Cesare deve morire

Acquista su Ibs.it   Dvd Cesare deve morire   Blu-Ray Cesare deve morire  
Un film di Paolo Taviani, Vittorio Taviani. Con Cosimo Rega, Salvatore Striano, Giovanni Arcuri, Antonio Frasca, Juan Dario Bonetti.
continua»
Docu-fiction, durata 77 min. - Italia 2012. - Sacher uscita venerdì 2 marzo 2012. MYMONETRO Cesare deve morire * * * 1/2 - valutazione media: 3,79 su 50 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
enzo70 martedì 4 febbraio 2014
un film necessario per capire Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

“Fine pena mai” il sottotitolo all’inizio del film, film che finisce con questa frase: “da quando ho conosciuto l’arte questa cella è diventata una prigione”. Film di rara potenza e freschezza espressiva, esercizio durissimo di trasposizione di dolore e speranza, dove la seconda prevale sulla prima, il cinema italiano matura un debito enorme con questi due registi ultraottantenni per un film su un tema attuale come quello della detenzione che ha il tono dell’eternità dell’arte di Shakespeare. Non c’è l’irriverenza di Nanni Loy nello splendido scugnizzi, i Taviani mettono sul proscenio i detenuti di Rebibbia, tutti con pene definitive importanti, il che significa una vita in carcere, e gli chiedono di interpretare un classico della tragedia di sempre, di farlo in dialetto, con semplicità, per non perdere il pathos del tradimento di Giulio Cesare da parte di Bruto. [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
jayan lunedì 30 dicembre 2013
da quando ho conosciuto l'arte questa cella è dive Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

"Da quando ho conosciuto l'arte questa cella è diventata una prigione". Questa frase viene detta alla fine della rappresentazione teatrale all'interno della prigione di Rebibbia, dove i carcerati, anche alcuni ergastolani, hanno recitato "Cesare deve morire" di W. Shakespeare. E' un messaggio forte. I carcerati, che prima accetavano supinamente la loro realtà, ora, dopo aver provato la libertà di vivere fuori le sbarre, seppur con l'immaginazione, non riescono più ad accettarla. E' un finale triste: il ritorno alla realtà dopo il sogno della libertà. E infatti è stato proprio un sogno, e ora si sono svegliati alla durezza della vita carceraria. [+]

[+] lascia un commento a jayan »
d'accordo?
rosemberg lunedì 2 dicembre 2013
sta' cella me pare na' prigione Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Con una frase memorabile termina il docu-dramma dei fratelli Taviani (meritatissimo orso d'oro al festival di Berlino del 2012) intitolato "Cesare deve morire": siamo in una cella,precisamente nella cella dove alloggia un certo Cosimo Rega,delinquente di primissimo ordine che,dopo aver recitato la parte di Cassio nel Giulio Cesare di Shakespeare dice :"Da quando ho conosciuto l'arte sta' cella me pare na' prigione". La storia si svolge nel carcere di Rebibbia,dove il il regista teatrale Fabio Cavalli sceglie di mettere in atto per l'opera teatrale annuale il famoso dramma shakespeariano e di farlo interpretare (l'avrete capito) dagli stessi carcerati. [+]

[+] lascia un commento a rosemberg »
d'accordo?
graziano bianco sabato 23 marzo 2013
grandissimo Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

questo è un film fatto con pochissimi mezzi ed è riuscitissimo...voglio solo dire  a chi fa cinema in italia che questo è l'esempio rampante di cosa  manca al cinema italiano ,sono le idee, cosa che i fratelli taviani ancora hanno...il film è assolutamente da vedere....

[+] lascia un commento a graziano bianco »
d'accordo?
pensierocivile lunedì 4 febbraio 2013
nessuno sciopero della fame Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Film importante, doloroso, coraggioso, vitale, che va ben al di là della resa cinematografica, comunque di buon livello. I Taviani non gridano, lasciano che a raccontare sia il teatro, la preparazione, la possibilità di partecipare e, ignorando ogni artificio retorico, arrivano ai valori assoluti senza bisogno di alcuno sciopero della fame. Terribile è l'avvio, ripreso poi nel finale, con il ritorno alla "vita" o in attesa di poter raccontare altro, terribili sono quelle celle che si chiudono dopo una gioia, ma non c'è assoluzione, il racconto è racconto, le condanne sono un timbro sotto i volti. CESARE DEVE MORIRE raggiunge vette di grande cinema nell'uso degli ambienti, laddove il carcere scompare, scenografia fantastica e crudele, "sfruttato" per l'attesa del giorno dello spettacolo. [+]

[+] lascia un commento a pensierocivile »
d'accordo?
stefano.capuzzi martedì 29 gennaio 2013
lentissimo Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Un film decisamente lento, anche per chi apprezza parecchio il teatro. In più si son dimenticati che siamo in Italia, e quindi, se la metà del film non la capisco perchè è parlata con pesante cadenza ( o dialetto) del sud Italia, questo andrebbe scritto nella locandina o dovrebbero mettere i sottotitoli.

[+] lascia un commento a stefano.capuzzi »
d'accordo?
rampante venerdì 16 novembre 2012
giulio cesare Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Nel teatro all'interno del carcere di Rebibbia, sezione di massima sicurezza, si svolge la rappresentazione del "Giulio Cesare". Un dramma di Shakespeare e dei detenuti che lo interpretano e si identificano con i personaggi recitando in ogni mometo libero e adattando le frasi del testo ai loro caratteri, ai vari dialetti di provenienza. Tutti i detenuti sono coinvolti, è un momento per stare insieme, fare gruppo, crescere.
Una scelta di genio mettere in scena un classico del mondo anglosassone in un carcere con attori-detenuti, creare momenti di svago ed aiutarli a riavvicinarsi alla vita poichè, anche un detenuto é e resta un uomo.

[+] lascia un commento a rampante »
d'accordo?
aleister mercoledì 14 novembre 2012
cesare deve morire: arte e redenzione Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

 Quando si parla di sperimentalismo, non necessariamente bisogna pensare ad una sorta di salto a occhi chiusi nel vuoto, ad un viaggio verso ''territori'' inesplorati in qualunque ambito artistico, anzi molte volte con questo termine possiamo riferirci alla fusione e la conseguente ripresa di stili, modi di rappresentazione più o meno illustri del passato, tesi però verso nuovi obiettivi. Con questo Cesare Deve Morire, i fratelli Taviani ( Padre Padrone, Kaos, Tu ridi) sembrano seguire proprio questa forma di sperimentalismo. [+]

[+] lascia un commento a aleister »
d'accordo?
antonello chichiricco mercoledì 3 ottobre 2012
anime schiacciate Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

L’ultima opera dei fratelli Taviani è indubbiamente un riuscito film-documento (modernamente definito con l’ennesimo anglicismo traslato dalla Tv: docufiction) che, impalcato sul parziale libero adattamento di Fabio Cavalli (presente lui stesso nel film) del dramma scespiriano “Giulio Cesare”, affronta con efficacia il terribile tema della reclusione. 
Favorire lo sviluppo di percorsi d’integrazione sociale e inserimento lavorativo per  un ex detenuto che esce dal carcere è certamente arduo, tuttavia produce discrete probabilità di successo.   Salvaguardare la psiche e la dignità di un essere umano costretto dentro una cella per lunghissimi anni o per tutto il resto della sua vita è  molto più difficile e delicato. [+]

[+] lascia un commento a antonello chichiricco »
d'accordo?
salvo90 mercoledì 26 settembre 2012
la visione di chi sa fare cinema Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

I veri registi si vedono quando si mettono alla prova con l'impossibilità della rappresentazione. Rendere possibile la trasposizione cinematografica di una tragedia storica come il "Giulio Cesare" di Shakespeare recitata da detenuti è qualcosa che rasenta una doppia impossibilità. Eppure, la magistrale regia dei Taviani, la teatralità innata degli artisti-detenuti di questo film, la fotografia impressionante, altro non fanno che confermare che non ha senso rincorrere biechi giovanilismi nel cinema nostrano, ma che i grandi maestri come i Taviani sono sempre pronti a darci, anche a distanza di anni dall'ultimo film, una lezione, forse più una visione credibile e possibile di fare cinema anche tentando il triplo salto mortale. [+]

[+] lascia un commento a salvo90 »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 »
Cesare deve morire | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (2)
David di Donatello (13)
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 2 marzo 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità