Il Sospetto

Acquista su Ibs.it   Dvd Il Sospetto   Blu-Ray Il Sospetto  
Un film di Thomas Vinterberg. Con Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Susse Wold, Annika Wedderkopp, Lasse Fogelstrøm.
continua»
Titolo originale Jagten. Drammatico, durata 115 min. - Danimarca 2012. - Bim uscita giovedì 22 novembre 2012. MYMONETRO Il Sospetto * * * 1/2 - valutazione media: 3,64 su 62 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,64/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Mads Mikkelsen è un quarantenne accusato di pedofilia dalla sua comunità in una piccola cittadina danese, dove circostanze minime scateneranno l'isteria collettiva. L'uomo dovrà lottare per riottenere dignità e fiducia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Riunione di famiglia dal regista di Festen che continua la sua critica antiborghese con camera e sguardo più fermi
Marzia Gandolfi     * * * 1/2 -

Lucas ha un divorzio alle spalle e una nuova vita davanti che vorrebbe condividere con il figlio Marcus, il cane Funny e una nuova compagna. Mite e riservato, Lucas lavora in un asilo, dove è stimato dai colleghi e adorato dai bambini, soprattutto da Klara, figlia del suo migliore amico. Klara, bimba dalla fervida immaginazione, è affascinata da Lucas a cui regala un bacio e un cuore di chiodini. Rifiutato con dolcezza e determinazione, Lucas invita la bambina a farne dono a un compagno. Klara non gradisce e racconta alla preside di aver subito le attenzioni sessuali dell'insegnante. La bugia di Klara scatenerà la 'caccia' al mostro, investendo rovinosamente la vita e gli affetti di Lucas. Disperato ma deciso a reagire, Lucas affronterà a testa alta la comunità nell'attesa di provare la sua innocenza.
La legge è chiara, un uomo non può essere considerato colpevole fino a quando sussiste solo l'ipotesi di reato. Diversamente, ai tribunali del popolo piace condannare, processare e cuocere sulla griglia mediatica il presunto colpevole. È quello che accade a Lucas, padre e insegnante, accusato da un'intera comunità di aver abusato dei propri bambini. Tema chiave della filmografia hitchcockiana, l'innocenza è al centro dell'ultimo film di Thomas Vinterberg, attore, regista e autore del primo film dogmatico. E proprio a Festen, Il sospetto sembra guardare, procedendo in direzione ostinata ma contraria. L'ostinazione è la riunione di famiglia, se pure allargata alla comunità, un padre screditato, la critica antiborghese, lo sgretolarsi delle loro certezze e della propria credibilità; lo scarto è il punto di vista che si sposta dalle vittime incriminanti ai colpevoli incriminati. Partendo dal presupposto che i bambini dicano sempre la verità e che gli adulti gli credano sempre, Lucas diventa il capro espiatorio, il cervo sacrificabile in una battuta di caccia tante volte condivisa con gli amici, quelli che adesso lo prendono a pugni e a male parole, quelli che lo vogliono fuori dal supermercato e gli ammazzano il cane, quelli che tirano pietre e parole pesanti come macigni.
Il Lucas ponderato e provato di Mads Mikkelsen è il 'capro' ideale delle cerimonie ebraiche, allontanato nel bosco e obbligato a portare su di sé i peccati del mondo, le ombre di una comunità, i comportamenti che i suoi componenti non accettano di sé e da cui si sentono minacciati. Con camera, mano e sguardo più fermi, il regista danese produce un transfert collettivo e irrazionale che procede verso l'eliminazione affettiva e minaccia quella effettiva con un colpo messo a segno mancando il segno. Per avvertire, per ridurre il senso di ansia causato dal perseguimento della sopravvivenza di un'umanità carnale, aggressiva e precipitata nel panico.
Ma c'è di più. Vinterberg, in una sequenza 'corale' sorprendente, contempla dopo l'accanimento il senso di colpa che colpisce chi ha 'divorato' Lucas e adesso lo ristora dentro una notte di Natale. Mikkelsen, il villain che lacrimava sangue al tavolo da gioco di Casino Royale, investe magnificamente la carica espiatoria, spostando con il suo autore il cinema un po' più in là.

Stampa in PDF

Incassi Il Sospetto
Primo Weekend Italia: € 162.000
Incasso Totale* Italia: € 398.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 9 dicembre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
70%
No
30%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il Sospetto

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Golden Globes
0
1
Festival di Cannes
1
0
European Film Awards
1
0
BAFTA
0
1
* * * * -

Profondamente coinvolgente

domenica 16 dicembre 2012 di paride86

Con gli anni il regista del celebre "Festen" è migliorato. Abbandonati i dettami del Dogma 95, Vinterberg realizza un film asciutto, sobrio e ben girato, con un gran protagonista. Il merito più interessante de "Il sospetto" - brutta traduzione dell'originale "La caccia" - è di mostrare che non sempre l'equazione bambini uguale innocenza e verità è affidabile, anzi. Sfatando questo luogo comune il regista ci descrive come un continua »

* * * * -

Leggerezza del pensiero, pesantezza delle parole

domenica 25 novembre 2012 di renato volpone

I buoni propositi, se non sono supportati da prove ed evidenze oggettive, portano inesorabilmente  alla diceria e alla maldicenza fino alla più totale e incontrollabile violenza. Il semplice sospetto, su una frase distorta o anche ingenuamente, ma falsamente argomentata, si trasforma in una crudele verità. Sfuggire dal vortice in cui si cade, anche se si affronta la realtà a muso duro, é praticamente impossibile.  Questo é ciò che ci racconta con continua »

* * - - -

Soluzioni un pò forzate per un tema delicato

martedì 27 novembre 2012 di gabriele.vertullo

Il Sospetto viaggia deliberatamente sui binari della contingenza  e della riflessione, escludendo ogni interrogativo  o incertezza. Dalle prime scene iniziali lo spettatore viene designato coscienziosamente quale unico e assoluto depositario della verità, poiché questo è un film che non si costruisce con i colpi di scena o con una tensione in crescendo, ma con un’analisi allargata sulla gestazione e sulle implicazioni che comporterebbe il male della pedofilia continua »

* * * - -

Un film che fa pensare

sabato 24 novembre 2012 di melania

Film che fa pensare perchè è realistico.Molto ben fatto,ti induce a riflettere su quanto la fantasia di un bambino possa portare alla rovina un adulto."I bambini non mentono"....ma non sempre è esattamente cosi'.Il povero Lucas viene poi dichiarato innocente ma,al di là delle apparenze,il sospetto su di lui rimane,come una macchia indelebile.Nel film parlano più le immagini che le parole,ma si segue con interesse fino alla fine. continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Il Sospetto adesso. »
Shop

DVD | Il Sospetto

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 5 giugno 2013

Cover Dvd Il Sospetto A partire da mercoledì 5 giugno 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il Sospetto di Thomas Vinterberg con Mads Mikkelsen, Alexandra Rapaport, Thomas Bo Larsen, Anne Louise Hassing. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet sospetto (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Il Sospetto

APPROFONDIMENTI | Il sospetto come cinema pedagogico.

L'innocente della porta accanto

domenica 25 novembre 2012 - Roy Menarini

L'innocente della porta accanto Un film come Il sospetto di Thomas Vinterberg, premiato a Cannes per la solida interpretazione di Mads Mikkelsen, riapre i consueti dibattiti sul reale peso cinematografico di opere dai nobili contenuti. Sul fatto che la pellicola, prodotta dalla Zentropa di Lars von Trier, abbia ragione da vendere, non c'è alcun dubbio: la storia drammatica di un uomo accusato del peggiore dei crimini, l'abuso sessuale su bambini in età da scuola materna, non può che commuovere, indignare e soprattutto far riflettere.

   

"Il sospetto": anche i bambini mentono

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

I bambini non mentono: siamo sicuri? Dopo Festen (1998), il regista danese Thomas Vinterberg torna a indagare le accuse di pedofilia e definisce Il sospetto la storia di una moderna caccia alle streghe". Premiato a Cannes, il magnifico Mads Mikkelsen è Lucas, un 40enne fresco di divorzio che perde il lavoro di maestro elementare e deve riciclarsi all'asilo: il suo obiettivo è riabbracciare il figlio e rifarsi una vita. Gli amici non gli mancano, un nuovo amore spunta all'orizzonte, ma qualcosa gli taglia la strada: una bugia, che ha le gambe corte della piccola Klara (Annika Wedderkorp) e i lunghi tentacoli della comunità. »

di Alberto Crespi L'Unità

Anche l’altro film in concorso di ieri è per certi versi un film «sadico». Lo firma Thomas Vinterberg, danese fondatore del Dogma assieme a Lars Von Trier e autore nel ‘98 dell’unico film-Dogma davvero bello, Festen. INNOCENTI CALUNNIE Dopo un seguito di carriera un po’ discontinuo, Vinterberg sta diventando molto bravo (secondo noi, la spariamo grossa, più di Von Trier). La caccia è un meccanismo infernale e molto astuto, che per 110 minuti ti fa stare in ansia ininterrottamente. Trama: Lucas è un quarantenne separato che lavora come maestro d’asilo, in una cittadina di provincia danese. »

Una storia di calunnie fra un maestro e bimbi poco innocenti

di Natalia Aspesi La Repubblica

I bambini sono innocenti, i bambini hanno immaginazione, i bambini non sanno mentire. La piccola, angelica, dispettosa Klara confida alla direttrice dell'asilo che il maestro Lucas è brutto e cattivo e le ha fatto vedere il suo "coso". L'incredulità dura poco perché si sa che l'innocenza non conosce malizia. Arriva lo psicologo a interrogare Klara che adesso nega, ma lui insiste, allora lei fa sì con la piccola testa bionda, per potersene andare a giocare: sì, Lucas è stato cattivo. Il papà di Klara è il più grande amico di Lucas, lo conosce da sempre, non vuole credere, ma se la bambina, quel fragile tesoro da proteggere contro tutto, nega ancora, forse è per non dover ricordare l'orrore. »

di Mariuccia Ciotta Il Manifesto

A proposito di format, l'ex Dogma della scuderia Lars von Trier presenta il suo, La caccia (concorso) di Thomas Vinterberg, la «promessa» danese di Festen (1998) che molti anni e film dopo torna sul luogo del delitto, l'abuso sessuale in famiglia. Il film segue l'andamento di quelle serie «educative» centrate sulle disfunzioni sociali, «disturbanti» come un popcorn andato di traverso. In un villaggio tra boschi e colline, un giovane maestro di asilo, Lucas (Mads Mikkelsen) è ingiustamente accusato di molestie sessuali da un angioletto vendicatore, una bambina che si sente respinta. »

Il Sospetto | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Golden Globes (1)
Festival di Cannes (1)
European Film Awards (1)
BAFTA (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1| 2|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 22 novembre 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità