The Cove

Un film di Louie Psihoyos. Documentario, durata 92 min. - USA 2009. MYMONETRO The Cove * * * 1/2 - valutazione media: 3,73 su 6 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,73/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
   
   
   
Un gruppo di attivisti, capitanati dal rinomato addestratore di delfini Ric O' Barry, si infiltra in una caverna vicina a Taijii in Giappone per far scoprire uno scioccante abuso di animali e una seria minaccia per la salute degli esseri umani.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un eco-film incalzante ed emozionante sulla stupidità umana
Alessandra Giannelli     * * * 1/2 -

Chi non ha mia sperato, a bordo di un traghetto, di veder emergere dal mare una coppia di delfini? Chi non si è entusiasmato a vederli nelle piscine di un delfinario? Chi conosce veramente la vita di un delfino? A quest'ultima domanda, da oggi, sapremo dare una risposta che ci renderà senz'altro più tristi.
Un eco-film che svela il motivo per cui forse, dal traghetto, avvistiamo di rado questi splendidi cetacei perché finiscono ad esibirsi in piscine di parchi acquatici. The cove è stata ribattezzata una laguna sulle coste di Taiji, un parco nazionale che si trova in Giappone, un luogo paradisiaco dove però accade qualcosa di agghiacciante. Qui, per sei mesi all'anno, da aprile a settembre, si danno appuntamento i cacciatori di cetacei riuscendo ad accaparrarsi ben 23 mila delfini. Pesca illegale? In realtà si, anche se a consentirla è l'assurda legislazione della International Whaling Commission. Qui arrivano, qui li catturano per portarli in Occidente, molto spesso in vasche o megapiscine per farli esibire. Il problema è che, da quel momento in poi, il bel cetaceo sarà costretto a vivere in una gabbia, in carcere per l'appunto. Una prassi che fa fruttare 2 miliardi di dollari l'anno e che è fortemente sponsorizzata dalla Yazuka, la mafia giapponese.
Il documentario nasce dall'interesse di Ric O'Barry, addestratore di delfini, tra cui il celebre Flipper televisivo, quando un giorno constatò che uno dei suoi allievi, Kathy una femmina delfino, era morta. Forse, forse, si chiese O' Barry c'è qualcosa che non va. Quel qualcosa era la gabbia in cui erano costretti a vivere, resistendo per soli due anni, per la "gioia" di grandi e piccini. Quello di Louie Psihoyos, famoso fotografo, è un film importante, ben girato, incalzante, emozionante, struggente e illuminante sulla stupidità umana, sicuramente uno dei più importanti in questa interessante, ma tristissima sezione del festival romano, che di certo non lascerà indifferente nessuno. Immagini che emozionano, ma che pare abbiano, giustamente, preoccupato il governo di Tokyo, che non ha permesso l'introduzione della carne di delfino nelle mense scolastiche. Nessuno di questi avidi predatori si chiede cosa ne sarà di un mare spoglio. Pare che l'interesse sia per tutt'altro, come sempre per il vile denaro. Soltanto alcuni ecologisti, ribattezzati "gli Ocean's eleven", che poi sarebbe il team costituito dal regista, hanno trovato il modo, attraverso strategici appostamenti, di scoprire cosa accade nel terribile covo così da renderne testimonianza. I delfini vengono catturati attraverso l'uso di onde elettromagnetiche che non permette il funzionamento del loro sistema comunicativo, il sonar, e vengono presi attraverso crudeli ganci.

Sei d'accordo con la recensione di Alessandra Giannelli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
88%
No
13%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination The Cove

premi
nomination
Premio Oscar
1
1
* * * * *

Un film denuncia che tutti dovrebbero vedere

lunedì 2 agosto 2010 di oblomovita

Coraggio, organizzazione e amore per i delfini sono gli ingredienti di questo documentario la cui visione dovrebbe essere consigliata a tutti, non solo per portare alla luce il massacro dei cetacei, quanto per mostrare come attraverso il cinema sia possibile sensibilizzare l'opinione pubblica, denunciare i crimini contro la vita. Un film di questo tipo vale mille di quelli prodotti in serie dalle varie industrie cinematografiche. continua »

* * * - -

Brutalià e poesia

martedì 15 giugno 2010 di saramarini2002

Lo sconvolgente documentario sulla mattanza dei delfini che avviene nella baia di Taiji, cittadina giapponese sede di un museo sui cetacei, nato dal trentennale impegno di Ric O’Barry in difesa di questi sorprendenti mammiferi. O’Barry divenne il più celebre addestratore del mondo nel 1964 grazie alla serie televisiva Flipper, per conto della cui produzione catturò i cinque delfini femmina protagonisti degli episodi. Dopo aver svolto questa attività per dieci anni, continua »

* * * * *

Sublime tragedia

venerdì 29 giugno 2012 di James Oogway

Il bello di vedere un capolavoro è che, nel momento esatto in cui termina, ti rendi conto che è tale. La tua vita non sarà più la stessa, ti porterai sempre dentro un pezzo di quella storia, e non sarà un peso ma, anzi, la consapevolezza di essere finalmente cosciente. Abbiamo bisogno di lavori così: crudeli nella loro critica, sublimi nella loro poesia, precisi nella loro semplicità. Tutto è dosato con la mano soave e decisa di Louie Psihoyos, continua »

* * * - -

La cospicua mattanza.

mercoledì 4 novembre 2015 di Dandy

Girato nel corso di 5 anni con non pochi rischi(all'inizio viene menzionato il caso di un'attivista assassinata misteriosamente),con appostamenti notturni e telecamere nascoste,il documentario ci mostra come in Giappone oltre alle balene,anche i delfini sono una preda lucrosa.Due miliardi di dollari l'anno per catturarli e macellarli,oppure per venderli(anche in occidente)a oltre 100.000 dollari l'uno.Complice nla Yakuza naturalmente.E la carne di delfino nella baia di Taiji,causa continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film The Cove adesso. »

In a Killing Cove, Siding With Dolphins

di Larry Rohter The New York Times

LIKE many people in his generation, Louie Psihoyos was a landlubber who grew up watching “Flipper” and Jacques Cousteau adventures on television. After National Geographic magazine hired him straight out of college as a staff photographer, his admiration for the intelligence and beauty of dolphins, and for the oceans as an ecological system, grew as he learned how to dive and began to work underwater. But none of that quite prepared him for the experience of making “The Cove,” an award-winning documentary about the clandestine slaughter of dolphins in Japan that opens July 31. »

From Flipper’s Trainer to Dolphin Defender

di Jeannette Catsoulis The New York Times

When the director Louie Psihoyos slipped into the little coastal town of Taiji, Japan, it was under cover of documenting the degradation of ocean reefs. Once there, however, he proceeded to mount one of the most audacious and perilous operations in the history of the conservation movement. “The Cove” is much more than just a record of that adventure. Like the director’s cover story, the movie is a Trojan horse: an exceptionally well-made documentary that unfolds like a spy thriller, complete with bugged hotel rooms, clandestine derring-do and mysterious men in gray flannel suits. »

Filmmakers assemble a team of experts to surreptitiously capture the events.

di Kenneth Turan The Los Angeles Times

"The Cove" is a powerful and effective piece of advocacy filmmaking, but it's difficult to watch it without thinking of subtitles like "The Place Where Evil Dwells" or "The Little Town With the Really Big Secret." Which is no accident. "The Cove's" story of a quiet village in Japan that specializes in clandestine dolphin slaughter is quite consciously structured as a thriller by director Louie Psihoyos who won an audience award for it at Sundance. The film follows a group of determined environmental commandos as it attempts to document what goes on in a deceptively tranquil lagoon. »

di Peter Travers Rolling Stone

In Taiji, Japan, fishermen lure dolphins, about 23,000 a year, into a hidden cove and brutally harpoon them to sell their often-contaminated flesh as whale meat. Director Louie Psihoyos, aided by Richard O'Barry, a former dolphin trainer (he worked on the TV series Flipper), joins with other advocates (Heroes actress Hayden Panettiere included) to stop this barbaric slaughter of innocents (click here to watch Peter Travers' video review of The Cove). But first they have to risk jail to install hidden cameras and expose the atrocity to the world. »

The Cove | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | oblomovita
  2° | saramarini2002
  3° | james oogway
  4° | dandy
Rassegna stampa
Peter Travers
Premio Oscar (2)


Articoli & News
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità