Bella addormentata

Acquista su Ibs.it   Dvd Bella addormentata   Blu-Ray Bella addormentata  
Un film di Marco Bellocchio. Con Toni Servillo, Isabelle Huppert, Alba Rohrwacher, Michele Riondino, Maya Sansa.
continua»
Drammatico, durata 110 min. - Italia 2012. - 01 Distribution uscita giovedì 6 settembre 2012. MYMONETRO Bella addormentata * * * - - valutazione media: 3,42 su 72 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,42/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
   
   
   
Tutto si svolge in sei giorni, dal 3 al 9 febbraio 2009, gli ultimi di Eluana Englaro, la cui vicenda resta però sullo sfondo, e al cui caso si collegano emozionalmente le storie dei diversi personaggi di fantasia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Pagine di cinema allo stato puro che trasfigurano in forma simbolica le tensioni del 'caso Englaro'
Giancarlo Zappoli     * * * 1/2 -

Giorni di inizio febbraio 2009. Eluana Englaro, dopo 17 anni trascorsi in coma e con alimentazione artificiale, viene fatta trasportare dal padre in una struttura ospedaliera di Udine in cui operano medici disposti a interrompere il trattamento. L'avvenimento scatena in Italia la reazione di fronti opposti. C'è chi vuole impedire ad ogni costo che ciò avvenga e chi invece ritiene che sia l'attuazione di un diritto civile. Il senatore Uliano Beffardi del Popolo della Libertà viene convocato a Roma per la votazione del decreto d'urgenza in materia voluto dal governo Berlusconi per contrastare la volontà del padre della giovane donna. Se Beffardi sta maturando dei dubbi sul voto (anche in seguito a una vicenda personale), sua figlia Maria è invece determinata nel raggiungere la clinica per manifestare contro l'interruzione del trattamento. Incontrerà Roberto e suo fratello diversamente schierati sul fronte opposto. Intanto il dottor Pallido si trova dinanzi al caso di Rossa, tossicodipendente che cerca la morte, mentre la Divina Madre (un'attrice ritiratasi dalle scene per assistere una figlia in coma profondo) ha cancellato qualsiasi altro interesse dalla propria vita a partire dal marito e dal figlio.
Marco Bellocchio non si è mai ritratto dinanzi alle sfide che una coscienza laica e civile sembrava quasi imporre al suo fare cinema. La maturità di artista e di uomo gli ha imposto, in questa specifica situazione, di non reagire d'impulso a una vicenda come quella del cosiddetto 'caso Englaro'. Ha così atteso due anni prima di prendere decisamente in considerazione l'ipotesi di realizzare questo film in cui la lettura degli eventi di quel febbraio è filtrata attraverso altre vicende d'invenzione ma in gran parte verosimili.
È come se in Bella addormentata confluissero due delle anime del regista. Da un lato quella del narratore incalzante e lucido dei fatti come ai tempi di Sbatti il mostro in prima pagina e dall'altra quella di un Maestro del cinema in grado di trasfigurare in forma concretamente astratta e simbolica le tensioni di una vicenda. In questa doppia anima stanno la forza e la debolezza del film. La debolezza perché una storia (quella della Divina Madre interpretata da una mimetica Isabelle Huppert) risulta aderire in modo forse troppo marcato a quel teatro a cui fa riferimento. Dall'altra invece troviamo delle pagine di cinema allo stato puro nella scena della sauna o in quella del confronto tra lo psichiatra e il senatore.
Tutto questo calato in una dimensione in cui l'aderenza alle posizioni degli uni e degli altri percepisce e separa, con la precisione di un bisturi, ciò che è umanamente comprensibile da ciò che si nasconde dietro la cieca barriera dell'ideologia. Perché Bellocchio sa come prendere posizione (l'utilizzo di alcune dichiarazioni di politici dell'epoca è lì a dimostrarlo) ma sa anche come guardare più in là cercando anche nelle contraddizioni del sentire (vedi il personaggio di Maria) l'umanità più profonda che sa dire sì alla vita anche partendo da prospettive diverse, conservandosi però il diritto a un'intima ricerca propria di chi va al di là degli slogan. Come il dottor Pallido, un medico capace di vedere nel malato non un caso ma una persona. Nell'anonimato quotidiano di un ospedale come tanti.

Incassi Bella addormentata
Primo Weekend Italia: € 329.000
Incasso Totale* Italia: € 1.171.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 30 settembre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
64%
No
36%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Bella addormentata

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
3
David di Donatello
1
2
* - - - -

Pietose dolenze

sabato 8 settembre 2012 di renato volpone

Sullo sfondo del caso di Eluana Englaro e i suoi ultimi giorni di vita, si intrecciano storie di morte invocate e vite trattenute. Il tema è molto delicato e trattarlo con così grande superficialità, condita da attori giovani assolutamente incapaci di recitare, porta a banalizzare l'argomento trattato. Bellocchio cerca di imitare Almodovar, ma lo fa usando una tattica tutta italiana e non ci riesce. Il senatore pentito, il ragazzo iperattivo,  l'attrice santa, la continua »

* * * * -

La vita e' una condanna a morte

sabato 8 settembre 2012 di giugy3000

Trattare di eutanasia e di temi di fine vita sul grande schermo non è mai cosa da poco. Bellocchio ha rischiato molto con questa pellicola, essenzialmente per tre ragioni: ha portato in campo una vicenda conosciuta e da molti già vissuta in maniera estenuante come la vicenda Englaro a ben tre anni di distanza, ne ha parlato con la "tecnica" di più vicende intrecciate fra loro e in ultimo lo ha reso un film estremamente di nicchia, rischiando un forse già presagito flop al botteghino. Il gioco però continua »

* * * * -

Liberi di... amare!

sabato 8 settembre 2012 di babagi

 Tre le belle e addormentate di Bellocchio. Le loro storie si alternano su uno sfondo d’attualità ben noto a tutti: la vicenda di Eluana Englaro nei giorni che precedettero la sua morte tra il 3 e il 9 febbraio 2009. La prima è una madre la cui storia ci è raccontata attraverso alcuni flashback che costretta su un letto d’ospedale chiede implorante al marito di aiutarla. Vuole morire. La seconda, Rossa, è una donna tossicodipendente incapace di trovare continua »

* * * - -

Non morde e non fa molto male

lunedì 10 settembre 2012 di mahleriano

Con la vicenda di Eluana Englaro sullo sfondo e altre storie parallele simili, Bellocchio dipinge molto bene e con molta astuzia il motivo per cui l'Italia è un paese desolatamente arretrato: lascia che i fatti parlino da soli. Solo immaginare cosa potrebbe pensare uno straniero di ciò che il film mostra lascia correre molti brividi (e forse anche un po' troppi). Dall'incapacità di darsi leggi adeguate, frutto di desolanti populismi più che di partecipazione democratica reale, ai servilismi di potere, continua »

Roberto Herlitzka
"La vita è una condanna a morte, quindi non c'è tempo da perdere…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Maria (Alba Rohrwacher)
"L'amore cambia il modo di vedere le cose!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Bella addormentata

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 6 marzo 2013

Cover Dvd Bella addormentata A partire da mercoledì 6 marzo 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Bella addormentata di Marco Bellocchio con Isabelle Huppert, Maya Sansa, Gianmarco Tognazzi, Brenno Placido. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Bella addormentata (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 4,99 €
Prezzo di listino: 6,50 €
Risparmio: 1,51 €
Aquista on line il dvd del film Bella addormentata

GALLERY | La locandina esclusiva del film di Marco Bellocchio.

L'importanza del dubbio

martedì 7 agosto 2012 - Nicoletta Dose

Bella addormentata, l'importanza del dubbio Dopo aver ritratto Benito Mussolini in Vincere (2009) e dopo il film ad episodi Sorelle mai (2010), Marco Bellocchio ritorna al cinema con una storia difficile ispirata alla vicenda di Eluana Englaro. In Bella addormentata, che sarà presto presentato in concorso alla 69a Mostra del Cinema di Venezia, c'è uno spaccato d'Italia: l'eutanasia e il diritto di scegliere tra la vita e la morte. La storia della Englaro, la battaglia del padre, l'eccessiva esposizione mediatica di un caso umano sul quale tutti, in qualche modo, chi con grande superficialità, chi con rigore di pensiero, si sono sentiti in dovere di dire qualcosa.

   

GALLERY | Le foto del film di Marco Bellocchio. In concorso a Venezia.

Gli ultimi giorni di eluana

martedì 31 luglio 2012 - a cura della redazione

Bella addormentata, gli ultimi giorni di Eluana Diretto da Marco Bellocchio, Bella addormentata sarà uno dei tre film italiani in concorso alla 69. Mostra del cinema di Venezia. È un film controverso, quello del Maestro di Bobbio, che ripercorre gli ultimi sei giorni di Eluana senza però puntare i riflettori direttamente su di lei. La storia segue alcuni personaggi di fantasia, le cui storie si ricollegano in qualche modo – emotivamente o politicamente – alla vicenda della ragazza. In una riflessione esistenziale sul perché della vita e della speranza malgrado tutto.

   

BIZ

Analizziamo i film che hanno deluso. Prima parte.

Il cinema italiano in flessione

martedì 6 novembre 2012 - Robert Bernocchi

L'anno scorso, il cinema italiano rappresentava il 37,5% di tutti i biglietti cinematografici staccati. Nel 2012, siamo su cifre nettamente inferiori, che per ora sono ferme intorno al 24%. Insomma, senza voler esagerare in catastrofismi e utilizzare il termine 'crisi', la flessione è netta, sperando comunque che i titoli natalizi possano risollevare la situazione. In particolare, sembra chiaro che il rapporto degli spettatori con le commedie è mutato. Per esempio, nonostante certi proclami, Viva l'Italia sta conquistando risultati inferiori alla precedente pellicola di Massimiliano Bruno, Nessuno mi può giudicare, anche se conviene aspettare i dati di questa settimana per capire come concluderà la sua corsa (quelli della precedente sono 'falsati' per via della festività del primo novembre e del relativo venerdì di ponte) e magari affrontare di petto il discorso delle commedie nostrane. continua »

   

Analizziamo i film che hanno deluso. Prima parte.

Il cinema italiano in flessione

martedì 6 novembre 2012 - Robert Bernocchi

L'anno scorso, il cinema italiano rappresentava il 37,5% di tutti i biglietti cinematografici staccati. Nel 2012, siamo su cifre nettamente inferiori, che per ora sono ferme intorno al 24%. Insomma, senza voler esagerare in catastrofismi e utilizzare il termine 'crisi', la flessione è netta, sperando comunque che i titoli natalizi possano risollevare la situazione. In particolare, sembra chiaro che il rapporto degli spettatori con le commedie è mutato. Per esempio, nonostante certi proclami, Viva l'Italia sta conquistando risultati inferiori alla precedente pellicola di Massimiliano Bruno, Nessuno mi può giudicare, anche se conviene aspettare i dati di questa settimana per capire come concluderà la sua corsa (quelli della precedente sono 'falsati' per via della festività del primo novembre e del relativo venerdì di ponte) e magari affrontare di petto il discorso delle commedie nostrane. continua »

   

Quinto potere, errori e stranezze della critica cinematografica.

Incomprensibile e provinciale?

mercoledì 12 settembre 2012 - Robert Bernocchi

Cos'è Quinto potere? A parte ovviamente il riferimento all'omonimo film (Network in originale), è una rubrica che segnala gli errori, le stranezze, gli esempi di chiara incompetenza e magari anche gli spoiler commessi dai giornalisti italiani impegnati in campo cinematografico. continua »

   

Per ora, il pubblico italiano non accorre al film.

Interesse solo mediatico?

venerdì 7 settembre 2012 - Robert Bernocchi

Ogni anno, è facile notare la sproporzione tra l’enorme spazio concesso dai mass media (soprattutto i quotidiani, che di certi film parlano solo se passano ai Festival) ai titoli di Venezia e i risultati in sala. Ieri, i giornali erano pieni di articoli, dibattiti, polemiche, accuse e difese relative al film di Bellocchio Bella addormentata, ispirato al drammatico caso di Eluana Englaro. continua »

   

Guerra incivile

di Roberto Escobar L'Espresso

Assassini, assassini..., urlano gli attivisti del sedicente movimento per la vita il 9 febbraio 2009, davanti a un ospedale di Udine. Li si rivede in "Bella addormentata" (Italia, 2012, 110’ ). E si rivede Gaetano Quagliariello mentre, alla Camera, afferma che Eluana Englaro non è morta, ma «è stata assassinata». Né manca Silvio Berlusconi, che mostra agli italiani - al pubblico degli italiani - la sua certezza sfrontata: «Eluana ha il ciclo mestruale…». Di questo raccontano Marco Bellocchio e i cosceneggiatori Veronica Raimo e Stefano Rulli. »

di Gerhard Mumelter Der Standard

Bella addormentata non racconta la storia di Eluana Englaro. Il suo caso rimane sullo sfondo di un film in cui s'intrecciano almeno quattro storie diverse: quella del senatore Pdl Beffardi che aiuta la moglie gravemente malata a morire e si rifiuta di votare il decreto d'urgenza del governo Berlusconi. Quella poco credibile di sua figlia Maria, che da attivista del movimento per la vita finisce a letto con un ragazzo del fronte opposto. Quella surreale dell'attrice che si ritira per assistere la figlia in coma, scivolando in una psicosi religiosa che logora il rapporto con marito e figlio. »

Bella addormentata | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | mahleriano
  2° | babagi
  3° | renato volpone
  4° | merygreen
  5° | paride86
  6° | paolo pasetti
  7° | cineandre
  8° | ennas
  9° | mauro.t
10° | pepito1948
11° | ultimoboyscout
12° | giugy3000
13° | lo schiavo taita
14° | sergio dal maso
15° | stefano capasso
16° | sorella luna
17° | joker 91
18° | stefano bruzzone
19° | filippo catani
20° | omero sala
21° | brunilde56
22° | m.d.c
23° | riccardo tavani
24° | timothyfalcodissidissegna
25° | pensierocivile
26° | alex2044
27° | maria.f
28° | great steven
29° | rita branca
30° | gabriele marolda
31° | olgadik
32° | lisa casotti
33° | venarte
34° | tumau
35° | handsome
36° | anna1
37° | peer gynt
38° | salvo90
Rassegna stampa
Gerhard Mumelter
Rassegna stampa
Roberto Escobar
Nastri d'Argento (3)
David di Donatello (3)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Backstage
1 |
Video
1| 2| 3| 4|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 |
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 6 settembre 2012
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità