Terraferma

Acquista su Ibs.it   Dvd Terraferma   Blu-Ray Terraferma  
Un film di Emanuele Crialese. Con Filippo Pucillo, Donatella Finocchiaro, Mimmo Cuticchio, Beppe Fiorello, Timnit T..
continua»
Drammatico, durata 88 min. - Italia, Francia 2011. - 01 Distribution uscita mercoledì 7 settembre 2011. MYMONETRO Terraferma * * * 1/2 - valutazione media: 3,53 su 65 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,53/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
   
   
Una storia di migrazioni, reali e dell'anima, attraverso le quali i personaggi riscoprono se stessi e trovano il coraggio di cambiare.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Rigoroso nella forma e nell'esecuzione, un dramma poetico che risponde alle grandi domande sul mondo
Marzia Gandolfi     * * * 1/2 -

In un'isola del Mare Nostrum, Filippo, un ventenne orfano di padre, vive con la madre Giulietta e il Nonno Ernesto, un vecchio e irriducibile pescatore che pratica la legge del mare. Durante una battuta di pesca, Filippo ed Ernesto salvano dall'annegamento una donna incinta e il suo bambino di pochi anni. In barba alla burocrazia e alla finanza, decidono di prendersi cura di loro, almeno fino a quando non avranno la forza di provvedere da soli al loro destino. Diviso tra la gestione di viziati vacanzieri e l'indigenza di una donna in fuga dalla guerra, Filippo cerca il suo centro e una terra finalmente ferma.
Terraferma è la terza opera che Emanuele Crialese dedica al mare della Sicilia in un'instancabile ricerca estetica avviata con Respiro nove anni prima. Come Conrad, Crialese per raccontare gli uomini sceglie "un elemento altrettanto inquieto e mutevole", una visione azzurra 'ancorata' questa volta al paesaggio umano e disperato dei profughi. Sopra, sotto e intorno a un'isola intenzionalmente non identificata, il regista guarda al mare come luogo di infinite risonanze interiori. Al centro del suo 'navigare' c'è di nuovo un nucleo familiare in tensione verso un altrove e oltre quel mare che invade l'intera superficie dell'inquadratura, riempiendo d'acqua ogni spazio.
Dentro quella pura distesa assoluta e lungo il suo ritmo regolare si muovono ingombranti traghetti che vomitano turisti ed echi della terraferma, quella a cui anela per sé e per suo figlio la Giulietta di Donatella Finocchiaro. Perché quel mare ingrato gli ha annegato il marito e da troppo tempo è avaro di pesci e miracoli. Da quello stesso mare arriva un giorno una 'madonna' laica e nera, che il paese di origine ha 'spinto' alla fuga e quello ospite rifiuta all'accoglienza. La Sara di Timnit T. è il soggetto letteralmente 'nel mezzo', a cui corrisponde con altrettanta drammaticità la precarietà sociale della famiglia indigena, costretta su un'isola e dentro un garage per fare posto ai vacanzieri a cui è devoto, oltre morale e decenza civile, il Nino 'griffato' (e taroccato) di Beppe Fiorello. Ma se l'Italia del continente, esemplificata da tre studenti insofferenti, si dispone a prendere l'ultimo ferryboat per un mondo di falsa tolleranza dove non ci sono sponde da lambire e approdare, l'Italia arcaica dei pescatori e del sole bruciante (re)agisce subito con prontezza ai furori freddi della tragedia. Di quei pescatori il Filippo di Filippo Pucillo è il degno nipote, impasto di crudeltà e candore, che trova la via per la 'terraferma' senza sapere se il mare consumerà la sua 'nave' e la tempesta l'affonderà. Nel rigore della forma e dell'esecuzione, Crialese traduce in termini cinematografici le ferite dell'immigrazione e delle politiche migratorie, invertendo la rotta ma non il miraggio del transatlantico di Nuovomondo. Dentro i formati allungati e orizzontali, in cui si colloca il suo mare silenzioso, Terraferma trova la capacità poetica di rispondere alle grandi domande sul mondo. Un mondo occupato interamente dal cielo e dal mare, sfidato dal giovane Filippo per conquistare identità e 'cittadinanza'.

Incassi Terraferma
Primo Weekend Italia: € 244.000
Incasso Totale* Italia: € 1.692.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 1 aprile 2012
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Terraferma

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
Nastri d'Argento
1
5
David di Donatello
0
3
* * * * -

Mare nostrum

domenica 11 settembre 2011 di Writer58

"Terraferma" è un film basato su contrasti, su antinomie, con un elemento unificante che, insieme, separa e unisce: il mare. Su un'isola troppo piccola per essere segnata sul mappamondo, vive una famiglia composta da Ernesto, un anziano pescatore legato ai valori dell'etica del mare, una donna che ha perso il marito (Giulietta, interpretata da una brava Finocchiaro)e che desidera rifarsi una vita sul "continente", il figlio ventenne Filippo e suo zio Nino, alfiere della modernità e della miseria continua »

* * - - -

La grande illusione

domenica 11 settembre 2011 di gianmaria.silv

Usualmente ho grande rispetto per la Mostra del cinema di Venezia e dei suoi verdetti, ma il premio della critica dato a "Terraferma" mi lascia basito. Il film in questione tratta un tema molto difficile e complesso come quello dell'immigrazione clandestina in Italia. Crialese cerca di dire tutto senza però riuscire a dire nulla. Parla del problema dei pescatori che si trovano a confrontarsi con una realtà nuova e globalizzata - tema per altro solo abbozzato e sfruttato pretestuosamente per introdurre continua »

* * * - -

Troppo rumore per quasi nulla...

mercoledì 7 settembre 2011 di viperanera

Spencer Tracy picchiava duro con l'unico spezzone di remo rimastogli a bordo sugli squali che gli divoravano l'oggetto del suo riscatto: il marlin gigantesco. Anche Filippo picchia duro sulle mani dei poveri "clandestini" in cerca di un appiglio per salvare la propria vita. Questa metafora di Crialese è l'unico motivo che può far godere una pellicola male recitata da una Finocchiaro troppo immedesimata nella Medea che non sarà mai e da un Beppe Fiorello continua »

* * * * -

L'uomo bianco, l'uomo nero ed il mare

giovedì 8 settembre 2011 di pepito1948

  Siamo su una piccola isola siciliana (sappiamo che si tratta di Linosa, ma la sua identità è stata volutamente tenuta nel vago), così piccola che non compare neanche su un comune mappamondo. E’ il mare che ne determina ed influenza la vita con i suoi umori variabili, apportatore di vita e di morte, di cibo e disperazione, teatro di avventure mirabili o tragiche, mai uguale a se stesso, sempre capace di sorprendere, di stupire, di suscitare emozioni o angosce. Il continua »

Vincenzo saltalamacchia
"Andavamo a pesca di pesci ed ora peschiamo solo cristiani!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Giulietta
"Quest'isola è così piccola che non c'è neanche nel mappamondo!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
"Qua clandestini non ce ne sono più! Signori, qua ci sono solo pesci e fondali meravigliosi!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Terraferma oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Terraferma

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 8 febbraio 2012

Cover Dvd Terraferma A partire da mercoledì 8 febbraio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Terraferma di Emanuele Crialese con Donatella Finocchiaro, Beppe Fiorello, Mimmo Cuticchio, Martina Codecasa. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Terraferma (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Terraferma

INTERVISTE | Applausi con polemiche per il lavoro di Emanuele Crialese, primo film italiano in concorso.

La terra trema sotto

lunedì 5 settembre 2011 - Ilaria Ravarino

La terra trema sotto Terraferma Terraferma, primo film italiano in concorso, oggi si è presentato al Lido con una conferenza affollata, attesa, puntuale ma inquinata da un leggero e palpabile nervosismo. Con un regista sul piede di guerra, Emanuele Crialese, ostinatamente deciso ad evitare il binomio "film e immigrazione", un produttore, Riccardo Tozzi, unico a tenere lucidamente il timone della situazione, e una platea che, pur avendo applaudito il film in sala, non ha saputo nascondere qualche piccola perplessità sulla (eccessiva?) correttezza politica del soggetto – che con il "problema" immigrazione, con buona pace di Crialese, ha davvero molto a che fare.

INTERVISTE | L'attore ventiduenne protagonista in Terraferma di Emanuele Crialese.

Biondo pescatore d'africa

lunedì 8 agosto 2011 - Ornella Sgroi

Filippo Pucillo, biondo pescatore d'Africa Non esiste un cinema a Lampedusa. Fatta eccezione per l’arena estiva che anche quest’anno è stata allestita in Piazza Castello per la terza edizione de Il Vento del Nord, la rassegna cinematografica organizzata sull’isola e per l’isola da Massimo Ciavarro, con la collaborazione di Laura Delli Colli. Un evento che, mai come quest’anno, in una stagione estiva difficile per il turismo isolano a causa dell’eco mediatica degli sbarchi clandestini, ha portato a Lampedusa un po’ di leggerezza. Di respiro.

   

INTERVISTE | L'attore racconta i prossimi progetti, tra cinema e televisione.

Il debutto da produttore

lunedì 28 marzo 2011 - Giovanni Bogani

Beppe Fiorello, il debutto da produttore Un corto, un film, una serie tv per Beppe Fiorello. La sfida di un esordio come produttore cinematografico, e quella di raccontare – per il grande pubblico televisivo – il dramma dei padri separati. Infine, il ritorno al cinema, con il film di Emanuele Crialese Terraferma. Fiorello, iniziamo dal tuo esordio come produttore. Il corto Domani, due minuti su uno dei principi della Costituzione italiana. Come è nato tutto? In modo molto semplice. Giovanni Bufalini, un regista che da tempo lavora con me, mi ha proposto l'idea.

   

NEWS | Il film di Crialese, reduce da Venezia, è stato accolto bene al festival canadese.

Applausi per

giovedì 15 settembre 2011 - a cura della redazione

Toronto, applausi per Terraferma Un grande e caloroso applauso ha accolto Terraferma al Festival di Toronto. A presentarlo, insieme al regista Emanuele Crialese, vi era l'attrice siciliana Donatella Finocchiaro. Assenti invece gli altri due protagonisti, il giovane Filippo Pucillo e Beppe Fiorello. Prima di essere proiettato a Toronto, Terraferma è stato presentato alla Mostra del cinema di Venezia, dove è stato accolto con entusiasmo dal pubblico (10 minuti di applausi), dalla critica (si è aggiudicato il Premio Pasinetti, assegnato dal Sindacato Giornalisti Cinematografici) e dai giurati, che gli hanno conferito il Premio Speciale della Giuria.

   

NEWS | Il film di Sokurov vince il Leone d'oro. Coppa Volpi a Deanie Ip e Fassbender.

Trionfa il faust di sokurov

sabato 10 settembre 2011 - Giancarlo Zappoli

Venezia 68, trionfa il Faust di Sokurov Diciamolo apertamente: la 68^ edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è stata una di quelle che si fanno ricordare per la qualità e varietà di proposte e non a caso Darren Aronofsky, presidente della Giuria lo ha sottolineato con grande chiarezza nel momento in cui ha detto che non è stato facile giungere al verdetto finale perché i premi sembravano pochi rispetto ai film e alle professionalità da assegnare. Non si è trattato di un’affermazione d’occasione ma di una constatazione che poteva essere ampiamente condivisa.

   

NEWS | Marco Müller non ha dubbi e ci racconta i nuovi cigni in concorso.

Quale sarà il nuovo black swan?

venerdì 29 luglio 2011 - Robert Bernocchi

Quale sarà il nuovo Black Swan? L'anno scorso, ad aprire il Festival di Venezia c'era Il cigno nero di Darren Aronofsky. Il passaggio a Venezia si è chiuso con un premio minore (miglior giovane attrice per Mila Kunis), ma ha aperto la strada a uno straordinario successo di pubblico e all'Oscar per la protagonista Natalie Portman. Quest'anno, chi potrebbe ricalcare queste gesta? Alla domanda, risponde il direttore della Mostra Marco Müller. "A noi sembra che ci siano parecchi potenziali Il cigno nero, soprattutto in concorso.

   

NEWS | Moretti e Sorrentino alla kermesse, De Niro presidente della giuria.

Conferme e rumors sul festival

martedì 1 marzo 2011 - Nicoletta Dose

Cannes 2011, conferme e rumors sul festival Il cinema italiano è in crisi? La domanda rimbomba, senza trovare risposta, nei dibattiti intellettuali dei maggiori critici cinematografici, nelle chiacchiere tra novelli cinefili e in ogni occasione festivaliera che si presenti. Quest'ultime, se sono a Venezia, Cannes o Berlino, garantiscono rassegne contraddistinte dal tocco d'autore, e prendervi parte è una fervida dimostrazione di vitalità. Se alla Berlinale 2011 l'Italia ha presenziato solo fuori concorso, con la commedia Qualunquemente e Gianni e le donne, alla sessantaquattresima edizione del Festival di Cannes, che si terrà dall'11 al 22 maggio prossimi, ritorna da protagonista con alcune tra le più interessanti proposte dell'anno.

   

BIZ

Rimangono in lizza nove titoli, tra cui Pina e Una separazione.

Terraferma fuori dagli Oscar

giovedì 19 gennaio 2012 - Robert Bernocchi

È uscita la shortlist di nove pellicole che si giocheranno le cinque nomination. Non c’è il candidato italiano, Terraferma di Emanuele Crialese, ma è difficile considerarla una sorpresa, visto che nessuno degli esperti di Oscar lo inseriva tra i favoriti. I titoli rimasti in lizza sono Bullhead (Belgio), Monsieur Lazhar (Canada), Superclásico (Danimarca), Pina 3D (Germania), Una separazione (Iran), Footnote (Israele), Omar Killed Me (Marocco), In Darkness (Polonia) e Warriors of the Rainbow: See continua »

   

Tante difficoltà per il film di Crialese.

L'Oscar non è vicino.

giovedì 29 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Con la scelta di far diventare Terraferma di Emanuele Crialese il portabandiera italiano agli Oscar, si apre come sempre una fase di discussioni che terminerà (se bene o male, lo vedremo) con la scelta dell'Academy delle cinque pellicole candidate tra tutte quelle presentate dai rispettivi Paesi. Scelta giusta? Scelta sbagliata? In realtà, è diventato sempre più difficile dirlo e soprattutto non si avrà mai la controprova di cosa sarebbe accaduto con un altro candidato (tranne quando si vince, cosa che mette tutti a tacere). continua »

   

Tra i candidati italiani, spiccano Moretti e Crialese.

Chi sarà il portabandiera agli Oscar?

martedì 20 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Ieri sono stati comunicati gli otto titoli che si giocheranno la possibilità di diventare i candidati italiani per l’Oscar al miglior film straniero. Intanto va specificato che, in questa fase, sono gli stessi produttori a proporre i loro film. Se molti, sapendo di non avere nessuna speranza, non ci provano nemmeno, altri invece lo fanno solo per promozione o per accontentare i registi/le star delle pellicole in questione. Pensiamo al caso di Nessuno mi può giudicare, brillante esordio alla regia di Massimiliano Bruno, che ha ottenuto un buon successo di critica e di pubblico, ma che non ha nessuna chance di farcela. continua »

   

Quinto potere, errori e stranezze della critica cinematografica.

C'era un'attrice e una senatrice...

lunedì 19 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Sempre sullo stesso film, in sede di pronostici, la giornalista di Repubblica diceva: “anche se si assicura che la giuria ha riflettuto con molta simpatia su Terraferma di Crialese (Rai Cinema) cui potrebbero assegnare lo stesso premio che vinse nel 2006 per Nuovomondo, il Leone d' Argento. O forse la coppa Volpi per la migliore attrice alla sua protagonista Anna Finocchiaro”. Ossia, la senatrice del Pd scambiata con l’attrice Donatella Finocchiaro... continua »

   

Carnage si affida al passaparola e gli altri nuovi titoli non decollano.

I puffi primi in Italia

sabato 17 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Le 550 sale italiane in cui è arrivato I puffi facevano capire fin da subito chi avrebbe vinto la sfida al botteghino. I dati di ieri confermano che la pellicola sui celebri personaggi si aggiudicherà tranquillamente la vetta del box office italiano, visti i 336.045 euro ottenuti nella giornata di venerdì. Considerando che questo tipo di pellicole per famiglie migliora di sabato e domenica, è prevedibile un risultato nei tre giorni vicino (o anche superiore) ai due milioni di euro. Dietro, Super 8 con 132. continua »

   

Negativo invece il dato di Terraferma.

Buon esordio per Questa storia qua

giovedì 8 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Questo mercoledì sono uscite due pellicole italiane presentate alla Mostra di Venezia, che hanno ottenuto risultati molto diversi. Possono essere soddisfatti produttori (Indigo Film) e distributori (Lucky Red) di Questa storia qua, documentario su Vasco Rossi che al Lido è riuscito nell’impresa di soddisfare anche i non appassionati del cantante. Di sicuro, i fan hanno risposto con entusiasmo, visto che in due giorni (martedì il film è stato proposto in diretta con la Mostra di Venezia la sera, da ieri aveva una programmazione normale) ha incassato 250. continua »

   

di Roberto Nepoti La Repubblica

Terraferma racconta uno dei tanti drammi che affliggono il nostro paese, di quegli inesorabili eventi che mettono in conflitto la nostra umanità e i nostri egoismi, il cuore e la legge. Ma la difficoltà è abbandonare la cronaca, lasciar perdere ideologia e politica, sostituire i numeri e le fredde immagini anonime dei telegiornali con una storia, dei volti, delle emozioni, quella verità che il cinema sa creare molto più delle immagini reali della televisione. Il vecchio Ernesto e il nipote Filippo, pescatori, avvistano una barca di africani stremati e decidono di portarli a terra. »

"Terraferma", la legge del mare

di Paola Casella Europa

Una famiglia di pescatori perde il proprio timoniere e da quel momento è costretta a navigare a vista. Una barca di immigrati clandestini naufraga vicino alle coste e i sopravvissuti sono costretti a nascondersi per sfuggire alle autorità. Sono le storie parallele narrate da Terraferma, il film con cui Emanuele Crialese ha partecipato in concorso alla 68esima Mostra del cinema di Venezia, inserendosi perfettamente nel filone tematico che ha visto molti dei film presenti (e la stragrande maggioranza di quelli italiani) affrontare il tema della paura dell’altro, soprattutto se diverso per nazionalità e colore della pelle. »

di Roberto Escobar L'Espresso

Non ho mai abbandonato nessuno in mare", dice il vecchio Ernesto (Mimmo Cuticchio), con l'orgoglio morale di chi, in settant'anni, dal mare ha imparato durezza e generosità. E ora, mentre dalla sua barca da pesca vede uomini e donne nuotare disperati verso la vita, dovrebbe obbedire all'ordine scellerato di non farli salire a bordo. Viene, quell'ordine, da una politica che vive nella e "della" paura: non bisogna raccoglierli, i poveri migranti che giungono dall'altra parte del Mediterraneo, ma lasciarli a qualche motovedetta che li porterà all'ammasso, peggio che se fossero bestie. »

Terraferma | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | pepito1948
  3° | ginoantoniomario
  4° | mansueto
  5° | barbaradejavu
  6° | ameliemarie
  7° | linodigianni
  8° | mansueto
  9° | marib
10° | rita branca
11° | taxidriver
12° | nigel mansell
13° | nino quincampoix
14° | karlito74
15° | max ferrarini
16° | fabiana dantinelli
17° | pannone
18° | melania
19° | annalisa.imperiale
20° | alvise w.
21° | gianleo67
22° | concettos
23° | renato volpone
24° | bonzus
25° | flyanto
26° | olgadik
27° | catarella
28° | maria
29° | matilde perriera
30° | olivia zilioli
31° | gambadilegnodinomesmith
32° | g.trama
33° | paperino
34° | viperanera
35° | gianmaria.silv
Rassegna stampa
Roberto Nepoti
Paola Casella
Rassegna stampa
Roberto Escobar
Festival di Venezia (1)
Nastri d'Argento (6)
David di Donatello (3)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 7 settembre 2011
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità