Gli amori folli

Acquista su Ibs.it   Dvd Gli amori folli   Blu-Ray Gli amori folli  
Un film di Alain Resnais. Con Sabine Azéma, André Dussollier, Anne Consigny, Emmanuelle Devos, Mathieu Amalric.
continua»
Titolo originale Les Herbes Folles. Drammatico, durata 104 min. - Francia, Italia 2009. - Bim Distribuzione uscita venerdì 30 aprile 2010. MYMONETRO Gli amori folli * * * - - valutazione media: 3,13 su 40 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,13/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * * -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Georges trova il portafoglio della sconosciuta Marguerite e decide di innamorarsi di lei.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film conclusivo, che (ri)apre sulla speranza
Marianna Cappi     * * * * 1/2

Marguerite esce da un negozio di scarpe e subisce il furto della borsa. Georges trova il suo portafoglio per terra, nel parcheggio di un centro commerciale e comincia a fantasticare su di lei, ancora prima di contattarla, senza conoscerla. Il desiderio di questa donna che fa la dentista e il pilota di aerei leggeri è così forte che riempie la sua vita di padre di famiglia e di marito di pensieri e azioni irrazionali. Marguerite resiste, ma per poco. È una corsa verso l'errore, piena di vita, inarrestabile.
A quasi novant'anni, Alain Resnais, con Les Herbes Folles, tratto dal libro di Christian Gailly "L'incident", elabora un film che si può dire virtuoso, tanto nel senso di musicalmente inappuntabile, quanto in quello di visivamente e narrativamente acrobatico.
Storia di una passione irragionevole, spuntata come l'erba che esce dall'asfalto là dove non ce la si aspetta, rigogliosa e capricciosa in età matura, l'opera di Resnais vola in alto come il velivolo di Sabine Azéma, diverte con dialoghi-piroette, fa desiderare di non scendere mai a terra, di restare in sella al film, dove tutto è sorpresa e tutto è affrontabile e affascinante, anche il disarcionamento.
Esperto di costruzioni non lineari, di realtà binarie e sovrapposizioni temporali, Resnais -che con Mon Oncle d'Amérique riscrisse le accezioni del vocabolo "sceneggiatura", influenzando tra gli altri anche Kaufman e Gondry- continua il suo viaggio tra determinismo e aleatorietà dell'esistenza, legandolo alla forma cinema, forma a sua volta aperta e costretta insieme.
Se i personaggi di Parole, parole, parole più che esprimersi, si ritrovavano dentro dei testi che parevano scritti per loro, quelli di Les Herbes Folles fanno della letteratura di Gailly, della costruzione della sua sintassi, un trampolino di lancio per la loro avventura di sognatori, di verificatori di qualcosa che potrebbe esistere, potrebbe non iniziare mai (lo dicono loro stessi), potrebbe suscitare il riso, il sorriso, l'emozione. E lo fa.
Cineasta moderno e cerebrale, qui Resnais si scuote di dosso la neve di Cuori e realizza uno dei suoi film più caldi, con punte di ghiaccio bollente, dove i personaggi assomigliano sempre meno a delle cavie e la più generale delle esperienze -quella amorosa- si fa in fine particolarissima. Un film conclusivo, che (ri)apre sulla speranza.

Incassi Gli amori folli
Primo Weekend Italia: € 76.000
Incasso Totale* Italia: € 300.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 13 giugno 2010
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
34%
No
66%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Gli amori folli

premi
nomination
Festival di Cannes
1
0
Cesar
0
4
* * * * -

Le erbe folli

domenica 2 maggio 2010 di laulilla

Le erbe folli sono quelle erbe la cui vitalità ha sempre la meglio nel giardino, per quanto ben coltivato e tosato col tosaerba. Quando si hanno ospiti, è bene che le erbe folli vengano recise di netto, ma la natura presto o tardi avrà la meglio e imporrà agli incauti livellatori del prato la propria anarchica e incoercibile legge. Questa bella metafora è naturalmente valida anche per l'uomo, che, a qualsiasi età e nonostante la razionalità lo sconsigli, sarà sempre attratto dalla curiosità per continua »

* * * * *

Sublime!

domenica 2 maggio 2010 di Linus2k

E' pazzesco vedere quanto un regista di quasi 90 anni sappia avere più estro e coraggio narrativo di tanti nuovi registi... Resnais, ormai venerando maestro del cinema francese, colui che con le sue vecchie opere ha contribuito a rivedere lo schema narrativo classico sperimentando un modo nuovo di raccontare le storie, al di là del tempo e dello spazio, torna a meravigliare, stupire, incantare con un film che è un volo pindarico continuo nell'animo umoano, sulla psiche e sul rapporto tra le persone... Resnais continua »

* * * - -

I crimini del cuore secondo resnais

lunedì 3 maggio 2010 di M.D.C

Girotondo sentimentale intorno ad un portafogli sottratto all'odontoiatra S.Azema e ritrovato casualmente dall'annoiato A. Dussolier che si strugge per una colpa passata (che il copione lascia solo intuire). Conosciuta l'identità della donna l'uomo, sposato e con figli, tenta a tutti i costi di intromettersi nella vita dell'appariscente dentista con telefonate, lettere e visite sgradite. Allarmata, la donna si rivolge alla polizia sconcertando( chissà perchè poi) il suo corteggiatore che desiste continua »

* * * * -

Sessualmente liberi

venerdì 21 maggio 2010 di Par Condicio

Il film rappresentato con ricorrente simbolismo evidenzia l’evoluzione dei rapporti interpersonali nella sfera amatoria. Un’espressione sessuale d’altri tempi (George), concepita solo nell’ambito familiare e finalizzata alla procreazione, si contrappone alla visione libertaria (marguerite) di condurre la propria vita (l’allegoria della ricerca della scarpa desiderata, nel negozio fuori dalla portata della massa…, dove vige la comprensione e il rispetto delle scelte personali). L’erba che cresce continua »

Georges Palet
Leggere non ha mai ucciso nessuno, al contrario, aiuta a vivere!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Narratore
George chiamava tutte le sere, lei non c'era mai. Rispondeva sempre la segreteria: le segreterie sono fatte per questo...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Suzanne (Anne Consigny)
"...e creda a me, quando Georges descrive qualcosa, è preciso!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Gli amori folli

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 22 luglio 2010

Cover Dvd Gli amori folli A partire da giovedì 22 luglio 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Gli amori folli di Alain Resnais con André Dussollier, Sabine Azéma, Emmanuelle Devos, Mathieu Amalric. Distribuito da 01 Distribution. Su internet Gli amori folli è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 6,50 €
Aquista on line il dvd del film Gli amori folli

Il barboso amore senile del pensionato

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Elegante e barbosa commedia surreale dell'ottanseienne veneratissimo maestro Alain Resnais. Niente più di un amabile gioco sulla casualità del destino, raffinato sì, ma tirato in lungo oltre ogni sopportazione. A Parigi il maturo Georges (André Dussollier), sposato alla più giovane Suzanne, trova il portafoglio della dentista scippata Marguerite (Sabine Azéma). A lui, che ha consegnato il maltolto alla polizia, non basta il grazie, pretende di incontrarla. Lei tentenna. Che tiramolla infinito. P »

Resnais, due sconosciuti e un portafoglio

di Roberto Nepoti La Repubblica

Un film aereo, volteggiante, un po' folle come il titolo, Les herbes folles. Si sente aleggiare un sorriso sapiente, alla Raymond Queneau, mentre una voce off racconta la storia bizzarra di un possibile amore: protagonisti una dentista con l' hobby del volo e un padre di famiglia disoccupato. Nel prologo, ammirevole per grazia e inventiva, si assiste al gioco del caso che mette in relazione i due sconosciuti: un portafoglio rubato a lei e ritrovato dall' uomo in un parking. Segue una storia di telefonate, incontri e malintesi suddivisa in otto fasi, corrispondenti alle regole per pilotare un velivolo. »

di Mariuccia Ciotta Il Manifesto

In concorso un eccentrico grande maestro, Alain Resnais con Les herbes folles, in campo l'amata Sabine Azéma e l'attore preferito André Dussollier, diario emozionale di un uomo che segue le sue suggestioni e se ne infischia del senso di gravità e del tempo che passa. Dussollier alias Resnais, il regista di Hiroshima mon amour ('59) e L'anno scorso a Mariembad ('61), segue le tracce di una sconosciuta, scippata all'uscita di un negozio di scarpe (scarpe come sublimi feticci). Ha trovato il suo portafoglio e immagina un'avventura, incontri sotto le luci del neon, al caffè, fuori dal cinema dove danno I ponti di Toko-Ri di Mark Robson. »

Ma come sono folli gli amori di Resnais

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Chi ha detto che il cinema è un mestiere da giovani? Alain Resnais ha cominciato a fare film nel 1946 e non ha ancora smesso di stupirci. Ogni titolo una nota diversa, e sempre nuova di zecca. Ogni film un'avventura che sbeffeggia e insieme completa le altre. Il tutto marciando con passo deciso verso una leggerezza che incanta e stupisce nel regista di Hiroshima mon amour. Dev'essere un privilegio dell'età: sono i grandi vecchi i primi e più accesi sperimentatori (nessuno, in questo senso, batte il centenario De Oliveira). »

Gli amori folli | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Cannes (1)
Cesar (4)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 30 aprile 2010
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità