà che non aveva mai potuto sperimentare in precedenza. Un incontro che le permette di rivelare a se stessa una femminilità fino ad allora implosa se non negata. Come la nega quel burqa che quando esce di casa, grazie a un solo gesto divenuto forzosa abitudine la separa dal mondo.

Stampa in PDF

Incassi Come pietra paziente
Primo Weekend Italia: € 62.000
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
74%
No
26%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Come pietra paziente

premi
nomination
Cesar
0
1
* * * * -

La condizione femminile

martedì 9 aprile 2013 di angelo umana

 Apparentemente un film di guerra in Afghanistan, di bombe troppo grosse e tuonanti per essere intelligenti, di violenze dei militari e dei talebani che penetrano arroganti nelle case (e che violentano le vergini, non le prostitute): tutto sconvolge la vita misera di una città arrampicata in modo insicuro sulle montagne, gli atti quotidiani di piccola gente che diventano impossibili a farsi, vite precarie come di formiche. In realtà è un film sulla condizione femminile continua »

* * * * -

La prigionia del corpo e dell'anima

domenica 31 marzo 2013 di donni romani

La pietra paziente, narra la leggenda è una pietra magica cui confidare le proprie sofferenze e i propri segreti: lei li assorbirà e un giorno si frantumerà, liberandoti da tutta la pena e il dolore. E sulla base di questa potente metafora Atiq Rahimi costruisce un magnifico film simbolico, introspettivo, dolente, eppure calato nella realtà più cruda senza che questo intacchi minimamente lo stream of consciousness della protagonista. La storia si svolge a continua »

* * * * *

Un film dove anche il silenzio parla

giovedì 28 marzo 2013 di renato volpone

Raccogli una pietra, appoggiala davanti ai piedi e raccontale tutti i segreti,  lei ti ascolterà paziente. Quando avrai finito la pietra si frantumerà in tanti pezzi e tu sarai finalmente libero da tutte le  sofferenze. La protagonista del film ha trovato la sua  pietra paziente e le racconta tutti i tormenti, i segreti e le sofferenza. Sono gli stessi di tutte le donne che subiscono violenza e che vengono private della libertà di essere Vive. Chiusa in una casa continua »

* * * * -

Parola corpo e identità

venerdì 5 aprile 2013 di Abela

Come pietra paziente di Atiq Rahimi è un film bellissimo, asciutto e duro: la storia della liberazione di una donna dalla gabbia di un sistema oppressivo e offensivo della dignità femminile, mutilante - prima ancora che il corpo - l'anima. L'auto-liberazione attraverso la parola di una moglie che si scontra con il silenzio di un marito tanto anaffettivo quanto smisurato nella rabbia possessiva, al punto da risvegliarsi dal coma. La parola e il desiderio che si precisa e che via via si carica e spoglia continua »

la donna,ricordando una frase detta dalla zia.
"Gli uomini che non sanno fare l'amore, fanno la guerra!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Come pietra paziente

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 8 ottobre 2013

Cover Dvd Come pietra paziente A partire da martedì 8 ottobre 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Come pietra paziente di Atiq Rahimi con Golshifteh Farahani, Hamid Djavadan, Massi Mrowat, Hassina Burgan. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Come pietra paziente. Syngué Sabour (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 10,39 €
Prezzo di listino: 12,99 €
Risparmio: 2,60 €
Aquista on line il dvd del film Come pietra paziente

La pietra che ascolta con pazienza i segreti delle donne

di Natalia Aspesi La Repubblica

In una stanza spoglia un uomo è disteso a terra, nell'immobilità assente del coma, la giovane moglie inginocchiata accanto a lui amorevolmente lo assiste e sempre più crudelmente gli parla: fuori le cannonate, le macerie, la polvere, i carri armati, i morti, di Kabul. La meraviglia sconvolgente di Come pietra paziente, nasce da queste immagini dolenti e miserabili, dal lungo monologo angosciato e feroce della donna che raccontando se stessa racconta tutta la sofferenza, l'umiliazione, la ribellione di milioni di donne; dal viso di emozionante bellezza dell¿attrice iraniana Goldhifeth Farahani, che l'impenetrabile burka cancella, ogni volta che con gesti antichi di rabbia e sottomissione lei ci si imprigiona. »

di Anna Maria Pasetti Il Fatto Quotidiano

Afghanistan, montagne intorno a Kabul. Nel pieno della guerra, una giovane moglie e madre veglia senza sosta al capezzale del marito, soldato in coma a causa di una pallottola nel cervello. Nelle lunghe giornate al suo fianco, la donna gli apre il suo cuore- come non aveva mai saputo fare. In questo modo lui diventa la sua "pietra paziente", metafora della cultura islamica che individua una pietra magica capace di attirare i segreti dell'anima. All'aggravarsi del conflitto, la donna è costretta a dichiararsi prostituta per allontanare violenze dai militari, ma incredibilmente, in quel contesto trova se stessa. »

Se l'emancipazione parla alle pietre

di Alessandra Levantesi La Stampa

Il titolo del romanzo (Einaudi) e del film che lo scrittore stesso - l'afghano naturalizzato parigino Atiq Rahinti - ne ha tratto, si riferisce a una sorta di pietra magica alla quale si usa confidare disgrazie e dolori per essere alleviati quando infine la pietra va in frantumi. La «pietra paziente» cui si rivolge la protagonista (un'intensa Golshifteh Farahani) è suo marito, eroe di guerra che giace in coma gravemente ferito. Siamo nei sobborghi di Kabul, dove di continuo si aggirano pattuglie di uomini armati pronti a uccidere e a stuprare; ma la donna, dopo essersi rifugiata con le figliolette da una zia in una zona protetta, ogni giorno sfida il pericolo per recarsi al capezzale del coniuge, che non può né sentire nè parlare, e raccontargli frustrazioni matrimoniali e ineonfessabili segreti. »

Un bel film sulla femminilità negata

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Atiq Rahimi è un regista afghano che, espatriato giovanissimo in Francia, ne ha adottato la lingua e la cultura senza tradire con questo le proprie origini. Alcuni anni fa scrisse in francese un romanzo, "Pietra di pazienza", con un tale successo da vincere il Goncourt. In precedenza si era avvicinato anche al cinema con un film, sempre da un suo romanzo, "Terre et cendres", presentato a un festival di Cannes, ma non ancora uscito qui da noi. Non poteva perciò non pensare al cinema anche per questo suo secondo romanzo tutto costruito attorno a una donna che veglia sul marito in coma dopo uno scontro a fuoco nel corso di quella guerra che insanguinò l'Afghanistan dei Tàlebani. »

Come pietra paziente | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | angelo umana
  2° | donni romani
  3° | abela
  4° | fulvieri
  5° | pepito1948
  6° | giuliacanova
  7° | renato volpone
  8° | m.barenghi
  9° | maria.f
10° | flyanto
Rassegna stampa
Roberto Escobar
Cesar (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 28 marzo 2013
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità