Post Mortem

Acquista su Ibs.it   Dvd Post Mortem   Blu-Ray Post Mortem  
Un film di Pablo Larrain. Con Alfredo Castro, Antonia Zegers, Jaime Vadell, Amparo Noguera, Marcelo Alonso.
continua»
Drammatico, durata 98 min. - Cile, Messico, Germania 2010. - Archibald Enterprise Film uscita venerdì 29 ottobre 2010. MYMONETRO Post Mortem * * * 1/2 - valutazione media: 3,61 su 22 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,61/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Durante il colpo di stato cileno del 1973, Mario cerca di scoprire che fine abbia fatto la sua vicina di casa Nancy, ballerina di cabaret scomparsa misteriosamente.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Dramma storico dai carichi pesantissimi, com'è pesante un corpo morto moltiplicato per migliaia
Marianna Cappi     * * * 1/2 -

Santiago del Cile, 1973. Mario Corneo lavora come funzionario presso l'obitorio. Trascrive a macchina le autopsie. Si innamora di una ballerina di cabaret, Nancy, sua vicina di casa. Ma sono i giorni del colpo di stato, l'obitorio si riempie di cadaveri, della casa e della famiglia di Nancy non rimangono tracce. La ragazza si nasconde nel cortile della casa di Mario, che le porta il cibo e le sigarette. Intanto, all'obitorio, i morti riempiono le sale, i corridoi, le scalinate dell'ospedale.
Il cileno Pablo Larrain dà nuovamente prova, dopo Tony Manero, di una capacità di racconto ammirabile, perché inedita ed efficace. Il protagonista è ancora Alfredo Castro, figura ambigua, tra obbedienza e umanità (rispetto alla tragedia in atto), sentimento e istinto (nel rapporto con Nancy, e fino all'epilogo), mondo dei vivi e terra dei morti. Un essere che appartiene da subito all'universo del Post Mortem che dà al film il titolo e diversi significati. La sua esistenza squallida, priva di qualsivoglia slancio vitale, si movimenta un giorno al contatto con la morte, scuotendo improvvisamente anche il film intero e ridisegnandone le coordinate. Quel giorno, infatti, sotto gli occhi di un gruppo schierato di uomini in divisa e sotto le mani del medico con cui lavora Mario, finisce il corpo del presidente Salvador Allende, il suo cervello bucato dal proiettile. D'un tratto, non è più una storia di vita ordinaria, ma un giorno straordinario, di morte. Il dopo sarebbe stato, a lungo, un traumatico post mortem.
L'idea del film nasce da un articolo letto su un giornale a proposito dell'uomo che fece, insieme con pochi altri, l'autopsia ad Allende e si ritrovò nella posizione (nel "ruolo", di fatto) di anonimo protagonista della storia della nazione. L'ossimoro è piaciuto a Larrain, per la commistione di testimonianza, storia e finzione che portava potenzialmente con sé, per la poesia e l'assurdo. Com'è nel suo stile, il regista ha poi caricato: nel suo caso, una scena spoglia, negli arredi e nel dialogo, non vuol mai dire leggera e qui si parla di carichi pesantissimi, com'è pesante un corpo morto, moltiplicato per migliaia (nei 17 anni che Pinochet restò al potere). L'assurdo del mondo è tragico e sgradevole, come il finale del film, non fa sorridere, non (si) intenerisce.
Autore per stomaci forti, a 34 anni Larrain fa già del grande cinema, continuando ad inventare i modi del racconto e quelli dell'inquadratura. Superba, in questo senso, la scena della distruzione della casa di Nancy, che il vicino Mario riesce a non vedere né sentire, da sotto la doccia.

Incassi Post Mortem
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
76%
No
24%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Il consenso degli ignavi

giovedì 4 novembre 2010 di laulilla

Post Mortem racconta i tragici momenti del golpe militare che cancellò l'esperienza socialista di Salvador Allende in Cile nel settembre del 1973. La tensione sociale e politica, da tempo percepibile nel paese sudamericano, sfociò nell'assalto alla Moneda, residenza ufficiale del presidente cileno, da parte dei militari infedeli, che si schierarono con una parte dell'opinione pubblica ostile, ma soprattutto con i proprietari americani delle miniere di rame, nazionalizzate, continua »

* * * * -

Il dramma di un paese visto da un obitorio

sabato 2 ottobre 2010 di Luca Scialò

Mario Corneo (Alfredo Castro) lavora come funzionario presso l’obitorio di Santiago del Cile, con la mansione di trascrivere a macchina le autopsie. La sua vita è piatta, scorre priva di vitalità, quasi in simbiosi con la propria professione da cui pare essere influenzato da una triste “deformazione professionale”. E’ innamorato di Nancy, una ballerina di cabaret, sua vicina di casa. La quale, per carattere e professione, sembra essere quasi agli antipodi con lui. La sua vita però, come quella continua »

* * * * -

La conferma del talento di larrain

venerdì 19 novembre 2010 di eddie '85

"Post mortem" è la conferma del talento di Pablo Larrain. Ambientato nel Cile del fatidico settembre 1973, racconta di Mario, funzionario alla "Morgue", e innamorato di una scadente e bruttina vecchia gloria del cabaret che è anche sua vicina di casa. Indifferente alle drammatiche vicende che il paese sta attraversando, ed emotivamente immune alla massa dei cadaveri che gli passano sotto il naso dopo l'11 settembre, il protagonista sembra riuscire ad accendersi e ad avere scatti di apparente moralità continua »

* - - - -

Troppo lento

lunedì 8 novembre 2010 di renato volpone

Il film ha il solo pregio di ricordare gli avvenimenti del golpe militare cileno e invoglia ad andare a rileggere questa pagina di storia. La parte storica viene solo sfiorata con la rappresentazione cruda di una realtà che fa da sfondo alla vita del protagonista, che, invece è squallida e deprimente. La stessa ambientazione all'obitorio appare superficiale rispetto alla parte storica ed inutile per la parte narrativa, considerato che il personaggio è descritto benissimo continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Post Mortem adesso. »
Shop

DVD | Post Mortem

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 24 maggio 2011

Cover Dvd Post Mortem A partire da martedì 24 maggio 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Post Mortem di Pablo Larrain con Alfredo Castro, Antonia Zegers, Marcelo Alonso, Amparo Noguera. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Post Mortem è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Post Mortem

GALLERY | La fotogallery del film Post Mortem del cileno Pablo Larrain.

La storia di un amore

lunedì 25 ottobre 2010 - Marlen Vazzoler

La storia di un amore Terzo lungometraggio diretto dal regista cileno Pablo Larrain (Tony Manero), Post Mortem è stato presentato in concorso nella Sezione Ufficiale della 67a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e alla 48a edizione del New York Film Festival. Ambientato nel 1973, durante gli ultimi giorni della presidenza di Salvador Allende, il film racconta la storia d'amore tra Mario (Alfredo Castro), un medico legale, e Nancy (Antonia Zegers), una ballerina del Bim Bam Bum.

   

Autopsia del Cile, opera crudele di Larrain

di Mariuccia Ciotta Il Manifesto

Il più gelido horror sulla fine di Salvador Allende, Post mortem di Pablo Larrain, esce nelle sale qualche settimana dopo la Mostra di Venezia. Molto amato dalla critica, che lo aveva indicato nella rosa vincente, il film non ha conquistato però Quentin Tarantino, presidente della giuria. Il titolo però è stata una delle gemme del festival, ed è una visione irrinunciabile. 1l regista cileno di Tony Manero (premiato al Torino film festival 2008) è tornato a interloquire con il volto scarnificato di Alfredo Castro, e il suo personaggio di solitario ed emozionalmente congelato osservatore del mondo. »

Inerte desolazione nel Cile di Allende

di Lietta Tornabuoni La Stampa

In Cile, nel 1973 anno del colpo di Stato militare che provocò la fine del governo socialista, la morte di Salvador Allende e infinite vittime, un cinquantenne senza alcun fascino lavora all'obitorio dattilografando i referti medici e spasima per una ballerina non più giovane e licenziata. Lei, parente di oppositori del governo, è costretta a nascondersi; lui la ritrova, ma in compagnia di un altro; il richiesto di cibo e di assistenza, accumula invece davanti alla porta del rifugio una quantità insuperabile di oggetti condannando i prigionieri. »

La storia in obitorio

di Dario Zonta L'Unità

A Venezia Post Mortem di Pablo Larrain non ha ricevuto nessuna segnalazione, nessun premio: è passato sulla laguna come un fantasma, circondato dall'aura di morte della sua storia impietosa e potente. Eppure il terzo film del regista cileno poteva, e forse doveva, ricevere ben altra considerazione. Ma Venezia è lontana, le polemiche anche, e ora è giusto che a questo film venga concessa la visibilità che merita. Abbiamo fatto esperienza dell'idea di mondo e di cinema di Pablo Larrain qualche anno fa, durante il Festival di Torino, quando lì fu selezionata – e non passò certo inosservata – l'opera seconda di questo regista schivo e giovane. »

Amore, cadaveri e cinismo nel Cile in guerra di Pinochet

di Maurizio Caverzan Il Giornale

Santiago del Cile, inverno 1973. Il cinquantacinquenne Mario (Alfredo Castro) è un grigio e solitario impiegato dell'obitorio, incaricato di stilare i referti delle autopsie. Fuori si prepara il colpo di Stato di Pinochet e mentre i militati prendono il comando della Moneda, lui s'invaghisce della sfiorita dirimpettaia Nancy (Antoina Zegers), ballerina di cabaret di quart'ordine che scompare misteriosamente l'11 settembre (in Cile è inverno). Quando i militari fanno irruzione nell'abitazione della famiglia di Nancy, Mario apprende dell'arresto del fratello e del padre di lei, esponente del partito comunista e sostenitore di Salvador Allende. »

Post Mortem | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | laulilla
  2° | eddie '85
  3° | gianleo67
  4° | eugenio
  5° | bruno leonardini
  6° | luca scialò
  7° | renato volpone
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 29 ottobre 2010
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità