Romanzo di una strage

Acquista su Ibs.it   Dvd Romanzo di una strage   Blu-Ray Romanzo di una strage  
Consigliato sì!
3,30/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Il 12 dicembre 1969, Piazza Fontana diventava teatro di un drammatico attentato terroristico rimasto fino ad oggi impunito.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film secco e pudico che mette mano (e cuore) su una delle pagine più tragiche della nostra storia recente
Marzia Gandolfi     * * * - -

Milano, dicembre 1969. Giuseppe Pinelli è un ferroviere milanese. Marito, padre e anarchico anima e ispira il Circolo Anarchico Ponte della Ghisolfa. Luigi Calabresi è vice-responsabile della Polizia Politica della Questura di Milano. Marito, padre e commissario segue e sorveglia le opinioni politiche della sinistra extraparlamentare. Impegnati con intelligenza e rigore su fronti opposti, si incontrano e scontrano tra un corteo e una convocazione. L'esplosione alla Banca Nazionale dell'Agricoltura di Piazza Fontana, in cui muoiono diciassette persone e ne restano ferite ottantotto, provoca un collasso alla nazione e una tensione in quella 'corrispondenza cordiale'. Convocato la sera dell'attentato e interrogato per tre giorni, Pinelli muore in circostanze misteriose, precipitando dalla finestra dell'Ufficio di Calabresi. Assente al momento del tragico evento, il commissario finisce per diventarne responsabile e vittima. Perseguitato con implacabile risolutezza dagli esponenti di Lotta Continua, 'implicato' dalla Questura e abbandonato dai 'dirigenti', continuerà a indagare sulla strage, scoprendo il coinvolgimento della destra neofascista veneta e la responsabilità di apparati dello Stato. Una promozione e un trasferimento rifiutati confermeranno la sua integrità, determinandone il destino.
È un film secco e pudico quello di Marco Tullio Giordana che mette mano (e cuore) su una delle pagine più tragiche della nostra storia recente. Come e insieme a Pasolini. Un delitto italiano, Romanzo di una strage è un film sulla morte, sulla morte al lavoro. Il regista milanese affronta una delle stragi più devastanti e destabilizzanti della nazione e vi cerca dentro il 'senso' della vita di Giuseppe Pinelli e Luigi Calabresi, assieme ai segni e alle tracce della nostra prematura morte civile. Perché in Piazza Fontana, sull'asfalto della questura di Milano e in Largo Cherubini non sono morti solo loro. In quella terra di nessuno della coscienza e della memoria sono caduti anche i sogni e le speranze degli anni Settanta.
Nella notte di Giordana, come in quella di Bellocchio, si muove la generazione che ha ucciso due padri e non è riuscita ad assumere e a fare propria la loro storia. Potenzialmente popolare, il cinema di Giordana prova ancora una volta a superare le rigidità ideologiche e a recuperare l'umanità del gesto, ricostruendo l'Italia di allora con scrupolo filologico (e giuridico) di grande rigore. Asciutto come un giallo ed essenziale come un courtroom drama, Romanzo di una strage dimostra con l'eloquenza dei fatti che non c'è stata giustizia e che la Legge dei tribunali si risolve troppo spesso in un'opera di rimozione.
Pronto a reinventare per il grande schermo paure e passioni, Giordana ribadisce la sua assoluta predilezione per il melodramma (lirico), di cui elude l'emotività iperbolica ma assume i 'movimenti' musicali. L'opera, che accompagna la narrazione 'in atti' e viene dichiarata 'in scena' da un burocrate, è l' "Anna Bolena" di Gaetano Donizetti. Come la regina inglese, consorte ripudiata e 'spinta' alla morte da Enrico VIII, Pinelli e Calabresi sono figure autenticamente tragiche, profondamente maltrattate, profondamente dolenti eppure sempre dignitose e nobili. Abile a scardinare l'omertà e a rompere pesanti silenzi, il regista 'esplora' la materia drammatica di una nazione, guidando lo spettatore con assoluta empatia nella sofferenza di due uomini ostinati e contrari.
Giuseppe Pinelli e Luigi Calabresi hanno rispettivamente il volto di Pierfrancesco Favino e Valerio Mastandrea, sorprendenti nel sottrarsi al rischio corso da un attore chiamato a interpretare un personaggio reale. Nessuna mimesi o impudica spavalderia nelle loro performance, piuttosto frammenti, intuizioni, visioni parziali di quei corpi nel teatro di un delitto senza castigo. 'Romanzato' da Rulli e Petraglia e agito in pomeriggi declinanti e in interni da cui si esce in qualcosa che non sembra il mondo ma solo un altro interno, Romanzo di una strage semplifica, 'interpreta' e agevola (la comprensione di) una strage impunita.
Nell'assurda e crudele immodificabilità delle cose, a due mogli-madri (Licia Pinelli e Gemma Calabresi nell'interpretazione misurata e composta di Michela Cescon e Laura Chiatti) appartiene altrimenti lo smottamento di tenerezza, restituito con una sciarpa calda e una cravatta bianca.

Stampa in PDF

Incassi Romanzo di una strage
Primo Weekend Italia: € 533.000
Incasso Totale* Italia: € 2.069.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 12 agosto 2012
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
78%
No
22%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Romanzo di una strage

premi
nomination
Nastri d'Argento
2
8
David di Donatello
3
16
* * * - -

Sfracelli d'italia

lunedì 7 maggio 2012 di Antonello Chichiricco

 Il 12 dicembre 1969 una bomba ad altissimo potenziale esplode alla Banca Nazionale dell’Agricoltura. Il commissario Calabresi indaga seguendo la pista anarchica ma presto si rende conto che in realtà sono gli stessi servizi segreti e interi pezzi di stato sostenuti dalla CIA a manovrare la destra eversiva ansiosa di tornare ad un regime fascista.  “Anni di piombo” fu la terribile etichetta di quel periodo. Ma com’è cominciata? I moti del ’68, continua »

* * * * -

Un paese senz'anima

martedì 10 aprile 2012 di Writer58

"Romanzo di una strage" è un ottimo film. Questo risultato non era per nulla scontato, il rischio di produrre un lavoro documentaristico o, peggio, un "film a tesi" era elevato e, in qualche modo, contenuto nella materia trattata: la strage di piazza Fontana del Dicembre del '69 che dette avvio alla "strategia della tensione" e a un diluvio di attentati coperti dalle istituzioni e dai servizi di sicurezza che portarono il nostro paese sull'orlo di una involuzione autoritaria e alla sospensione continua »

* * * * -

La meglio gioventù è cresciuta.

venerdì 30 marzo 2012 di SteelyBread

Uno dei momenti più tragici della storia italiana del dopoguerra, raccontato con attenzione e misura in un ambientazione fredda e grigia come lo erano quei giorni. La solitudine di tre uomini così diversi tra loro che a breve verranno consegnati alla storia come martiri di quegli anni infami. Moro il politico, Pinelli l'anarchico, Calabresi lo "sbirro", così diversi tra loro ma così uniti da un unico ideale di giustizia sociale e politica che li continua »

* * * * -

“… come i gatti fanno con gli escrementi.”

domenica 1 aprile 2012 di jaylee

Se mai ci fosse stato bisogno di ribadire quanto certe ferite difficilmente possono riemariginarsi completamente, Marco Tullio Giordana ripercorre una delle pagine più dolorose ed oscure della storia italiana del dopoguerra, con la strage di Piazza Fontana. Di fatto, Piazza Fontana segna la fine delle ondate rinnovatrici degli anni ’60, ed inaugura la stagione dei cosiddetti anni di piombo, che per tanti versi attende ancora molte risposte, spesso oscurate da oltranzismi di stampo quasi-calcistico, continua »

moglie di Pinelli
"Io non ho paura della verità!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
"Ha gridato 'è la morte dell'anarchiaaaa!' e poi, con uno scatto felino, ha fatto un balzo dalla finestra, ho provato a prenderlo, ma mi è rimasta una scarpa in mano!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Giuseppe Saragat
"Aldo, sarebbe meglio che mi venisse un colpo come a Segni?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Romanzo di una strage

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 26 settembre 2012

Cover Dvd Romanzo di una strage A partire da mercoledì 26 settembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana con Valerio Mastandrea, Pierfrancesco Favino, Laura Chiatti, Luigi Lo Cascio. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Romanzo di una strage (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 6,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 3,00 €
Aquista on line il dvd del film Romanzo di una strage

APPROFONDIMENTI | Il cantore di una generazione sconfitta ma mai veramente arresa.

Marco tullio giordana

mercoledì 28 marzo 2012 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Marco Tullio Giordana Sono passati trentadue anni da quando Maledetti vi amerò vinse il Festival di Locarno. Era il film d'esordio di un giovane cineasta milanese, Marco Tullio Giordana, classe 1950, anche autore della sceneggiatura insieme a Vincenzo Caretti. Sorta di pedinamento zavattiniano di un reduce politico, Flavio Bucci, ex leader del movimento studentesco milanese per qualche anno in esilio in America Latina poi tornato in Italia nel periodo successivo al delitto di Aldo Moro. Emblema di una generazione ancora non del tutto contaminata dalla violenza rivoluzionaria, quella del 68 contrapposta alla successiva del 77, il protagonista si trova di fronte un'Italia a mano armata dove fa già capolino il riflusso e a Milano si conta un morto al giorno, per droga o per piombo.

   

FOCUS | Il film di Giordana chiude le revisioni. Di Pino Farinotti

La lunga angoscia di piazza fontana

lunedì 2 aprile 2012 - Pino Farinotti

Romanzo di una strage, la lunga angoscia di Piazza Fontana Il film di Marco Tullio Giordana, dopo 43 anni di abnorme dialettica, chiude, almeno per ora, la traiettoria della comunicazione, delle interpretazioni, delle riletture, della revisioni di quel 12 dicembre 1969. Potendo il cinema sorpassare la verità, che comunque non è mai stata trovata, ecco che possono essere attivate le legittime licenze del cinema. Naturalmente occorre procedere con prudenza, perché, anche se una verità documentata non esiste, esistono comunque milioni di documenti e i margini di invenzione devono essere disegnati con grande attenzione.

   

NEWS | In esclusiva su MYmovies.it la locandina ufficiale del film.

La verità su piazza fontana esiste

giovedì 8 marzo 2012 - Nicoletta Dose

Romanzo di una strage, la verità su Piazza Fontana esiste Milano, 12 dicembre 1969. Alle ore 16.37 una bomba esplode in piazza Fontana, nella sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura. Diciassette morti e oltre ottanta feriti. La tragica vicenda passata alla storia è ancora oggi oggetto di controversie perché l'attentato, malgrado sia stato ricondotto ai gruppi eversivi di estrema destra legati ad una parte dei servizi segreti che miravano a inasprire il clima di tensione del paese, non ha ancora veri e propri colpevoli. Marco Tullio Giordana ha già raccontato in passato i movimenti giovanili e la lotta armata degli anni Settanta ne La meglio gioventù (2003).

GALLERY | Da Marco Tullio Giordana un film sull'attentato di Piazza Fontana.

Milano ai tempi della tensione

mercoledì 7 marzo 2012 - a cura della redazione

Romanzo di una strage, Milano ai tempi della tensione Per la regia di Marco Tullio Giordana arriva al cinema Romanzo di una strage, dramma storico incentrato sull'attentato terroristico di Piazza Fontana. Attraverso un'attenta ricostruzione dei fatti, e alla luce delle recenti scoperte investigative, il regista milanese ricostruisce il periodo di tensione che seguì alla strage del dicembre 1969, quando l'esplosione di una bomba alla Banca Nazionale dell’Agricoltura causò 17 vittime e circa 80 feriti. I protagonisti della storia sono l'anarchico Giuseppe Pinelli (Pierfrancesco Favino), che indicato come responsabile della strage morì precipitando dal quarto piano della Questura, e Luigi Calabresi (Valerio Mastandrea), commissario di polizia accusato della morte del Pinelli e assassinato il 17 maggio 1972 per mano di Lotta Continua.

VIDEO | Su MYmovies.it una clip in esclusiva del film.

L'interrogatorio di pinelli

martedì 13 marzo 2012 - Luca Volpe

Romanzo di una strage, l'interrogatorio di Pinelli Giuseppe Pinelli era un ferroviere, cocciuto ed anarchico. Impegnato in politica fin da giovane, morì precipitando dal quarto piano della questura di Milano. Era il dicembre 1969, e Pinelli era stato fermato per accertamenti sulla strage di Piazza Fontana. Le forze dell'ordine parlarono di suicidio; i suoi compagni puntarono il dito contro il Commissario Calabresi; la giustizia escluse sei anni dopo l'ipotesi dell'omicidio. Ma su quell'episodio, controverso e discusso, non si è mai riusciti a fare piena luce.

   

BIZ

Il film funziona meglio sui mass media che al botteghino.

I giornali si scatenano

mercoledì 4 aprile 2012 - Robert Bernocchi

Potremmo inventarci una nuova espressione e chiamarla "effetto Jon Hamm". Proviamo a spiegare meglio di cosa si tratta. A Venezia 2010, viene presentato The Town. Nonostante in conferenza stampa ci fossero star come Ben Affleck e il candidato all'Oscar Jeremy Renner, alla fine almeno il 70-80% dei giornalisti si butta su Jon Hamm in cerca di un autografo. Merito ovviamente del suo ruolo da protagonista nella serie Mad Men, telefilm molto amato da una cerchia di appassionati e addetti ai lavori. continua »

   

Il romanzo di Piazza Fontana ma il finale bipartisan non regge

di Curzio Maltese

Quel pomeriggio del 12 dicembre 1969 che ha cambiato per sempre l' Italia c' era anche Marco Tullio Giordana in piazza Fontana, uno dei tanti studenti sul tram che porta alla Statale. Un boato, i vetri saltati,i biglietti per aria come coriandoli e la vita di tutti i giorni precipitata in un secondo nell' incubo. La scena autobiografica del tram è per paradosso la più genialmente visionaria di Romanzo di una strage. Soltanto Leone, Coppola o Scorsese sarebbero riusciti in una sola immagine a racchiudere i significati di un evento epocale. »

Favino e Mastandrea, due splendidi attori a confronto

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

La “strage” del titolo è quella che l’esplosione di una bomba alle ore 16.37 del 12 dicembre 1969, a piazza Fontana nella sede della Banca dell’Agricoltura, provocò a Milano 17 morti e 88 feriti. Il “romanzo” è il modo con cui gli sceneggiatori Stefano Rulli e Sandro Petraglia, con il regista Marco Tullio Giordana hanno riletto, documentatissimi, quegli avvenimenti terribili e i giorni che li seguirono cercando sempre la verità, in alcuni punti controversi interpretandola con attente analisi dei fatti e con intuizioni soprattutto dettate dalle proprie coscienze civili, le definitive certezze, dopo tanti anni, la Giustizia non essendo ancora riuscita a darcele (si vedano i titoli di coda). »

Piazza Fontana come una fiction

di Valerio Caprara Il Mattino

Non si sa se Marco Tullio Giordana sia molto, poco o per nulla lieto della diatriba che il suo film oggi in circuito sta precocemente suscitando sui media. Anche perché, dal nostro punto di vista, è molto più importante verificare “sul campo” la forza d’impatto del film, la sua originalità espressiva e la sua coerenza drammaturgica piuttosto che rinfacciargli l’adesione parziale o totale a questa o quella tesi sui convulsi avvenimenti italiani tra la fine dei Sessanta e l’inizio dei Settanta. Discutere è sempre utile, ma è difficile negare che discutere sulle spoglie di un film sulla scorta di marmorei presupposti ideologici è una pratica inguaribilmente vecchia; d’altra parte si deve pure tener conto che Giordana e soprattutto gli affiatati e prolifici sceneggiatori Rulli & Petraglia sono i capiscuola di un sottogenere, il cosiddetto cinema d’impegno civile all’italiana, ciclicamente demolito proprio dagli intellettuali e gli opinionisti attestati sullo stesso versante. »

Un "Romanzo" metafisico

di Alessandra Levantesi La Stampa

Prima di voltare pagina,bisogna leggerla» dice una didascalia in apertura di Il segreto di Piazza Fontana l’enorme tomo di P. Cucchiarelli (Ponte alle Grazie) dietro a Romanzo di una strage di Giordana. E rimandiamo a quella lettura per approfondire gli intricati aspetti giudiziari e investigativi del tragico evento, di cui il film riepiloga le tappe sull’arco di un triennio e con una scansione a capitoli: l’attentato bombarolo del 12 dicembre 1969, la pista anarchica delle prime indagini, le occulte trame volte a spianare la via a un golpe che per fortuna non ci fu, le collusioni fra membri dell’esercito, servizi segreti ed estremisti di destra, la misteriosa morte dell’anarchico Pinelli precipitato da una finestra della Questura, gli attacchi persecutori di Lotta Continua al commissario Luigi Calabresi considerato colpevole della defenestrazione anche se al momento della caduta non era neppure nella stanza, fino al suo assassinio nel maggio 1972. »

Romanzo di una strage | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | ludwigzaller
  3° | antonello chichiricco
  4° | jaylee
  5° | immanuel
  6° | margheritaconwurstel
  7° | steelybread
  8° | joker 91
  9° | il poeta marylory
10° | lillibeccaria
11° | amicinema
12° | valis.91
13° | paraclitus
14° | glenn_glee
15° | alex2044
16° | marezia
17° | gioinga
18° | shanks
19° | graziano bianco
20° | francesca meneghetti
21° | zelos1977
22° | angelo umana
23° | andr-ew
24° | ghismina1
25° | franz1971
26° | catcarlo
27° | alex333
28° | diomede917
29° | great steven
30° | lo schiavo taita
31° | linodigianni
32° | filippo catani
33° | babis
34° | tanus78
35° | great steven
36° | paolina60
37° | gcantarini
38° | epidemic
39° | minnie
40° | renato volpone
41° | andrea giostra
Rassegna stampa
Goffredo Fofi
Nastri d'Argento (10)
David di Donatello (19)


Articoli & News
Video
1| 2|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 30 marzo 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità