El Sicario Room 164

Un film di Gianfranco Rosi. Titolo originale El Sicario Room 164. Documentario, durata 80 min. - Italia, Francia 2010. MYMONETRO El Sicario Room 164 * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,50/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblicon.d.
   
   
   
Un ex sicario al servizio del narcotraffico messicano racconta gli anni passati a rapire, torturare e uccidere chiunque desse fastidio al Cartello.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Le memorie (incredibili ma vere) di un temibile sicario al soldo dei narcotrafficanti messicani
Marianna Cappi     * * * 1/2 -

Ottanta minuti nella stanza di un hotel con un ex sicario, la stessa stanza dove ha nascosto e ucciso alcune delle sue tante vittime, dopo averle torturate nei modi più fantasiosamente atroci.
Gianfranco Rosi legge un articolo dell'amico Charles Bowden, pubblicato da "Harper's magazine", sul tasso di criminalità di Ciudad Juarez, la più pericolosa del mondo, e incontra quest'uomo, arruolato dai narcos giovanissimo, comandante della polizia statale di Chihuahua, addestrato dal FBI, libero e impunito dopo centinaia di esecuzioni sommarie e di massa, con una taglia di 250 mila dollari sulla testa.
Mentre al pubblico del film quella stessa testa resta opportunamente nascosta dietro un velo nero, ciò che dice non fa sconti. Uomini bolliti in pentola perché colpevoli di aver disobbedito al Cartello; alcool e droga senza soluzione di continuità, per fare il lavoro sporco senza lasciare fessure alle pericolose infiltrazioni della coscienza; e poi il punto di non ritorno, quando il sogno di vivere di risorse illimitate diventa incubo e raggiunge la propria casa, il proprio letto. Oggi l'ex assassino è passato agli ordini di Dio, con una conversione megalomane e spettacolare, in linea con l'enfasi che ha già ampiamente dimostrato di possedere, nella prima parte del suo racconto, quella dedicata alla vida loca, alla scalata criminale.
Rosi ha per le mani, per il suo documentario, un attore nato. Non è tanto un paradosso quanto, probabilmente, una delle ragioni che hanno reso interessante e fattibile la produzione di questo film. Il sicario della stanza 164 ravviva infatti l'esposizione della sua parabola (come se ce ne fosse bisogno...) abbandonando spesso il discorso indiretto per recitare i dialoghi tra lui e la vittima di turno o per mimare le azioni (come tirare la corda deputata al soffocamento), mentre con metodo disegna su un blocco lo storyboard delle sue personalissime "memorie di un gangster", sottolineando le cifre macabre, riscrivendo le parole che pronuncia a voce, perché inchiostrandole si carichino di peso e autenticità. Il profilmico parla da solo, insomma, come vorrebbe il manuale del perfetto documentario, e Rosi non ha davvero bisogno d'altro: non di una sceneggiatura né di altri ambienti o di altri personaggi. Il sicario fa tutto da solo. Chi non fa come lui, nel mestiere, non è che un povero imitatore.

Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
70%
No
30%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film El Sicario Room 164 adesso. »

INCONTRI | Gianfranco Rosi a Busan con il documentario vincitore del Leone d'Oro.

Il sacro gra conquista la corea

mercoledì 9 ottobre 2013 - Paolo Bertolin

Il Sacro GRA conquista la Corea Gianfranco Rosi è uno dei più importanti registi italiani contemporanei - e da molto prima della consacrazione del Leone d'Oro per Sacro GRA. Cineasta essenziale già dal suo primo film, Boatman, realizzato in India vent'anni fa, e già premiato a Venezia nel 2008 per Below Sea Level, Rosi vanta un'impeccabile filmografia di grande cinema, che comprende pure lo sconvolgente El Sicario, Room 164. Opere sfortunatamente ignorate dalla nostra distribuzione, ma che hanno conosciuto circolazione globale nei festival e che ora, proprio mentre Sacro GRA dimostra il potenziale di botteghino del documentario creativo, saranno disponibili per gli utenti di MYmovies.

   

NEWS | Feltrinelli e MYmovies.it presentano in esclusiva i film precedenti di Rosi.

Successo anche al botteghino

martedì 24 settembre 2013 - Chiara Renda

Sacro GRA, successo anche al botteghino A pochi giorni dall'uscita in sala, Sacro GRA, film Leone d'Oro all'ultima Mostra del Cinema di Venezia, dimostra anche ai botteghini la sua essenza di cinema d'autore capace al tempo stesso di parlare al grande pubblico. Il documentario di Gianfranco Rosi ambientato in una Roma periferica e nascosta, ai margini del Grande Raccordo Anulare (GRA), ha incassato infatti dopo il primo weekend di distribuzione nelle sale (44 in tutta Italia) 187.791 euro, assestandosi al nono posto del box office e risultando primo titolo italiano della classifica.

   

El Sicario Room 164 | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità