Natale in Sudafrica

Film 2010 | Commedia 105 min.

Regia di Neri Parenti. Un film con Christian De Sica, Max Tortora, Barbara Tabita, Serena Autieri, Massimo Ghini. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2010, durata 105 minuti. Uscita cinema venerdì 17 dicembre 2010 distribuito da Filmauro. - MYmonetro 1,68 su 114 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Natale in Sudafrica
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Il classico cinepanettone di Christian De Sica è ambientato quest'anno nella savana sudafricana. In Italia al Box Office Natale in Sudafrica ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 18,6 milioni di euro e 3,3 milioni di euro nel primo weekend.

Natale in Sudafrica è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
1,68/5
MYMOVIES 1,25
CRITICA 2,00
PUBBLICO 2,85
CONSIGLIATO NÌ
La storia è sempre la stessa. Con una buona dose di volgarità in più..
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 17 dicembre 2010
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 17 dicembre 2010

Carlo, in vacanza in Sudafrica con la seconda moglie Susanna incontra il fratello minore Giorgio che in passato lo ha truffato e gli ha portato via la moglie Marta. Ora però è Giorgio a trovarsi sul lastrico mentre Carlo si è arricchito. O almeno così crede perché è nuovamente vittima di una truffa e si trova senza un euro. Decide allora di architettare un grosso imbroglio ai danni del fratello. Massimo Rischio e Tagliabue (detto Bue) l'uno chirurgo e l'altro macellaio si trovano in Sudafrica con i loro figli Laura e Vitellozzo che hanno una storia d'amore. I due padri sono però molto attratti da una entomologa, Angela, la quale è alla ricerca della Farfalla del Paradiso. Dopo aver cercato inutilmente di sedurla i due correranno diversi rischi per aiutarla a trovare il lepidottero. Intanto Laura viene raggiunta dall'altro ragazzo con cui ha una relazione, Mario. Il quale diventa amico di Vitellozzo senza sapere che sono lì entrambi per la stessa fanciulla.
Christian De Sica lo ha dichiarato molto esplicitamente al settimanale "Sette" del "Corriere della Sera": "Sai, se ti dovessi raccontare drammaturgicamente la storia non saprei cosa dirti perché è sempre la stessa, da ventisette anni". Il signore sì che se ne intende (come affermava un vecchio Carosello) visto che ne ha girati ben sedici! Anche se negli ultimi anni, dopo la fuoriuscita di Massimo Boldi qualcosa sembrava essere mutato in direzione di un maggiore distacco dal versante genital-escrementizio delle battute e delle situazioni. Qualche tentazione di ritorno al passato si avvertiva già però in Natale a Beverly Hills e l'analisi del Box Office deve aver favorito in De Laurentiis molto di più di un ripensamento. Un calo di circa 4 milioni di euro rispetto all'anno prima non è cosa da poco. Allora...via libera a una location che abbatta i costi (come racconta sempre De Sica e come invece negano sia il produttore che, per dovere d'ufficio, Neri Parenti) e soprattutto nessuna pruderie nei confronti di tutto quanto riguarda il ventre e il basso ventre.
Affinché non ci siano equivoci è tutto chiaro sin dai primi minuti e dopo non si può che procedere in un'unica direzione (fatti salvi i ragazzini impegnati in un triangolo con equivoci prevedibili). Anche il 'federalismo comico' che aveva marcato le vacanze degli ultimi anni viene gettato alle ortiche e il più nordico finisce con il risultare Panariello. Chi sperava di vedere di Belen qualcosa di simile a quanto mostrato sui calendari rimarrà deluso ma in compenso scoprirà che nella 'monnezza' non è finita solo Napoli ma anche uno dei protagonisti.
Ma questo non basterà tra vent'anni per consentire a qualche cultore di trovare nel film quegli elementi di denuncia del degrado della nostra società che di fatto non ci sono. Ci sono invece bravi attori che, pensando al conto in banca, appendono le loro doti alle precarie grucce di una sceneggiatura dall'elevato tasso di volgarità.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
NATALE IN SUDAFRICA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 28 dicembre 2010
lucadagostino85

La domanda è una sola: è necessaria una recensione per l'ennesimo lavoro appartenente al filone dei cosiddetti "cinepanettoni"? La risposta è, probabilmente, no. Non perché non sia una pellicola degna di attenzione, ma perché è la sbiadita fotocopia di tutti i film che l'hanno preceduta, firmati dalla gloriosa ditta che vede ancora una volta [...] Vai alla recensione »

sabato 15 gennaio 2011
torres

sempre peggio. in questo film non c'è un attore che sappia recitare, la storia è sempre la stessa rigirata in mille modi. vergognoso il cameo di neri parenti, dio ci scampi da un altra interpretazione di laura esquivel. effetti speciali da oratorio con serpenti di plastica e farfalle computerizzate con effetti speciali di 30 anni fa.

domenica 26 dicembre 2010
stavroghin

Un film così indecente non l'avevo mai visto. Penso che sarà difficile cadere più in basso con il cinepanettone dell'anno prossimo, anche se dicono che al peggio non c'è mai fine. E, per inciso, il film non fa assolutamente nè ridere nè sorridere.

venerdì 24 dicembre 2010
Sixy89

L'ennesimo film penoso e indecente targato Neri Parenti. L'unico film di natale che ho visto al cinema è stato Natale a Miami e neanche se mi pagassero per andarli a vedere ci tornerei. Film fotocopia l'uno dell'altro, ispirati alla "comicità" volgare Fantozziana, che ad ogni episodio è sempre più volgare, sintomo di carenza di idee e mancanza di [...] Vai alla recensione »

sabato 18 dicembre 2010
stellab

Oggi classica scorpacciata di cine panettoni. Natale in sud africa è imbarazzante, sempre uguale a se stesso, mai neanche il tentativo di rinnovarsi. Coppia Ghini - panariello da dimenticare, e non si ride neanche molto.  Il film scorre lento e le storielle appiccicate. Sembra puntare tutto sul lato b di Belen, ma non basta.

mercoledì 22 dicembre 2010
ame25

penoso..!!!!

mercoledì 22 dicembre 2010
trinita

e un pessimo film non guardatelo sono soldi buttati

giovedì 23 dicembre 2010
LAKI87

Impossibile ridere!!!..Dare un voto a questa oscenità vorrebbe dire clessificarlo come film,quindi mi astengo!!!IMBARAZZANTE è l'unico aggettivo che si può dare a quest'offesa al mondo del cinema!!

martedì 28 dicembre 2010
FOREVERDUANE

Veramente scarso, non ricordo un De Sica così sottotono per non parlare degli altri......lasciate perdere che è meglio!

martedì 28 dicembre 2010
Tank87

La sola stella dice tutto!! anzi è troppo, se c'era la mezza stella avrei messo quella!!! Classico film di de sica, solito copione e incassi milionari. Sono io che non capisco nulla di cinema oppure tutti gli italiani che vanno al cinema a vedersi queste oscenità?

lunedì 20 dicembre 2010
petri

quest'anno hanno toccato il fondo. Primo tempo non si ride mai, dico mai. Secondo tempo due volte. Tre euro e mezzo a risata mi pare troppo!!!!

mercoledì 22 dicembre 2010
Lady Libro

Mi rifiuto categoricamente di vederlo.... A Natale è sempre la stessa storia: il solito cinepanettone di Neri Parenti "Natale in........" Stesse battute, stessa demenzialità, stessa volgarità, stessi attori.... Una schifezza completa!!! Ma non hanno di meglio da fare??? Ormai non ci sono più i vecchi film capolavori italiani di una volta: quelli di [...] Vai alla recensione »

domenica 19 dicembre 2010
ame25

...orrendo, sempre uguale agli altri e imbarazzante. Completamente d'accordo con stellab

domenica 19 dicembre 2010
carlus

che noia che barba questi film....basta con Belen Rodriguez...( volgare e non sa recitare )

venerdì 17 dicembre 2010
Spike

Non perdo tempo a scrivere così non perderete tempo voi a leggere. EVITATELO. Speriamo che 'La banda dei babbi natale' onori il cinema italiano natalizio. Spero con tutto il cuore che questo film perda ancora pubblico (come lo scorso anno) così che ci si possa liberare di questi stupidi prodotti che istupidiscono il pubblico. Sogno un Natale senza cinepanettone e con film italiani [...] Vai alla recensione »

domenica 3 ottobre 2010
marezia

Un motivo in più PER NON VEDERLO.

domenica 26 dicembre 2010
Enrico Ferro

lunedì 20 dicembre 2010
rosariamazz

IO DIREI CHE QUESTA VOLTA HANNO TOCCATO DAVVERO  IL FONDO!!! IL DOPPIAGGIO ERA PESSIMO, C 'ERA DIFFERENZA TRA LA VOCE E IL MOVIMENTO DEL LABBIALE, ASSOLUTAMENTE INADATTO AL CINEMA DEL GRANDE SCHERMO, SI NOTAVA MOLTO NELLA PARTE DELLA FIGLIA DI MASSIMO GHINI, LAURA.NON PARLIAMO DEL MONTAGGIO. LA SCENA IN CUI LAURA SI TROVA A BRACCETTO CON I DUE FIDANZATI è UNA COSA GIA VISTA E COPIATA [...] Vai alla recensione »

domenica 19 dicembre 2010
graziella

No! De Sica NO! Non andro a vederlo, come non sono mai andata a vedere i suoi precedenti film! E poi , basta con questi "panettoni".....facciano film seri!

giovedì 23 dicembre 2010
LAKI87

Impossibile ridere!!!..Dare un voto a quello che ho visto vorrebbe dire classificare questo come un film,quindi ho ben pensato di astenermi!!IMBARAZZANTE è l'unico aggettivo che può descrivere quest'offesa al mondo del cinema.....

lunedì 27 dicembre 2010
ghismina1

un solo aggettivo per questo film: PIETOSO.se andate a vedervi un cinepanettone,andatevi a vedere la bellezza del somaro.....mooooooolto meglio di questa accozzaglia di cafonate che ci sono qui!!!!!!!!

domenica 26 dicembre 2010
Enrico Ferro

Sono indignato. Pur con molte riserve sono andato a vedere questo film e devo dire che è una vergogna: la fiera della volgarità. Film come questo rovinano il nome del cinema italiano. Comicità zero, frasi scurrili, persino rutti e altre espressioni corporee ben più volgari. Quel che mi lascia sconvolto è che qualche sito specializzato tende a consigliarlo come "cinepanettone".

mercoledì 22 dicembre 2010
Bandy

Non l'ho visto,e nemmeno ci tengo a vedere film simili, sempre se si possono chiamare film...Il grande Vittorio De Sica si rivolterà nella tomba a vedere il figlio fare certi orrori... D'altronde abbiamo la tv più trash d'Europa,e cosa ci si può aspettere dal cinema italiano!!!

domenica 19 dicembre 2010
kaiobaffo

Non ho espresso alcun voto perchè dare anche solo una stella sarebbe stato fare un regalo. Squallido, stantio, ripetitivo. Sono contento che in una sala di circa 400 posti saremo stati una quindicina; segno evidente che la maggior parte delle persone ha maggior "giudizio" di me. "Se lo conosci lo eviti". In considerazione che tutto è già conosciuto, EVITATELO !.

mercoledì 29 dicembre 2010
mikemike

Purtroppo mi sono lasciato convincere dalle mie figlie di 9 e 11 anni anche se il trailer nn mi convinceva, ad andare a vedere Natale in Sudafrica. A metà proiezione la più piccolina già sbadigliava, commentando che nn aveva fatto nemmeno una risata, come la maggior parte della platea. A mio modesto avviso, anche se nn sono un critico e quindi nn uscendo a cena con i vari signori De Laurentis, De Sica, [...] Vai alla recensione »

martedì 11 gennaio 2011
MAMMUT

letteralmente inguardabile. Ho sprecato 105 minuti della mia vita che potevo utilizzare diversamente

venerdì 7 gennaio 2011
DARIO29

Dare una stella ad un film del genere sarebbe fin troppo generoso, perchè una stella significa che puoi dare una valutazione scarsa ma pur sempre una valutazione. Il film è più che scarso, è una vera tragedia. Al di fuori delle ambientazioni che oramai variano di anno in anno, la non storia è sempre quella, usare attrici che di recitazione non ne sanno nulla, ma che sono molto brave a mostrare i propri [...] Vai alla recensione »

domenica 2 gennaio 2011
elyn3

Ogni anno mi interoggo su quale sia il messaggio,la scala di intrattenimento e valori,il significato umoristico e satirico di un film cine-panettone di questo tipo.... e credetemi ogni volta sono nel piu' completo imbarazzo, sconcerto e disagio emotivo nel dover trovare a me stessa una risposta... e riuscire  a farla comprendere agli altri!!! Forse BASTA CON QUESTA SPAZZATURA  sarebbero [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 dicembre 2010
marezia

Come ci ha IN MODO ELOQUENTE spiegato Giancarlo Zappoli il quale, però, "crocifigge" i suoi protagonisti ma NON IL PUBBLICO CHE E' IL VERO RESPONSABILE DEL FENOMENO. L'Italia dal 17 dicembre al 6 gennaio si sveglia IGNORANTE E VOLGARE come mai e affolla le sale portandosi dietro bambini e ragazzi, IMBASTARDITI da cotanti argomenti e pronti a replicare fuori sala vezzi ed [...] Vai alla recensione »

sabato 8 gennaio 2011
Nino Pell.

Si può, dunque, affermare: E la storia si ripete. Pronuncio solo un'affermazione che da sola sintetizzerebbe il mio pensiero: BASTA !! BASTA, NON SE NE PUO PIU'. Ho vergogna che in Italia continuino a prodursi filmetti di terza serie come, appunto, quest'ultimo di Neri Parenti. La solita trama, le solite battute, insomma la solita inutilità. Alcuni dei protagonisti hanno dichiarato che films come questi [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 dicembre 2010
marcot

Ci han provato a farmelo vedere sabato 25 e non ci son riusciti: la buona notizia è che era la sala con più posti disponibili; la brutta notizia è che c'era gente che diceva "ma una volta l'anno ci sta...". No, non ci sta, ma siamo scemi? Cambia la città per la location e la coppia "culo-tette", il resto è uguale da non so quanto.

lunedì 27 dicembre 2010
Atlante

si tratta di una serie di gag appiccicate, tutto gia visto, sapevo cosa stavo guardando ma questo è il peggior cinepanettone della storia

martedì 21 dicembre 2010
Bboss

Ogni anno "Natale in -aggiungere luogo-" è in testa al box office. Me ne faccio una ragione.

domenica 26 dicembre 2010
Enrico Ferro

Un insulto al cinema italiano e a tutti coloro che spendono soldi per entrare al cinema. Mi stupisco del fatto che alcuni siti internet l'hanno consigliato come cinepanettone. Vergogna

mercoledì 5 gennaio 2011
Manuela

Su questo film credo non ci sia nulla da dire se non che è stato veramente veramente BRUTTO!Credo che sia stato il più mediocre film che ho visto negli ultimi anni.ASSOLUTAMENTE DA NON VEDERE !!!!

venerdì 24 dicembre 2010
petri

questa volta non si ride mai .... il cinepanettone è finito. Ridatemi i soldi

martedì 21 dicembre 2010
rqkbve

Premetto che io e la mia ragazza abbiamo voluto usare 2 biglietti omaggio che ogni settimana ci spettano nei cinema con una promozione di un contratto telefonico, se non fossimo andati a vedere nulla avremmo sprecato il biglietto gratis e facendoci coraggio siamo andati avendo tra l'altro il cinema a due passi. Fatta questa DOVUTA premessa posso affermare che la prossima volta per questo genere di [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 dicembre 2010
ralf89

Nevicava e la strada era tutta gelata...Gli altri film li avevo già visti...Fu così che decisi di fermarmi a vedere questo film!Non è che mi aspettassi granchè ma nemmeno uno tsunami di m***a!Battute moscie, banalità a non finire, vogarità prorompente...Insomma sempre la stessa solfa!E oltretutto la sala era pienissima.

giovedì 6 gennaio 2011
Francuccio

Sicuramente è stato un film meno volgare dei precedenti, ma la trama e la storia sono rimaste molto scarse......BOCCIATO

lunedì 3 gennaio 2011
marezia

E con buona pace della redazione TUTTO IL MONDO sa che I vari "Natale a ..." sono DIVERTIMENTI DA ADULTI. Lei portandovi due bambine non si è comportato da genitore assennato, ha capito? La prossima volta le porti a vedere un film d'animazione INTELLIGENTE o se ne stia a casa. 

lunedì 27 dicembre 2010
Federico P.

Partiamo dal presupposto che le commedie natalizie dovrebbero essere film comico-demenziali. Semplici, ordinari, molte volte ripetitivi e orgogliosamente grossolani per dirla alla De Sica. Natale a Miami, Natale in crociera, Natale a New York, Natale a Rio sono tra gli ultimi compitini riusciti. Diciamocelo...anche lo spettatore deve saper calarsi nella parte.

sabato 25 dicembre 2010
Carcalema

Ho sempre visto i film di natale ed ho sempre trascorso due ore liete e piacevoli. Quest'anno però abbiamo passato il limite. Ho avuto l'impressione di attori svogliati in un film senza trama. A metà spettacolo volevamo andarcene. Credo che con questo abbiamo chiuso con il filone "Vacanze di Natale". Sono curioso di leggere altri commenti in merito. Bei ricordi i primi degli anni 80/90 .....

venerdì 17 dicembre 2010
marezia

capirai che consolazione! Io NEANCHE GRATIS l'avrei visto.

sabato 1 gennaio 2011
mana tvb

solite cose che riducono la leggenda del grande film italiano alle solite porcate di tette e culi in questo caso della belen bisognerebbe educare i propri figli in modo diverso e vietare questi film ai minori di 14 anni perche un bambino di 6 anni non puo vedere 2 uomini pensare solo a trombare

sabato 1 gennaio 2011
valinfo

Un film completamente sballato. Speravo di vedere un pò di Sud Sfrica(inesistente) Situazioni al limite dell'idiozia(senza far ridere). Copione inesistente, dialoghi beceri. DeSica di una volgarità disgustosa(forse il padre non sarà contento). L'unico decente è Ghini che dimostra , pur nella palude, di essere un attore. Posibile mettere in circolo un film di tale imbecillità.

mercoledì 29 dicembre 2010
rolmi

Film al di sotto delle aspettative, ha diverse scene prevedibile pizzicate qua e la, non ha nulla di nuovo

venerdì 24 dicembre 2010
narf1

Assolutamente pessimo! Non sono contro i cinepanettoni, ma a tutto c'è un limite... De Sica ormai imita sè stesso, si capisce che non ne può più nemmeno lui. Panariello simpaticissimo in tv, insopportabile al cinema. Belen porta un po' di freschezza, ma la simpatia non è il suo forte. Il Sud Africa si è visto poco, e per quel poco che si vede [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 dicembre 2010
marezia

a casa MIA intanto due bambine di 9 e 11 anni NON COMANDANO e SE PROPRIO insistono sono sempre IO A DECIDERE SE QUELLO CHE VOGLIONO SIA COMPATIBILE CON LA LORO ETA'. Se le Sue figlie sono rimaste affascinate da quel trailer è un problema di EDUCAZIONE, lo ripeto e lo ribadisco. Quel trailer è molto VOLGARE (la volgarità non consiste solo nella parolaccia, sa?) e se se ne [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 gennaio 2011
birbo

Due anni fa quasi  25 milioni di euro per Natale a Rio, l anno scorso 21 milioni di euro per Natale a Beverly Hills, oggi 18,5 milioni per Natale in Sudafrica.... il declino finalmente è arrivato, persi 1 milione di spettatori in due anni. Era ora che la gente si stancasse......

giovedì 6 gennaio 2011
alessia.mary.j

Ogni anno mi riprometto di non andare più a vedere questi cinepanettoni. E ogni anno ci ricasco. Solite storie, soliti attori, solite battute volgari, cambia solo la bella di turno, che più che mostrare l'attrezzatura anteriore e posteriore non fa. Ci vorrebbe una bella scossa a questo genere!!

FOCUS
INCONTRI
giovedì 16 dicembre 2010
Marzia Gandolfi

Dopo il matrimonio in bianco di Massimo Boldi e le strenne con scasso di Aldo, Giovanni e Giacomo è la volta del cinepanettone delaurentiisiano. Senza sorprese e con una ricetta che tenta il soddisfacimento simultaneo di più pubblici, Natale in Sudafrica imbastisce due episodi che procedono alternati senza intrecciarsi mai: nel primo De Sica sperimenta Max Tortora coniugato (nella finzione) a Serena Autieri, nel secondo lo spaiato Ghini fa il paio con Panariello che fa il cascamorto con Belén Rodriguez.

INCONTRI
domenica 3 ottobre 2010
Giovanni Bogani

Dall'Isola dei famosi a Natale in Sud Africa La mattina e il pomeriggio si gira. La sera si mangia, magari l'antilope. Lei no. Però mangia, ride e scherza con la troupe. Con Massimo Ghini e Giorgio Panariello, che lavorano con lei già da un mese. Nel primo episodio di Natale in Sudafrica. E con Christian De Sica e Max Tortora, che sono appena arrivati, e gireranno ancora per un mese. Il film che si sta girando è una delle poche certezze del cinema italiano.

Frasi
E UN Pò TROIA,CHE MALE C'è?
Una frase di Carlo (Christian De Sica)
dal film Natale in Sudafrica - a cura di CIAO
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Impacchettato nel brusio mediatico e nelle pensose dichiarazioni di Belen, arriva il film di Natale targato De Laurentiis. Si tratta di due storielle parallele. Una riguarda i fratelli-coltelli Christian De Sica e Max Tortora, che tentano di truffarsi a vicenda durante la vacanza sudafricana. Nell' altra un' appetitosa entomologa cerca insetti mentre un chirurgo (Massimo Ghini) e un macellaio (Giorgio [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Si ride, ma meno del previsto con il cinepanettone doc della premiatissima ditta De Laurentiis. Nel primo episodio gli improbabili cacciatori di safari Massimo Ghini e Giorgio Panariello s'incendiano per la seducente entomologa Belén Rodriguez. Nell'altro i fratelli coltelli Christian De Sica e Max Tortora, che si sono soffiati moglie e sostanze, si ritroveranno alleati per forza.

Alessandra Levantesi
La Stampa

Aurelio De Laurentiis, gran patron con l'animo diviso in due fra il cinema e il calcio, non mostra mai il film di Natale alla stampa, riservando l'anteprima a una platea allargata di amici: per consuetudine, forse per scaramanzia, ma soprattutto perché non ne ha bisogno. Dopo 27 anni l'appuntamento è ultra collaudato, può contare sulla fedeltà di un pubblico che lo considera una specie di rito irrinunciabil [...] Vai alla recensione »

Marco Giusti
Il Manifesto

In Italia almeno una sicurezza c'è. Fra le risse alla Camera, le botte di Natale in centro a Roma, il crollo di Pompei, Monicelli che si butta dalla finestra, la cattura di Assange, l'uscita di The Tourist dove tutti i nostri attori sembrano lì con la mano tesa a chiedere soldi agli americani, esce il film di Natale ufficiale di De Laurentiis-De Sica-Parenti, Natale in Sudafrica.

Pedro Armocida
Il Giornale

Il vero cinepanettone, confezionato da lustri da Aurelio De Laurentiis, è veramente come il dolce delle feste da cui ha preso il soprannome. Unico, inimitabile, doc. A suo modo un'eccellenza italiana. Di fronte a un'operazione pressoché perfetta commercialmente (con tanto di aggiornamento di bunga-bunga) poco importa analizzare criticamente il grado zero della comicità proposta che gioca, quasi ossessivamen [...] Vai alla recensione »

Fabio Canessa
Il Tirreno

Squadra vincente non si cambia. Dunque la pasticceria Neri Parenti confeziona il cinepanettone n.27 secondo la ricetta tradizionale: usurato dalla routine, ma ancora scritto e girato con professionalità artigianale, per divertire le platee popolari. Rispetto al discount di Boldi, quello di De Sica sembra una boutique. Nel Sudafrica ben fotografato da Tovoli, fra bellone ed equivoci, panorami turistici [...] Vai alla recensione »

NEWS
GALLERY
venerdì 10 dicembre 2010
 

Carlo è in vacanza in Sudafrica con l'amata Susanna, la sua seconda moglie. Tutto sembra andare per il meglio fino a quando, per uno strano scherzo del destino, incontra il fratello minore Giorgio in compagnia della moglie Marta.

NEWS
mercoledì 6 ottobre 2010
Giovanni Bogani

JOHANNESBURG – Per molti il film di Natale "è" lui, Christian De Sica. La sua mascella, il sorriso un po' sguaiato e un po' da lord, come quello di suo padre Vittorio, la gaglioffaggine e un po' di eleganza, sempre a bagno – però – in una controllata [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati