La guerra è dichiarata

Acquista su Ibs.it   Dvd La guerra è dichiarata   Blu-Ray La guerra è dichiarata  
Un film di Valérie Donzelli. Con Valérie Donzelli, Jérémie Elkaïm, Gabriel Elkaïm, Brigitte Sy, Elina Lowensohn.
continua»
Titolo originale La Guerre Est Déclarée. Commedia drammatica, durata 100 min. - Francia 2011. - Sacher uscita venerdì 1 giugno 2012. MYMONETRO La guerra è dichiarata * * * 1/2 - valutazione media: 3,63 su 37 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
pensierocivile domenica 17 marzo 2013
raccontare con stile Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Nouvelle Vague a go go, quasi un manifesto, a forte rischio protagonismo. LA GUERRA E' DICHIARATA non ha paura di nulla, non ha paura di rivendicare uno stile evidente, non ha paura di affrontare un argomento delicatissimo e difficile; se il secondo versante è un percorso di intelligenza e leggerezza straordinari, una prova matura nel controllo delle emozioni, nel lasciare che la situazioni affondi senza speranza per poi rilanciare con forze nuove, nella descrizione delle mutazioni che inevitabilmente deve subire un rapporto, solido, in funzione degli eventi più tragici; la scelta stilistica, invece mi lascia più perplesso. Non vi sono cadute di tono, ma, al solito, è anteporre lo stile al racconto, la riconoscibilità della propria bravura alla libertà dello spettatore. [+]

[+] lascia un commento a pensierocivile »
d'accordo?
ultimoboyscout sabato 2 febbraio 2013
un inno alla vita. Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Romeo e Juliette (ammazza che fantasia!!!) s'incontrano ad una festa ed è colpo di fulmine. Il loro amore genera Adam, al quale, intorno ai 18 mesi di vita viene diagnosticato un tumore al cervello. L'unica reazione dei genitori è quella di dichiarare guerra alla malattia, di affrontarla a muso duro e brutto con forza e coraggio. Il film, che non è un cancer movie nel senso stretto del termine, è ispirato al dramma vissuto in prima persona dai protagonisti Donzelli e Elkaim, i quali hanno anche curato regia e sceneggiatura. Un'impresa titanica quindi, che ha fatto rivivere loro il dramma (per fortuna positivamente risolto). Si tratta di un film sui generis che intreccia diversi temi e ne reinventa altri, passando da commedia drammatica a melo musical e a tratti a war movie, è un'opera che colpisce senza giri di parole, dal ritmo spiazzante che tira sempre dritto senza mai rinculare. [+]

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
rampante mercoledì 21 novembre 2012
adam il figlio dell'amore Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un film d'azione   che vede schierata una giovane coppia di   innamorati liberi e felici contro    un nemico  atroce   un  tumore .
Romeo e Juliette si incontrano a una festa, si innamorano,  costruiscono una  famiglia e hanno un figlio Adam che adorano .
Quando al piccolo viene diagnosticato un tumore al cervello  tutto sembra precipitare  ma, la drammatica esperienza aiuterà Romeo e Juliette  a conoscere nuovi aspetti l'uno dell'altro e insieme decidono di  unirsi nella lotta e   battersi per la sopravvivenza del loro bambino.
Una tragedia che sfiorando la morte celebra la vita, i due protgonisti sono provati dal dolore ma, non smettono di vivere anzi raddoppiano l'intensità della loro vita. [+]

[+] lascia un commento a rampante »
d'accordo?
riccardo tavani domenica 11 novembre 2012
il tumore del futuro per romeo e giulietta Valutazione 4 stelle su cinque
33%
No
67%

Quando una pellicola riesce a fare di una vicenda del tutto rara l’emblema stesso di una condizione umana del nostro presente ci troviamo di fronte a una visione non solo nuova ma anche sconvolgente per la profondità che attinge. Aggiungiamo che anche il giovane attore che interpreta Romeo, Jérémie Elkaïm, ha scritto con la regista Valérie Donzelli il copione del film. Giovani che parlano di giovani, mettendo in scena quella condizione di eterna irresolutezza adolescenziale in cui sono oggi più acutamente sospesi i giovani, in una tessitura continua tra gioco e tragicità. Il bambino che nasce lo chiamano Adám, il nome stesso dell’uomo originario. [+]

[+] lascia un commento a riccardo tavani »
d'accordo?
dargam sabato 29 settembre 2012
delizioso e sapiente Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

l'ho trovato un film vivo, vero, perché nel descrivere come una coppia di ragazzi affrontano il cancro del proprio figlio, ho trovato molta verità. Non c'è bisogno di attendere i momenti più tenebrosi e tristi per capire il dramma. In questo l'ho trovato originale. Anzi spesso ci si attacca ad una semi-pazzia per sopportare. Ed il film parla anche di evasione di una coppia che affronta qcsa di più grande di loro. Ho apprezzato il ricordo della nouvelle vague in stile moderno. da vedere.

[+] lascia un commento a dargam »
d'accordo?
irisdools1113 giovedì 13 settembre 2012
una guerra per la vita Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

Quale luce irrompe da questa pellicola?La risposta è facile, immediata come un raggio di sole dritto negli occhi: è la luce della speranza. Romeo e Juliette sono giovani, belli e innamorati ma i loro nomi promettono un destino tragico che non tarda a balenarsi nella loro vita di neogenitori; infatti, la giovane coppia si trova ad affrontare la malattia gravissima del loro bambino Adamo e tutte le conseguenze di un evento così improvviso e straordinario. Valerie Donzelli e Jeremie Elkaim in ordine regista e sceneggiatore della pellicola nonché attori protagonisti rincorrono un tema difficile come quella della malattia di un figlio (esperienza realmente vissuta dalla coppia) fino ad afferrarlo e a prenderlo per mano per una maratona di vita che esplode nelle immagini e nella musica. [+]

[+] lascia un commento a irisdools1113 »
d'accordo?
astromelia mercoledì 5 settembre 2012
fumo e pasticcio Valutazione 0 stelle su cinque
50%
No
50%

...molte volte sta nella volontà del non capire il comportamento delle persone anche nel dolore di una malattia,altrimenti non si capisce come il film,oltre ad essere una fumeria ambulante con tanto di cicche disseminate in giro,sia allegoricamente ricamato di feste,oltre al clima familiare insolito,se davvero nella realtà è andata così,lieto fine compreso,buon per loro,ma ahimè non sempre le ciambelle (amare) riescono col buco.....

[+] lascia un commento a astromelia »
d'accordo?
gianmarco.diroma domenica 5 agosto 2012
sur le front de mer Valutazione 5 stelle su cinque
56%
No
44%

"Il est froid, mais c'est un joli jour!". Forse sono queste la parole pronunciate da Romeo nella versione originale de La guerra è dichiarata, quando suo figlio Adam sta combattendo la prima di tante durissime battaglie, quella della durata di 9 ore per l'asportazione di un carcinoma al cervello (la parte possibile di essere asportata) che sta tentando di portarselo via. Insomma è una giornata fredda, grigia, quella che lui e la madre di suo figlio, Juliette, coi loro affetti vicino, stanno vivendo. Ma è una giornata bella comunque. Una giornata fatta di parole, chiacchiere, champagne pronto per essere stappato: ci sono 9 ore da far passare. 9 ore da trascorrere insieme, nell'attesa che avvenga il "miracolo", ovvero che Adam possa continuare a vivere (senza gravi conseguenze). [+]

[+] lascia un commento a gianmarco.diroma »
d'accordo?
osservatorecinematografico domenica 29 luglio 2012
davvero bello Valutazione 3 stelle su cinque
25%
No
75%

Un gran bel film. La regia mi piace, l'interpretazione è fantastica.  Lo trovo un film che riesce a trasmettere un senso di freschezza e gioia davvero grandi. Lo consiglio a tutti. Tre stelle meritatissime, forse tre stelle e mezzo. Un bel film che merita assolutamente.

[+] lascia un commento a osservatorecinematografico »
d'accordo?
chinablu sabato 21 luglio 2012
un film sanitario Valutazione 2 stelle su cinque
60%
No
40%

La primissima impressione è stata di un lungo spot sul servizio sanitario francese. La seconda è di un'occasione sprecata di poter raccontare come la malattia del bambino aggredisce e distrugge la coppia (è l'unica vaga analogia che ho potuto scorgere con i veri Romeo e Giulietta), la terza impressione è che non ho capito perché la Donzelli ha fatto questo film, che per me inizia solo alla fine, quando lui confessa di non farcela più e se ne fuggein centro a bere il caffè. Quando cioè i personaggi concedono qualcosa di umano allo spettatore e la tensione drammaturgica finalmente comincia a salire, arriva una intempestiva voce fuori campo a spiegarci che i due si separano, si rifanno una vita e il film finisce col bambino che, sano e salvo, gioca con il gameboy, arrivederci e grazie. [+]

[+] lascia un commento a chinablu »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
La guerra è dichiarata | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Cesar (6)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 1 giugno 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità