Il rifugio

Acquista su Ibs.it   Dvd Il rifugio   Blu-Ray Il rifugio  
Un film di François Ozon. Con Isabelle Carré, Louis-Ronan Choisy, Pierre Louis-Calixte, Melvil Poupaud, Claire Vernet.
continua»
Titolo originale Le Refuge. Drammatico, durata 88 min. - Francia 2009. - Teodora Film uscita venerdì 27 agosto 2010. MYMONETRO Il rifugio * * 1/2 - - valutazione media: 2,97 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato sì!
2,97/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
Isabelle Carré interpreta Mousse, giovane eroinomane che scopre di essere rimasta incinta del compagno morto di overdose
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una storia profonda in cui si intrecciano mancanze, bisogni e sentimenti mai del tutto rivelati
Emanuele Sacchi     * * * - -

Louis muore di overdose, lasciando sola la compagna Mousse, eroinomane anch'essa, proprio quando questa ha scoperto di essere incinta. Nonostante i ricchi genitori di Louis le chiedano di abortire, Mousse si rifiuta e si ritira in solitudine in una villa in riva al mare. La visita di Paul, fratello di Louis, altererà i già precari equilibri.
Probabilmente leggendo la trama ma non il nome del regista e cercando di supplire indovinando quest'ultimo, a Ozon si arriverebbe entro tre tentativi al massimo. Il che non rappresenta necessariamente un male, la stessa cosa potrebbe succedere anche con Lynch o Chabrol; affezionarsi alla propria poetica, accettare l'idea di doversi confrontare con i propri demoni anziché simulare un eclettismo forzato può essere una pratica sana nel cinema.
Ozon, anche se talora esagera e talaltra esce proprio di strada, ha nelle sue corde questa maestria, la capacità di scavare in profondità nel non detto di situazioni in cui i sentimenti agiscono sottopelle e in cui quel che appare differisce assai da quel che è. Come la vicenda di Paul e Mousse, che si cercano e si guardano con in mente intenti differenti ma con un legame profondo che, consapevolmente o meno, tra i due si instaura sin dal primo sguardo.
Due diversi, in qualche modo due reietti, che si spiano, si proteggono l'un l'altro: lui cerca una figura materna e lei, che madre è o comunque sarà a breve, cerca un'ancora che fermi l'entropica tendenza del suo animo ad andare alla deriva.
È innegabile che quello del gay con insopprimibile desiderio di paternità sia un cliché difficile da digerire, ma l'amore con cui la cinepresa di Ozon accarezza i gesti dei due splendidi protagonisti, soffermandosi sulle minime sfumature delle loro espressioni, riesce a far dimenticare anche questi potenziali scivoloni.

Stampa in PDF

* * * * -

Ruoli e convenzioni

domenica 29 agosto 2010 di laulilla

Due giovani parigini, Mousse e Louis si amano da tempo e da tempo si drogano, senza troppe difficoltà, perché, essendo ricchi, non sono costretti a rubare o a prostituirsi. I loro privilegi sociali, però, non li rendono invulnerabili: dopo l'ennesima assunzione di eroina il fisico di Louis non regge. Si salverà, con difficoltà, Mousse, che all'ospedale apprenderà di essere incinta. Questo antefatto si chiude con i funerali di Louis e con un breve e freddo incontro fra Mousse e la madre di Louis, continua »

* * - - -

Insomma

martedì 30 ottobre 2012 di paride86

Storia di una tossicomane che, perso il fidanzato per overdose, si accorge di essere incinta. Tra lei e il fratello del defunto si instaurerà un legame particolare. François Ozon racconta una storia intimista e delicata, ma la fastidiosa immaturità dei personaggi prende il sopravvento sula compassione e la comprensione che si potrebbe provare per i loro drammi personali e le loro scelte private.  continua »

* * * - -

La maternità ai tempi dell'abbandono

domenica 24 novembre 2013 di gianleo67

Coppia di amanti dediti all'eroina viene ritrovata agonizzante dalla madre di lui nel lussuoso appartamento parigino in cui convivono. Lui muore e lei, rimasta incinta, si rifugia nella casa isolata di una assolata località di villeggiatura sull'oceano per sfuggire alle pressioni della ricca e facoltosa suocera che la vorrebbe far abortire. Raggiunta dal fratellastro del suo ex amante, porterà avanti la gravidanza instaurando con questi una relazione affettiva di delicata intensità continua »

Louis-Ronan Choisy (Paul)
"Resterà di te Louis quello che hai donato, invece di tenerlo chiuso in forzieri arrugginiti. Resterà di te, del tuo giardino segreto, un fiore dimenticato che non è appassito. Resterà di te Louis una lacrima caduta, un sorriso germogliato negli occhi del tuo cuore. Resterà di te quello che hai seminato, che hai sparso tra i mendicanti di felicità. Quello che tu hai seminato,fratello mio, fiorirà negli altri. Colui che perde la vita un giorno la ritroverà."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Il rifugio

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 1 dicembre 2010

Cover Dvd Il rifugio A partire da mercoledì 1 dicembre 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il rifugio di François Ozon con Isabelle Carré, Louis-Ronan Choisy, Pierre Louis-Calixte, Melvil Poupaud. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Il rifugio è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Il rifugio

"Le Refuge" : une méditation sereine sur la maternité

di Thomas Sotinel Le Monde

Pour la deuxième fois, François Ozon met un enfant au centre de son film. Mais le bébé du Refuge est moins spectaculaire que l'angelot ailé de Ricky. Il est absent de l'image et pourtant dans le champ, porté par sa mère, Mousse, qui attend de le mettre au monde dans une villa de la côte basque. Mousse, c'est Isabelle Carré. On la découvre en enfant perdue, au milieu d'un grand appartement pas très loin du viaduc de Passy (un lointain écho du Dernier Tango à Paris), avec son compagnon Louis (Melvil Poupaud). »

L'amore ai tempi di Ozon

di Paola Casella Europa

Il regista francese Francois Ozon, che fra poco parteciperà in concorso alla Mostra del cinema di Venezia con il suo Potiche, si sta specializzando in film sulle mutazioni "genetiche" nel rapporto fra uomini e donne e sulla ridefinizione dei ruoli maschili e femminili all'interno della coppia e del nucleo familiare. Lungo questa linea narrativa, iniziata con Sotto la sabbia e proseguita con Otto donne e un mistero, CinquePerDue e il recente Ricky, per citare solo qualche titolo in una filmografia oggettivamente bulimica, si pone come un nuovo traguardo Il rifugio, premio speciale della giuria al festival di San Sebastian e già passato in Italia, fuori concorso, al festival di Torino, ma in uscita solo ora nelle nostre sale a causa di quelle strozzature che rendono assai difficile alle piccole case di distribuzione indipendenti (come, in questo caso, la Teodora Film) ritagliarsi un po' di spazio e di attenzione mediatica. »

Ozon e la maternità, secondo capitolo

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Dal bambino con le ali a quello, invisibile ma vero, nascosto nel ventre della mamma. Dalla maternità come metafora alla gravidanza come presenza. E come svolta: basterà portare un figlio in grembo per essere madri? O averlo generato per essere padri? Passando dal surreale Ricky al didascalico Il rifugio, Ozon perde in leggerezza ma non in esattezza. Il piccolo che cresce nella pancia di Isabelle Carré (al sesto mese durante le riprese) non ha più un padre. Il compagno della madre infatti muore di droga ancor prima che lei sappia di essere incinta. »

L'amore negato nel cinema di François Ozon

di Cristina Piccino Il Manifesto

Mousse (Isabelle Carré) non è l'operaia madre single protagonista di Ricky. Ma come nel precedente film François Ozon guarda ancora una volta alla maternità come allo spazio narrativo in cui prendono forma i vissuti dei suoi personaggi. Una coppia, Mousse e Louis (Melvil Popaud) e la loro storia d'amore e di eroina consumata nell'appartamento quasi vuoto. Lui muore, lei si accorge di essere incinta. La famiglia di lui, ricchezza borghese, quasi infastidita spinge per l'aborto. Lei fugge, vuole quel bimbo, è l'unico legame che le rimane con l'amato perduto. »

Il rifugio | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Rassegna stampa
Kevin Thomas
Pubblico (per gradimento)
  1° | laulilla
  2° | paride86
  3° | gianleo67
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 27 agosto 2010
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità