L'uomo nero

Acquista su Ibs.it   Dvd L'uomo nero  
Un film di Sergio Rubini. Con Sergio Rubini, Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, Fabrizio Gifuni, Guido Giaquinto.
continua»
Drammatico, durata 116 min. - Italia 2009. - 01 Distribution uscita venerdì 4 dicembre 2009. MYMONETRO L'uomo nero * * * - - valutazione media: 3,16 su 66 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,16/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Gabriele Rossetti, torna in Puglia, nel suo paese natale, per la morte del padre. La notte passata nella sua vecchia casa d'infanzia lo riporta indietro nel tempo, a quando era una bambino negli anni '60.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Sergio Rubini ritorna al privato e al riesame del proprio passato
Marzia Gandolfi     * * 1/2 - -

Gabriele Rossetti va a sud, torna al suo paese e al padre ricoverato in un ospedale di provincia. Al capezzale dell'uomo, Gabriele ripensa alla sua infanzia e alla sua relazione col genitore, capostazione ossessionato dall'arte e da Cézanne. Figlio unico di Ernesto e Franca Rossetti, insegnante e casalinga amorevole, Gabriele cresce osservando le manie degli adulti: le infatuazioni corrisposte di zio Pinuccio, le tele rifatte del padre, le conversazioni coi cari defunti della madre. Impressionato da un misterioso uomo nero e affascinato dal fascino impenitente dello zio, Gabriele vive la sua fanciullezza e subisce la frustrazione artistica del padre, ispirata dal pittore impressionista e umiliata da un critico d'arte locale e trombone. In viaggio lungo i binari della vita e del tempo procederà per agnizioni, riconoscendo padre e uomo nero per quello che sono e non per quello che fino ad allora aveva creduto che fossero.
Non è la prima volta e certamente non sarà nemmeno l'ultima che il cinema di Sergio Rubini va a sud, procedendo verso "la terra" d'origine e un riesame del proprio passato. La ricognizione delle proprie radici comincia con il viaggio picaresco di una sposa e procede con Tutto l'amore che c'è, affollato di ricordi ed elementi autobiografici e primo di cinque film (L'uomo nero compreso) in cui Rubini racconta il proprio Sud e la relazione che quello spazio della memoria intrattiene col Nord. Allo stesso modo dell'Amore ritorna (riflessione sulla professione dell'attore e del regista) la camera di un ospedale, in cui si consuma la vita e la degenza del padre di Rubini, diventa osservatorio privilegiato del figlio di Gifuni, diventato uomo da un'altra parte.
La Puglia dell'Uomo nero parla ancora di uno strappo, di una ferita, delle ragioni, giuste o sbagliate che siano, di un distacco. Il flashback, attivato dai ricordi di Gabriele, doppio del Bentivoglio emigrante della Terra, introduce la sua infanzia tribolata dentro uno spazio geografico impressionato da magia e fatalismo e all'ombra di un uomo nero dispensatore di caramelle e di un padre in credito con la vita. Il viaggio a ritroso di Gabriele chiarisce al figlio la verità sul padre e su un segreto mai rivelato. Al figlio, rivendicato dalla malattia del genitore, non rimane che tornare indietro e rimuovere abbagli e fraintendimenti, rendendo di nuovo possibile e corrente l'amore. Archiviato l'art thriller sui mercanti del bello e la corruttibilità dell'anima umana (Colpo d'occhio), il cinema di Rubini ritrova la vocazione antropologica e il cuore della Terra, replicando una volta di troppo la retorica delle radici e il ritorno al privato.

Stampa in PDF

Premi e nomination L'uomo nero MYmovies
il MORANDINI
L'uomo nero recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi L'uomo nero
Primo Weekend Italia: € 392.000
Incasso Totale* Italia: € 1.627.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 1 agosto 2010
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
41%
No
59%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination L'uomo nero

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
2
* * * * -

Quando i preconcetti prendono il sopravvento

lunedì 14 dicembre 2009 di Nino Pell.

Questa pellicola di Sergio Rubini è sicuramente un ottimo film che fa riflettere su come spesso certi modi di pensare della società siano abbastanza atavici e poco propensi a guardare oltre certi preconcetti di tipo sociale. La trama è ambientata nel Sud Italia, ma io penso che, indipendentemente dal luogo in cui ci si trova, è di consueto uso comune il giudicare una persona dal lavoro che svolge o dalla sua cultura, senza essere in grado di percepirne capacità intellettive che magari alla prima continua »

* * * * *

Retrospettiva

lunedì 28 dicembre 2009 di mariac

Colorato, leggero, frizzante, con un amaro retrogusto, queste le qualità del nuovo film di Sergio Rubini che scruta ancora una volta, come per La Terra, alcuni aspetti dell'entroterra pugliese. La retrospettiva della figura di un padre è il tema principale della pellicola a cui si accompagnano la chiusura, l'ipocrisia, l'accanimento raffigurato dai soliti personaggi di paese a cui nulla è dovuto ma a cui tanto è offerto in termini di rispetto e riconoscenza. L'immagine di un padre assente, assorto continua »

* * * * -

La rivincita del pittore incompreso

venerdì 4 dicembre 2009 di preziosa

E' un fim drammatico,a tratti triste e commovente;è ambientato in Puglia, a Gravina di Puglia, San Vito dei Normanni e Bari, presenta inquadrature molto nitide, è molto accurato nelle ricostruzioni ambientali e d'epoca, nei costumi e nel trucco dei personaggi principali, che all'inzio e alla fine del film sono trasformati in anziani. Poco dopo le prime scene, si torna nel passato, verso la metà degli anni '60,in cui si svolge il fulcro delle vicende. Ernesto di professione è un capostazione, ma continua »

* * * - -

Rubini fa tornatore. un film ambizioso, ma...

martedì 5 gennaio 2010 di alespiri

RECENSIONE RILETTA E RISCRITTA Il film di Rubini, ambizioso nell’intento psicologico, indulge spesso su immagini oleografiche ed un po’ retoriche di un Italia che diventa lo stereotipo del sud di quegli anni. Le atmosfere sono chiaramente evocative di un taglio registico stile Tornatore e ricordano Baaria. La colonna sonora, a volte invadente, di Nicola Piovani (grande maestro, per carità!) ricorda troppo da vicino “la vita è bella”. Il film non decolla e indugia compiaciuto di se stesso, perdendosi, continua »

Zio Pinuccio
Allora non hai capito niente, tu puoi portargli pure la Gioconda di Pascoli, tanto quelli sempre diranno che è una schifezza!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Gabriele Rossetti (Sergio Rubini)
Quando si fa una cosa bella se ne vanno tutte le forze
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
donna Valeri aGiordano (Anna Falchi)
Così gli diamo una bella svegliata a questo paese di terroni!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film L'uomo nero oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | L'uomo nero

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 17 marzo 2010

Cover Dvd L'uomo nero A partire da mercoledì 17 marzo 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd L'uomo nero di Sergio Rubini con Sergio Rubini, Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, Fabrizio Gifuni. Distribuito da 01 Distribution. Su internet L'uomo nero è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 6,39 €
Prezzo di listino: 7,99 €
Risparmio: 1,60 €
Aquista on line il dvd del film L'uomo nero

INTERVISTE | Rubini gira il suo decimo film e torna (di nuovo) alle origini e alla retorica delle radici.

L'amore ritorna

lunedì 30 novembre 2009 - Marzia Gandolfi

L'uomo nero: l'amore ritorna Dopo aver rinunciato alla Puglia, spostandosi a Roma e servendo la vendetta (d’amore) nei panni di un autorevole critico d’arte e ai danni del talentuoso scultore di Riccardo Scamarcio, Sergio Rubini torna alle radici e a quella dimensione arcaica e misteriosa che ha innervato alcune delle sue opere più belle. Lontano dalla città e nella profonda provincia pugliese si consuma la vita e il sogno di Ernesto Rossetti, capostazione con velleità artistiche. Ispirata da Cézanne e umiliata da un critico d’arte locale e trombone, la vita “artistica” di Ernesto è osservata con stupore e raccontata con nostalgia dal figlio Gabriele.

CELEBRITIES | Vita privata da stella senza mai cercare le copertine dei giornali.

Protagonista senza glamour

martedì 1 dicembre 2009 - Stefano Cocci

5x1: Valeria Golino, protagonista senza glamour È la prima donna del nostro cinema. Bellissima e straordinariamente ricca di talento, benché non abbia mai frequentato una scuola, Valeria Golino interpreta il ruolo dell’attrice in maniera completamente moderna, con gusto anglo-sassone e spirito europeo. È una donna cosmopolita, di padre italiano e madre greca, cresciuta tra Atene e Napoli. Quando la sua carriera inizia a spiccare il volo, va a vivere a Los Angeles, dove inizia una proficua carriera. Ottenne numerosi ruoli, e si fa apprezzare – e molto – per il suo talento.

Padri e figli, un incontro impossibile con dolcezza

di Cristina Piccino Il Manifesto

Un figlio torna a casa per raccogliere l'ultimo soffio del padre che muore dopo averlo abbracciato. Inizio classico da cui si apre nel sentimento doloroso del lutto il flashback (montato con morbida leggerezza da Esmeralda Calabria) che narra la relazione tra i due, il figlio fuggito dal paesino pugliese soffocante di provincia vive in Svizzera, famiglia bilingue, carriera di successo e, esclamano con soggezione davanti alla bara del padre in chiesa i paesani: «Ti abbiamo visto in tv». Il padre invece è stato costretto dalla vita a un destino insopportabile, passione per la pittura e forse anche talento che non ha potuto coltivare visto che suo padre non gli ha fatto frequentare il liceo artistico costringendolo a lavorare come capostazione. »

Le ossessioni di Rubini

di Alberto Crespi L'Unità

I treni, la pittura, la famiglia, la Puglia. Sergio Rubini ha messo in L'uomo nero, suo decimo film da regista, tutte le proprie ossessioni. Le ha frullate in un mix falsamente autobiografico («questa non è la vita che ho avuto, ma forse quella che avrei voluto», ha spiegato) e ha tirato fuori dal cilindro un film personale, sentito, bellissimo. Uno struggente omaggio al padre, capostazione e pittore dilettante, che quando si è rivisto sullo schermo– interpretato dal figlio, da Sergio medesimo – ha chiesto «e quello sarei io?». »

Mio padre, l'uomo nero

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Gabriele ricorda il genitore Ernesto, un capostazione vestito di scuro con la passione frustrata per l'arte. «Quanti colori vedi?», domanda il capostazione Ernesto Rossetti (Sergio Rubini) al figlio. I due viaggiano su un treno che corre verso Bari. Il piccolo Gabriele (Guido Giaquinto) guarda fuori dal finestrino, e prova a rispondere. C'è il verde, dice, e ci sono il marrone, il giallo. Ma il padre, appassionato di pittura, lo corregge: ci sono il verde, il marrone, il giallo, ma anche il rosso, l'azzurro, l'indaco, il viola, il fucsia. »

di Alessio Guzzano City

«Che stronzi». Sono le ultime parole del capostazione Sergio Rubini, ostinato pittore fallito, sibilate al figlio Fabrizio Gifuni. Poi torniamo al suo paese pugliese, nel 1967: piazza assolata su cui si affacciano la Dc, il PCI e la Pro Loco dove si tenne la sua prima e ultima mostra. Un insuccesso dovuto alla non eccelsa qualità di opere quali "Trulli innevati" e a un black out causato dalla mano del figlioletto cresciuto seguendo con le pupille a ping ping il padre che litiga con l'incomprensione di compaesani saccenti e con Valeria Golino, perfetta mater familias dei tempi di Bobby Solo. »

L'uomo nero | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 4 dicembre 2009
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità