50 e 50

Acquista su Ibs.it   Dvd 50 e 50   Blu-Ray 50 e 50  
Consigliato sì!
3,27/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
La vita del ventisettenne Adam scorre tranquilla, forse fin troppo. A complicare le cose arriva la peggiore delle notizie: è malato di cancro.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film che affronta il tema della malattia con ironia e leggerezza
Adriano Ercolani     * * * - -

La vita del ventisettenne Adam scorre tranquilla, forse fin troppo. A complicare le cose arriva la peggiore delle notizie: è malato di cancro. Da quel momento il ragazzo entra in uno stato di passiva accettazione della malattia da cui nessuno sembra scuoterlo: non la sua ragazza che lo tradisce, non il suo migliore amico mattacchione, non la sua inesperta e volenterosa terapista, che tenta con lui un approccio umano. Adam continua a nascondere prima di tutto a se stesso paura, rabbia, frustrazione e tutti i sentimenti che la malattia porta con sé. Passando attraverso la chemioterapia e tutte le altre fasi della cura il ragazzo comprenderà alla fine ciò che vuole più di tutto e quali sono le persone che davvero tengono a lui.
È sempre una cosa molto difficile tirare fuori una buona commedia da un soggetto drammatico come la malattia, quindi già per il tentativo 50/50 di Jonathan Levine andrebbe applaudito. Il merito principale della sceneggiatura è quello di partire a razzo, di costruire situazioni comuni e insieme molto divertenti riguardo la scoperta del male, l'accettazione dello stato, il tentativo di non farsi abbattere in particolar modo dall'incertezza. Sotto questo punto di vista la prima parte del film è monopolizzata dalla comicità fresca e diretta di Seth Rogen, vero e proprio funambolo capace quasi da solo di alleggerire scene e situazioni dolorose. Joseph Gordon-Levitt, Anna Kendrick, Bryce Dallas Howard e tutti gli altri attori sono in parte e assolutamente convincenti, ma è senza dubbio Rogen la marcia in più di 50/50.
Dopo la prima metà in cui il film esplora con allegria e vivacità la condizione e la storia del protagonista, Jonathan Levine non riesce a nascondere però un evidente problema contenuto nella sceneggiatura stessa: la storia si ferma su una serie di scene magari anche divertenti ma che non fanno evolvere la trama vera e propria né l'arco narrativo di Adam. 50/50 però si riprende come era prevedibile nella parte finale, quando si arriva per forza di cose al confronto decisivo con la malattia. L'ultimo quarto d'ora del film è seriamente emozionante, colpisce al cuore in maniera forse anche prevedibile ma non per questo meno sincera.
Alla fine quindi, seppur a tratti molto divertente, 50/50 non è un film leggero o superficiale: grazie a un lucidità di fondo su cosa si vuole raccontare e come si intende farlo, il film pone allo spettatore una serie di interrogativi e questioni che solitamente il semplice cinema d'evasione non presenta: quando ci troviamo di fronte a un bivio, cosa conta realmente? Come dobbiamo cercare di vivere una vita che non è eterna né tanto meno garantita? Di fronte a tali quesiti Jonathan Levine e tutti coloro che hanno partecipato al progetto provano a dare risposte non preconfezionate, al contrario personali e sentite. Se anche non del tutto compiuto, oltre che per il tentativo 50/50 è un film che merita di essere apprezzato anche per questo.

Incassi 50 e 50
Primo Weekend Italia: € 47.000
Primo Weekend Usa: $ 8.858.000
Incasso Totale* Usa: $ 35.005.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 25 dicembre 2011
Sei d'accordo con la recensione di Adriano Ercolani?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination 50 e 50

premi
nomination
Golden Globes
0
2
* * * * -

Quasi perfetto.

lunedì 13 febbraio 2012 di Shebangsthedrums

Questo film è basato su una storia vera, la vita di Will Reiser. La vita di Adam Lerner (interpretato in maniera magistrale da Joseph Gordon-Levitt), viene sconvolta dalla terribile, scoperta di una rara forma di cancro. Su internet, cerca informazioni sulla sua malattia e scopre di aver un cinquanta percento di possibilità di sopravvivere. Da qui in poi, ci si aspetterebbe la solita e drammatica vicenda, del povero ragazzo che fa la chemio. Il film invece, è anche una commedia, dove con l'aiuto continua »

* * * * -

Sofferenza e amicizia, ironia e leggerezza...

sabato 17 marzo 2012 di Annu83

E poi magari capita che inizi a vedere un film senza nemmeno troppa convinzione, e passati i primi 10 minuti ti ritrovi incollato allo schermo sperando che vada avanti ancora parecchio, senza mai calare di qualità, perchè quello che stai guardando, e che troppo prematuramente avevi sottovalutato nella trama e nel cast, si sta rivelando un film davvero degno di occupare il (poco) tempo che hai a disposizione. Potrebbe essere questa la sintesi di questo "50 e 50", un film continua »

* * * * -

Tema delicato affrontato bene.

lunedì 5 marzo 2012 di tiamaster

50 e 50 è un film che affronta bene e con ironia un tema molto delicato,alternando lacrime e risate (amare).Durante la visione le battute arrivano anche in momenti piuttosto tristi,questo potrebbe dare fastidio a qualcuno,ma se lo si vede con l'ottica giusta si scopre che 50 e 50 non è un film brutale,anzi,affronta il delicatissimo tema in modo ironico ma senza mai togliere la drammaticità al film,e senza mai prendere sottogamba niente.Molto bravi gli attori in special modo anjelica huston,grande continua »

* * * * -

Commovente e introspettivo

lunedì 5 marzo 2012 di theclubber88

Il film narra la storia di Adam che, non ancora 30enne, si vede diagnosticato un rarissimo tipo di cancro alla colonna vertebrale. Per lui la diagnosi è un fulmine a ciel sereno: non fuma, non beve e ha una vita sana (come saggiamente suggerisce la sequenza di apertura), ma la vita a volte sa essere molto imprevedibile. Inizia così ad affrontare la realtà, aiutato in una certa misura dal suo migliore amico Kyle, un tipo strano che utilizza la malattia di Adam per rimorchiare continua »

Rachel
"Non puoi cambiare la situazione, ma il modo in cui viverla."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | 50 e 50

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 4 luglio 2012

Cover Dvd 50 e 50 A partire da mercoledì 4 luglio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd 50 e 50 di Jonathan Levine con Bryce Dallas Howard, Anna Kendrick, Seth Rogen, Joseph Gordon-Levitt. Distribuito da Eagle Pictures. Su internet 50 e 50 (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film 50 e 50

APPROFONDIMENTI | Uno dei più interessanti attori della sua generazione.

Joseph gordon-levitt

mercoledì 27 novembre 2013 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Joseph Gordon-Levitt Bello quando l'autore è attore. In effetti ci sono film che ruotano più intorno alla creatività dei corpi, quindi alle performance degli interpreti, che non a una idea di messa in scena vera e propria, o alle intuizioni di una sceneggiatura. Non è esattamente il nostro caso, perché al centro di questa "politica" c'è Joseph Gordon-Levitt. Uno dei più interessanti attori della sua generazione (classe 1981), simile a James Franco, se si vuole un immediato termine di paragone, per la tensione al cambiamento perpetuo, alla continua rimessa in gioco.

   

GALLERY | Le foto della commedia con Joseph Gordon-Levitt e Seth Rogen.

Ridere è la miglior medicina

lunedì 27 febbraio 2012 - a cura della redazione

50 e 50, ridere è la miglior medicina Il ventisettenne Adam Lerner (Joseph Gordon-Levitt) ha la vita che tutti desiderano, una ragazza sexy e un ottimo lavoro. Ma quando comincia a sentire un forte dolore alla schiena, e scopre di avere una forma rara di cancro, tutto improvvisamente cambia: i locali cedono il passo alle cliniche, i vernissage alle sessioni di consulenza e i piani per il futuro alle strategie per la sopravvivenza. A circondare Adam vi sono il suo migliore amico Kyle (Seth Rogen), che utilizza la condizione dell'amico per attirare le ragazze e fare del sesso per empatia, la madre prepotente (Anjelica Huston), che lo mette in secondo piano rispetto alle sue paure, la sua ragazza Rachael (Bryce Dallas Howard), che si tiene occupata altrove e cerca di distrarsi con una sempre più frenetica vita sociale, e Katherine (Anna Kendrick), la giovane terapeuta che lo segue e che fatica a tenere il passo con le esigenze del terzo cliente mai avuto.

VIDEO | In esclusiva su MYmovies.it un'intervista all'attore protagonista del film.

Joseph gordon-levitt si confessa

lunedì 27 febbraio 2012 - Nicoletta Dose

50 e 50, Joseph Gordon-Levitt si confessa Riuscire a raccontare l'accettazione della malattia con senso dell'ironia non è cosa comune. Democratico come pochi, il cancro può colpire chiunque, anche un giovane ragazzo che non beve, non fuma e "fa la raccolta differenziata". Jospeh Gordon-Levitt, dopo aver interpretato un capellone anarchico e indisciplinato in Hesher è stato qui ed essere stato al fianco di Leonardo DiCaprio in Inception, è il protagonista di 50 e 50 di Jonathan Levine. Qui è un ragazzo normale al quale viene diagnosticato un tumore; dopo lo shock iniziale, il turbamento e lo sconforto, sopraggiunge l'accettazione.

   

BIZ

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

Il nuovo trailer di 50/50

venerdì 12 agosto 2011 - Robert Bernocchi

Si può ridere del cancro? È quello che tenta di fare 50/50, una pellicola che vede protagonista Joseph Gordon Levitt ((500) giorni insieme, Inception), nei panni di un ventisettenne a cui viene diagnosticato un cancro e che ha il 50% di possibilità di sopravvivere. A sceneggiare il film, Will Reiser, che ha vissuto un’esperienza simile e che porta al progetto un umorismo molto spiccato, così come un’importante storia d’amore. A dirigere il film c’è Jonathan Levine, mentre nel cast troviamo Seth Rogen, Anna Kendrick, Bryce Dallas Howard e Angelica Huston. continua »

   

Ridere del male è terapeutico

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Il solito film strappa lacrime su un malato di tumore? No.Qui si abbina commedia a dramma spiegandoci che, tutto sommato, ridere delle disgrazie è più terapeutico del compatimento. Certo, Gordon-Levitt ha la stessa espressione anche dopo aver appreso che ha un cancro spinale con 50% di chance di sopravvivenza e Seth Rogen fa se stesso quando rimorchia ragazze sfruttando la malattia dell’amico. Però, si ride in più occasioni della malattia e senza vergognarsi. Peccato, per il finale poco coraggioso. »

Il cancro, ultimo tabù

di Dario Zonta L'Unità

Il cinema hollywoodiano, e non solo, non ama sprecare i suoi soldi in film che ricordano alle persone il brutto della vita. Dei tanti argomenti tabù, il cancro è il Re dei Tabù. Niente lacrime per il male del secolo. 50 e 50 è una felice eccezione, anche se l’approccio (ma questa è la sua originalità) è dal lato della commedia, certo dolce-amara, a volte tragicomica. Adam è un giovane trentenne, sobrio, vita regolare, nessun eccesso. Tutto fila liscio fino al giorno in cui gli viene diagnosticato un tumore raro alla spina dorsale. »

Una vita 50 e 50

di Francesco Alò Il Messaggero

Adam (Gordon-Levitt) è un autore radiofonico di scarso successo con una fidanzata con cui non fa l'amore da tre mesi (Bryce Dallas Howard), un amico (Rogen) che non parla altro che di sesso, una mamma asfissiante (Anjelica Huston) e un padre con l’Alzheimer. Come può andare peggio? Gli diagnosticheranno un cancro alla spina dorsale difficilmente curabile. «Un cancro io?» reagisce lui: «Ma se non fumo, non bevo e faccio la raccolta differenziata!». Povero Adam. Forse la malattia lo aiuterà a tirare fuori qualche sassolino dalla scarpa o, più semplicemente, a urlare al mondo paura, rabbia ed emotività. »

di Paola Casella Europa

Ecco un piccolo film originale e coraggioso: una commedia sul meno divertente degli argomenti, il cancro, che riesce a far ridere, commuovere e riflettere. 50 e 50 sono le probabilità di sopravvivenza di Adam (Gordon-Levitt), il ventenne protagonista che scopre la sua malattia e da quel momento deve affrontarne ogni aspetto, aiutato dall’amico Kyle (Rogen), rozzo ma affezionato. Si sente che la sceneggiatura di Will Reiser è autobiografica, perché ogni dettaglio, sia medico che psicologico, ha il sapore dell’autenticità: dunque il film riesce a far ridere delle peripezie di Adam (il nome del primo uomo, dunque di ognuno di noi) senza mai sminuire la drammaticità della sua situazione. »

50 e 50 | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Adriano Ercolani
Pubblico (per gradimento)
  1° | shebangsthedrums
  2° | annu83
  3° | tiamaster
  4° | theclubber88
  5° | ultimoboyscout
Rassegna stampa
Federico Pontiggia
Golden Globes (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 2 marzo 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità