Crossing Over

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Crossing Over   Dvd Crossing Over  
Un film di Wayne Kramer. Con Harrison Ford, Ray Liotta, Ashley Judd, Alice Braga, Cliff Curtis.
continua»
Drammatico, durata 113 min. - USA 2009. - 01 Distribution uscita venerdì 26 giugno 2009. MYMONETRO Crossing Over * * 1/2 - - valutazione media: 2,71 su 26 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
marioazzerana sabato 13 febbraio 2010
la parte grigia dell'america Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

  Crossin Over non è un film per tutti. Non piacerà a chi possiede una propria opinione codificata e contingentata degli Stati Uniti d'America e allo stesso tempo non piacerà a chi ritiene l'uso indifferente della forza legale quale strumento di contenimento dell'immigrazione. L'immigrazione è un fenomeno recente anche in Italia, recente per similitudine alle vicende di Crossin Over. Tale vicinanza pone quesiti etici e morali anche all'Italia oggi. Soprattutto il film pone l'accento sugli aspetti umani del fenomeno dell'immigrazione. Il regista lascia del tutto fuori dal set le reazioni della gente "regolare", ammettendo in questo modo che la gente, o meglio il pubblico - a differenza di quanto scritto dal critico - ragionasse per conto suo. [+]

[+] concordo ma... (di kondor17)
[+] lascia un commento a marioazzerana »
d'accordo?
filippo catani giovedì 4 luglio 2013
strade intrecciate sul tema dell'immigrazione Valutazione 4 stelle su cinque
86%
No
14%

A Los Angeles si intrecciano diverse storie che finiranno per intrecciarsi. Un'avvenente giovane ragazza australiana cerca di sfondare nel mondo dello spettacolo americano ma in cambio dell'agognata green card non esita ad andare a letto con un funzionario. La moglie del funzionario segue invece la causa di una ragazza arrestata dall'FBI per presunte simpatie verso i dirottatori dell'11 settembre. Nel frattempo un agente della polizia di confine cerca di risolvere il caso di una ragazza mentre al collega viene uccisa misteriosamente la sorella. Intanto il figlio di un lavandaio asiatico inizia a frequentare brutte compagnie.
Un film decisamente interessante quello che ci regala il regista Kramer sul variegato tema dell'immigrazione. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
rescart martedì 23 luglio 2013
la grande calamita Valutazione 5 stelle su cinque
71%
No
29%

Potrebbe essere questo il nomignolo più adatto da affibbiare agli Stati Uniti, in analogia a quello in voga per la sua capitale finanziaria New York. Da tutto il mondo, non solo dai cosiddetti Paesi poveri, vogliono andare a vivere là perché pensano che sia la patria del benessere e dell’affermazione dell’individuo. Ma nella cultura dei Paesi di origine degli immigrati di regola non ha senso l’esaltazione individualistica, non si dà il solitario Harrison Ford al contempo paladino dei diritti dei deboli e tutore intransigente della legge, né si dà il benestante impiegato ultraquarantenne senza figli pronto a divorziare pur di riportare in luce i suoi appetiti sessuali da adolescente. Al massimo si dà la giovane aspirante attrice australiana capitata a Los Angeles senza un curriculum degno di nota, perché convinta che, essendo l’industria cinematografica statunitense la più importante al mondo, qui potrà avere le occasioni che le sono state negate in patria. [+]

[+] lascia un commento a rescart »
d'accordo?
kondor17 mercoledì 24 luglio 2013
la terra promessa Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

L'America, con le sue speranze, le sue promesse, da sempre magnete per cercatori d'oro e di avventura, per nuovi conquistadores, frontiera dell'immaginario e dell'immaginifico, terra delle mille opportunità: di studio, di denaro, di successo, di un futuro. Per attori, ebrei, musulmani, musicisti o per semplici desperados messicani. Ma il prezzo da pagare è spesso molto alto: assistenza sociale sommaria e raffazzonata, leggi per l'immigrazione e la naturalizzazione assai severe, polizia (e non solo di frontiera) spesso corrotta ed interessata. Tutti uniti sotto un'unica carta, sotto un'unica bandiera, simbolo ormai del sacro e del profano, dell'unità e della discriminazione, del razzismo e della tolleranza, del tutto e del niente. [+]

[+] lascia un commento a kondor17 »
d'accordo?
paioco89 venerdì 3 luglio 2009
intreccio interessante con molta superficialità Valutazione 2 stelle su cinque
14%
No
86%

La tematica è una di quelle da far durare un film più di 4 ore. Questo ne dura quasi due. Kramer, regista non proprio esperto, dimostra di tenere molto all'argomento, vuole portare alla luce dei milioni di spettatori i problemi burocratici, i ricatti, le speranze di quegli immigrati che desiderano rimanere negli Stati Uniti. L'impegno e la volontà senza dubbio è da apprezzare, ma certamente non si può non tenere della mole di eventi che cerca di comprimere in uno spazio temporale cosi ridotto e soprattutto per una questione del genere. Il film propone molte storie diverse l'una tra l'altra: messicani, finti ebrei, un'australiana, islamici ecc ecc., ma non riesce mai ad andare a fondo di una sola di queste esperienze, degli eventi che colpiscono più o meno negativamente le vite di questi extracomunitari. [+]

[+] piccolo disaccordo (di dario)
[+] lascia un commento a paioco89 »
d'accordo?
Crossing Over | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità