Il console italiano

Acquista su Ibs.it   Dvd Il console italiano   Blu-Ray Il console italiano  
Un film di Antonio Falduto. Con Giuliana De Sio, Luca Lionello, Anna Galiena, Franco Trevisi, Lira Kohl Drammatico, durata 90 min. - Italia, Sudafrica 2011. - Movimento Film uscita martedì 26 giugno 2012. MYMONETRO Il console italiano * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 1 recensione.
Consigliato nì!
2,50/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Girato interamente a Città del Capo, il film è incentrato sulla tragedia del traffico umano in Sudafrica. Tra i protagonisti, la cantante Lira Kohl.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un dramma ambizioso sulla tragedia del traffico umano, interamente raccontato dal punto di vista femminile
Ornella Sgroi     * * 1/2 - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

La sabbia bianca delle spiagge sudafricane e un gruppo di giovani donne di colore che corrono in fuga, con la disperazione sul volto mista alla speranza. Poi, due occhi neri e profondi, femminili, africani, in primo piano. E si torna indietro nel tempo. Di pochi giorni. Per capire cosa stia succedendo. Perché tra quelle donne c'è anche Giovanna (Giuliana De Sio), console italiano a Cape Town. Elegante e sicura di sé, ostinatamente sola e indipendente. Almeno fino all'incontro con la giovane modella sudafricana Palesa (Lira Kohl) che, catapultandola nella realtà di soprusi e dolore in cui vivono migliaia di donne rese schiave dal commercio della prostituzione con l'Europa, costringerà il console a fare i conti con se stessa e con il proprio passato. Legato al presente di Palesa dall'amore per lo stesso uomo, un fotoreporter italiano misteriosamente scomparso.
Sono meritevoli e ambiziose le motivazioni che animano il lungometraggio di Antonio Falduto, Il console italiano, unico film italiano in concorso nella sezione Mediterranea al TaorminaFilmFest. Una co-produzione tra Italia e Sud Africa che affonda le radici nel dramma del traffico dei nuovi schiavi che lega con il sangue il continente nero all'Europa, speculando sui (bi)sogni di milioni di uomini, donne e bambini attratti da un miraggio. Da un'illusione, pagata a caro prezzo.
Un dramma che Antonio Falduto prova a raccontare adottando un punto di vista femminile, quello delle due protagoniste. Due donne molto diverse, per aspetto fisico e carattere, ma con in comune la stessa determinazione, interpretate dalla De Sio e dalla Kohl con un amore che rende trascurabili l'inglese non proprio "madrelingua" in cui recita l'attrice italiana e l'inesperienza della cantante africana alla sua prima prova dietro la macchina da presa. Anche se il film, purtroppo, non riesce a trovare l'emozione e la forza che ci si potrebbe aspettare da una pellicola che sfida una realtà cruda e straziante come il traffico di donne.
Ciò nonostante, Il console italiano ha comunque due meriti. Quello di farsi portavoce di una popolazione femminile abusata, ma pronta a reagire grazie anche ad associazioni locali come il Cesvi che si adoperano per difenderne i diritti. Mettendo insieme persino delle vere e proprie squadre femminili d'assalto, in grembiule invece che in divisa, "armate" di mestoli e padelle, per difendere le donne africane dai soprusi dei mariti, come racconta una delle scene migliori del film. E poi quello di essere stato girato interamente a Città del Capo, in sei settimane, in lingua inglese, con troupe e maestranze locali, come buona parte del cast, in aggiunta a quello italiano di cui fanno parte anche Anna Galiena e Luca Lionello, purtroppo sacrificato in un ruolo marginale che non dà spazio alla bravura di un attore di talento. E per quanto, nel corso della narrazione circolare che si chiude lì dove si era aperta, negli stessi occhi neri e profondi di Palesa, Il console italiano si lasci sopraffare dai toni e dall'estetica della finzione televisiva, il film di Falduto spinge comunque a riflettere su una realtà che va raccontata. Ma con una dose di coraggio cinematografico in più.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
IL CONSOLE ITALIANO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
TheFilmClub
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Il console italiano adesso. »
Shop

DVD | Il console italiano

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 21 novembre 2013

Cover Dvd Il console italiano A partire da giovedì 21 novembre 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il console italiano di Antonio Falduto con Giuliana De Sio, Luca Lionello, Anna Galiena, Franco Trevisi. Distribuito da 30 Holding. Su internet console italiano (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 12,99 €
Aquista on line il dvd del film Il console italiano

APPROFONDIMENTI | Storia dell'artista soul che dedicò a Nelson Mandela '(Something Inside) So Strong'.

Una voce dal Sudafrica

giovedì 21 giugno 2012 - Tirza Bonifazi

Lira Kohl, una voce dal Sudafrica Il suo nome ha appena iniziato a girare fuori dai circoli musicali sudafricani nonostante lei sia già grande da quella parte del mondo. Foss'anche solo per aver dedicato a Nelson Mandela "(Something Inside) So Strong" durante i festeggiamenti per il novantaduesimo compleanno dell'ex presidente del Sudafrica. Nel video realizzato dagli studi della Sony e proiettato in diretta per il diletto di Madiba, Lira Kohl è chiaramente emozionata. La canzone deve sentirla sulla propria pelle: scritta dal poeta e musicista britannico Labi Siffre nel 1985 parla di Apartheid e lei, che è nata e cresciuta in Sudafrica, sa bene cosa vuol dire la segregazione razziale.

   

NEWS | Da Antonio Falduto, un dramma al femminile sulla piaga del traffico di esseri umani.

Il console italiano su MYMOVIESLIVE!

martedì 26 giugno 2012 - Luca Volpe

Il console italiano su MYMOVIESLIVE! Alcuni riescono a farcela. Altri no. I viaggi della speranza sono una scommessa, una sfida con la morte. Ma sono anche un business milionario, che può contare su numerose coperture legali. Si stima che siano circa un milione, le vittime del traffico di esseri umani. Uomini e donne che abbandonano il loro passato alla ricerca di fortuna; che si coprono di debiti senza alcuna garanzia per il futuro. L'argomento, certo, è tra i più delicati. Ed è anche per questo che le protagoniste de Il console italiano sono due donne: una bianca, Giuliana De Sio, e una nera, la cantante sudafricana Lira Kohl.

   

GALLERY | Le foto del film con Giuliana De Sio e Lira Kohl.

Dramma al femminile sul traffico umano

mercoledì 20 giugno 2012 - a cura della redazione

Il console italiano, dramma al femminile sul traffico umano Diretto da Antonio Falduto, Il console italiano è un film-denuncia sul traffico di esseri umani dai paesi africani. Seconde le stime ufficiali, infatti, sarebbero circa 1 milione coloro i quali provano ogni anno a raggiungere l'Europa. Di questi, circa 30000 (tra cui anche donne e bambini) perdono la vita durante i cosiddetti 'viaggi della speranza'. Un fenomeno di dimensioni preoccupanti, troppo spesso ignorato dai governi, che viene oggi raccontato in una coproduzione italo-sudafricana. La storia inizia quando una giovane donna di colore, Palesa Kubeka (interpretata dalla cantante sudafricana Lira Kohl), irrompe nel consolato italiano denunciando la scomparsa del compagno, Marco Borghi.

   

VIDEO | Il dramma del traffico umano. Dal 26 giugno al cinema.

Il trailer

venerdì 15 giugno 2012 - Nicoletta Dose

Il console italiano, il trailer Le vittime del traffico umano nel mondo sono circa un milione; un numero importante che definisce la tragedia nascosta dietro ai cosiddetti viaggi della speranza. Un tema difficile, quello del film Il console italiano del regista Antonio Falduto che lo affronta con serietà e voglia di approfondire. Dopo essere stato presentato al Taormina Film Fest 2011, dove è stato accolto con successo da pubblico e critica, il film esce ora in sala, a partire da martedì 26 giugno. Una forte presenza femminile caratterizza il film (il cast vede la presenza di due popolari attrici italiane, Giuliana De Sio e Anna Galiena, affiancate dalla cantante sudafricana Lira Kohl), ambientato interamente a Città del Capo, luogo pieno di contrasti, dove spesso l'unica speranza viene proprio dalle donne.

   

Dramma sul traffico umano visto dalle donne

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Cinema italiano a Città del Capo. Anche con finanziamenti sudafricani. L'impresa se l'è assunta Antonio Falduto, noto per un suo primo film nel 92, “Antelope Cobbler”, per cortometraggi, per documentari e sceneggiature. Per questo suo secondo lungometraggio si è scritto anche il soggetto e la sceneggiatura e avendolo ambientato appunto a Città del Capo ha scelto un argomento forse non nuovo al cinema ma tipico di quei luoghi, il commercio di esseri umani, donne spedite in Europa per avviarle alla prostituzione, bambini orrendamente coinvolti nel traffico di organi. »

Il console italiano | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Ornella Sgroi
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Link esterni
Sito italiano
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
martedì 26 giugno 2012
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità