The Way Back

Acquista su Ibs.it   Soundtrack The Way Back  
Consigliato sì!
3,40/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Nel 1940 sette coraggiosi prigionieri fuggono da un campo di lavoro siberiano e scoprono il vero significato dell'amicizia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una fuga dal gulag attraverso una natura ostile
Giancarlo Zappoli     * * * - -

1940. Nella Polonia occupata dalle truppe sovietiche, il soldato Janusz viene denunciato come spia dalla moglie sottoposta a tortura. Spedito in un gulag in Siberia. Qui, insieme ll'attore Khabarov, all'americano Mr.Smith, e al criminale comune Valka inizia a pensare a un piano di fuga che riuscirà ad attuare insieme ad altri detenuti. Ciò che li attende fuori dal campo di prigionia è l'inverno siberiano. La loro prima meta è costituita dal lago Baikal e dai confini con la Mongolia. Il loro viaggio è però destinato ad essere molto più lungo e, conseguentemente, molto più tormentato.
Sono trascorsi nove anni da quando un film di Peter Weir è comparso sui nostri schermi ed ora possiamo finalmente vedere l'ultima sua fatica che risale al 2010. Non si tratta di una delle sue opere più originali ma si rivela comunque interessante. A partire dalle sue origini, il romanzo "The Long Walk" di Slavomir Rawicz, il cui autore affermò di essersi ispirato a fatti realmente accadutigli, salvo poi essere smentito da documentazioni emerse negli anni recenti. Weir quindi ha ribaltato la dimensione del suo The Truman Show. Là il suo protagonista viveva come realtà ciò che era finzione. Qui ci si ispira a una finzione che ha voluto proporsi come realtà per fare un film che rispetta i canoni ...della finzione. Con una differenza di fondo però. I gulag staliniani sono stati una aberrante fatto reale e hanno ispirato tentativi di fuga da un inferno fuori dal quale ce n'era un altro ad attendere gli evasi.
Deve essere questo che ha attratto Weir: raccontare le vicende di un gruppo di uomini che trovano nella Natura, come afferma uno dei comandanti del gulag, il loro vero carnefice. Il suo cinema è spesso andato alla ricerca di storie in cui i protagonisti lottavano contro i pregiudizi e, in fondo, anche contro se stessi per raggiungere la meta che si erano prefissi. Che fossero professori (L'attimo fuggente) o al comando di una nave (Master & Commander) poco importava. Qui si misura con un gruppo di individui che restano tali anche quando sono costretti dagli eventi a diventare un gruppo. Ognuno si porta dietro il bagaglio delle proprie diffidenze nei confronti della diversità (di nazionalità, d'età, di vissuto personale) altrui. Ma tutti hanno una meta che inizialmente risulta essere comune. Se Colin Farrell è, come al solito, a suo agio nei laceri panni del cupo criminale Valka, è un sempre superlativo Ed Harris ad offrire una prova che lascia ancora una volta il segno nei panni del volutamente anonimo Mr. Smith. Su tutto il cast finisce però con il dominare l'ambiente naturale che la fotografia di Russell Boyd esalta in particolare quando gli mette a disposizione l'intero schermo riducendo gli esseri umani a poco più che nullità. Nullità che, a tratti, rischiano di perdere la propria umanità per poi ritrovarla, nonostante tutto, magari disputando, ridotti alla fame, su una ricetta in cui mettere più o meno sale.

Incassi The Way Back
Primo Weekend Usa: $ 1.465.000
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
77%
No
23%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination The Way Back

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
* * * * *

Peter weir. il ritorno di un grande regista.

lunedì 28 gennaio 2013 di pensionoman

The Way Back, ovvero come la mano di un grande artista può raccontare una storia epica e senza tempo. 1939. Nella Polonia invasa dai nazisti, Janusz (un giovane ufficiale polacco) viene condannato per spionaggio, in base alle accuse della moglie, costretta con la violenza a testimoniare contro di lui. Con questo fardello terribile nell'anima, senza un processo, viene spedito senza complimenti nell'inferno dei gulag siberiani, dove il suo destino si incontrerà con quello degli continua »

* * * * -

Il viaggio dentro

lunedì 23 luglio 2012 di jaylee

Picnic a Hanging Rock si incrocia con Master & Commander nella più recente prova del maestro Peter Weir. Arrivato con ben due anni di ritardo sullo schermo, The Way Back racconta del ritorno a casa di Janusz, (Jim Sturgess) militare polacco ingiustamente accusato di spionaggio ed imprigionato in Siberia e che impiegherà ben 48 anni per farlo (dal 1941, anno in cui si svolge la trama, al 1989, anno del crollo del comunismo in Polonia)… Dovrà attraversare i ghiacci continua »

* * * - -

Il bellissimo ritorno di un maestro

venerdì 6 luglio 2012 di no_data

sarò di parte, in quanto mi sono sempre piaciuti moltissimo i film di Weir (l' attimo fuggente, the truman show, picnic ad hanging rock, master e commander),ma anche questa sua ultima opera mi ha colpito moltissimo.è un film semplice e lineare ma fatto benissimo sotto tutti gli aspetti: la sceneggiatura non rende mai banale una storia,come ho già detto, semplice (cosa molto difficile da fare); la regia riesce ad emozionare ad ogni inquadratura ed a rendere realistici luoghi continua »

* * * - -

La lunga marcia verso la libertà

giovedì 16 agosto 2012 di Fabian T.

Film serio, solido, sobrio, del tutto privo di spettacolarizzazione. Una regia quasi invisibile per un lungo e sofferto viaggio verso la libertà non solo fisica ma soprattutto interiore. La forza di volontà, le motivazioni personali, l'equilibrio mentale e il sapersi mettere in discussione sono i temi chiave di questa ennesima prova cinematografica di Weir dedicata alle inoocenti vittime dei gulag sovietici. La storia è certamente lineare e scorrevole, senza sorprese o artificiosità, continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film The Way Back adesso. »
Shop

SOUNDTRACK | The Way Back

La colonna sonora del film

Disponibile on line da lunedì 28 febbraio 2011

Cover CD The Way Back A partire da lunedì 28 febbraio 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film The Way Back del regista. Peter Weir Distribuita da Varèse Sarabande.

Una ragazza e 7 uomini in fuga per la salvezza da un gulag siberiano

di Roberto Nepoti La Repubblica

Dopo sette anni di assenza (dai tempi di Master and Commander) torna l’australiano Peter Weir, che ha dato allo schermo film memorabili come Picnic a Hanging Rock e Truman Show. E si riaffaccia con un “epic” appassionante, raccontando la fuga (autentica) di sette uomini da un gulag siberiano all’inizio della guerra. Guidati dal risoluto Janusz, un polacco che vuole ritrovare la moglie costretta a denunciarlo con la tortura, i fuggiaschi percorrono a piedi migliaia di chilometri, tra ghiacci e deserto, tormentati dalla fame e dalla sete, spesso sul punto di cedere alla sovrumanità dell’impresa e costretti a lasciare caduti per strada. »

Fuga dal gulag, narrata in old style

di Valerio Caprara Il Mattino

Naturalmente la categoria cinema estivo non esiste, ma non è sbagliato definire «The Way Back» un film che pare fatto apposta per liberare mente e sguardo dello spettatore quando è arrivato allo start delle vacanze. La proposta è resa allettante anche dal nome del regista, l’australiano Peter Weir che abbiamo onorato con ragione per oltre vent’anni e da circa dieci sembrava pensionato: tornato in campo in piena forma, l’autore di «The Truman Show» e «Master & Commander» spicca il volo verso l’avventura old style, disinteressata agli effetti speciali e declinata sull’intera gamma delle incredibili prove che devono superare un gruppo di evasi dalle assai differenti motivazioni e personalità. »

Con la fuga dal gulag Weir scava nelle coscienze

di Gianni Rondolino La Stampa

Poiché The Way Back , l’ultimo film diretto da Peter Weir, è un’opera di notevole valore, non si comprende come mai tanto il Festival di Cannes quanto quello di New York non abbiano voluto presentarla in concorso né fuori concorso, quasi si trattasse di un film mediocre o inutile o di vecchio stile o addirittura negativo sul piano estetico e su quello culturale. Nel settembre 2010 è stato presentato al Telluride Film Festival e in seguito è uscito in molte altri Paesi. Da noi arriva solo ora ed è quindi un’ottima occasione per vederlo. »

Fuga dal gulag siberiano per non dimenticare

di Alessandra Levantesi La Stampa

Come il grande David Lean cui spesso è paragonato, l’australiano Peter Weir è un cineasta che ama la dimensione epica, il romanzo di ardite imprese umane. In tale spirito ha realizzato nel 2003 il magnifico Master & Commander ; in questo registro affronta ora The Way Back , ispirato a un libro di Slavomir Rawicz - uscito nel 1956 e per la verità da molti considerato inattendibile - dove l’autore rievoca la sua incredibile fuga da un gulag siberiano nell’inverno 1941. Del drappello di prigionieri in viaggio verso la libertà - un estenuante percorso di migliaia di chilometri in condizioni estreme - fanno parte il polacco Jim Sturgess, l’americano Ed Harris e il russo Colin Farrell, l’unico criminale comune. »

The Way Back | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | pensionoman
  2° | jaylee
  3° | no_data
  4° | fabian t.
  5° | filippo catani
  6° | donni romani
  7° | giorpost
  8° | ultimoboyscout
  9° | tiamaster
10° | molenga
11° | cenox
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1| 2| 3| 4| 5| 6| 7| 8|
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità