Corpo Celeste

Acquista su Ibs.it   Dvd Corpo Celeste   Blu-Ray Corpo Celeste  
Un film di Alice Rohrwacher. Con Yle Vianello, Salvatore Cantalupo, Pasqualina Scuncia, Anita Caprioli, Renato Carpentieri.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 98 min. - Italia 2011. - Cinecittà Luce uscita venerdì 27 maggio 2011. MYMONETRO Corpo Celeste * * * - - valutazione media: 3,45 su 45 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,45/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Tornata a Reggio Calabria, la giovane Marta incontra un mondo sconosciuto diviso tra ansia di consumismo "moderno" e resti arcaici.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Ritratto sincero di un'adolescente alle prese con i sacramenti, dentro e fuori la Chiesa
Giancarlo Zappoli     * * 1/2 - -

Marta ha 13 anni ed è tornata a vivere alla periferia di Reggio Calabria (dove è nata) dopo aver trascorso 10 anni in Svizzera. Con lei ci sono la madre e la sorella maggiore che la sopporta a fatica. La ragazzina ha l'età giusta per accedere al sacramento della Cresima e inizia a frequentare il catechismo. Si ritrova così in una realtà ecclesiale contaminata dai modelli consumistici, attraversata da un'ignoranza pervasiva e guidata da un parroco più interessato alla politica e a fare carriera che alla fede.
Alice Rohrwacher debutta alla regia di un lungometraggio con una prova che testimonia della sua abilità nel dirigere attori e non attori, garantendo quella naturalezza che per un film come Corpo celeste è una qualità indispensabile. Deve infatti sostenere la veridicità di una condizione di degrado culturale e ambientale locale con il massimo possibile di verosimiglianza. Perché il film della Rohrwacher si colloca come un Gomorra della spiritualità in cui (forse casualmente forse inconsciamente) proprio uno degli attori di quell'opera interpreta il ruolo di un parroco desolatamente impermeabile a una fede vissuta a capo di una comunità culturalmente fatiscente. In essa si aggira la piccola Marta, adolescente in formazione che solo nella madre sembra trovare un'amorevole comprensione. Tra balletti di bambine ispirati alla peggiore tv, frasi del catechismo deprivate di qualsiasi senso grazie a una catechista incolta ma volonterosa e vescovi e loro segretari dal volto grifagno o dallo sguardo raggelante, Marta va verso la Cresima attraversando dei gironi spiritualmente infernali in cui non manca neppure un sacrestano lombrosianamente così pericoloso da annegare gattini appena nati. Un appiglio affinché una sua possibile fede possa non essere totalmente dissolta nell'acido muriatico di un'insipienza eretta a sistema potrebbe venirle da un anziano e isolato sacerdote che le fa conoscere la 'follia' di Cristo.
Ciò che non convince nella sceneggiatura (a differenza di film come Cosmonauta e I baci mai dati sicuramente non teneri con la Chiesa) è la compressione dell'ottica. Noi conosciamo Marta solo per quanto attiene la sua vita in casa (in misura minore) e la sua attività in parrocchia. Come se il Catechismo per una ragazzina di 13 anni fosse oggi pervasivo come per un'educanda in un collegio di inizio Novecento. Marta non sembra avere altre occasioni di vita o di relazione sociale (la scuola ad esempio?). Non avendo esperienza diretta della realtà calabra che Rohrwacher ha voluto portare sullo schermo non ci si può permettere di negarne la verosimiglianza. Si può solo constatare che, per fortuna, il mondo ecclesiale italiano è molto più complesso e articolato.

Premi e nomination Corpo Celeste MYmovies
Incassi Corpo Celeste
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
46%
No
54%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Corpo Celeste

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
2
David di Donatello
0
2
* * - - -

Sopravvalutato

venerdì 3 giugno 2011 di miazitu

Il film parte da un assunto interessante: una ragazzina, cresciuta in Svizzera, ritorna con la madre e la sorella a vivere in Calabria. Un corpo estraneo in un mondo lontanissimo, che non conosce. Un mondo che potrebbe dare infinite possibilità di racconto, un percorso di crescita e di scoperta che potrebbe portare ad orizzonti inaspettati. Ma la regista sceglie tutt'altra strada: quella di limitare quella di restringere quel mondo a uno solo, quello di una chiesa che rincorre modelli continua »

* * * * -

Che bello questo film

sabato 28 maggio 2011 di algernon

la tredicenne Marta torna a Reggio Calabria dopo 10 anni in Svizzera e frequenta il catechismo per prepararsi alla cresima. e viene così in contatto con i terrificanti personaggi della parrocchia, il parroco don Mario, dedito alla raccolta delle preferenze elettorali e delle quote dell'affitto, la catechista Santa, impregnata di nozioni televisive e segretamente innamorata del suo parroco, il vescovo, scostante e altezzoso. Marta poco si adatta a questo mono strano, curiosa e schietta, osserva le continua »

* * * * -

Una bella novità.

lunedì 6 giugno 2011 di Boyracer

Opera prima di Alice Rohrwacher (sorella della già affermata attrice Alba), questo film è una bella novità nel panorama autoriale italiano, presentato a Cannes in una categoria secondaria al concorso, e dove è stato giustamente molto apprezzato. Il degrado del sud Italia è rappresentato con voce pacata ma spietata attraverso l'esperienza di una ragazzina cresciuta fino ai tredici anni in svizzera. La storia parte dal ritorno in Calabria insieme alla madre continua »

* * * - -

Mio commento personale

martedì 31 maggio 2011 di Flyanto

   Film sulla crescita e formazione di un'adolescente nel periodo della sua preparazione alla Cresima. Molto poetico e     delicato il ritratto della ragazzina (peraltro molto brava l'attrice che l'interpreta) che rivela, a mio parere, come sia     sensibile ai problemi della crescita la giovane regista, anch'ella mamma di una bimba. Essendo un'opera prima,    trovo che il film abbia rappresentato bene i conflitti continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Corpo Celeste adesso. »
Shop

DVD | Corpo Celeste

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 8 novembre 2011

Cover Dvd Corpo Celeste A partire da martedì 8 novembre 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Corpo Celeste di Alice Rohrwacher con Salvatore Cantalupo, Anita Caprioli, Yle Vianello, Renato Carpentieri. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Corpo celeste (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film Corpo Celeste

INCONTRI | Reduce da Cannes con Corpo Celeste, la regista toscana si racconta.

Sorella d'arte

lunedì 23 maggio 2011 - Ilaria Ravarino

Alice Rohrwacher, sorella d'arte A Cannes non ha vinto niente ma il suo film, Corpo Celeste, è già stato venduto in Francia e il 27 maggio arriverà in sala in Italia. Lei, Alice Rohrwacher, 29 anni e una figlia di 4 anni e mezzo, è felice così: a Cannes non era mai stata, a differenza della sorella attrice Alba, e il suo esordio l’ha tenuto a battesimo proprio la sua sezione preferita, la Quinzaine, che lei seguiva da lontano ogni anno senza nemmeno immaginare che un giorno sarebbe stata chiamata in concorso. Da poco trasferitasi a Berlino, «una città culturalmente viva, e per fortuna piena di asili nido», dopo un periodo passato prima a Torino e poi nella campagna piemontese, Alice è più estroversa della sorella, parla volentieri anche di sé, ma a dispetto del look vagamente rock’n roll ha la stessa dolcezza nella voce, gli stessi occhi che le brillano di gioia quando racconta l’avventura del suo primo film.

   

BIZ

Tra i candidati italiani, spiccano Moretti e Crialese.

Chi sarà il portabandiera agli Oscar?

martedì 20 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Ieri sono stati comunicati gli otto titoli che si giocheranno la possibilità di diventare i candidati italiani per l’Oscar al miglior film straniero. Intanto va specificato che, in questa fase, sono gli stessi produttori a proporre i loro film. Se molti, sapendo di non avere nessuna speranza, non ci provano nemmeno, altri invece lo fanno solo per promozione o per accontentare i registi/le star delle pellicole in questione. Pensiamo al caso di Nessuno mi può giudicare, brillante esordio alla regia di Massimiliano Bruno, che ha ottenuto un buon successo di critica e di pubblico, ma che non ha nessuna chance di farcela. continua »

   

Cresima show

di Curzio Maltese

Se una regista nemmeno trentenne è capace di creare con pochi mezzi e tante idee un film come Corpo Celeste, si può essere ottimisti sul futuro del cinema italiano. A Cannes il film di Alice Rohrwacher è parso a molti il film più interessante della Quinzaine, laboratorio del futuro dove hanno esordito fra i molti Fassbinder e Herzog, Carmelo Bene e George Lucas, Oshima e Jarmusch e i fratelli Dardenne. È presto per dire se Rohrwacher si aggiungerà alla lista, ma certo il suo è un esordio folgorante. »

Giù al Sud

di Alberto Crespi L'Unità

C’è una nuova regista in città: Alice Rohrwacher, sorella dell’attrice Alba, si va ad aggiungere a un parco esordienti che negli ultimi anni ha regalato al cinema italiano diverse belle scoperte. Corpo celeste, appena passato alla prestigiosissima Quinzaine di Cannes, è uno dei migliori esordi di questi anni. Non solo per la storia che racconta, ma proprio per lo stile che la giovane regista abbraccia con coerenza dalla prima all’ultima inquadratura. A un primissimo, superficiale sguardo Corpo celeste potrebbe sembrare un film-Dogma. »

Marta, un «Corpo celeste» ribelle alla ricerca di altri mondi possibili

di Roberto Silvestri Il Manifesto

La Calabria montagnosa, aspra e affascinante, già set solare, e nero-verde, delle Quattro volte di Michelangelo Frammartino, accoglie e valorizza questo splendido esordio alla regia di Alice Rohrwacher, Corpo celeste, di cui ha scritto da Cannes Crislino Piccino. Ma il film, ben accolto sulla Croisette, è così affascinante e misterioso, apre talmente tante chiavi di lettura, da sopportare ulteriori analisi. Intanto per la delocalizzazione del personaggio principale, che, è poi quella di tanti «nordici» allevati al sud, di tanti emigrati trasportati al nord. »

Marta torna a casa

di Roberto Nepoti La Repubblica

Se una regista nemmeno trentenne è capace di creare un film come Corpo Celeste, si può essere ottimisti sul futuro del cinema italiano. A Cannes il film di Alice Rohrwacher è parso a molti il più interessante della Quinzaine. Tratto dal romanzo della Ortese, è la storia del ritorno a casa di una giovane madre calabrese con due figlie, dopo dieci anni in Svizzera. Ma soprattutto è il romanzo di crescita di Marta, 13 anni, del suo sguardo straniero e smarrito sui riti di una comunità adulta che ha perso ogni ragione di stare insieme, e ne cerca il surrogato in un vuoto conformismo ammantato di parvenza religiosa, per quanto la regista si affanni a ripetere che non si tratta di un film contro Chiesa e religione. »

Corpo Celeste | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | algernon
  2° | boyracer
  3° | flyanto
  4° | stefanomaike
  5° | miazitu
  6° | eugenio
  7° | marica romolini
  8° | rescart
  9° | rugvito
10° | angelo umana
11° | laulilla
12° | reservoir dogs
13° | goldy
14° | viva_la_vida
Nastri d'Argento (3)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 27 maggio 2011
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità