La scelta di Barbara

Acquista su Ibs.it   Dvd La scelta di Barbara   Blu-Ray La scelta di Barbara  
Un film di Christian Petzold. Con Nina Hoss, Ronald Zehrfeld, Jasna Fritzi Bauer, Mark Waschke, Rainer Bock.
continua»
Titolo originale Barbara. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 105 min. - Germania 2012. - Bim uscita giovedì 14 marzo 2013. MYMONETRO La scelta di Barbara * * 1/2 - - valutazione media: 2,76 su 28 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,76/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * - - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Una storia d'amore ambientata ai tempi della Stasi.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una storia d'amore ai tempi della Stasi con qualche carenza narrativa
Giancarlo Zappoli     * * - - -

Estate 1980. A causa di una richiesta di visto di uscita dalla Germania Est Barbara, una dottoressa, viene trasferita da Berlino in un ospedale di campagna. Il suo fidanzato Jörg, che vive all'Ovest sta pianificando la sua fuga. Barbara svolge con scrupolo il suo lavoro di chirurgo pediatra ma si tiene a distanza dai colleghi che pensa di dover frequentare ancora per poco tempo. Il primario Andre è però interessato a lei e non solo professionalmente. Man mano che il giorno della fuga si avvicina la situazione per Barbara, tenuta sotto stretto controllo dalla Stasi (la polizia politica) si complica.
Il cinema tedesco ha ovviamente ancora molto da raccontare sui decenni in cui la Germania era divisa in due e all'Est il controllo del Partito comunista era soffocante. Christian Petzold affronta il tema con un punto di vista estetico innovativo perché ritrae la vita sotto la dittatura con colori caldi rifuggendo dallo stereotipo abusato di una luce livida come la situazione psicologica dei personaggi. L'originalità però si arresta a questo punto perché ogni situazione si fa prevedibile così come un finale in cui le concomitanze diventano degne di un romanzo d'appendice appesantisce quanto visto sino a quel punto. L'occasione di descrivere un sentimento che nasce e si sviluppa progressivamente finendo con il mettere in secondo piano il desiderio di libertà viene sprecata non per colpa degli attori che sanno intercettare con abilità lo stato di tensione diffusa che pervadeva le vite anche di chi si trovava in una posizione elevata come quella del medico. È la sceneggiatura, scritta dallo stesso Petzold, che mostra come talvolta i plot di base possano essere simili ma gli esiti si manifestino come profondamente diversi. Perché il regista dichiara di avere avuto come fonte di ispirazione primaria Acque del Sud di Howard Hawks con Humphrey Bogart e Lauren Bacall. Purtroppo il confronto con quel classico del cinema si rivela perdente perché la scrittura resta in superficie e alla fine si ha l'impressione di un discreto film per la tv.

Stampa in PDF

Incassi La scelta di Barbara
Primo Weekend Italia: € 85.000
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
40%
No
61%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
giovedì 24 aprile 2014 alle ore 22,40 in TV su SKYCINEMACULT
Scopri gli altri film in televisione »
Premi e nomination La scelta di Barbara

premi
nomination
Festival di Berlino
1
0
* * * * *

Là dove non si può essere felici

sabato 16 marzo 2013 di renato volpone

Abbiamo ancora negli occhi le immagini della caduta del muro di Berlino, anche se ormai sono passati più di 23 anni, e questo film i ributta prepotentemente indietro nl tempo, dietro a quel muro. Un film che, con straordinaria delicatezza, ci racconta una storia avvenuta al di là di quel muro. Barbara è una dottoressa che da Berlino viene confinata nella più  profonda provincia del nord, tenuta sotto controllo e oggetto di ripetute perquisizioni, anche corporali, continua »

* * * - -

Regia piatta..contenuto valido

lunedì 18 marzo 2013 di Luanaa

Come quasi tutti i film di Petzold...che hanno la caratteristica di presentare casi più che di narrarli.Casi che avrebbero una certa intensità..peccato però che la regia è estremamente piatta; quasi cronachistica. Il risultato è che guardandoli mai ci dimentichiamo che stiamo guardando una finzione.Forse è una caratteristica tedesca quella di non essere assolutamente ridondanti; di presentare dialoghi ridotti al minimo;suggerendo sentimenti introversi e pensieri profondi.Lontanissimo dallo stile continua »

* * * - -

La vita dell'altra

martedì 19 marzo 2013 di pepito1948

Siamo nella DDR, nel decennio che precede la caduta del Muro di Berlino. In un Ospedale di campagna si ritrovano Barbara, medico destinata a quella sede periferica per aver osato chiedere il permesso di espatrio, e Andrè, chirurgo dal passato pesante per un errore professionale di cui sta scontando le conseguenze. Due vite in qualche modo compromesse, che cercano di fronteggiare come possono gli esiti di accadimenti imprevisti, in una società dove tutto è pianificato e controllato, continua »

* * * - -

Le emozioni sopite ai tempi della stasi

lunedì 18 marzo 2013 di donni romani

Una prigione fisica e morale quella della Germania dell'Est Anni 80 descritta da Christian Petzold, che sceglie un percorso narrativo metaforico, fatto di sottintesi, di silenzi e sguardi più che denunce e accuse, e per farlo sceglie come protagonista una donna colta, elegante, coraggiosa, medico pediatra di professione che ha come unica colpa il volersi trasferire all'Ovest e per questo viene confinata in un piccolo paese di campagna, in una casa squallida e disadorna, a lavorare in un ospedale continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film La scelta di Barbara adesso. »
Shop

DVD | La scelta di Barbara

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 26 settembre 2013

Cover Dvd La scelta di Barbara A partire da giovedì 26 settembre 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd La scelta di Barbara di Christian Petzold con Nina Hoss, Ronald Zehrfeld, Rainer Bock, Christina Hecke. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet scelta di Barbara (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film La scelta di Barbara

APPROFONDIMENTI | Un regista dallo sguardo volutamente ambiguo e allusivo.

Christian petzold

mercoledì 13 marzo 2013 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Christian Petzold Tra gli anni 60 e 70 del secolo scorso la Germania era al centro dello scenario cinematografico. Registi come Rainer Werner Fassbinder, Edgar Reitz, Alexander Kluge, Margarethe von Trotta, l'ormai dimenticato ma all'epoca osannato come Kubrick (chiedere a Enrico Ghezzi) Hans-Jurgen Syberberg e naturalmente Wim Wenders e Werner Herzog animarono il cosiddetto Nuovo Cinema Tedesco. La cui sigla autoctona era JDF (Junger Deutscher Film) con tanto di manifesto (il Manifesto di Oberhausen) siglato appunto a Oberhausen sede del più antico festival di cortometraggi del mondo.

   

NEWS | Da giovedì in sala e stasera in streaming.

Su mymovieslive!

martedì 12 marzo 2013 - Annalice Furfari

La scelta di Barbara su MYMOVIESLIVE! Una storia di dolorose scelte di vita e d'amore ai tempi della Stasi. Ambientata in un paese diviso da un muro di cemento, ma soprattutto da una barriera intangibile di paure e sospetti. È la storia attorno a cui ruota La scelta di Barbara, dramma diretto dal tedesco Christian Petzold e presentato con successo al Festival di Berlino 2012, dove si è aggiudicato l'Orso d'Argento. Nell'estate 1980, la dottoressa Barbara viene punita per avere richiesto un visto di uscita dalla Germania Est. Da Berlino, dove vive, il medico è costretto al trasferimento in un ospedale di campagna.

   

VIDEO | Una storia d'amore ai tempi della Stasi. Dal 14 marzo al cinema.

Il trailer italiano

venerdì 1 marzo 2013 - Chiara Renda

La scelta di Barbara, il trailer italiano Una storia d'amore ambientata ai tempi in cui il Muro divideva la Germania. La storia di una donna che si ritrova di fronte a una scelta. Il film di Christian Petzold La scelta di Barbara, vincitore dell'Orso d'Argento alla Berlinale 2012, racconta l'estate del 1980, quella in cui Barbara, medico della Germania Est con un amore all'Ovest, viene trasferita nel modesto ospedale di un paesino di provincia. Da lì organizza la sua fuga d'amore sospettando di tutto e tutti. Tranne di André, un collega gentile e premuroso.

   

La Germania del muro non uccide l'amore

di Alessandra Levantesi La Stampa

Esiliata in un ospedale di provincia per aver richiesto un visto per l'Ovest (siamo in DDR, nell'estate 1980) e sottoposta a continue e umilianti ispezioni di polizia, il medico di Berlino Est Barbara sta progettando una fuga verso la libertà. Tuttavia i rapporti instaurati con un giovane e illuminato primario e con un'adolescente che ha tentato il suicidio fanno riemergere nella donna, da tempo anestetizzata di ogni slancio vitale, emozioni e affettività rimosse. Altrettanto prosciugato ed ellittico è lo stile di racconto di Christian Petzold che, senza calcare la mano, sceglie di suggerire l'orrore mortuario della dittatura attraverso i suoi riflessi nella vita quotidiana, restando incollato all'eroina - un'interiorizzata Nina Hoss premiata con l'Orso d'argento - sia durante gli snervati vagabondaggi campestri, sia quando il viso immoto ne tradisce i segreti turbamenti. »

Storia di Barbara pediatra generosa della Germania Est

di Roberto Nepoti La Repubblica

Una decina d'anni prima del crollo del Muro, la pediatra Barbara subisce una punizione per aver chiesto di trasferirsi a Berlino Ovest. Confinata in un piccolo ospedale sulla costa tedesca, la donna attende che il piano di fuga del suo amante per farle raggiungere l'Occidente si realizzi. Frattanto frequenta il primario André, che prova attrazione per lei ma deve riferire a un funzionario della polizia segreta, e conosce Stella, ragazzina bisognosa di protezione. Non è passato molto tempo da quando si parlò di rinascita del cinema tedesco, grazie a film come Goodbye Lenin! E Le vite degli altri. »

La libertà di restare

di Cristina Piccino Il Manifesto

Barbara, la bionda protagonista che dà il titolo al film (nell'edizione orginale) è un medico. Bella, elegante, solitaria, la sigaretta spesso accesa tra le dita nervose appare quasi come un corpo estraneo nel piccolo ospedale di campagna dove è stata trasferita da Berlino. Germania dell'est 1980. Quella giovane donna misteriosa è una sorvegliata speciale, aveva chiesto di espatriare a ovest, e per questo dopo averle negato il visto è stata confinata là dove può essere controllata meglio. I colleghi la guardano con sospetto, la Stasi, la polizia politica del regime la tormenta. »

Che bel dilemma

di Roberto Escobar L'Espresso

Ci sono due storie, in "La scelta di Barbara" ("Barbara", Germania, 2012, 105'). La prima è una storia d'amore, la seconda di responsabilità e di libertà. Ambientato nella Repubblica Democratica Tedesca del 1980, il film di Christian Petzold e del cosceneggiatore Harun Farocki racconta di Barbara (Nina Hoss) e del suo desiderio di andarsene all'Ovest. Ora il regime l'ha confinata in un ospedale di provincia - la giovane donna è medico - e la tiene sotto controllo continuo. Ma questo non le impedisce di incontrare più volte Jörg (Mark Waschke), il fidanzato che vive al di là del confine, e che sta per farla espatriare clandestinamente. »

La scelta di Barbara | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | pepito1948
  2° | luanaa
  3° | donni romani
  4° | ennas
  5° | linus2k
  6° | renato volpone
  7° | theophilus
  8° | pensierocivile
  9° | flyanto
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 14 marzo 2013
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità