Ballata dell'odio e dell'amore

Acquista su Ibs.it   Dvd Ballata dell'odio e dell'amore   Blu-Ray Ballata dell'odio e dell'amore  
Un film di ┴lex De la Iglesia. Con Carlos Areces, Antonio de la Torre, Carolina Bang, Sancho Gracia, Juan Luis Galiardo.
continua»
Titolo originale Balada triste de trompeta. Drammatico, durata 107 min. - Spagna, Francia 2010. - Lucky Red uscita giovedý 8 novembre 2012. - VM 14 - MYMONETRO Ballata dell'odio e dell'amore * * 1/2 - - valutazione media: 2,99 su 22 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,99/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Quando in Spagna scoppia la guerra civile, il Pagliaccio Tonto viene interrotto nel mezzo della sua performance e reclutato - vestito ancora con gli abiti di scena - da un gruppo di repubblicani.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Solitudine e tristezza danzano insieme sulle note malinconiche di una ballata ipnotica e seducente
Nicoletta Dose     * * * 1/2 -

Guerra civile spagnola. Durante uno spettacolo circense, i due pagliacci in scena vengono arruolati a combattere nell'esercito repubblicano. Uno di loro viene arrestato e costretto a lavorare per lo stato. Il giovane figlio Javier organizza un attentato per vendicarsi dei soprusi subiti ma, nello scoppio, muore anche il padre. Da grande, sotto la dittatura di Franco, viene assunto come Pagliaccio triste in un circo, dove incontra Sergio, il suo alter ego sorridente, con il quale dovrÓ dividere il palco e l'amore per l'acrobata Natalia.
I mostri politici della storia - raccolti nel quadro spaventoso dei titoli di testa - hanno una responsabilitÓ precisa nei confronti di chi governano. Se il potere impera attraverso repressioni violente, il popolo subisce le conseguenze di quella prepotenza perchŔ diventa parte di essa, pur senza averne la colpa. Come un virus insidioso, il terrore della guerra civile spagnola mette radice in corpi indifesi come quello del piccolo Javier. Il padre, pagliaccio per mestiere e tradizione, lo invita ad assaporare il fascino della vendetta, investendolo di una missione distruttiva che si alimenterÓ inesorabilmente, malgrado le occasioni di rinsavimento poste dal destino.
De la Iglesia recupera, dopo la pi¨ rarefatta narrazione di Oxford Murders, l'uso dotto del grottesco de La Comunidad.
Potrebbe sembrare azzardato e inopportuno tramandare la Storia ai posteri attraverso lo sguardo di un pagliaccio impazzito, prima schiavo della sua bontÓ, poi vittima di un'inarrestabile rincorsa alla ritorsione. Il regista, invece, riesce a coniugare la maschera del clown triste e il corredo di suggestioni che il personaggio porta con sŔ, con il dramma di un paese smunto di umanitÓ, felice solo nei telegiornali di propaganda franchista.
Il solitario Javier morde se stesso e gli altri, deturpa il viso del suo nemico Sergio e uccide tutti quelli che impediscono la rivincita sui potenti. L'oggetto del desiderio Natalia scappa ma Ŕ, allo stesso tempo, attratta dal male. Tutti i personaggi aderiscono ad un'idea di vita fondata sul masochismo, come a dire che in quel particolare atteggiamento, si nasconda l'unico modo per resistere al dolore provocato dagli altri. L'estremizzazione dei caratteri si accorda con la costruzione di scene di esagerata violenza, dove solitudine e tristezza si incontrano e danzano insieme sulle note malinconiche di una ballata ipnotica e seducente.

Premi e nomination Ballata dell'odio e dell'amore MYmovies
il MORANDINI
Sei d'accordo con la recensione di Nicoletta Dose?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
58%
No
42%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Ballata dell'odio e dell'amore

premi
nomination
Festival di Venezia
2
0
* * * - -

La morte della bellezza

lunedý 12 novembre 2012 di renato volpone

La guerra, la Spagna di Franco, un circo, i pagliacci: questi gli elementi di una storia che diventa un incubo delirante, un'inverosimile follia, ma con degli acuti di incredibile macabra bellezza. Un film che ricorda Greenaway. Due pagliacci, quello allegro e quello triste, una donna bellissima e storie di sofferenza e morte alle spalle. Un amore violento e un amore dolcissimo si affrontano e confrontano: lei non sa, non può scegliere, ma sarà vittima sacrificale del contendere continua »

* * - - -

Una denuncia in chiave grottesca dei mali della po

domenica 11 novembre 2012 di Flyanto

 Film in cui il regista spagnolo De la Iglesia denuncia in chiave grottesca ed allegorica il regime dittatoriale di Franco ed il periodo della guerra civile nel suo paese attraverso la figure di un pagliaccio arruolato in un circo. Se già l'ambiente triste e, appunto, grottesco del circo si dimostra per l'autore molto adatto a rappresentare la metafora di certe realtà assurde del mondo politico e della classe dirigente spagnola, l' eccesso di scene violente (alcune continua »

* * * * -

Grottesco, poetico, metaforico

domenica 11 novembre 2012 di donni romani

Grottesco, inquietante, metaforico.  E' racchiuso in questi aggettivi, e nelle atmosfere che ne scaturiscono il film di Alex De la Iglesia, Leone d'Oro per la Regia e  Premio per la Miglior Sceneggiatura al Festival di Venezia 2010. Perennemente in bilico fra capolavoro e improbabile grand guignol, fra sarcastica metafora politica e disturbato melò sentimentale ci presenta una galleria di personaggi estremi, incandescenti,torbidi e sfuggenti ad ogni regola sociale. L'antefatto continua »

* * - - -

Balada triste de trompeta

domenica 7 luglio 2013 di KillBillvol2

Film grottesco oltre ogni dire, violento, a tratti divertente, crudele e soprattutto pessimista all'ennesima potenza. L'ultimo film di Iglesia, osannato da Quentin Tarantino alla Mostra del Cinema di Venezia, è un horror sotto le vesti di love story malata (molto peggio di Vertigo) che racchiude tutta la sua distorta essenza in una sequenza: uno dei due protagonisti/antagonisti, distrutto dalla vita, dall'amore e dalla crudeltà degli uomini è ridotto ad animale da continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Ballata dell'odio e dell'amore adesso. »
Shop

DVD | Ballata dell'odio e dell'amore

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 3 aprile 2013

Cover Dvd Ballata dell'odio e dell'amore A partire da mercoledì 3 aprile 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Ballata dell'odio e dell'amore di ┴lex De la Iglesia con Santiago Segura, Antonio de la Torre, Sancho Gracia, Carlos Areces. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Ballata dell'odio e dell'amore (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 12,99 €
Aquista on line il dvd del film Ballata dell'odio e dell'amore

GALLERY | Alex de la Iglesia vuole esorcizzare il dolore della guerra civile spagnola.

Il photocall

mercoledý 8 settembre 2010 - Marlen Vazzoler

Venezia 2010: A Sad Trumpet Ballad, il photocall Il triangolo amoroso tra due clown sfigurati e una bionda acrobata al centro del film A Sad Trumpet Ballad Ŕ secondo il regista Alex de la Iglesia "Un esorcismo dall'angoscia attraverso l'umorismo, l'ironia e la commedia mescolati con il genere noir in modo tale che tutto possa avere una degna sepoltura". Durante la conferenza stampa Iglesia ha spiegato che si tratta di "una pazza, spietata, selvaggia, storia d'amore, in cui l'ansietÓ e la sete di vendetta portano alla distruzione dell'oggetto d'amore".

La ballata del clown

di Alberto Crespi L'UnitÓ

Altro film reduce da Venezia, come la nave dolce di Vicari... ma da Venezia 2010!, dove sfior˛ addirittura il Leone d'Oro. Era presidente di giuria Quentin Tarantino, che poi premi˛ la sua ex fidanzata Sofia Coppola, ed era ovvio che potesse apprezzare un film cosý źtarantinato╗. Alla vigilia dei premi dicemmo ad Alex de la Iglesia - che Ŕ uno dei registi pi¨ simpatici in circolazione - del nostro pronostico, e lui ci rispose: źSe vinco il Leone troverete il mio cadavere che galleggia in qualche canale di Venezia╗. »

La guerra di Spagna una storia di freaks

di Francesco Al˛ Il Messaggero

Spagna 1937: un pagliaccio con machete massacra un manipolo di franchisti prima di essere giustiziato. LascerÓ al figlio due massime: 1) Sarai solo un pagliaccio triste 2) Cerca la vendetta. Madrid 1973, Franco Ŕ al potere da 34 anni: quel figlio Ŕ diventato Javier, pagliaccio triste di un circo dove il clown vincente, Sergio, Ŕ il violento amante della bella trapezista Natalia. ScatterÓ l'amore impossibile Javier-Natalia. Rissa tra uomini. Javier riduce Sergio a un Joker dalle guancie maciullate e Natalia, rinnegandolo, trasforma Javier in un Pinguino che vive nelle fogne (i due Batman di Burton; i migliori). »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

I circhi sono tristi. Non pensiamo agli animali. Pensiamo ai clown che inciampano, cadono, si bastonano (e tutto, oggigiorno, sotto gli occhi di ragazzini che non vedono l'ora di tornare ai prediletti videogiochi: in Carmageddon i pedoni si fanno pi¨ male). Pensiamo a certi pomeriggi natalizi trascorsi a intontonirsi con gli acrobati, perchÚ sugli altri canali o davano "Tutti insieme appassionatamente" (e noi alla famiglia canterina Von Trapp spareremmo volentieri) oppure l'ennesimo Tot˛ (e noi li sappiamo a memoria, senza contare che vengono in mente tutti i cinepanettonari convinti di esserne gli eredi). »

La ballata poetica o la detesti oppure t'innamori

di Roberto Nepoti La Repubblica

Premiato per la regia a Venezia 2011, un film inclassificabile: una ballata atrocemente poetica che si pu˛ o amare o detestare. Durante la guerra civile spagnola un Pagliaccio Triste, arruolato a forza nella milizia franchista, compie una strage a colpi di machete. Nella Spagna del 1973 suo figlio Javier, che ne ha ereditato il ruolo (e che, in un attentato, ha provocato la morte del padre), Ŕ co-protagonista di un triangolo mortale assieme al prepotente clown Sergio e alla sua donna, l'acrobata Natalia, di cui Javier s'Ŕ innamorato. »

Ballata dell'odio e dell'amore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Nicoletta Dose
Pubblico (per gradimento)
  1░ | renato volpone
  2░ | killbillvol2
  3░ | pensierocivile
  4░ | flyanto
  5░ | donni romani
  6░ | reservoir dogs
Rassegna stampa
Vicente DÝaz
Festival di Venezia (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 8 novembre 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità