Se sei così ti dico sì

Acquista su Ibs.it   Dvd Se sei così ti dico sì   Blu-Ray Se sei così ti dico sì  
Un film di Eugenio Cappuccio. Con Emilio Solfrizzi, Belen Rodriguez, Iaia Forte, Fabrizio Buonpastore, Totò Onnis.
continua»
Commedia, durata 100 min. - Italia 2011. - Medusa uscita venerdì 15 aprile 2011. MYMONETRO Se sei così ti dico sì * * 1/2 - - valutazione media: 2,63 su 38 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,63/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * - - -
   
   
   
Piero Cicala, cantante di successo negli anni '80, si troverà quasi per caso a condivere un'avventura con la famosissima Talita Corte.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
primo piano
Una buona idea per una commedia che spinge verso l'onestà dei sentimenti
Marianna Cappi     * * 1/2 - -

Piero Cicala, negli anni '80, è stato un cantante di successo. La sua hit "Io, te e il mare" ha venduto quasi un milione di copie. Poi il mondo si è dimenticato di lui e il mare della canzone è tornato ad essere quello di Savelletri, il paesino della Puglia da cui Piero era partito e dove è tornato, a fare il cameriere nel ristorante che ha comprato per sua moglie quando gli ha concesso il divorzio. Ora, però, una trasmissione televisiva di prima serata, di quelle che vanno a caccia di meteore e vecchie glorie, gli propone di riprendere in mano il microfono per una sera. Dopo una lunga riflessione, Piero accetta di stare al gioco, s'infila un parrucchino e la vecchia giacca con i bottoni di madreperla e parte alla volta di Roma. Qui, nel grande albergo in cui è ospitato per la notte, viene travolto da Talita Cortès, top model e icona del momento, e dal suo seguito di assistenti e paparazzi. È un caso a farli finire nella stessa camera, ma poi Piero entra davvero nelle simpatie della diva, che vorrebbe portarlo con sé in America, l'indomani stesso.
Il regista Eugenio Cappuccio e lo scrittore Claudio Piersanti riscrivono, con l'aiuto di Guia Soncini, un'idea originale di Antonio Avati, che tanto originale non è ma è di certo una buona idea. Nasce così la parabola di Cicala, un uomo che ha avuto successo e poi l'ha perso, con la medesima velocità ma ben altre conseguenze, che si è lasciato diventare vecchio e grasso prima del tempo, che soprattutto si è portato dietro un rimpianto, quello di non aver mai veramente detto la sua (leggi: cantato la sua canzone), e per questo tiene prigioniero un polipo in un acquario, in attesa di una liberazione o di una lenta morte per costrizione. Il personaggio interpretato da Belen Rodriguez, al di là della retorica sotterranea per cui i due in fondo in fondo non sarebbero così diversi, funziona da spinta per restituire a Piero la fiducia in se stesso; è -o meglio, dovrebbe essere- quello che fu Mathilda per Léon. Peccato che tutta l'altra metà dello scambio, quella in cui lui insegna a lei che deve essere se stessa, per "salvarla" in tempo dal destino che lo ha sommerso e rischia di toccare in sorte anche a lei, sia sprecata, pasticciata, buttata alle ortiche, affidata ad una telefonata improvvisa a Berlino nella quale la modella s'impone al committente come fotografa di se stessa. In questo modo il titolo, oltre che orrendo, si svuota anche di senso: "se sei così"...come? Non c'è vera qualità, al di là della bellezza.
Rispetto ai modelli più alti a cui si rifà, da Scrivere una canzone a Notting Hill, il film di Cappuccio sceglie di non seguire la strada della commedia romantica ma di essere sentimentale in un altro senso, più malinconico e consono alla bella penna di Piersanti. Malgrado le due brutte scene in testa e in coda, è un proposito onesto. Rispetto all'idea iniziale del produttore, invece, che vagheggiava toni e personaggi esagerati, quasi a sfiorare il grottesco, sceglie di smorzare, di addolcire, di fare di Piero più una sorta di Scialpi che un vero catorcio e di Talita una finta dura anziché una Paris Hilton, ma la limatura è imperfetta e il film rinuncia a troppo, all'amaro vero, alla vera tenerezza, finendo per alludere soltanto a quel che poteva essere e non è.
Ottimo Solfrizzi, niente male anche Belen.

Stampa in PDF

Incassi Se sei così ti dico sì
Primo Weekend Italia: € 262.000
Incasso Totale* Italia: € 488.000
Ultima rilevazione:
Box Office di lunedì 9 maggio 2011
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
43%
No
57%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Se sei così ti dico sì

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
3
* * * - -

Il riscatto raccontato da solfrizzi sempre + bravo

giovedì 21 aprile 2011 di pensionoman

solfrizzi è ormai un piccolo maestro nel confezionare personaggi veri che sembrano usciti da un mondo pugliese fatto di realtà locali, mare, microcosmi, accenti e volti salaci e più espressivi di mille frasi nella loro "tipicità" e unicità, molto più realistici e vicini allo spettatore dei prodotti francamente un pò insulsi e di maniera del checco zalone nazionale. di tutt'altro livello artistico, solfrizzi si rivela ad ogni nuova opera continua »

* * * - -

Se sei così vedo il film

lunedì 2 maggio 2011 di Gianpaolo Roselli

Piero Cicala, un cantante in voga nei primi anni Ottanta, ha l’occasione di ritornare a calcare il palco di una nota trasmissione televisiva. E’ un’opportunità con cui riscattare i suoi sogni, persi tra un ristorante a Savelletri, una rumorosa vespetta bianca e tanti debiti. Il film è una di quelle commedie da vedere in casa, con gli amici, tra una parola e l’altra. Ma se c’è un motivo per cui andarlo a vedere al cinema, questo è Emilio Solfrizzi. continua »

* * * - -

Piero cicala is back!

martedì 30 agosto 2011 di ultimoboyscout

La commedia d'autore di Cappuccio è atipica, pervasa di amara ironia, nostalgia e un fondo di malinconia. Era del tempo che il cinema nostrano non rifletteva, seppur in maniera leggera, sullo scomodo mondo dello spettacolo, sulle sue croci e sulle sue delizie. E con sapienza e buon gusto "Se sei così ti dico si" mette in scena questo mondo fatto di fenomeni, successi presunti e successi sciupati, consacrazioni troppo veloci e già dimenticate. E lo fa attraverso continua »

* * * - -

Una belen promossa a pieni voti

domenica 14 agosto 2011 di rum42coah

 Un ex cantante di successo(Piero Cicala) ha l”occasione per cantare in TV grazie ai migliori anni,ma oltre a questa occasione ce ne sarà un'altra ancora più ghiotta e sorprendente.Andare in America con la famosissima modella argentina Talita Cortes… Da questo film non avevo molte pretese,ma devo ammettere che mi ha sorpreso positivamente.Il protagonista Emilio Solfrizzi è stato di una bravura eccezionale a interpretare un personaggio complesso con diversi continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Se sei così ti dico sì adesso. »
Shop

INTERVISTE | Esce in sala Se sei così di dico sì, commedia con la strana coppia Rodriguez-Solfrizzi.

Habemus belén

giovedì 14 aprile 2011 - Ilaria Ravarino

Habemus Belén Che Belén Rodríguez sia davvero così, e che tutti le dicano di sì, è un fatto ormai assodato. Dai reality tv al cinema d’autore l’ascesa della showgirl argentina sembra inarrestabile, un successo che non conosce battute d’arresto, che divora e fa proprio tutto quel che incontra, annientando il ricordo delle cadute (Vallettopoli, la cocaina, i rapporti con Fabrizio Corona e Lele Mora), e trasformando le riuscite in trionfi. Le ha detto sì De Laurentiis, incartandola nel cinepanettone sudafricano e dicendo di lei, nemmeno tanto sottovoce, che «una così le bestie feroci se le mangia a colazione».

BIZ

La sexy Belen e il suo lato B non salvano una storiella

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Carino il titolo. Peccato sia l’unica cosa che si salvi di una commediola che fa acqua da tutte le parti e non si capisce dove voglia andare a parare. Stupisce che nel terzetto che ha scritto la strampalatissima storia ci sia anche Antonio Avati, che poi però, a differenza del regista Eugenio Cappuccio, non figura tra gli sceneggiatori, bensì solo tra i produttori, insieme con il più famoso fratello Pupi. Ecco subito la trama. Si è ritirato a Savelletri, vicino a Brindisi, a fare il cameriere nel ristorante “Al polpo del re“ dell’ex moglie Marta (Iaia Forte), il depresso Piero Cicala (Emilio Solfrizzi). »

Convincono Solfrizzi & Belen cantante vintage e diva tv

di Alessandra Levantesi La Stampa

A un cantante pugliese, che ha avuto un unico successo, viene chiesto di rientrare in scena per un’esibizione in chiave di nostalgia in tv. Nel corso della trasferta romana incrocia un’icona di fama internazionale perseguitata dai paparazzi come la Ekberg in La dolce vita. Che succederà? Dal connubio dei fratelli Avati produttori con il regista Cappuccio è nato un film ben calibrato fra l’umorismo delle situazioni e la malinconia dei caratteri sullo sfondo di una società spettacolo sempre più degradata. »

Solfrizzi un garbato perdente

di Roberto Nepoti La Repubblica

Baciato dal successo con un’unica canzone, Piero Cicala, caduto nell’oblio, è finito a lavorare nel ristorante della ex-moglie. A riesumarlo arriva l’onnipotente tv. Così la sua strada incrocia quella di tale Talita Cortes, oggetto privilegiato della cronaca gossipara, che farà volare in America il cantante restaurato. Anche Eugenio Cappuccio entra in zona-commedia, variante commedia degli equivoci; però con una venatura di malinconia, un numero di doppi-sensi inferiore alla media e un bel personaggio di “loser” che ricorda un film con Depardieu (“Quand j’etais chanteur”). »

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

"L'uomo in più" di Sorrentino, con qualcosa in meno, anzi, di diverso: la speranza, il riscatto oltre la sconfitta. Piero Cicala (il bravo Emilio Solfrizzi) ha cantato una sola stagione, ora porta la croce: con toupée e Toto Cutugno per sosia, incontrerà la diva Talita (Belén: parte male, si riprende alla grande puntando sul fisico), che non gli cambierà il destino, ma la vita sì. Eugenio Cappuccio torna a raccontare i vinti e fa del terzo il suo film (quasi) perfetto, usando le macchine fotografiche per regalarsi due luci diverse: terragna la provincia, plastificata Roma. »

Se sei così ti dico sì | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (4)


Articoli & News
Interviste
habemus belén
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 15 aprile 2011
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità