Gorbaciof

Acquista su Ibs.it   Dvd Gorbaciof   Blu-Ray Gorbaciof  
Un film di Stefano Incerti. Con Toni Servillo, Yang Mi, Geppy Geijeses, Gaetano Bruno, Haruhiko Yamanouchi.
continua»
Drammatico, durata 85 min. - Italia 2010. - Lucky Red uscita venerdì 15 ottobre 2010. MYMONETRO Gorbaciof * * * - - valutazione media: 3,22 su 45 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,22/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Toni Servillo intepreta Marino Pacileo (alias Gorbaciof), un accanito giocatore d'azzardo napoletano.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Virtuosa variazione sul tema di Servillo, che fa davvero l'impossibile per uscire dai personaggi dei film precedenti
Marianna Cappi     * * - - -

Marino Pacileo, detto Gorbaciof a causa di una vistosa voglia sulla fronte, è il contabile del carcere napoletano di Poggioreale. La sue passioni sono il gioco d'azzardo e la giovane Lila, figlia del cinese che mette a disposizione il tavolo per le carte. Quando scopre che l'uomo ha contratto un debito che non può pagare, Gorbaciof decide di prendersi cura della ragazza e, per farlo, dapprima sottrae dei soldi dalla cassa del carcere poi accetta di partecipare ad altre, più pericolose, attività.
La settima regia cinematografica di Stefano Incerti è un film che, per alcuni connotati, si direbbe un esordio. Non è così, ma la gestazione è durata degli anni e il partorito, suo malgrado, reca le tare della sofferenza fetale. Ma torniamo ai connotati. Il film è costruito interamente attorno al protagonista, un personaggio studiato nei dettagli, piazzato dentro un intreccio codificato e riconoscibile, che permette da un lato l'esercizio di stile - certamente riuscito - e, dall'altro, ribadisce l'esistenza di una proficua via italiana al genere, ricca di sfumature inedite, ancora tutte da esplorare.
C'è un largo territorio comune tra gangster movie americano e noir metropolitano orientale, fatto di antieroi di pochissime parole, votati al passo falso quando fa capolino una donna vera, e di retrobottega odoranti di fritto, di vicoli per le botte, di debiti che si gonfiano e di sogni folli che puntano ancora più in alto. Incerti e lo sceneggiatore Diego De Silva trovano "l'America" e Hong Kong a Napoli, nei quartieri realmente abitati dagli immigrati orientali e dove la corruzione e la violenza hanno delle radici e una tradizione. Ma Napoli ha anche qualcosa in più: la maschera, la commedia, lo spirito della ribellione e della beffa. Toni Servillo si fa carico interamente di questo aspetto: con la sola mimica del volto, il modo di vestirsi e di camminare, crea immediatamente un "tipo", che inghiotte il film in un sol boccone. Meglio così.
Di Gorbaciof, che viene alla luce in ritardo cronico, dopo Gomorra e Le conseguenze dell'amore , si ricorderà dunque la virtuosa variazione sul tema di Servillo, che fa davvero l'impossibile per uscire dai personaggi dei film citati ed entrare in uno troppo poco dissimile, ma si farà meglio a dimenticare il resto: i movimenti di una cronaca annunciata, le smorfie di un'attrice a cui non viene chiesto che di mettersi in posa, un finale faticosamente tollerabile, che spaccia per ironica la sorte più prevedibile e per lirico un epilogo ormai buono solo per le soap. Almeno il rumore dell'aereo, ce lo saremmo risparmiato.

Incassi Gorbaciof
Primo Weekend Italia: € 264.000
Incasso Totale* Italia: € 621.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 17 luglio 2011
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
40%
No
60%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Gorbaciof

premi
nomination
David di Donatello
0
1
* * * * *

Da venezia e toronto l'applaudito capolavoro

giovedì 7 ottobre 2010 di Jayan

Film applaudito a Venezia e in particolare a Toronto, Gorbaciof è il settimo lavoro di Incerti, un capolavoro di stile e ambientazione, un'interpretazione straordinaria di Servillo ma anche di Yang Mi, basata solo sulla mimica. Pacileo è il contabile del carcere di Poggioreale a Napoli, ha la passione del gioco d'azzardo, si innamora di Lila, una cinese, e per aiutare suo padre sottrae soldi dalla cassa e si trova coinvolto in pericolose attività. E' un uomo di poche parole, il film stesso non continua »

* * - - -

Stupore

lunedì 18 ottobre 2010 di mariac

Stupore…..questa è la sensazione immediata che ho provato durante la proiezione del film.  La trama che  manca di qualsiasi spessore risulta inconsistente, quasi incomprensibile eppure colpisce  per l’originalità, per la velocità delle scene, per la capacità di immaginazione che suscita nello spettatore che viene quasi folgorato dai visi segnati degli attori da cui si riesce a raccogliere le emozioni in modo immediato. Mancano i dialoghi, continua »

* * * - -

Un buon deja vu

sabato 16 ottobre 2010 di Domenico A

Abbiamo visto “ Gorbaciof “ regia di Stefano Incerti. E’ indiscutibilmente un buon film, il migliore di quelli italiani che sono nelle sale di questi tempi. Girato con attenzione e con momenti di originalità e delicatezza rara per il cinema italiano ( il rapporto tra Gorbaciof e la giovane ragazza cinese ) che ci fa supporre un work in progress,un buon clima creativo sul set, come se lo script non fosse stato rispettato, anzi che sia stato accantonato durante le riprese, continua »

* * * * -

Realtà cruda e nuda

lunedì 18 ottobre 2010 di antus

film che mantiene uno standard del cinema italiano elevatissimo...non è la solita minestra americana sicuramente. servillo è bravissimo nei gesti un pò meno nelle smorfie visive che caratterizzano il personaggio. un film in sostanza per gli appassionati del genere che mette in luce una realtà possibile in alcuni ambienti con linguaggi e modi di fare davvero reali..finale forse scontato ma con una perla di originalità. continua »

Gorbaciof
Prima di mercoledì non li tengo.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Gorbaciof

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 8 maggio 2012

Cover Dvd Gorbaciof A partire da martedì 8 maggio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Gorbaciof di Stefano Incerti con Toni Servillo, Salvatore Ruocco, Nello Mascia, Yang Mi. Distribuito da Cecchi Gori Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet Gorbaciòf (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Gorbaciof

GALLERY | Stefano Incerti dirige Toni Servillo, contabile del carcere di Poggioreale.

Un film surreale e coraggioso

venerdì 3 settembre 2010 - Luca Volpe

Gorbaciof: un film surreale e coraggioso Un film all'orientale, quasi surreale, ma ambientato nella dura realtà del quartiere napoletano di Vasto. Un'occasione per parlare di multiculturalità, di violenza e di vizi con i tempi lenti di quel tipo di cinema internazionale che tanto piace al regista Stefano Incerti. Gorbaciof è un film che riflette e fa riflettere, un progetto che ha richiesto grande passione e più di sei anni di lavoro. Gorbaciof è anche Matteo Pacileo (interpretato da un eccellente Toni Servillo), soprannominato così per via della vistosa voglia sulla testa.

Gorbaciof, a Servillo basta lo sguardo

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Toni Servillo è il protagonista meraviglioso di Gorbaciof: il titolo del film è il suo soprannome dovuto a una sua macchia violacea sulla fronte, simile a quella del politico russo. Piccolo impiegato napoletano, contabile e cassiere del carcere di Poggioreale, il personaggio è un mix ammirevole di fragilità e vigore. Il vigore è fisico: atletico, di passo veloce, forte, rivestito con un'eleganza popolare stonata di giacche aderenti («azzrccate», detto alla napoletana), con basette e capelli lunghi unti arricciolati sul collo, si muove con autorità padronale vagamente minacciosa per le vie del quartiere dietro la stazione. »

Servillo il fuoriclasse

di Alberto Crespi L'Unità

E se fosse stato Gorbaciof il film da mandare allo sbaraglio a Venezia, tra le grinfie di Quentin Tarantino e soci? Il vero film «internazionale» che avrebbe potuto far saltare il banco? L'unica cosa certa è che quello di Stefano Incerti è un film che travalica tutti i confini, che passerebbe – legalmente o di straforo – qualunque dogana. Si svolge a Napoli, città multietnica quant'altre mai; vede in scena la numerosa comunità cinese che vive nei «bassi»; ed è praticamente privo di dialoghi, salvo qualche battuta puramente funzionale in cinese o in napoletano stretto – quindi, comunque incomprensibile ai più! Gorbaciof, scritto rigorosamente con la «f» e pronunciato alla partenopea, con l'accento sulla «o» (come per altro è corretto, anche in russo), è il soprannome che si porta appresso –causa voglia sulla fronte – Marino Pacileo. »

Servillo nella via crucis dell'audience

di Valerio Caprara Il Mattino

Ancora una storia estratta dal sottomondo napoletano, in cui peraltro la pertinenza dell'ambientazione è meno decisiva della calibratura del dispositivo stilistico. Con «Gorbaciof», infatti, Stefano Incerti dimostra d'essere un autore di fatto anziché d'etichetta: già titolare di una filmografia eclettica nella forma e nella sostanza («Prima del tramonto», «L'uomo di vetro», «Complici del silenzio»), il quarantacinquenne concittadino ha lavorato insieme al cosceneggiatore Diego De Silva per asciugare quanto più possibile la via crucis dell'eroe negativo e renderne in questo modo universale la catarsi. »

Servillo-Gorbaciof tira dritto sulla strada delle emozioni forti

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Tra le promesse della nouvelle vague partenopea fiorita negli anni Novanta intorno al giovane carisma di Mario Martone - con un esordio molto originale: Il verificatore del '95 - lungo il percorso successivo, pur attraverso altre prove degne di interesse (tra le quali due documentari, uno su Rosi e l'altro su Bellocchio), Stefano Incerti si era forse un po' smarrito. La bellezza del nuovo film, Gorbaciof, è merito suo e del valore aggiunto portato da Toni Servillo, che pare impreziosire tutto quello che tocca, specialmente a partire dalla collaborazione con Paolo Sorrentino e segnatamente dall'indimenticabile interpretazione del Divo. »

Gorbaciof | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
David di Donatello (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 15 ottobre 2010
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità